La mia dipendenza innocente: capitolo cinque

458Report
La mia dipendenza innocente: capitolo cinque

Capitolo cinque

"Voglio comprare quella ragazza che hai di sopra." disse Cecil all'improvviso la mattina dopo mentre lui e Freddy si sedevano a conversare. "Giglio? Lei è mia. Non puoi averla, a nessun prezzo. Freddy rispose, un po' freddamente. “Non la piccola... è tutta tua. Intendo la ragazza più grande, Becky. Voglio comprarla da te come mia schiava personale. Cecil rispose, assicurandogli che il suo prezioso bene non era in pericolo. “Hmm... è vero, essenzialmente stavo progettando di sbarazzarmi di lei. Di quanti soldi stiamo parlando qui?" chiese Freddy. "Sono disposto a pagare un milione di dollari." disse Cecil, con un'espressione vuota. Freddy fu sorpreso dalla grande offerta: sapeva che Cecil era un uomo benestante, ma non così tanto. "Va bene, ti vendo la ragazza... ma prima, una richiesta?" disse Freddy, e poi continuò a dirgli cosa voleva fare...

Rebecca era incatenata al muro, il suo corpo nudo nudo affinché tutti potessero vederlo, le mani legate sopra la testa e le gambe divaricate. Non poteva muoversi. Il suo seno grande e bello risaltava in modo prominente. È stata imbavagliata ancora una volta. Cecil era in piedi accanto a lei, con suo padre legato a una sedia accanto a lui.

Freddy accompagnò Lily nella stanza, con un collare shock attorno al collo e un guinzaglio a catena usato per condurla. Sembrava stanca e agitata. I suoi occhi si spalancarono quando vide sua sorella, nuda, appesa davanti a lei, e suo padre legato a una sedia lì vicino.

"Hai detto che avresti lasciato in pace mia sorella." Disse piano, mentre una lacrima le cadeva dall'occhio destro.

“Ho mentito, mia cara. Molti uomini lo fanno, non essere scioccato. Tua sorella è stata sottoposta alle tue stesse torture, anche se credo che non le abbia trovate spiacevoli quanto te." disse Freddy, con noncuranza.

“Cosa succederà adesso?” implorò la piccola tredicenne, preoccupata per l'incolumità della sorella. Sua sorella era il suo idolo, il suo mentore... l'amava teneramente.

“Bene, la mia amica Cecila, l'uomo che sta accanto a tuo padre, ha accettato di comprarla per una somma considerevole, e lei andrà a vivere i suoi giorni come sua schiava finché lui non si stancherà di lei. Quanto a te, starai con me, animaletto mio. E per ora... voglio un bellissimo spettacolo dalle due ragazze degli Hampton prima che vi separiate." Freddy ha spiegato.

Detto questo, spinse la testa di Lily verso la figa di sua sorella. "Lily, farai sì che Rebecca raggiunga l'orgasmo, altrimenti verrà uccisa sul colpo." Freddy glielo disse crudelmente. Con esitazione, iniziò a leccare il clitoride di Rebecca, inesperta e insicura su cosa fare. “Toccala mentre la mangi. Leccale un po' il culo." Freddy istruì. Cecil stava registrando lo spettacolo da dove si trovava, godendosi l'incertezza e la paura del bambino.

Rebecca, dal canto suo, teneva gli occhi chiusi, ma chi lo sapeva se per il piacere o per l'orrore? Lily ha infilato un dito nella figa di Rebecca, ma non si è avvicinata al suo culo, succhiando invece il clitoride. "Il suo culo, Lily." lo incitò Freddy. Lily tracciò la lingua dalla fica di sua sorella al buco del culo, leccandolo attorno e poi toccando leggermente l'interno mentre la toccava. Rebecca iniziò a dimenarsi, dondolando i fianchi più che poteva attraverso i suoi legami. Lily poi tornò a leccarle la figa, mentre infilava parzialmente un dito nel culo di Rebecca, stimolando entrambi estremamente. Rebecca non riuscì a trattenersi - era tanto incuriosita quanto inorridita - e raggiunse l'orgasmo su tutto il viso della sua sorellina, gemendo attraverso il bavaglio.

“Molto bene, Lily. Immagino che adesso sia il tuo turno...” disse Freddy, battendo leggermente le mani. "Cecil, finché Rebecca la trattenga così posso mettere Lily al suo posto." Ha scambiato le due ragazze, quindi ora Rebecca indossava il collare shock, un fatto che lui le ha ricordato mandandole una forte scossa attraverso il collo.

«Prima di tutto, Rebecca, devi far eccitare il più possibile la tua sorellina. Una volta che sarò soddisfatto, dovrai usare questo," indicò il lungo e spesso vibratore viola che aveva in mano, "per farla venire. Stessa regola... se non viene mai, muore." Non avrebbe voluto uccidere il suo burattino per il momento, ma sapeva che la minaccia avrebbe funzionato in modo efficace.

Rebecca sussurrò "Mi dispiace" a Lily, poi iniziò a baciarle il collo e ad accarezzare con delicatezza le mani sui suoi seni in erba. Lei gli succhiò il collo, mordicchiandolo leggermente, poi continuò a baciarle le tette, succhiandole e giocandoci. Le baciò la pancia, leggermente sull'ombelico e attorno ad esso, poi scese sulle ginocchia di Lily e le baciò la schiena prima di far scorrere la lingua sulle cosce di Lily e ovunque tranne che sulla figa, cercando di stuzzicarla.

Da parte sua, Lily sembrava eccitarsi suo malgrado. Il suo respiro era affannoso e i suoi occhi mostravano eccitazione per la prima volta dal suo rapimento. Rebecca tornò su, arricciando le mani tra i capelli biondi e baciandole le guance e poi il lobo dell'orecchio, prima di baciarle la mascella e poi tornare alle tette.

"Va bene. Ora, per far venire il piccolo...” Passò a Rebecca il vibratore, e lei lo prese, strofinandolo contro il proprio clitoride prima di girarsi verso Lily e premerlo contro la sua figa, cercando di entrare abbastanza lentamente. Strofinò la parte superiore della figa di Lily mentre la spingeva dentro, sapendo che avrebbe aumentato le sensazioni. Gli occhi di Lily all'inizio erano sofferenti, ma presto li chiuse, lasciando che le sensazioni di piacere fossero il suo focus.

Rebecca continuava a scopare sua sorella con il vibratore e continuava a leccarle il culo mentre lo faceva. Lily iniziò a tremare e ebbe un orgasmo intenso, diverso da qualsiasi altro avesse mai conosciuto, dondolandosi e tremando mentre veniva. Rebecca poi le succhiò i succhi prima di allontanarsi. Adesso non potevano più guardarsi negli occhi.

“Ottimo lavoro, ragazze...Rebecca, partirete presto. Solo un regalo prima di andare." Freddy ha detto. Poi si voltò e sparò a suo padre in piena faccia, lasciando che il suo sangue e le sue viscere vomitassero su entrambe le ragazze. Cecil portò via Rebecca, che era isterica e infuriata, e lasciò Freddy lì con Lily, che era completamente sotto shock. Obbligarli a guardare il loro padre morire era stata una decisione dell'ultimo minuto - aveva intenzione di usare il padre per ulteriore perversione - ma aveva deciso che avrebbe preferito spezzare Lily lui stesso. Suo padre era ormai morto e sua sorella se n'era andata... cosa avrebbe dovuto fare adesso?

Storie simili

Ma tesoro, era solo un ballo, la storia di Linda

Sequel di; Ma tesoro, era solo un ballo. Linda racconta la sua storia a un amico. Nota: non c'è sesso in questa storia A tutti i lettori che hanno chiesto di rispondere alle domande, grazie. Ma tesoro, era solo un ballo Il seguito Un altro inverno di Chicago era storia. Oggi è stato il primo vero giorno di primavera. Quando Linda uscì, sentì l'odore dell'aria fresca e pulita del mattino. Ricorda il suono della pioggia primaverile sul tetto mentre lei e suo marito facevano l'amore la sera prima e come si aggiungeva alla sensazione calda e sicura che provava tra le...

763 I più visti

Likes 0

Scoprire che sono gay parte 3

Quindi pochi giorni dopo, dopo aver rotto con Lizzy, mi stavo abituando all'idea di essere di nuovo single. Quando ero al college a lezione con McKenzie, ha iniziato a sedersi accanto a me e ha detto Tu e Lizzy vi siete lasciati perché vi ho baciato? Ho guardato McKenzie e ho detto No, il motivo per cui io e Lizzy ci siamo lasciati è perché mi piaceva baciarti. Dopo aver detto che mi sono alzato dal mio posto, ho preso la borsa e sono andato a uscire dalla lezione mentre camminavo, il mio insegnante mi ha detto E dove pensi di...

1.9K I più visti

Likes 0

La mia giornata con James

James e io ci siamo incontrati tramite un annuncio craigslist che avevo pubblicato alcune settimane prima, ma non ci siamo mai incontrati. Abbiamo inviato un'e-mail di risposta e di quarto per circa una settimana prima che decidessi finalmente che ero pronto per incontrarci. Il mio cuore batteva forte e le mie mani tremavano mentre ho digitato il messaggio che avrebbe cambiato tutto. Ehi, penso di essere pronto per farlo. James ha risposto in pochi minuti, Perfetto ho domani libero. Prenderò una stanza d'albergo e ti verrò a prendere domattina, in questo modo possiamo passare l'intera giornata insieme. Il mio cuore ha...

1.8K I più visti

Likes 0

Cottage 13 – Parte 1

Questa storia parla di una moglie che sceglie di vivere la sua fantasia sessuale per il sesso forzato anonimo, all'insaputa del marito. Se non ti piace questo tipo di storia, o qualcuno a cui piace fare commenti anonimi denigratori, salta questa storia. Apprezzo i messaggi privati ​​che forniscono feedback e/o idee costruttive... NOTE: Ai fini di questa storia, il Geosexing è definito come una variante del geocaching, in cui uomini e donne utilizzano il Global Positioning System (GPS) per designare o cercare luoghi in cui fare sesso con un individuo consenziente. Questo non è in alcun modo un tentativo di ridefinire...

1.7K I più visti

Likes 1

Prima volta_(3)

Era la primavera del '99 e frequentavo l'ultimo anno delle superiori, avevo appena compiuto diciotto anni. Ero nella squadra di pallavolo, fisicamente in forma e pronto a sfidare il mondo. Avevamo appena vinto la nostra prima partita e dopo un discorso di incoraggiamento di coach Azzerelli, ci ha mandato alle docce. Mi ero spesso eccitato quando ero sotto la doccia dopo l'allenamento mentre guardavo gli altri fare la doccia. Li fissavo mentre tenevo la testa sotto il getto d'acqua, quindi non era ovvio. O così ho pensato. Uno degli chic della mia squadra era piuttosto figo, ma non sembrava mai avere...

1.5K I più visti

Likes 0

Joan va a Las Vegas #6

Mia moglie Joan ha viaggiato con me per viaggi di lavoro. Mentre lavoro, Joan cerca possibili avventure sessuali. Il prossimo viaggio di lavoro fu a Las Vegas. Las Vegas è un paese delle meraviglie del divertimento per adulti: casinò, showgirl, artisti famosi e meravigliosi hotel e resort. L'hotel in cui alloggiavamo era il Cosmopolitan. Avevamo una suite Lanai. Era una suite su due livelli con piscina privata e accesso diretto alla piscina Bamboo dell'hotel. Joan aveva comprato dei vestiti nuovi per il viaggio. Ha comprato eleganti abiti da sera e un nuovo micro bikini. Il lavoro mi consumava sempre durante il...

952 I più visti

Likes 0

Impero perduto 39

0001 - Tempo                                    0403 - Johnathon               in crescita 0003 - Conner                                   0667 - Marco                        -------- 0097 - Ace                                            0778 - Jan                         0098 (Lucy) 0101 - Shelby (nave madre)        0798 - Celeste 0125 - Lars                                           0908 - Tara 0200 - Ellen                                         0999 - Zan 0301 - Rodrick                                    1000 - Sherry Derrick alzò lo sguardo dal pavimento verso Shelby che si strofinava il lato del viso che sembrava reale! Non come un solido ologramma ma vera carne e sangue! Rimettendosi in piedi, indietreggiò lentamente da Shelby che fino a quel momento non si era mosso. Non so chi o cosa tu sia, ma...

792 I più visti

Likes 0

Il vaso cinese

Il vaso cinese di Signorina Irene Clearmont 1 Preparazione. ---------------------------------- Questo è il problema del furto con scasso, puoi entrare in una culla, ad esempio una casa di periferia e mettere in rete un televisore e un lettore DVD e per tutti i tuoi problemi guadagnerai forse cento sterline o anche meno. Ogni giorno corri lo stesso rischio di un professionista ma la matematica del caso ti vedrà rispondere dei tuoi crimini davanti ai magistrati in breve tempo. L'alternativa è dedicare del tempo alla ricerca e alla ricerca dell'obiettivo perfetto e accumulare qualche centinaio di migliaia. Due volte all'anno mi metto...

509 I più visti

Likes 0

Divertimento per il pigiama party_(0)

Se non credi nel materiale dei ragazzi questa non è una storia per te. Per favore, dammi un feedback perché questa è la mia prima storia. Ciao, sono Charlie. Sono un ragazzo di 14 anni con i capelli castani. Sono alto 1,70 e ragionevolmente magro. Ho gli occhi verde-blu e mi sono sempre considerata etero, ma ogni tanto fantastico sui ragazzi. Quindi vi racconterò una piccola storia di quello che è successo non molto tempo fa..... Erano le vacanze e finora mi ero rilassato, ma mi stavo annoiando, così ho chiamato due dei miei amici e ho chiesto loro se volevano...

338 I più visti

Likes 0

Ragazzone 1

BigBoy 1 modifica 2 ​Alla fine degli anni settanta, dopo aver divorziato dalla mia seconda moglie, ho iniziato a picchiare di nuovo la scena della festa.. Ho incontrato questa donna in un bar una notte, mi sono fatta abbastanza ubriaca e arrapata, quindi noi deciso di andare a casa mia.. Lungo la strada passammo davanti a un negozio di libri per adulti, Mi ha chiesto se ero mai stato lì e ovviamente ho detto di sì perché il il proprietario era un cliente e un amico.. Ha detto che non era mai stata perché era troppo timida per andare da sola...

2K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.