Private Heroes - Il respiro del diavolo, parte 9

535Report
Private Heroes - Il respiro del diavolo, parte 9

Mi piace lavorare in Private Heroes. È un lavoro facile per una buona causa. Le ore e la paga sono ottime e finalmente ho la possibilità di stare con mio figlio. Ha fatto del suo meglio per prendersi cura di me quando sono tornato a casa dai miei due lavori. Tornavo a casa e sorridevo quando vedevo che la casa era pulita e la cena era preparata e servita in tavola. Io e mio figlio parlavamo. Chiederei della sua giornata a scuola. Chiedeva della mia giornata di lavoro. Dopo cena lavava i piatti e mi faceva bere la cioccolata. Beviamo insieme ma poi sono dovuto andare subito a dormire, per alzarmi in tempo per il mio primo lavoro. Mi rendeva triste il fatto di poter passare solo due ore al giorno con mio figlio. Ma ha fatto un ottimo lavoro nel prendersi cura di me. Questo è ciò che mi ha reso così triste. Dovrebbe essere il mio lavoro prendermi cura di lui. Ma ora le cose andranno meglio. Sto lavorando meno ore con più soldi, brave persone e un capo davvero eccezionale. Ero un po' nervoso a lavorare qui con quel Dave che lavorava anche qui. Ma quel dolce giovanotto lo ha fermato e poi anche tutti gli altri hanno aiutato me. Era l'altro ieri. Dopo la conversazione che ho avuto con Katy dopo l'incidente, mi sento al sicuro qui ed è la migliore sensazione del mondo. Ho notato che anche mio figlio sembra più felice e questa è la parte migliore.

Parlando della conversazione con Katy, ha detto che avrebbe parlato con Tyrone per me. Devo ammettere che la mia mente girava per l'anticipazione. Non sto con un uomo da molto tempo. Il mio partner più intimo in questi giorni è il mio vibratore. Ma la scorsa notte mi sono fottuto pensando a lui e sono diventato più forte di quanto non fossi da anni. Sono le 10:00 del mattino e sto finendo alcuni rapporti. Katy ha prenotato il giorno libero, fiduciosa che avrei potuto cavarmela da sola. È bello essere abbastanza fidati da fare il suo lavoro per la giornata. Sto finendo il primo rapporto quando sento bussare alla porta. "Si accomodi!" Chiamo e mi siedo in soggezione mentre Tyrone entra e si siede sul bordo della mia scrivania. "Ehi Michelle, come va il lavoro?" Chiede e devo trovare le mie parole. "Umm va bene, davvero bene. Katy mi ha lasciato con il suo carico di lavoro ma è tutta una bella esperienza. Lo adoro!" Stai zitto stai divagando mi dico. Tyrone si limita a sorridere e annuire. "Io e Katy stavamo parlando di te ieri. Mi dispiace per Dave. Hai la mia parola, io ho te." Dice con tono dolce. "Grazie Tyrone. Lo apprezzo." Mi tende la mano e io la prendo, più nervosa di quanto non sia mai stata in vita mia. "Non devi preoccuparti di niente. Ti ho preso." Dice mentre si avvicina per baciarmi. Le mie gambe tremano, il mio cuore batte all'impazzata, il mio respiro è rapido mentre le sue labbra si uniscono alle mie. Mi sciolgo.

Rimaniamo lì a baciarci e penso che le mie gambe cederanno. Ci fa voltare e si siede sulla sedia. Mi tira sulle sue ginocchia e continuiamo la nostra sessione di pomiciatura. Le mie braccia gli cingono il collo e sento le mie mutandine bagnarsi. Sento anche la sua erezione crescere nei pantaloni. È enorme. Rompe il nostro bacio e mi fa scivolare la gonna oltre il culo. La sua mano mi accarezza la gamba fino alle mutandine. Comincio a macinare sulla sua erezione. Fa scivolare la mano nelle mie mutandine e inizia a massaggiarmi la figa. Butto indietro la testa e gemo. Ci si sente così bene. Non ho avuto contatti sessuali con un uomo da così tanto tempo. Mi sta strofinando la figa in cerchio poi tira fuori la mano per mostrarmi le sue dita coperte dei miei succhi. Poi mi sorprende leccandolo.

Ci fa alzare e mi fa sedere sul tavolo. Mi allarga le gambe e mi tira di lato le mutandine e inizia a mangiarmi. Nel momento in cui la sua lingua entra in contatto e impazzisce. È come un'onda d'urto di piacere su tutto il corpo. Lui lecca su e giù la mia fessura e io gli metto una mano sulla testa per tenerlo lì. "Ooooh Fuck Tyrone sto per venire. Oooh cazzo sta arrivando". Il mio corpo ha le convulsioni mentre schizzo sulla faccia di Tyrone e sul tavolo. Tyrone spinge il computer e la tastiera all'estremità del tavolo e io mi sdraio ansimando. Tyrone rimane lì tirandosi via la cintura e aprendo la cerniera dei pantaloni. Lo guardo mentre si abbassa i pantaloni e il suo cazzo salta fuori. "Dio mio!" dico sorridendo. La mia bocca è spalancata mentre guardo un bellissimo grosso cazzo. Comincia ad accarezzarlo mentre mi guarda sorridere e istintivamente comincio a giocare con la mia figa. Resto lì affascinato solo a guardarlo accarezzare il suo grosso cazzo nero. Infilo un dito nella mia figa e più lo guardo giocare con il suo cazzo, più lo voglio dentro di me.

"Tyrone, per favore, mettimelo dentro! Per favore, fottimi!" Lo prego e lui scuote la testa sorridendo. "Nah! Mi sto divertendo a vederti giocare con te stesso. Mi dice. "Per favore. Mettilo dentro di me. Ne ho bisogno. cazzo?" Chiede e io annuisco. "Sì, Tyrone. Sono una piccola troietta bianca che HA BISOGNO del tuo cazzo!" dico massaggiandomi il clitoride più forte. Non appena lo dico scricchiolo quando un altro orgasmo mi colpisce. . Il sesso con il mio ultimo marito non è mai stato così bello. Solo un colpo veloce! Bam! Grazie signora.

Mentre scendo dal mio secondo orgasmo, sento Tyrone strofinare il suo cazzo sulla mia figa. È così grande. Mi aggrappo al tavolo e stringo i denti mentre aspetto che mi metta quel bel cazzo dentro. Spinge dentro la testa e già mi sta allargando la figa. "Cazzo ragazza. Sei così stretto!" Dice spingendo più di lui in me. La mia mascella si apre e gemo forte mentre il suo cazzo scompare lentamente nella mia figa. "Oooooohhhhh ffffuuuuucccckkk!" grido mentre sento le sue palle toccarmi il culo. Resta lì per un minuto mentre si toglie la camicia e mi sbottona la camicetta. Me lo spinge via dalle spalle rivelando il mio reggiseno bianco. Si allunga dietro di me e lo slaccia, baciandomi il collo mentre lo fa. Mi toglie il reggiseno e le mie tettone vengono liberate. Si china e inizia a succhiarmi i capezzoli mentre mi stringe le tette. Comincio a macinare sul suo cazzo. Mi torce il capezzolo e io sussulto per il dolore. Il dolore viene rapidamente sostituito dal piacere e comincio a gemere. "Tyrone. Ti prego, non farmi più aspettare. Scopami!" Mi rilascia i capezzoli e mi guarda sorridendo mentre inizia a muovere i fianchi avanti e indietro. Ansimo ogni volta che il suo cazzo viene spinto dentro di me. Lo tira fuori e lo spinge indietro con forza. Così forte che vengo lentamente spinto indietro sul tavolo.

Mi afferra le gambe e se le mette sulle spalle, tenendomi dove sono. Comincia a fottermi più forte e più velocemente facendomi strillare. Le mie tette rimbalzano mentre mi scopa. "Oooh! Oooh! Oooh! Oooh! Scopami! Oh merda! Scopami più forte!" lo prego. Tyrone non ha bisogno di sentirselo dire due volte e presto mi martella la figa e io impazzisco, sbattendo la testa da una parte all'altra e agitando le braccia mentre vengo fottuta come una cagna. Mi siedo così posso guardare il suo cazzo che entra ed esce da me. È così caldo. Comincio a massaggiarmi il clitoride mentre guardo. Tyrone sta grugnendo mentre spinge tutto il suo cazzo dentro di me. Spinge tutto il suo cazzo dentro di me e lo tiene lì mentre mi pianta un bacio sulle labbra. Poso la mia mano dietro la sua testa e restituisco il bacio.

Poi, senza preavviso, vengo tirata giù dal tavolo, girata e piegata sul tavolo con nient'altro che la mia gonna che è spinta sopra il mio culo. Non passa molto tempo prima che senta il suo cazzo che mi colpisce di nuovo la figa. Mi spingo indietro sul suo cazzo e butto indietro la testa gemendo. Comincio a rimbalzare avanti e indietro, fottendomi sul suo grosso cazzo. "Aaah sì troia! Fanculo il mio cazzo!" Mi ringhia. Mi afferra i capelli e mi palpa le tette mentre continua a fottermi forte. "Aaaah! Aaaah! Aaah! Cazzo! Non sono stato scopato così per così tanto tempo!" urlo mentre mi martella la figa. Sbatto il pugno sul tavolo mentre mi scopa come un dio. "Voglio il tuo sperma Tyrone. Lo voglio sulla mia faccia e sulle mie tette!" Gli dico mentre la mia troia interiore viene rilasciata. Tira fuori dalla mia figa e mi trascina in ginocchio. Gioco con le mie tette e mi strofino la figa mentre lo guardo a bocca aperta. Fa così caldo guardarlo accarezzare il suo enorme cazzo e presto vengo ricompensato mentre carico dopo carico mi viene spruzzato su tutto il viso, sulle mie tette e in bocca.

Quando si ferma, Tyrone crolla sulla sedia e io mi siedo sul pavimento. Stiamo entrambi ansimando forte. "Oh!" dico rompendo il silenzio. "È stato perfetto!" dico ansimando e Tyrone ridacchia mentre si rimette i vestiti. "Grazie mille, sono qui tutta la settimana." Dice e io rido. "Bene! Perché potrei aver bisogno di chiamarti di nuovo." Gli dico sorridendo e lui mi fa l'occhiolino mentre esce dal mio ufficio, lasciandomi seminuda, ricoperta di sperma e sudore.

POV di Rick con Daniel, stessa ora giù nel laboratorio di medicina legale...

Ho ricevuto una chiamata da Geoff, il nostro scienziato forense, che mi ha detto che ha qualcosa sulla polvere a cui sono stato esposto. Io e Daniel scendiamo al laboratorio in ascensore, entrambi pronti a ricevere risposte. Entriamo nel laboratorio e vediamo Geoff che guarda attraverso un microscopio. È un uomo anziano con i capelli grigi radi, un completo un po' pesante e gli occhiali. Indossa pantaloni neri, camicia azzurra con cravatta marrone e camice bianco.

"Cos'è questo dottore?" gli chiedo e lui sembra colpito mentre alza lo sguardo dal microscopio. "Non ho mai visto niente del genere. È una droga che sembra spegnere la mente cosciente. Ti fa letteralmente camminare nel sonno." Io e Daniel ci guardiamo confusi. "Le cose che Rick stava facendo vanno ben oltre il sonnambulismo." dice Daniele. "Beh, quando sei sonnambulo, rimarrai sorpreso da quello che riuscirai a fare. Ma questa roba!" dice Geoff indicando la polvere. "Sembra che renda le persone molto facili da influenzare e spenga gli inibitori". Non ho capito bene. "Spieghi dottore!" Gli dico.

"Non appena questa droga entra nel tuo sistema, la tua mente cosciente va in modalità di spegnimento. Come se stessi dormendo. Con questa roba che ti scorre dentro la gente potrebbe farti fare quasi qualsiasi cosa, dal ballare come un pollo all'uccidere qualcuno. Disattiva anche gli inibitori il che significa che non ci sono bandiere rosse o segnali di avvertimento nella tua testa per farti fermare. Inoltre danneggia il tuo cervello, più specificamente la memoria. Una volta che questa roba passa, perdi tutta la memoria dal momento in cui è entrata nel tuo sistema al momento in cui se ne va. "

"Quindi è una droga per il controllo mentale." Daniel dice semplicemente. "Beh sì, se vuoi davvero smorzarlo." Geoff risponde sorridendo. Ora le cose stanno iniziando a mettersi a posto. "Quindi questo è quello che è successo a Tommy. Maximus lo ha drogato con questa roba e gli ha fatto uccidere la nostra vittima. Ha senso. Non ci sarebbe nulla che colleghi Tommy a Maximus, quindi sarebbe visto solo come un atto di violenza casuale." dico e Daniel mi fa notare un buco nella mia teoria. "Allora perché non far suicidare la vittima? Nessuna indagine in questo modo." Devo ammettere che ha ragione, ma Geoff sta scuotendo la testa. "Non puoi costringere qualcuno a togliersi la vita con questa roba. L'istinto di sopravvivenza è troppo forte perché anche questa roba possa contrastarlo." Perfetto ora stiamo facendo progressi abbiamo il come, mi serve solo il perché. Più il chi. Ho un nome e basta. Devo vedere se Katy sta facendo progressi in tal senso. "Grazie Geoff!" dico stringendogli la mano, poi Daniel gli stringe la mano. "Guarda cos'altro riesci a capire." gli dico mentre usciamo entrambi.

Chiamo Katy per dirle che stiamo arrivando e lei mi dice di aspettare 5 minuti. "Katy, questo è piuttosto importante." Gliel'ho detto. "Michelle ha appena conosciuto Tyrone." Dice ridacchiando. Sospiro e le dico che "stiamo arrivando adesso!" E lei riattacca velocemente.

Entriamo nell'ufficio di Katy e vediamo Michelle che si sistema i vestiti. Katy è seduta dietro la sua scrivania sorridendo mentre digita sul suo computer. "Cos'hai su Maximus Price?" le chiedo in tono ufficiale.

"Maximus Price. Nato nel 1976 a Washington. Nel 97, si arruola nell'esercito, torna a casa nel 01. Non molto dopo, ma la sua famiglia è estremamente ricca. Madre e padre sono stati assassinati nel 05 da suo fratello. Maximus ha ottenuto tutto. Casa, affari, tutto ciò che suo padre ha costruito. Indagini multiple per presunto spaccio di armi e spaccio di droga. Nessun arresto è stato effettuato da quando i testimoni sono scomparsi o hanno ritirato la loro testimonianza inspiegabilmente.

"Quindi è un gangster?" chiedo e lei annuisce. "Il gangster più pericoloso di questa parte del paese." Me lo dice ma io non ho paura di lui. "Fammi indovinare, suo fratello non ricordava di aver ucciso i suoi genitori. Ricorda solo di essere svenuto." le chiedo e lei mi guarda sorpresa. "Sì! Come facevi a saperlo?" "Ipotesi fortunata." Gliel'ho detto. "Continua a esaminarlo." Le dico e mi giro a lasciare l'ufficio. "Rick non dimenticarti della mia festa di stasera!" Me lo dice e io rido. "Non ci mancherebbe." Gliel'ho detto. "Daniel puoi venire da te se vuoi." Chiede a Daniel e lui sorride. "Grazie Katy ci sarò."

Io e Daniel andiamo alla macchina e torniamo a casa. "Posso sentirti pensare." Me lo dice ed è come avere un altro me in macchina. «Tyrone ha detto che l'altra sera sei entrato con indosso un completo nero. gli chiedo e lo vedo scrollare le spalle con la coda dell'occhio. "È solo luglio, Halloween non c'è da un po'." gli dico e lui ridacchia. "L'ho ordinato online." Me lo dice e riconosco un bugiardo quando ne vedo uno. "Quindi sei andato al club con esso?" gli chiedo con tono scettico. "Ti stavo cercando. Capivo che eri nei guai, quindi l'ho indossato per nascondermi al buio." Me lo dice ma non sono convinto. Ovviamente non mi dirà la verità, quindi immagino che dovrò scavare un po'. Solo per assicurarmi che non si metta nei guai.

Guidiamo in silenzio per un po' finché Daniel non dice "Voglio aiutarti a prendere questo tizio". Ammiro il suo coraggio, ma ha bisogno di sapere quando è fuori di testa. "No. Scusa ma non sei ancora un impiegato!" dico e lui sospira disperato. "Questo ragazzo sembra un vero affare, avrai bisogno di tutto l'aiuto che puoi ottenere." Dice e io scuoto la testa. "E finché non sarai adeguatamente addestrato, non ti lascerò affrontare un nemico così pericoloso." Gli dico ponendo fine a questa conversazione.

Arriviamo a casa e Jodi sta lavando i piatti. Holly sta guardando la tv con Jake. Alcuni programmi polizieschi sugli assassini ancora latitanti. Mi avvicino a Jodi e la bacio sulla guancia. Sorride e continua a lavare i piatti. "Come sta andando il lavoro?" Lei chiede. "Bene. Finalmente stiamo facendo dei progressi." dico seduto in cucina. Jodi sente che Daniel è incazzato e chiede quale sia il problema. "Rick non sembra avere alcuna fiducia in me. Non credo di poter lavorare in Private Heroes." Lo dice e i miei occhi si spalancano per lo shock, mentre Jodi lo guarda scioccata. Mi guarda in cerca di risposte e le spiego che Daniel vuole tuffarsi a capofitto nel profondo. Le racconto della nostra conversazione e lei capisce.

"Daniel, non puoi iniziare un lavoro senza una formazione adeguata. È lo stesso con qualsiasi tipo di lavoro." Jodi gli dice cercando di aiutarlo a capire. "Lo capisco!" Lui rispose. "Ma so cosa succederà. Se decide di reclutarmi, mi farà da babysitter ogni minuto che lavoro lì. Allontanandomi da tutte le cose che pensa che io non possa gestire." Dice iniziando a scaldarsi. "Daniel non è così!" gli dico e lui sorride scuotendo la testa. "Hai cercato di dissuadermi dal giorno in cui ti ho detto che volevo unirmi." Dice con calma ma posso sentire il fuoco dentro di lui. "Ho solo cercato di assicurarmi che tu capisca cosa ti aspetta." Glielo dico ma è incazzato. Solo urlando per farlo uscire dal suo sistema, indipendentemente dal fatto che lo intenda o meno. "Ad essere onesto, preferirei andare a casa piuttosto che fare da babysitter per tutto il tempo." Dice e se ne va anche lui dalla sua stanza.

Il volto di Jodi è uno di orrore. Guardo oltre e vedo Holly che gli va dietro. Jodi si gira verso di me e più o meno mi prega di parlargli. Le dico di dargli la possibilità di calmarsi ma lei è preoccupata che se ne vada proprio quando le cose stavano iniziando ad andare per il verso giusto.

POV di Daniel nella sua stanza....

Ok, forse non tornerò a casa, ma sono stufo che Rick mi veda come un bambino che ha bisogno di essere protetto dal grande mondo cattivo. Vorrei potergli raccontare della mia vita a Londra. Solo per dimostrargli che conosco il lato brutto della vita. Guardare mia madre prostituirsi in tutta la città, perdere la mia migliore amica. Se sapesse tutto questo forse si metterebbe in testa che non sono un ragazzino stupido.

In quel momento Holly entra e si siede sul letto accanto a me. Mi prende la mano e aspetta che io parli. Rimaniamo in silenzio per qualche secondo prima che le dica la verità.

"Sono cresciuto a Londra. Il posto era un buco infernale. Aggressioni, stupri, omicidi avvenivano di continuo. Mio padre era un ubriacone violento. Picchiava sempre mia madre. Morì quando ero giovane. Mia madre fu ricattata per prostituzione.Andavo a casa dopo la scuola tutti i giorni e la vedevo con un "cliente".La maggior parte della polizia era corrotta quindi non serviva a niente.

Io e il mio migliore amico George abbiamo deciso di fare qualcosa al riguardo. Abbiamo creato un personaggio che abbiamo chiamato Crossblade. L'abbiamo usato per sbarazzarci delle armi e della droga in città. George è morto facendolo. Mentre guardavo morire il mio migliore amico, ho capito che il mondo ha bisogno di persone come Crossblade. La polizia mi voleva, per questo ho lasciato Londra. Ecco perché sono venuto a trovare zia Jodi. E quando ho sentito parlare di Private Heroes, ho pensato che avrei potuto continuare a essere Crossblade in modo legale. Ora Rick mi toglierà questa possibilità".

Holly non mi interrompe mai, a dire il vero penso sia lo shock. Ce l'ha scritto su tutto il viso. Penso di poter vedere anche un po' di paura. Ha una lacrima negli occhi mentre inizia a tremare, fissando il terreno con la bocca aperta. È da un po' che penso di dire la verità a Holly. Mi fido di lei. Ma ora sono un po' spaventata perché non ha ancora detto una parola. Mi lascia la mano, si alza dal letto e lascia la stanza. La sento entrare in bagno e chiudere a chiave la porta.

Non so quanto tempo sono rimasto seduto lì ad aspettare ma era chiaro quando sono salito qui ora si sta facendo buio. Ho fatto la cosa giusta? Ho fatto bene a dirglielo? E se lei mi lascia? È allora che sento una lacrima nei miei occhi. Vengo strappato dalla mia trance da qualcuno che entra nella mia stanza e spalanco gli occhi per vedere che è Holly. Non so cosa dire mentre si avvicina a me. "Holly io sono...." Mi fa un gesto con la mano per farmi smettere di parlare e mi prende il viso tra le mani e mi guarda negli occhi. "Non farti ammazzare e non farti arrestare. Promettimelo!" Dice e io annuisco "Lo prometto". le dico e lei mi abbraccia forte. Mi prende di nuovo la mano e torniamo in soggiorno.

Jodi è seduto a guardare la tv e Rick sta leggendo il suo giornale. Entrambi ci guardano in attesa e aspettano che io parli. "Non voglio favori, niente babysitter, nessun trattamento speciale. Non voglio essere allontanato a causa di quanto sia pericoloso un lavoro." Lo dico a Rick e lui annuisce e dice "L'allenamento inizia domani". Dice in tono ufficiale prima di tornare al suo giornale. Jodi si alza e si avvicina a noi. Mi stringe in un abbraccio e mi prega di non andarmene. "Zia Jodi, non intendevo questo. Non vado ancora da nessuna parte." Mi guarda sorridendo prima di voltarsi verso Holly e abbracciarla anche lei. Jodi ringrazia Holly per avermi parlato prima di tornare sul divano.

"Allora a che ora vai alla festa?" chiede Rick e devo ammettere che me ne ero completamente dimenticato. "Aspetta che festa!?" dice Holly sbalordita. "La mia responsabile dell'intelligence Katy darà una festa a casa sua stasera." dice Rick. Holly mi guarda scherzosamente infastidita. "Perché non ne ho sentito parlare?" mi chiede a braccia conserte. "Non è colpa mia se mi sono distratto." dico in tono supplichevole mentre sorrido. "Bene, per favore, dimmi, sono invitato?" Chiede e io la prendo e la attiro per un bacio. "Certo che sei invitato." Gliel'ho detto. Cerco di vedere Rick che ridacchia mentre scuote la testa. Jodi ci sta solo guardando entrambi sorridendo. "Vuoi che ti aiuti a prepararti?" Holly la guarda interrogativamente. Jodi sorride "Non abbiamo davvero parlato. Se hai intenzione di uscire con mio nipote, questo deve cambiare." Lei dice. "Certo bene allora." Dice Holly e Jodi la segue fino alla nostra stanza.

Holly impiega più di un'ora per prepararsi, come sempre accade con le donne. Ma quando esce la mia mascella cade a terra. Indossa un vestito rosa attillato che mette in risalto le sue curve. Le sue tette stanno sollevando la parte superiore del suo vestito. Ha le labbra rosso rosa. Ha i capelli arricciati e indossa i tacchi alti. Non mi ci vuole molto per prepararmi. Faccio la doccia e mi vesto con i miei jeans e una polo. Rick ci lascia a casa di Katy e ci dice di divertirci e di stare alla larga dai guai. "Non vieni anche tu?" gli chiedo e lui scuote la testa. "Vado a trovare Sarah." Lui mi dice. "Non dimenticare di prendere le gomme!" Gli dico e ridiamo entrambi.

Una volta che Rick se n'è andato, bussiamo alla porta e David risponde. Ci stringiamo la mano e gli presento "la mia ragazza, Holly". Le stringe la mano e ci invita a entrare. Mi porge una birra e chiede a Holly cosa vuole. Holly chiede vodka e coca cola. David le fa bere e glielo dà a tempo di record. Penso che facesse il barista. È allora che Katy ci nota e si avvicina sorridendo da un orecchio all'altro. Indossa una gonna nera con stivali al ginocchio e calze con un top nero attillato. Devo ammetterlo, sembra sexy da morire.

"Ehi Daniel, felice che tu possa farcela." Dice mentre mi bacia sulla guancia e mi abbraccia. Era solo un bacio ma mi coglie di sorpresa e guardo Holly che sembra un po' scoraggiata. "Chi è?" dice Katy in tono curioso, guardando Holly. Prima che io possa dire qualcosa, Holly dice "Holly Blackwood. Sono la sua ragazza". Dice con un tono piacevole che so essere falso. Ma Katy si limita a sorridere e ad abbracciarla. "Bevi, divertiti!" Dice poi si china su di noi e sussurra. "La camera da letto al piano di sopra si chiude dall'interno." Ci fa l'occhiolino e ci lascia per tornare alla festa. Holly la guarda con aria confusa, mentre io scuoto appena la testa. "Chi è quello?" Chiede con tono curioso. Non voglio davvero seguire questa strada della ragazza che va fuori di testa per le tue amiche. Holly non è il tipo geloso, ma comunque preferirei non andarci. David è pronto a salvare la giornata però. "Quella è Katy. È un po' selvaggia ma non preoccuparti, non è così. Daniel è salvo."

Holly alza le spalle e annuisce mentre ci dirigiamo verso dove tutti ballano. L'ora successiva è trascorsa con Holly che si gira e si indietreggia contro di me e si struscia contro di me. Ad un certo punto tutti smettono di ballare e si limitano a guardarci. Cominciano a incoraggiarci mentre la faccio girare e la immergo. La canzone finisce e la gente ci applaude mentre usciamo per un altro drink. "È stato così divertente. Non sapevo che sapessi ballare." dice Holly raggiante di gioia. "Ho avuto un partner fantastico." le dico e lei mi bacia. "Ti offro un'altra birra." Lei dice. Le schiaffeggio il culo mentre si allontana e lei mi guarda ridacchiando. Torna con la mia birra e suggerisce di andare in camera da letto. "No, sono troppo impegnato a bere." dico scherzando con lei. "Ma io sono eccitato." Dice con il labbro inferiore fuori. Come posso dire di no a un viso così carino. La risposta è più bevande. "beviamo ancora qualche drink e prometto che ti lascerò camminare in modo divertente per giorni. D'accordo?" le chiedo e i suoi occhi brillano. "Ti offro un altro drink. Di nuovo vodka e coca?" le chiedo. "No grazie, prendo una birra." Dice e devo guardarla indietro. "Veramente?" le chiedo. "Cosa, la ragazza non può bere da un uomo?" Dice e io le sorrido. "Arrivo subito." Holly finisce la sua birra prima di me. Nuovo ritrovato rispetto per la mia ragazza.

Un paio di birre dopo e Tyrone si avvicina per salutare. Gli piace Holly e mi dice che ho fatto bene. "Ehi Daniel, ti piace la musica rap?" Chiede e io dico di sì chiedendomi dove sta andando. "Che ne dici di una battaglia rap?" Dice semplicemente e io quasi mi soffoco con la mia birra, cosa che Holly trova divertente. "Che cosa?" Dico. "Una battaglia rap sai che due rapper fanno a turno per insultarsi a vicenda e.... "So cosa significa". Gli dico. "Dai amico, sarà divertente." Mi dice e io ci penso "Chi dovrei combattere?" Chiedo. "Dave!" Dice ed è tutto quello che avevo bisogno di sentire. "Va bene, ci sto." Dico e Tyrone mi dà una pacca sulla spalla. "Questo è il mio uomo!" Dice e se ne va per sistemare. "Sai davvero rappare?" chiede Holly in tono incerto. "Immagino che lo scopriremo." Le dico e lei sembra nervosa per me. Mi bacia sulla guancia e mi augura buona fortuna.

Noi e Dave ci stiamo fissando mentre Tyrone annuncia la battaglia. Facciamo rima finché non abbiamo finito e la battaglia finisce quando uno di noi non può tornare indietro. Dave inizia per primo e Tyrone stabilisce un ritmo lento ma orecchiabile. Dave alza il microfono e inizia la sua strofa.

"Ho chiesto un rapper e ti ho preso,
È davvero il meglio che potresti fare?
Sputo barre che nessuno può prendere,
Quindi preparati la tua torta di frutta al lime.
Pensi che il tuo duro perché Rick è tuo cugino,
Ma non può salvarti dalle rime che sto rompendo
Sei più morbido della schiuma,
Qualcuno dica a D.G. telefonare a casa».

Il ritmo si ferma e le persone stanno davvero facendo il tifo per lui mentre ha un'espressione compiaciuta sul viso. So già cosa devo dirgli mentre mi porge il microfono. Tyrone si avvicina a me e mi dà una pacca sulla spalla. "Fallo a pezzi assassino!" Lui mi dice. Guardo Holly e sembra nervosa. Sorrido e le faccio un cenno mentre Tyrone ricomincia a battere.

"Dici di essere un rapper ma i tuoi testi fanno schifo,
Tutte quelle chiacchiere ti daranno uno schiaffo.
Pensi di essere un grande rapper,
Ma ho visto merda migliore quando sono seduto sul cesso.
Cammini in giro come se fossi mandato dal paradiso ma il tuo inferno è piegato
Sull'essere uno stronzo sia per le donne che per gli uomini.
Non hai rispetto, non posso averlo,
Non puoi mettere la fica in un sacco pieno di gatti.
Le tue rime sono pigre, devi essere pazzo,
Siediti figliolo, non sei il vero magro ombroso."

Il ritmo si ferma e tutti stanno impazzendo. Tifo e applauso. Il viso di Dave è rosso vivo e noto che Holly mi sta sorridendo. Restituisco il microfono a Dave e lui sembra insicuro. Tyrone ricomincia a battere e io aspetto. Dave resta lì a guardarmi con rabbia. Sto aspettando circa 10 secondi quando restituisce il microfono a Tyrone e se ne va. Tutti tifano per me e ho tutti i ragazzi che mi danno pacche sulla schiena e mi stringono la mano. Torno da Holly e lei mi afferra e infila le sue labbra nelle mie.

La festa continua e io sono piuttosto ubriaco. Poi Lenny viene da me per chiedermi qualcosa. "Ehi fratello, Katy è svenuta, ti dispiacerebbe portarla in camera sua?" Non ci vedo niente di male, quindi accetto e dico a Holly che torno subito. Devo ridere alla vista di fronte a me. Katy dorme sulla sedia con la bocca spalancata e le gambe divaricate. La scuoto per svegliarla e lei cerca di schiaffeggiarmi. "Dai Katy è ora di andare a letto." le dico mentre le tiro il braccio sopra la mia spalla. Mentre saliamo le scale verso la sua stanza, quasi perdo l'equilibrio mentre lei inciampa dappertutto.

Alla fine la porto nella sua stanza ed è allora che le cose cambiano. Entriamo nella sua stanza e lei mi inchioda contro il muro e mi bacia. La spingo via e le chiedo cosa sta facendo con lo shock. "Sei l'anima della festa stasera. Mi fotto sempre l'anima della festa. Sono stato così per anni." Dice con parole confuse. "Katy sei ubriaca, mettiamoci a letto." dico ridacchiando mentre la tengo a distanza di braccia. "Solo se ti unisci a me." Dice con una risata ubriaca. Spinge via le mie braccia e mi tira sul letto e mi si mette a cavalcioni. La spingo via da me e lei ride. "Katy, ho una ragazza!" le dico mentre striscia sul mio corpo. Non capisce il messaggio però mentre afferra la cintura dei miei jeans. Cerco di strisciare via da lei e cado dal letto. Mentre cado i miei jeans scivolano via.

Katy sta ridendo e striscia verso di me quando sentiamo aprirsi la porta della camera da letto. Mi blocco quando vedo Holly. Sta fissando me appeso a testa in giù giù dal letto e Katy che striscia giù dal letto. "Cosa sta succedendo qui?" dice Holly con rabbia. Non so cosa dire. "Niente!" È la prima cosa che esce dalla mia bocca mentre mi alzo e la affronto. "Non sembra niente!" Dice e Katy ride. "Sto solo dando un premio all'uomo del momento!" dice Katy ridacchiando ed è allora che Holly perde quel poco di calma che le era rimasta.

Si avvicina a Katy e la afferra per i capelli. Katy grugnisce di dolore e cerca di allontanare le mani di Holly. "Va bene, puttana ubriaca! Se vuoi essere una troia, verrai fottuta come una troia!" Dice Holly mentre lui le tira la maglietta sopra la testa. Katy non ha il reggiseno e le sue grandi tette sono libere. Holly tiene Katy per i capelli e inizia a schioccare le sue tette. Sono troppo scioccato per muovermi mentre la mia ragazza fa di Katy la sua troia.

"Starai lì con i pantaloni intorno alle caviglie o le ficcherai il cazzo in bocca!?" Dice tirandomi fuori. Non so davvero cosa cazzo stia succedendo, ma decido di andare avanti. Come ha detto Holly, tiro fuori il cazzo e lo spingo nella bocca di Katy. Holly afferra la testa di Katy e la spinge avanti e indietro. "Succhia il cazzo del mio ragazzo, troia!" dice Holly facendo vomitare Katy. Mi fa sentire meglio che mi chiami ancora il suo ragazzo. Holly sta facendo rimbalzare la testa di Katy sul mio cazzo e Katy sta facendo dei rumori sibilanti.

Holly mi strappa via Katy e la spinge a terra. "Lascia che ti mostri come si fa!" Dice Holly e lei prende subito il mio cazzo in bocca succhiandolo e muovendo la testa su e giù, facendomi ansimare. Guardo oltre e vedo Katy che si fa un ditalino mentre guarda Holly che mi succhia. Holly mi afferra il cazzo e inizia a masturbarmi mentre succhia. Alla fine Katy striscia e i due si dividono il mio cazzo. Holly mi succhia il cazzo mentre Katy mi succhia le palle. Non posso credere alla mia fortuna. Ho due ragazze pazzesche che litigano per il mio cazzo. Katy succhia il mio cazzo per qualche secondo prima che Holly lo riprenda e lo avvolga con le labbra. Holly lascia Katy a succhiare mentre lei si alza e si tira su il vestito e si abbassa le mutandine. Lei mi guarda e dice "Le troie mi mangeranno la figa e tu la scoperai". Lo dice come se non avessi scelta in merito. Non che io possa discutere.

Holly si sdraia sul letto con il vestito tirato su e tira la testa di Katy sulla sua figa. "Leccami troia!" Dice e Katy va a lavorare come un animale affamato, facendo sussultare e gemere Holly. "Aaah oooooh! La cagna può mangiare la figa!" Dice Holly mentre alzo la gonna di Katy e spingo il mio cazzo dentro di lei. Katy alza la testa e rimane senza fiato, ma Holly spinge la testa indietro verso la sua figa. Afferro i fianchi di Katy e comincio a scopare Katy, facendola gemere sulla figa di Holly, che sta facendo gemere Holly. Holly mi guarda sorridendo. "Si sente bene?" chiede Holly in modo seducente. "Non bravo come te!" le dico ricambiando il sorriso. Holly mette le mani sulle spalle di Katy e inizia a spingerla avanti e indietro sul mio cazzo. "Dai troia muovi il culo!" Sono dentro le palle di Katy e lei inizia a macinare su di me continuando a leccare Holly. "Vuoi venire troia?" chiede Holly e Katy annuisce con entusiasmo mentre geme "Hmmm hmmm!" "Allora fammi venire!" dice Holly sorridendo sadicamente. Rallentai il passo, aspettando che Katy facesse scendere Holly. Nel disperato tentativo di venire, immagino che Katy abbia raddoppiato i suoi sforzi perché la bocca di Holly si spalanca e geme rumorosamente. "Aaaahhhh Aaah Aaah Merda! Sto cuuuummmminnnng!" Piange mentre viene sulla faccia di Katy.

Holly rimase lì tremante per un momento mentre scendeva dal suo orgasmo. "Ora per favore fammi venire! Per favore, per favore fammi venire!" supplica Katy. Holly sorride poi mi guarda. Lei mi fa un cenno e io passo da colpi delicati a colpi violenti. "Aaaah Aaaahhhh Aaaaahhhhh! Oh cazzo! Lei strilla mentre viene sul mio cazzo. Giace con la testa sul letto e il culo in alto con me ancora dentro di lei. Cerco Holly e mi congelo alla vista davanti a me. Holly è completamente in piedi nudo con indosso una cinghia. Prego Dio che sia per Katy. "Mettiti sotto il suo bambino. You fuck her pussy and I'll fuck her ass!" My eyes go wide and I look at her to see if she's serious. She smiles at me and I realise she's deadly serious.

I lie on the bed beside Katy and pull her onto my lap. Placing my cock on the entrance and thrusting up into her, making her gasp as I start pumping into her. I see Holly climb up behind her and line up her cock (that sounds weird to say!) with Katy's asshole. "Wait! What are you.....Aaaaaahhhhh! Ooooooh Shit!" Katy says as Holly penetrates her. We both start rocking our hips as we fuck both Katy's holes. Katy's eyes have rolled up to the back of her head. I think her mouth is stuck open permanently as she moans and gasps.

Holly grabs Katy's hair and pulls her head back. "You like that don't you slut!?" She asks. "Yes! Yes! I love it." She moans. Holly's right hand has hold of Katy's hair, her left hand has hold of her hips. "Do you like her baby?" She asks me. "Yes! I like her! But I love you!" I say covering my ass against any future fights. It seems to have a positive reaction as her eyes light up and she looks like she might cry. She quickens her pace until she's pounding Katy's ass. "Come on baby! Let's make her cum one more time. Help me make her cum baby!" She says and I start hammering Katy's pussy. "Fuck! Fuck! Fuck! Aaaaahhh Shit!" Katy starts moaning loudly. Holly spanks Katy as she fucks her ass. "OOOOOH! OOOOOOHHHHH! FUUUUCK! CUUUUMMMMINNNNG!" Katy cries as she goes limp and collapses on top of me.

Holly rolls Katy off me and pulls me to my feet for a kiss. "Cum on her face baby. Give her your sweet cum!" Holly whispers, nibbling my ear. I smile at her and steal a kiss as I start stroking my cock. "Right! On your knees slut!" Holly says pulling Katy to her knees In front of me. Katy looks almost brain dead as she stares blankly at me panting. "Open your mouth bitch! Catch his cum!" Holly says holding Katy's mouth open. I grunt and moan as my baby seed rains on Katy's face. I collapse on the bed completely spent. Holly giggles at me as she pulls her clothes back on and helps me stand so I can dress too. We help Katy get into bed and as soon as her head hits the pillow, she's out like a light.

We leave her in her room and it seems the party has barely noticed our absence. Holly tells me it's time to go and damn near drags me out of the house. "What's the hurry!?" I ask her as she hails a cab. "Watching you fuck her was so hot. I want my turn." She says as we climb into the cab. As we're driving down the road I need to make sure of something. "So you're not angry?" I ask and she laughs. "Baby I could tell from the minute I met her that she wanted to fuck you. I saw an opportunity for us to fuck a slut together." She says and I'm mind blown. "So wait. Why were you so surprised when you walked in on us." I ask still confused. "I wasn't surprised." She tells me. "I was just messing with you." She says and I look at her pissed off. My face makes her laugh harder. "You should've seen your face." She says almost crying with laughter. "I don't know why you think this is so funny. I was certain I was gonna lose you." I say getting angry. Holly loses her smile and goes into serious mode. "Baby I'm sorry for scaring you like that. I listened from behind the door, I heard you trying to tell her no." She says hugging my arm. "I promise i won't joke about that again!" She says and I kiss her head and tell her she's forgiven.

Holly's POV.....

It's nearly 4 in the morning when we get in. Me and Daniel creep up the stairs like ninjas and duck into our room. As soon as the door closes we start stripping. I'm naked and in bed in less then 10 seconds. Daniel strips down to his boxers and crawls up the bed to me and starts kissing my neck. I'm giggling like a naughty schoolgirl when he stops. He's just lying there doing nothing. "Daniel?" I ask and hear snoring. He fell asleep on me! "Typical!" I say to myself and roll him off me onto his side and cuddle up to him.

Storie simili

Skyrim: Le avventure di Carthalo Parte 1

Carthalo le accarezzò la guancia, sentendo la sua pelle liscia e fredda e scostandole i capelli nerissimi dagli occhi. Lydia, disse, la sua voce roca si trasformò in un sussurro nel suo orecchio rilassati. Questo non è un altro fardello per te da portare. le slacciò la maglietta e lei rabbrividì leggermente al tocco. Questo non è un comando del tuo Thane. le sue mani forti la presero per la vita e la portò al letto. Le assi del pavimento scricchiolarono mentre la trasportava su per le scale di Breezehome. La adagiò dolcemente sul letto e cominciò a baciarle il collo...

1.7K I più visti

Likes 0

Charles aiuta sua madre a provare di nuovo piacere Capitolo 7

Parole dell'Autore: Ciao a tutti grazie per aver letto la mia storia fino ad ora, è venuto alla mia attenzione da un lettore molto onesto che la mia storia è diventata molto noiosa, mi dispiace se la pensate così, sull'altro mio forum non ho mai avuto nessuno che lo dicesse me questo quindi non l'ho mai considerato. Inoltre, alcuni di voi potrebbero notare errori di grammatica e ortografia, altri sono semplicemente per errore, non sono uno scrittore professionista e la scrittura non è nella mia descrizione del lavoro, quindi non vedrai molto in termini di tecnologia di battitura avanzata con me...

529 I più visti

Likes 0

Sesso telefonico con Patricia

Mentre di recente guidavo verso la mia prossima destinazione per un viaggio di lavoro, ho pensato alla calda lettera che la mia bellissima moglie aveva inviato alla mia ultima posizione. Mia moglie Patricia è una splendida mora con bellissimi seni 35D, un culo caldo e cosce da abbinare! La lettera diceva: Mio carissimo amante, Sto pensando così tanto a te in questo momento... Mi fanno male i lombi. Ho appena fatto qualcosa di cattivo e sexy... spero ti piaccia! Mi sono rasato TUTTI i peli dalla figa. Oh, piccola! Poi sono andato sotto la doccia e mi sono insaponato. Faceva caldo!!...

411 I più visti

Likes 0

Nuovi inizi - Parte 4 Cap 03

Accidenti! Niente sesso in questo! Solo un mucchio di gente che parla! capitolo 3 «Qualcuno è passato attraverso il wormhole nella Grotta di Lisa?» chiese Alicia, con gli occhi spalancati per la sorpresa. Chi era? Qualcuno che conosciamo? «No», rispose Jake. “Una ragazza canadese incinta e il suo ragazzo. La ragazza ha affermato di aver incontrato Beth una volta, evidentemente. E Beth l'ha iniziata.» «Beth è stato tanto tempo fa, Jake», disse Frank. «Vuoi dire che è una longeva? Come noi? Sì! Sia lei che il suo ragazzo», rispose Jake. Com'è il suo ragazzo? chiese Tanya, sorridendo maliziosamente. «Dev'essere piuttosto virile...

307 I più visti

Likes 0

Lezioni dall'aia, parte IV

Bobby entrò per primo nella doccia con il suo nuovo marito proprio dietro di lei. Junior si rannicchiò accanto a lei da dietro e le mise le braccia intorno alle spalle, abbracciandola nel modo più amorevole. Si erano sposati da meno di un giorno e lui le aveva dichiarato il suo amore tante volte e in tanti modi. Adorava assolutamente la sua giovane moglie e ora più che mai si sarebbe assicurato che non le accadesse mai nulla perché, dopo tutto, stava aspettando suo figlio. Si sono sposati quella mattina a casa sua in modo che il loro bambino avesse il...

307 I più visti

Likes 0

Primo timer_(0)

**questa è una fantasia. Sì. una fantasia. Uh Huh.** sono andato al Walmart e stavo dando un'occhiata ai nuovi DVD e ai giochi. mentre ero lì un bambino si avvicinò e iniziò a giocare. aveva circa 11 o 12 anni. Non sono sempre attratto dai ragazzi molto più giovani di me, ma questo ragazzo era dannatamente sexy. sembrava un ragazzino skater con i suoi pantaloncini larghi. era un po' più basso di me, biondo con gli occhi castani. mentre lo guardavo continuava ad aggiustarsi l'inguine. stavo diventando duro. Volevo avvicinarmi a lui, ma avevo paura perché era così giovane. guardò oltre...

160 I più visti

Likes 0

Qualcosa in più Parte 2_(1)

Questo è il secondo capitolo di una serie. Assicurati di leggere prima la prima parte! Dopo il disastro con Matt ero indeciso su chi uscire dopo. Volevo ancora un vero uomo dentro di me nonostante quanto fosse brava Tina con il vibratore. D'altra parte, avevo superato la fase passiva e volevo inculare qualcuno. Non mi importava a chi appartenesse... La settimana è volata e ho pensato che sabato sera sarei andato all'Eric's, uno dei miei club preferiti, e avrei incontrato chiunque potessi. A questo punto semplicemente non mi importava. Ero arrapato, i miei ormoni erano in tempesta e non vedevo l'ora...

140 I più visti

Likes 0

La nostra vacanza liberatoria - parte 1

Alice e io andavamo in vacanza insieme per diversi anni, due volte all'anno andavamo da qualche parte in Europa per una settimana a prendere il sole poiché nessuno dei nostri partner amava il caldo. Entrambi avevamo un lavoro frenetico e apprezzavamo il relax che una vacanza tra ragazze poteva offrire. Ero una bruna alta, buone ossa, un grande seno, immagino che mi chiameresti amazzonica nella struttura corporea. Alice era minuta, molto bionda, con un bel paio di tette ma molto bella e delicata. Ridevamo sempre insieme, rilassati nella nostra pelle e a nostro agio nello stare insieme, spesso dormivamo nella stessa...

137 I più visti

Likes 0

Casa stregata: parte III

Kelly era andata a trovare sua madre per la settimana, lasciandomi a preparare la casa per i nostri primi ospiti paganti. Per fortuna, la locanda sarebbe stata piena questo fine settimana. Una prenotazione last minute di tutte e cinque le camere da letto al secondo piano garantita da una riunione di famiglia. Mercoledì sera ero riuscito a pulire a fondo la casa, ricordando qualcosa che Kelly e io avevamo lasciato in soffitta. Entrando nella stanza verso il tramonto, ho sentito quel formicolio fin troppo familiare nei miei lombi. Guardando in basso, ho visto il mio pene sollevarsi e irrigidirsi nei boxer...

134 I più visti

Likes 0

Il compagno del campione 12

La tarda estate al Menthino è stata un periodo intenso. Kaarthen si ritrovò nella gigantesca stanza della mappa del palazzo. L'intero piano era un'immagine in movimento in tempo reale di Menthino, scale su rulli e tavoli cartografici su ruote erano lungo le pareti. Marcos era vestito in modo quasi casual con una camicia di seta verde scuro e pantaloni neri Safi. La regina e due principesse, Saliss la più anziana e Ruegin, ascoltavano con lei i piani annuali di migrazione dalle vaste pianure alluvionali a Cardin. Tre Hjordis in nero Safi con i capelli raccolti in chignon stretti stavano lungo il...

1.9K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.