La vita di un playboy capitolo 10

169Report
La vita di un playboy capitolo 10

CAPITOLO 10

Non sono durato a lungo sul mercato aperto una volta che la scuola è ricominciata. Letteralmente, il mio primo giorno di ritorno nell'area accademica sono stato proposto cinque volte da diverse ragazze molto carine. Ero un uomo grande nel campus, con una buona reputazione dopo essere andato a letto più della mia giusta quota di belle donne. Mentre molti erano rimasti lontani da me per paura della mia ragazza Ice Queen, ora che Kaia se n'era andata ero di nuovo un gioco leale.

Ma anche il mio tempo con Kaia mi aveva viziato. Avevo una splendida ragazza bisessuale che aveva la volontà di condividermi. Ho avuto uno sfogo emotivo e una tenera storia d'amore oltre il sesso selvaggio. E potevo permettermi di essere selettivo nel trovare una nuova ragazza.

Uno avrebbe potuto suggerirmi di saltare il passaggio della ragazza e scopare tutto con le tette grandi che si muovevano. Ma ho sempre avuto il mio desiderio di affetto e un percorso verso l'amore.

Alla fine, sono stato catturato abbastanza rapidamente. È bastato un sorriso di Marissa e una timida richiesta di portarla fuori venerdì sera. Sembrava quasi nervosa nel chiedermi di uscire, e la sua innocenza mi ha catturato ora nello stesso modo in cui aveva attirato la mia attenzione per la prima volta l'anno scorso.

Sapevo di prima mano che non era una ragazzina così innocente, e in effetti poteva essere piuttosto strana a letto. Ma il suo affetto timido mi inebriava dopo tutta la sfacciata sessualità di alcune delle ragazze che cercavano di sedurmi.

Il nostro primo vero appuntamento è stato dolce e romantico, senza le pressioni del sesso. A dire il vero, l'avevo già scopata una dozzina di volte prima, e conoscevo i dettagli intimi di ogni curva del suo corpo. Ma questa cena e conversazione informale per conoscerti mi ha messo a mio agio. Avevo trascorso tre mesi senza Kaia e mi mancavano davvero i tranquilli momenti romantici. Ma era così facile parlare con Marissa che con lei mi sono sentita ricadere nelle vecchie abitudini del mio ragazzo. Non ero eccitato, ma semplicemente attratto da lei a livello personale. In ritardo, mi sono reso conto che il mio effetto non era mai stato nemmeno spostato sulla posizione "on" durante l'intero appuntamento.

Fu quando mi resi conto di quanto mi stavo divertendo senza che la stampella del mio effetto annebbiasse la mente di una ragazza che l'ondata di desiderio mi colpì per la prima volta. Non era amore, ma nemmeno lussuria. Tuttavia, Marissa mi aveva fatto desiderare di lei tanto quanto avevo mai desiderato una ragazza in vita mia.

E quando quell'ondata di desiderio si è riversata sulla mia mente, il mio effetto si è acceso con tutta la sua forza. Immediatamente, Marissa trattenne il fiato ed emise un sottile ansimare, le palpebre che sbattevano mentre gli ormoni si ribellavano nel suo cervello. L'ho preso come spunto per ottenere l'assegno. Il cameriere, pronto per la nostra partenza dopo le nostre due ore passate a monopolizzare il tavolo, mi ha aiutato in un lampo, e poi stavamo tornando alla casa della confraternita.

Prevedibilmente, Marissa non mi avrebbe permesso di darle il bacio della buonanotte e andarmene. Quindi mi ha trascinato nella casa della confraternita, dove ero già un volto familiare. Marissa corse su per le scale, tenendomi stretta la mano mentre correvamo davanti a diversi volti familiari.

La testa bionda ossigenata di Nina si girò persino e lei fischiò a Marissa con un trionfante "Va bene!" Altre due sorelle della confraternita sorrisero a noi due prima che raggiungessimo il rifugio della camera da letto di Marissa, ci precipitammo dentro e poi sbattemmo la porta definitivamente.

Marissa mi ha piantato contro la porta, fornendo un forte rumore martellante per tutti quelli che volevano sentire da fuori nel corridoio. E poi abbiamo litigato con la lingua per tutto ciò che valevamo.

Ha lavorato velocemente per aprirmi i pantaloni, e poi trascinando tutto fino alle mie caviglie ha allungato la mano e si è nutrita del mio membro indurito. Sapevo già che era un'esperta di piacere orale, ma il pompino di stasera ha superato le mie più rosee aspettative. Era veloce e aggressiva, eppure così morbida con il suo tocco. È stata un'incredibile dimostrazione di controllo che potesse muovere la testa e le dita così velocemente senza mai sentirsi dura o premere eccessivamente contro la mia carne sensibile.

È stato il miglior pompino della mia vita.

Le mie ginocchia erano deboli, ed era tutto quello che potevo fare per rimanere in piedi contro la porta. E alla fine tutta la testa di Marissa stava oscillando avanti e indietro così velocemente finché non mi ha fottuto il cazzo con la bocca. E negli ultimi istanti, quando le mie palle si erano serrate fino a diventare palle di cannone di ferro, si è tuffata in avanti e mi ha preso tutta la lunghezza giù per la gola fino a quando i suoi occhi hanno lampeggiato e le sue labbra sono state premute contro la mia base.

Le sue mani mi afferrarono le natiche e le mie mani afferrarono la sua testa mentre spingevo i fianchi e urlavo il mio orgasmo al soffitto. Un fiume di sperma è schizzato fuori da me ed è sceso dritto nella pancia di Marissa, e lei si è tirata indietro per smettere di soffocare per masturbarsi ogni colpo successivo nella sua bocca in modo da poter ingoiare ogni piccola goccia. Non è trapelato un solo bit, nonostante il volume pesante.

Quando ebbi finito, mi accasciai di nuovo contro la porta, trattenendomi appena dal colpire il suolo. "Aw, cazzo, è stato incredibile."

Marissa mi sorrise. "Hai un sapore meraviglioso. E mi piace succhiare."

"Mostra."

"Andiamo ora." Marissa si alzò e mi prese la mano. "È ora che tu restituisca il favore.

Ci trasferimmo nella camera da letto di Marissa, baciandoci profondamente così che potessi assaporare il sapore leggermente salato della sua bocca. Pochissimi ragazzi lo farebbero ed è stato ancora più eccitante per Marissa. Alla fine riuscimmo a spogliarci a vicenda e, sdraiata sul suo letto, mi fermai ad ammirare ancora una volta il suo fantastico corpo. La ragazza era incredibilmente snella, forse solo una vita di 20 pollici e fianchi e petto altrettanto sottili, il che faceva sembrare le sue tette piene di coppa B sempre più grandi e vivaci. Una volta prima ero preoccupato di spezzarla a metà. Ma quando ha avvolto quelle lunghe gambe intorno al mio collo, tutto ciò su cui riuscivo a concentrarmi era la bella figa bagnata davanti ai miei occhi, la stretta fessura che indicava la strada attraverso le sue nude labbra vaginali.

Con tutti i miei anni di pratica, ho sgranocchiato e non ho alzato la testa finché non ho contato tre grida di estasi che facevano tremare i fianchi e spaccare le orecchie. La mia lingua era dolorante dopo quindici minuti e la mia faccia era completamente ricoperta da una sottile lucentezza di fluidi. Ma cosa più importante per il mio desiderio egoistico, il mio cazzo era di nuovo completamente duro.

Non mi sono preso la briga di pulirmi, mi sono semplicemente alzato e ho sbavato su tutto il viso di Marissa mentre lei ridacchiava. "È colpa tua se ho la faccia bagnata", le dissi. E lei ha riso e mi ha leccato la guancia in risposta. Ma poi i miei fianchi si sono sistemati tra i suoi e il suo viso è diventato estremamente serio nel sentire ogni momento del mio cazzo scavare nel suo tunnel squisitamente stretto.

Marissa ha stretto forte il mio corpo contro il suo mentre facevamo l'amore. Ed è stato davvero fare l'amore, nello stesso modo in cui mi sentivo mentalmente quando ero con Kaia. Era molto di più del sesso senza cervello (che è comunque MOLTO divertente, tra l'altro). Le sue gambe si intrecciavano con le mie o si incrociavano dietro il mio sedere per tirarmi più a fondo e più stretto dentro di lei. La mia eccitazione si è riversata fuori di me e direttamente nella mente di Marissa, e lei gemeva senza sosta nelle mie orecchie sentendo il piacere del miglior sesso della sua vita che le distruggeva il corpo.

Le mordicchiai il collo e Marissa strillò, le sue gambe si serrarono attorno alla mia parte bassa della schiena e mi trattennero sopra il suo corpo mentre cavalcava un nuovo orgasmo. E quando è tornata nel mondo dei vivi i suoi occhi mi hanno guardato di nuovo e improvvisamente si è mossa, facendoci rotolare entrambi e poi posizionandosi a pecorina. Le sue ginocchia erano ben piantate per me, ma le sue spalle e la sua testa erano appoggiate sui cuscini davanti a lei. Invece, usò le mani per allargare quelle perfette guance, facendomi cenno con un invito che sapeva non avrei mai rifiutato.

Il mio cazzo era più duro dell'acciaio e, sporgendomi in avanti, fissavo maggiormente le curve strette che stavo per penetrare, un milione di desideri che si avveravano. L'ho già detto, Marissa ha il culo PERFETTO. E me lo stava offrendo. Quindi, spingendo con cautela e applicando una pressione costante, la corona le è esplosa attraverso lo sfintere e all'improvviso ho spinto ogni centimetro della mia carne dentro di lei.

Marissa ringhiò e, con la guancia ancora premuta contro il cuscino, mi gridò: "Fuck me! Fuck my ass, baby!"

Quindi ho fatto proprio questo. Mi lanciai in avanti ancora e ancora, e una volta le tenni i fianchi tra le mani, girando semplicemente la punta attorno al suo buco del culo prima di sbattermi di nuovo dentro con una spinta massiccia, forzando un lungo "Fuuuuuuuuuuuuck!" dalla gola di Marissa.

"Oh, merda sì!" Marissa ha gridato mentre continuavo a masturbarla e molto rapidamente ho sentito lo sperma ribollire nelle mie palle. Avevo solo pochi momenti preziosi prima di esplodere, e volevo dare a Marissa molto di più da tutto questo.

Concentrai ancora una volta le mie energie mentali, ricordando il trucco che avevo usato solo in poche altre occasioni. Sapevo che probabilmente sarei svenuto per lo sforzo, ma per questa dolce e giovane cosa davanti a me, sapevo che ne sarebbe valsa la pena.

Visualizza e fallo accadere. E l'ho fatto. L'orgasmo definitivo di Marissa si accese nel suo corpo, ogni terminazione nervosa si accese simultaneamente. Ha urlato così forte che sapevo che tutti in casa l'avrebbero sentito. E Marissa ha perso completamente il controllo. Il suo corpo si agitava in ogni direzione tranne che sul mio cazzo. Le gambe le tremavano, le braccia si agitavano e il busto oscillava come se stesse avendo il peggior attacco del mondo. E io e il mio cazzo abbiamo fatto del nostro meglio solo per resistere ai muscoli spasmodici del passaggio anale di Marissa.

E verso la fine dell'enorme orgasmo di Marissa, ogni muscolo del mio corpo si è afflosciato, e le paratoie che trattenevano il mio orgasmo si sono spalancate per rilasciare la corrente di denso sperma bianco che è sceso a cascata attraverso il mio albero e ha riempito questa creatura paradisiaca. I fluidi culminanti di Marissa schizzarono fuori dal suo corpo in un flusso di nettare che si riversò sulle sue gambe e sulle lenzuola. E ogni singola goccia di sperma che avevo lasciato nel mio corpo è esplosa dalla mia manichetta antincendio, riempiendo molto rapidamente il retto di Marissa fino all'orlo finché non ha cominciato a gocciolare fuori da lei e ad unirsi allo sperma femminile che già scorreva lungo il suo corpo.

Marissa è crollata a faccia in giù, e dopo essere caduta io sono crollata accanto a lei, faccia a faccia. Riuscì a fissarmi, con gli occhi spalancati in totale stupore per quello che avevo fatto al suo corpo, ma poi i suoi occhi si girarono all'indietro e lei svenne, crollando all'indietro sul letto, lasciando che un fiume di sperma misto gocciolasse fuori da il suo corpo abusato.

E l'oscurità ha preso il sopravvento, e l'ho raggiunta nel sonno.

***

I miei sogni sono diventati vividi e reali. Questo non era il tumulto confuso di immagini. Questa era una visione celeste. Stavo baciando Kaia, pieno di completa pace. Ma poi Kaia si è voltata e ha cominciato ad allontanarsi da me, e il mio cuore è sprofondato nella consapevolezza che mi stava lasciando per sempre.

Era stata il mio primo vero tentativo d'amore e una ragazza, nonostante tutto il sesso meraviglioso che avevo fatto prima di lei. Ma mentre se ne andava, vidi Marissa che veniva verso di noi. Kaia si fermò quando Marissa la raggiunse, ed entrambe mi guardarono per qualche istante. Alla fine, Kaia si chinò e baciò dolcemente le labbra di Marissa, le accarezzò la guancia e poi si voltò. Sia io che Marissa abbiamo guardato Kaia camminare finché la sua forma non è diventata trasparente, e alla fine è svanita completamente.

Il testimone era stato in qualche modo passato. E Marissa si avvicinò a me, premendo quelle stesse morbide labbra direttamente sulle mie. Era uno strano sapore, come se l'essenza di Kaia fosse ancora sulle labbra di Marissa, e lei stesse condividendo quell'essenza con me.

Avevo adorato la vecchia fidanzata, ma questo non mi impediva di amare quella nuova. Mi sono reso conto che stavo già pensando a Marissa come alla mia nuova ragazza. Forse non era giusto vederla come una sostituta di Kaia. Troppe aspettative da soddisfare in qualche modo. Ma è stato anche un vantaggio per Marissa perché quella mentalità mi avrebbe permesso di aprirmi con lei molto più velocemente.

E mentre sognavo di rotolarmi in morbidi campi di erba verde, baciare e fare l'amore con la dolce Marissa, ho sentito il calore del piacere avvolgermi il corpo come una coperta.

E quando i miei occhi si sono spalancati nel mondo reale, ho scoperto che il calore di quel piacere era molto reale. Marissa mi stava baciando svegliandomi con le labbra meravigliosamente morbide che ricordavo così vividamente, e mi sono divertito a vedere il suo bel viso mentre mi svegliavo. Sembrava che avesse già fatto la doccia, i capelli ancora un po' umidi mentre indossava un semplice accappatoio. E mi sentivo anche più fresco, come se qualcuno avesse rimosso tutti i fluidi secchi che mi incrostavano il corpo.

Ma poi un'altra sensazione ha attirato la mia attenzione, e ho abbassato lo sguardo per vedere una testa bionda ossigenata che ondeggiava su e giù nel mio grembo, ricoprendo la mia erezione strato dopo strato di saliva lucente con una lingua calda. "Oh, buongiorno Nina."

I pallidi occhi azzurri di Nina balenarono verso di me, e lei sorrise con la faccia ancora piena di cazzo. Rendendosi conto del mio nuovo stato di coscienza, si è alzata sul letto, mostrando le sue coppe rotonde a D e avvolgendo la carne calda intorno alla mia verga per un momento prima di mettersi a cavalcioni e montarmi sulla mia asta, gemendo felice mentre penetravo profondamente nel suo corpo.

Gemetti con lei, poi mi sistemai sul cuscino per guardare comodamente Marissa, la dolce ragazza di cui mi stavo già innamorando. Ci baciammo brevemente, ma poi lei si avvicinò per prendere in bocca una delle grosse tette di Nina.

Ho appoggiato la testa all'indietro per godermi il panorama, guardando le labbra umide di Nina che si alzavano e si abbassavano intorno alla mia asta. Più in alto i suoi bei seni rimbalzavano ad ogni spinta, e soprattutto il suo bel viso mentre si divertiva a sentire i nostri corpi uniti.

Ho guardato felice mentre le due ragazze si davano piacere a vicenda, strofinando le labbra l'una contro la pelle dell'altra e soprattutto quando Marissa si è avvicinata per lasciare che Nina succhiasse i suoi capezzoli turgidi. E quando Marissa tornò affamata da me mi ricordai che non avevo a che fare con il solito approccio voyeuristico di Kaia al sesso. Marissa era desiderosa di scoparmi tanto quanto la sua amica.

A proposito di Nina, ho tenuto la calda bionda roteante in grembo, il mio pollice che sfiorava il suo clitoride mentre le muovevo i fianchi in un ampio cerchio con il mio palo eretto nel mezzo. E alla fine ho afferrato il corpo leggero di Marissa e l'ho tirata sul mio viso in modo da poter leccare il miele che sgorgava tra le sue gambe. Ciò ha lasciato entrambe le ragazze cavalcarmi e affrontarsi l'una contro l'altra in modo che potessero continuare la loro sessione di trucco.

E dopo che entrambe le ragazze hanno raggiunto l'orgasmo, Nina si è sollevata per provare qualcosa di nuovo. Con una presa attenta, ha preso la mia asta ricoperta di nettare e mi ha tenuto fermo finché non è stata in grado di sistemare il suo buco del culo sopra la mia testa a fungo. E a denti stretti, ha cominciato ad affondarmi nel sedere con una pressione costante e qualche movimento dei fianchi. E con un sospiro, allargò le ginocchia di lato e si appoggiò all'indietro finché i suoi gomiti non furono piantati sul letto a cavalcioni dei miei piedi, lasciando una figa spalancata spalancata allo sguardo di Marissa.

Più ragazze calde, bisessuali e amanti del sesso anale che vogliono fottermi il cervello. Come potrebbe la mia vita migliorare?

Mi sono goduto il mio paradiso e le donne hanno apprezzato il meraviglioso ronzio sessuale che ho irradiato nelle loro menti. Nina era in assoluta estasi sentendo il mio cazzo che le spaccava il culo e la lingua esperta di Marissa che le lambiva la fica quando Marissa si chinò per leccare la sua amica.

Mi ero abituato a controllare il mio effetto climatico, e quando le mie palle si sono attorcigliate, finalmente consumate dopo la stretta costrizione dei muscoli del sedere di Nina, ho lasciato andare la mia mente e sia Nina che Marissa hanno gridato di gioia, lasciando che il piacere scorresse attraverso loro di condividere il mio climax.

Tutti insieme, siamo venuti. Marissa ha fatto uscire la sua crema femminile sul mio viso. Nina lasciò uscire la sua in faccia a Marissa. E ho lasciato che la mia crema maschile uscisse e si incastrasse all'interno del rivestimento anale di Nina.

Successivamente, siamo inciampate nel bagno che Marissa condivideva con la sua vicina di casa (Nina), entrando nella doccia per ripulirci con pesanti carezze e ripetute insaponature di sapone. Finalmente sono riuscita a baciare Nina per ringraziarla per l'esercizio di stamattina. Ed entrambi non vedevamo l'ora di futuri incontri.

Ma alla fine Nina è tornata nella sua stanza e io sono andata con Marissa nella sua. Tutto quello che avevo erano i miei vestiti di ieri, ma ero felice di stare in giro mentre lei si agghindava allo specchio per iniziare la giornata.

"Penso che ti sia piaciuto," Marissa mi sorrise, guardando il mio riflesso attraverso lo specchio.

"Certo."

"Anche se in realtà non sei entrato dentro di me?"

"Beh, speravo che avremmo ancora più opportunità in futuro."

Non ci è voluto molto per prepararsi, la sua naturale bellezza risplendeva attraverso il poco trucco che si era messa. "Lo farai. Se lo vuoi davvero."

Ho aperto le braccia e ho lasciato che Marissa si unisse a me in un caldo abbraccio. "Sì, certamente."

Mi baciò e ridacchiò, la ragazza innocente di nuovo in faccia. "Quindi ti piaccio davvero? Non solo come pezzo di culo?"

"Beh, devo ammettere che hai un culo dinamite. Ma sì, mi piaci davvero, e spero davvero che possiamo trovare più tempo insieme oltre a fare sesso."

"Wow..." Marissa sembrava davvero elettrizzata, sorpresa e intimorita allo stesso tempo. "Quindi io sono tipo, la nuova Kaia?"

"Beh, se vuoi pensarla in questo modo. Ma sì, Marissa. Voglio vedere come andrà a finire. Devo ammettere che non sono esattamente il tipo da monogamia. Ma tu sarai l'unica e unica uno che chiamo la mia ragazza."

Gli occhi di Marissa si illuminarono e la sua pelle arrossì per un'eccitazione che non aveva assolutamente nulla a che fare con il mio effetto. Stava ridacchiando di nuovo come una ragazzina, e all'improvviso fui sopraffatto dal desiderio di vederla con i codini e un vestito da scolaretta cattolica. Ma Marissa si è semplicemente lanciata contro di me e ha ricominciato a togliermi i vestiti.

Ha smesso di divorare la mia faccia solo per un momento per dire: "Sai, in realtà ho chiamato Kaia la scorsa settimana per assicurarmi che fosse d'accordo con me che ti inseguivo. Mi aveva avvertito che eri troppo uomo perché una ragazza potesse gestire, e che avrei fatto meglio a trovare nuovi partner sessuali per entrambi piuttosto che lasciarti libero dalla popolazione in generale." E poi mi ha baciato di nuovo. "Ma adesso, almeno per le prossime due ore, ti voglio tutta per me."

Non me l'ha fatto rimpiangere.

***

Lo spray per il corpo "rosso" stava vendendo e velocemente. Dopo una pre-rilascio in alcuni mercati selezionati, si era sparsa la voce che si trattava di un prodotto che DAVVERO funzionava. L'abbiamo concesso in licenza a diversi negozi al dettaglio di fascia alta, collocati accanto a colonie decenti come CK e Ralph Lauren per dare un po' più di credibilità. E la roba stava volando via dagli scaffali. Saremmo diventati ricchi.

***

Storie simili

In famiglia (parte 5)_(1)

Vuoi un po' di compagnia? Cam fece capolino nella doccia. La guardai con gli occhi socchiusi mentre mi tiravo indietro i capelli bagnati dagli occhi. La bella addormentata è finalmente in piedi. ho preso in giro. Fece una risatina e aprì la porta a vetri. Devi sciogliere l'asciugamano, lo sai. dissi, guardando l'asciugamano che stringeva così forte al suo corpo. Entrò e gettò l'asciugamano per terra. Era tutto pieno di vapore nella doccia, quindi non potevo vederla chiaramente, ma potevo vederla. Mamma e papà non si sono ancora alzati? Non credo. Disse e prese una bottiglia di shampoo. Perché non ti...

1.1K I più visti

Likes 0

Mother's Submission - Capitolo 12

Alex Morgan si guardò intorno nella sua stanza del dormitorio, la stanza in cui aveva trascorso gli ultimi anni. Aveva alcuni bei ricordi qui, ma ce n'era uno eccezionale. Quando il suo amico, George, lo aveva spinto a creare un profilo per l'app di appuntamenti. Era lì che aveva incontrato la donna che ora amava, che per caso era sua madre. Quando si era presentato oggi, George era stato felice di vederlo. George è stato molto meno felice di scoprire che Alex si sarebbe trasferito a casa e avrebbe completato i suoi studi online. Chi mi aiuterà quando avrò problemi con...

1.1K I più visti

Likes 0

Tocca - Capitolo 2

Tocca - Capitolo 2 Le cose sono diventate imbarazzanti rapidamente, Kelly e io avevamo appena fatto del sesso bollente insieme senza sapere davvero perché l'avessimo fatto. È stato perché sono venuto su di lei e lei non voleva fermarmi? Ma poi stava partecipando altrettanto... non riuscivo a metterlo insieme. Abbiamo provato a parlarci subito dopo, ma entrambi ci sentivamo strani l'uno con l'altro, ecco perché non ci ho mai provato prima, sapevo che questo avrebbe rovinato la nostra amicizia. Ho cercato di uscire da lì il più velocemente possibile senza cercare di sembrare un completo idiota. Non ero il tipo da...

1K I più visti

Likes 0

Prima volta_(3)

Era la primavera del '99 e frequentavo l'ultimo anno delle superiori, avevo appena compiuto diciotto anni. Ero nella squadra di pallavolo, fisicamente in forma e pronto a sfidare il mondo. Avevamo appena vinto la nostra prima partita e dopo un discorso di incoraggiamento di coach Azzerelli, ci ha mandato alle docce. Mi ero spesso eccitato quando ero sotto la doccia dopo l'allenamento mentre guardavo gli altri fare la doccia. Li fissavo mentre tenevo la testa sotto il getto d'acqua, quindi non era ovvio. O così ho pensato. Uno degli chic della mia squadra era piuttosto figo, ma non sembrava mai avere...

649 I più visti

Likes 0

Erotismo vampiro

Sono solo e impotente, mentre torno a casa dall'allenamento di softball una sera tardi. Sento dei passi che mi seguono, ma quando mi giro non c'è niente. Spaventato comincio a muovermi più velocemente. Sentendo ancora dei passi prendo una scorciatoia, percorrendo una strada laterale. Questa strada laterale non ha lampioni, è molto buia. Sento i passi avvicinarsi. Sono così spaventato. comincio a correre. Mi sento come se ci fosse qualcuno che mi segue. Mi sento come se si stessero avvicinando a me. Sono così spaventato, e dato che è così buio inciampo nella radice di un albero. A terra, sento qualcuno...

97 I più visti

Likes 0

LA RAGAZZA VAMPIRO 2

Angelina corse con tutte le sue forze dopo essere atterrata a terra. Erano le 3:30 del mattino. Il sole sorgerà alle 5 e lei dovrà raggiungere la sua casa il più velocemente possibile. Guardò Michelle. Aveva desiderato questa ragazza sin da quando l'aveva vista sbirciare su Abilene. L'odore della sua dolce fica fluttuava insieme a lei, facendola arrapare da morire. Dopo mezz'ora di schivate tra edifici, incroci e viuzze, Angelina ha finalmente raggiunto la sua casa. Si avvicinò in fretta al cancello, che si aprì da solo, sapendo che era arrivata la padrona di casa. Ha tenuto Michelle sul suo letto...

213 I più visti

Likes 0

Cottage 13 – Parte 1

Questa storia parla di una moglie che sceglie di vivere la sua fantasia sessuale per il sesso forzato anonimo, all'insaputa del marito. Se non ti piace questo tipo di storia, o qualcuno a cui piace fare commenti anonimi denigratori, salta questa storia. Apprezzo i messaggi privati ​​che forniscono feedback e/o idee costruttive... NOTE: Ai fini di questa storia, il Geosexing è definito come una variante del geocaching, in cui uomini e donne utilizzano il Global Positioning System (GPS) per designare o cercare luoghi in cui fare sesso con un individuo consenziente. Questo non è in alcun modo un tentativo di ridefinire...

889 I più visti

Likes 1

Stephanie - Proprio quando le cose si sono girate Pt. 2

Mentre mi avvicinavo al maniero, la scorsa notte continuava a rimuginare nella mia mente. Volevo solo incontrare il cane, e così sono entrato nel canile. Poi, prima che me ne rendessi conto, mi aveva buttato a terra e mi stava annusando. Poi mi ha strappato le mutandine e ha iniziato a leccarmi la figa, portandomi all'orgasmo contro la mia volontà. Quando pensavo che avesse finito, mi è saltato sulla schiena e mi ha violentata. Ma la parte peggiore è stata quando mi sono lasciato andare e ho iniziato a godermelo. Mi sono svegliato stamattina e ho trovato questo biglietto e il...

1K I più visti

Likes 0

Scoprire che sono gay parte 3

Quindi pochi giorni dopo, dopo aver rotto con Lizzy, mi stavo abituando all'idea di essere di nuovo single. Quando ero al college a lezione con McKenzie, ha iniziato a sedersi accanto a me e ha detto Tu e Lizzy vi siete lasciati perché vi ho baciato? Ho guardato McKenzie e ho detto No, il motivo per cui io e Lizzy ci siamo lasciati è perché mi piaceva baciarti. Dopo aver detto che mi sono alzato dal mio posto, ho preso la borsa e sono andato a uscire dalla lezione mentre camminavo, il mio insegnante mi ha detto E dove pensi di...

982 I più visti

Likes 0

Riunione arrapata (parte 5)

(Ecco l'ultima parte scritta finora, posterò il resto quando ci arriverò.) Le mie braccia la avvolsero intorno, tenni il suo corpo vicino al mio mentre entrambi i nostri orgasmi si placavano. Potevo sentire il suo cuore battere lentamente contro il mio petto e il suo respiro contro il mio collo prendere gradualmente un ritmo normale. Si strofinò contro l'incavo del mio collo e mi baciò sulla spalla. Con un braccio che le teneva ancora il corpo, mi pettinai con le dita, gettai i suoi lunghi capelli e le baciai la sommità della testa. Poi ha alzato la testa, baciandomi il collo...

745 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.