Ritorno nel tempo giorno 2 parte 1

1.2KReport
Ritorno nel tempo giorno 2 parte 1

Il lunedì è passato come al solito. Andò alla sua solita matematica, scienze, inglese, storia, educazione fisica e orchestra senza che accadesse nulla di grave. Tuttavia, non poteva fare a meno di notare il suo insegnante d'orchestra. Era una piccola asiatica di circa 20 anni. Anche il suo insegnante di matematica lo ha incuriosito. Era una donna formosa, matura, di pane bianco. Immaginò che nessuno dei due avesse mai provato il cazzo nero prima, e voleva essere lui a mostrarglielo. Tuttavia, avrebbe dovuto aspettare mentre escogitava un piano.

Nuvole grigio scuro si sono posate sul cielo pomeridiano quando Andre ha incontrato Jasmine, una piccola ragazza asiatica che aveva un anno meno di lui. Era amico di lei da quando erano bambini e i suoi genitori l'hanno sempre odiato. Erano leggermente razzisti e sentivano sempre che l'uomo di colore avrebbe cercato di fare del male alla loro preziosa piccola figlia. Dato che la conosceva da tanto tempo, l'ha sempre vista come una sorellina, ma oggi stranamente sentiva che volevamo di più.

“Ciao André!” disse allegramente Jasmine incontrandolo davanti alla scuola. Mentre i due tornavano a casa insieme, parlarono della loro giornata, dei compiti scolastici e di altre cose. La pioggia si fece più fitta mentre tornavano a casa. Ogni volta che tornavano a casa insieme, si fermavano fuori casa sua e chiacchieravano per un paio di minuti prima che Andre tornasse a casa. quando si avvicinò a casa sua, le chiese di punto in bianco.

"Sono curioso. Ti piace qualcuno?"

Le guance di Jasmine diventarono di un rosa rosato mentre distoglieva lo sguardo. “N-no...”

Guardò l'asiatico dall'alto in basso. Si trovava a 5 'e aveva un aspetto carino da stupido. I suoi capelli erano raccolti in due trecce a coda di rondine e aveva le parentesi graffe in bocca. Assomigliava un po' a Sheeta dal castello nel cielo. Le sue tette sembravano più grandi di quelle di Lila e sembravano delle dimensioni di una grande arancia. Indossava jeans e un grazioso maglione rosso.

"Veramente? Perché mi piaci." Andre ha detto

"D-davvero?" Jasmine lo guardò con grandi occhi marroni.

“È un po' piovoso. Posso aspettare a casa tua finché la pioggia si calma?"

Jasmine annuì docilmente. "I miei genitori non sono a casa però."

Andre sorrise e sapeva esattamente cosa fare.

Una volta entrati in casa, Andre non ha perso tempo e ha iniziato subito a baciare l'asiatico. Nonostante affermasse di non averlo fatto, Jasmine ricambiò il bacio e gemette. Poi Andre ha raggiunto sotto la sua maglietta e ha iniziato ad afferrarle le tette sopra il reggiseno.

"Andre, non voglio rimanere incinta o perdere la mia verginità."

"Va bene. Non lo farai." André assicurato.

Detto questo, Jasmine si tolse la maglietta e si slacciò il reggiseno. Le sue tette erano piccole, ma per la sua età erano grandi. Erano delle dimensioni di grandi arance con piccoli capezzoli sulla punta. Andre ne afferrò immediatamente uno e iniziò a succhiare l'altro. Era incredibilmente morbido.

"Ohhhh." L'asiatico gemette forte quando sentì la sua lingua muoverle il capezzolo avanti e indietro. È stata fortunata che entrambi i suoi genitori fossero al lavoro. Andre poi le succhiò e le morse i capezzoli mentre le pizzicava l'altro capezzolo tra le dita. L'asiatica era molto più matura di Lila. Aveva tette piccole ma rotonde che Andre poteva spremere con tutte le sue mani.

Jasmine ha iniziato a bagnarsi per la sua stimolazione, quindi ha iniziato a strofinarsi. Dopo un paio di minuti passati a sbranarle le tette, Andre si alzò.

"Sulle tue ginocchia. Apri i miei jeans.

Jasmine obbedì sorridendo. Gli ha aperto la zip dei jeans e li ha tirati giù con le mutande prima di dire: "Oh mio Dio!"

"Mai visto un cazzo così grosso prima d'ora?"

“N-no! Ho visto solo quello di mio fratello e il suo è molto più piccolo del tuo.

Andre ridacchiò quando Jasmine iniziò ad accarezzargli lentamente il cazzo. Sembrava ipnotizzata dal suo cazzo pulsante da 7 pollici. Era così denso che non era sicura di poterlo inserire nella sua piccola bocca.

Jasmine ha fatto quello che sapeva basandosi sul porno e ha iniziato a succhiargli il cazzo come un ghiacciolo. Amava il caldo odore di muschio e la vista dei suoi pubi neri mentre il cazzo entrava nella sua piccola bocca da troia.

"Guardami" le ricordò Andre.

Jasmine era uno spettacolo così incredibile. Anche se era più grande di Lila, l'asiatica sembrava più sexy e carina in un certo senso. La sua mano destra le afferrò il gomito sinistro dietro la schiena. Le sue trecce legate a fiocco la facevano sembrare piccola e giovane. Le sue tette perfette si muovevano leggermente mentre si muoveva avanti e indietro.

Andre le afferrò entrambe le trecce. Jasmine si spaventò un po', ma lasciò che procedesse mentre spingeva i fianchi nella sua gola. Ha fatto un forte rumore soffocante prima di provare a tirare indietro la testa. La stretta presa di Andre sui suoi capelli le ha reso impossibile però tirarsi indietro. Continuò a spingere avanti e indietro mentre Jasmine iniziava a piangere per il dolore alla gola e ai capelli. Ma si rese conto che amava il dolore di essere stata abusata per qualche motivo.

Andre ha continuato a scoparle la faccia per dieci minuti, lasciandola respirare solo temporaneamente di tanto in tanto. Alla fine, la sua gola stretta divenne troppo per lui. Si spinse profondamente nella sua gola mentre le afferrava le trecce. Invece di lasciarsi andare per completare un'altra spinta, iniziò a sborrarle nella gola destra. Jasmine non riusciva nemmeno a deglutire perché lo sperma veniva continuamente forzato verso il basso

La sua gola comunque. Quando si lasciò andare, iniziò a tossire un po' del suo sperma.

Improvvisamente, sentì il rumore della porta del garage. "Merda. Devo andare. Ci rivedremo e ricambierò il favore!” Rise tirandosi su i pantaloni, afferrando lo zaino e correndo fuori dalla porta sul retro. Sono venuti i genitori di Jasmine

appena in tempo per vedere la figlia che si mette la maglietta mentre tossisce.

"Stavo solo... cambiando" disse goffamente. I suoi genitori le credevano.

Storie simili

Erotismo vampiro

Sono solo e impotente, mentre torno a casa dall'allenamento di softball una sera tardi. Sento dei passi che mi seguono, ma quando mi giro non c'è niente. Spaventato comincio a muovermi più velocemente. Sentendo ancora dei passi prendo una scorciatoia, percorrendo una strada laterale. Questa strada laterale non ha lampioni, è molto buia. Sento i passi avvicinarsi. Sono così spaventato. comincio a correre. Mi sento come se ci fosse qualcuno che mi segue. Mi sento come se si stessero avvicinando a me. Sono così spaventato, e dato che è così buio inciampo nella radice di un albero. A terra, sento qualcuno...

96 I più visti

Likes 0

In famiglia (parte 5)_(1)

Vuoi un po' di compagnia? Cam fece capolino nella doccia. La guardai con gli occhi socchiusi mentre mi tiravo indietro i capelli bagnati dagli occhi. La bella addormentata è finalmente in piedi. ho preso in giro. Fece una risatina e aprì la porta a vetri. Devi sciogliere l'asciugamano, lo sai. dissi, guardando l'asciugamano che stringeva così forte al suo corpo. Entrò e gettò l'asciugamano per terra. Era tutto pieno di vapore nella doccia, quindi non potevo vederla chiaramente, ma potevo vederla. Mamma e papà non si sono ancora alzati? Non credo. Disse e prese una bottiglia di shampoo. Perché non ti...

1.1K I più visti

Likes 0

L'ultima speranza bianca (Capitolo 1)

Questa è una storia di fantasia sul diventare presidente del nostro paese. È una sorta di parallelo con la nostra storia e la nostra linea temporale. Il primo capitolo riguarda lo sviluppo del personaggio principale Alcune informazioni di base su di me prima di entrare troppo nella storia. Mi chiamo Stewart Thomas Whitteman. Faccio il mio secondo nome e tutti mi chiamano Tom. Odio il nome Stewart. Era il nome preferito dello zio di mia madre. Sono nato il 5 maggio 1955. Sono alto un metro e ottanta, peso 210 libbre, ho i capelli e gli occhi castani. Mi alleno regolarmente...

1.1K I più visti

Likes 0

Mother's Submission - Capitolo 12

Alex Morgan si guardò intorno nella sua stanza del dormitorio, la stanza in cui aveva trascorso gli ultimi anni. Aveva alcuni bei ricordi qui, ma ce n'era uno eccezionale. Quando il suo amico, George, lo aveva spinto a creare un profilo per l'app di appuntamenti. Era lì che aveva incontrato la donna che ora amava, che per caso era sua madre. Quando si era presentato oggi, George era stato felice di vederlo. George è stato molto meno felice di scoprire che Alex si sarebbe trasferito a casa e avrebbe completato i suoi studi online. Chi mi aiuterà quando avrò problemi con...

1.1K I più visti

Likes 0

Cottage 13 – Parte 1

Questa storia parla di una moglie che sceglie di vivere la sua fantasia sessuale per il sesso forzato anonimo, all'insaputa del marito. Se non ti piace questo tipo di storia, o qualcuno a cui piace fare commenti anonimi denigratori, salta questa storia. Apprezzo i messaggi privati ​​che forniscono feedback e/o idee costruttive... NOTE: Ai fini di questa storia, il Geosexing è definito come una variante del geocaching, in cui uomini e donne utilizzano il Global Positioning System (GPS) per designare o cercare luoghi in cui fare sesso con un individuo consenziente. Questo non è in alcun modo un tentativo di ridefinire...

887 I più visti

Likes 1

Tocca - Capitolo 2

Tocca - Capitolo 2 Le cose sono diventate imbarazzanti rapidamente, Kelly e io avevamo appena fatto del sesso bollente insieme senza sapere davvero perché l'avessimo fatto. È stato perché sono venuto su di lei e lei non voleva fermarmi? Ma poi stava partecipando altrettanto... non riuscivo a metterlo insieme. Abbiamo provato a parlarci subito dopo, ma entrambi ci sentivamo strani l'uno con l'altro, ecco perché non ci ho mai provato prima, sapevo che questo avrebbe rovinato la nostra amicizia. Ho cercato di uscire da lì il più velocemente possibile senza cercare di sembrare un completo idiota. Non ero il tipo da...

1K I più visti

Likes 0

Prima volta_(3)

Era la primavera del '99 e frequentavo l'ultimo anno delle superiori, avevo appena compiuto diciotto anni. Ero nella squadra di pallavolo, fisicamente in forma e pronto a sfidare il mondo. Avevamo appena vinto la nostra prima partita e dopo un discorso di incoraggiamento di coach Azzerelli, ci ha mandato alle docce. Mi ero spesso eccitato quando ero sotto la doccia dopo l'allenamento mentre guardavo gli altri fare la doccia. Li fissavo mentre tenevo la testa sotto il getto d'acqua, quindi non era ovvio. O così ho pensato. Uno degli chic della mia squadra era piuttosto figo, ma non sembrava mai avere...

649 I più visti

Likes 0

Fare da mentore a Brandon 2

MENTRE BRANDON Di Bob Capitolo 2: Il mio sogno diventa realtà! Bussano alla porta: FINALMENTE! Il mio cuore batteva da un po' di tempo e ora non c'era niente di diverso. Ho iniziato a camminare per aprire la porta quando Dave è saltato fuori dalla sua cuccetta ed è corso verso di me. Quando ha aperto la porta, ho visto Brandon in piedi nel corridoio. Ehi Dave. Che c'è? risuonò la voce che stavo aspettando. Non molto ragazzo, sto solo facendo un po' di cazzate per la storia, fu la risposta di Dave. Sì, senti. In realtà ho bisogno di parlare...

195 I più visti

Likes 0

La vita di un playboy capitolo 10

CAPITOLO 10 Non sono durato a lungo sul mercato aperto una volta che la scuola è ricominciata. Letteralmente, il mio primo giorno di ritorno nell'area accademica sono stato proposto cinque volte da diverse ragazze molto carine. Ero un uomo grande nel campus, con una buona reputazione dopo essere andato a letto più della mia giusta quota di belle donne. Mentre molti erano rimasti lontani da me per paura della mia ragazza Ice Queen, ora che Kaia se n'era andata ero di nuovo un gioco leale. Ma anche il mio tempo con Kaia mi aveva viziato. Avevo una splendida ragazza bisessuale che...

165 I più visti

Likes 0

Non più una fantasia

La spogliarellista ha aperto le gambe proprio davanti alla mia faccia e nel bagliore del club squallido ho potuto distinguere un po' di succo all'ingresso della sua figa. Avrei voluto che si stesse diffondendo per me, ma stava guardando il grande tipo di operaio edile accanto a me. Era una serata amatoriale allo strip club locale e il ragazzo che le faceva gocciolare la figa era uno dei giudici del pubblico. Sono rimasto in giro per la ragazza successiva ma ero così eccitato che non ce la facevo più. Mi diressi verso il bar con la mano in tasca cercando di...

147 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.