Dandole una lezione_(1)

59Report
Dandole una lezione_(1)

Storia di Fbailey numero 563


Insegnandole una lezione


La ragazza della porta accanto può essere il sogno di ogni ragazzo, ma la ragazza che vive accanto a me è un mostro. Pensa che il mio giardino appartenga a lei e che abbia libero accesso per camminare nella mia aiuola e calpestare tutto ciò che desidera.

Tina Louise Carter o TLC come ama definirsi. Tender Loving Care non è quello che farei al suo culo nudo.

A quattordici anni crede di sapere tutto e che la sua merda non puzzi. I ragazzi sono dappertutto. Ognuno di loro vuole infilare il suo cazzo nella sua fica, ma lei è troppo una provocatrice per permetterglielo. Immagino che quando compirà sedici anni sarà incinta e avrà abbandonato la scuola. Quindi il trucco sarà il cui nome mettere sul certificato di nascita sotto il padre.

Ho avuto alcuni colloqui con sua madre, ma per la maggior parte non ha alcun controllo su quella ragazza. Ho chiamato la polizia e mi hanno detto che non c'era niente che potessero fare a un quattordicenne. Ho raccontato loro della violazione di domicilio e dei danni alla proprietà e mi hanno detto di parlarne con i genitori. Genitori, culo mio, non sapevano nemmeno chi fosse il padre di Tina. Vizio di famiglia. Sua madre era incinta a sedici anni e aveva Tina a diciassette. Adesso a trentun anni ne dimostra cinquanta.

Il problema è che ho sessantatré anni e anche cinquanta mi sembrano ancora buoni.

Alla fine, dopo aver trovato tre file di tulipani schiacciati dai suoi piedini, mi sono avvicinato alla madre. Ho minacciato di farla arrestare e di farle pagare i danni al mio giardino fiorito. Peggy ha iniziato a piangere e mi ha detto che non aveva il controllo e che non aveva soldi e che non potevo estrarre il sangue da una pietra. Poi mi ha detto di occuparmene.

Bene, ho formulato un piano. Avevo una capanna di montagna a miglia dal nulla. La scuola sarebbe finita tra pochi giorni. Peggy ha detto che sarebbe andata d'accordo con tutto ciò che volevo anche lei. Le ho fatto preparare un paio di valigie l'ultimo giorno di scuola e abbiamo aspettato che Tina Louise tornasse a casa. Sua madre l'ha trascinata nella mia macchina scalciando e urlando e poi siamo partiti.

Tre ore dopo, senza sosta ai box, sono entrato nella mia cabina. Tina Louise ha scoperto molto rapidamente che non c'erano servizi igienici o acqua corrente. Si lamentava del gabinetto e si lamentava di avere fame. Le ho detto che avrebbe dovuto portare della legna da ardere se voleva del cibo caldo. Ha scelto di mangiare un paio di barrette alimentari.

Ho dato loro dei sacchi a pelo e ho detto loro che funzionavano meglio se eri nudo. Al mattino Tina e Peggy hanno scoperto che i loro vestiti erano scomparsi. Erano chiusi nel mio bagagliaio.

Quando Peggy si alzò per andare al gabinetto, vidi il suo corpo leggermente flaccido. Non era stata molto brava a tenersi in forma. I suoi seni cadevano, il suo sedere sussultava e la sua pancia era più rotonda di quanto avrebbe dovuto essere.

Tina soffrì per un'altra mezz'ora prima di alzarsi e correre fuori dalla cabina il più velocemente possibile. Doveva davvero fare pipì. Ho intravisto il suo giovane corpo sodo. Era molto meglio del corpo di sua madre e piuttosto carino. Ho un'erezione.

Ho detto loro che avevo bisogno della cassa di legno piena e dell'acqua portata dal torrente. Fino ad allora non ci sarebbe stato niente da mangiare. Tina ha rifiutato di fare qualsiasi lavoro, quindi sua madre ha fatto tutto. Ho preparato la colazione per noi due ma nessuna per Tina. Mi ha criticato e se n'è andata. All'ora di pranzo era lì a chiedere cibo. Le ho detto che non se lo era guadagnato ma che potevo prima punirla e poi darle da mangiare. Ha acconsentito, dopotutto era dura.

L'ho tirata sulle mie ginocchia e ne ho messo uno duro nel suo culo nudo. Ha urlato più forte che poteva. L'ho colpita di nuovo e lei ha urlato. Era un bene che non ci fosse nessuno in giro ad ascoltarla. L'ho lasciata urlare e ho continuato a sculacciarla. Cinquanta era un buon punto di sosta. A quel punto aveva smesso di urlare e piangeva continuamente. Il suo culo era di un bel rosso vivo e io mi ero aggrappato a una delle sue tette per tutto il tempo. Mi sono alzato, l'ho fatta sedere su una sedia e poi le ho messo un piatto davanti. Poi ho fatto un bel pancake grande e l'ho messo nel suo piatto. Sua madre mi aveva già detto che a Tina non piacevano le frittelle, ma quella l'ha mangiata. Apparentemente le piacevano tutti i mirtilli in più che ci avevo messo o era davvero affamata. La terza possibilità era che non volesse farmi incazzare subito. Non importa, l'ha mangiato e ha anche detto grazie. Alla fine avrebbe funzionato.

Le ragazze restavano nude e Peggy mi faceva sesso tutti i giorni. Peggy diceva a Tina di andare a fare una passeggiata e poi mi chiedeva come e dove. La prima volta che l'abbiamo fatto, è stato sul tavolo della cucina. Peggy era supina con le caviglie sulle mie spalle. Il mio cazzo era nella sua figa e l'ho ascoltata raccontarmi storie della sua vita sessuale. In realtà mi è piaciuto ascoltarli.

All'inizio accarezzavo il mio cazzo dentro di lei lentamente, ma man mano che la sua storia diventava eccitante, lo facevo anch'io e poi lo accarezzavo con più urgenza.

Peggy ha perso la verginità alla veneranda età di undici anni con il cugino quattordicenne durante una riunione di famiglia. A tredici anni è diventata il fottuto giocattolo di suo fratello. A quattordici anni suo padre ha assunto il ruolo e l'ha scopata lui stesso. A quindici anni divenne il suo magnaccia e la prostituì ai suoi amici. A sedici anni rimase incinta mentre scopava venti o trenta ragazzi alla settimana. Tina potrebbe essere la figlia di chiunque.

Da lì le cose non sono mai andate meglio. Peggy ha iniziato a fumare, bere e drogarsi. Ha messo a dura prova lei e la sua famiglia, non riusciva a tenersi un ragazzo e la sua vita faceva schifo. La riabilitazione dalla droga l'ha aiutata a raddrizzarsi e l'ha sistemata nella casa accanto a me. La consulenza familiare non è servita a niente, la polizia non è servita a niente e neanche la libertà vigilata è servita a niente.

Ero la sua migliore speranza. Ha visto l'effetto che ho avuto su Tina. Ha visto che Tina aveva sviluppato una quantità di rispetto per me. Le ho detto che la paura è una forma di rispetto.

Comunque il sesso con Peggy continuava a migliorare sempre di più. Entrambi abbiamo trovato uno sbocco per la nostra energia repressa. Tina si lamentava di non avere nessuno con cui fare sesso. Sua madre le disse di non commettere gli stessi stupidi errori che aveva fatto lei. Circa una volta alla settimana mettevo Tina in grembo e la sculacciavo finché non aveva un orgasmo. È scesa dal dolore.

Dopo aver riempito la figa di Peggy con il mio sperma, le due ragazze sarebbero entrate in un sessantanove. Tina sapeva cosa stava mangiando dalla figa di sua madre e mi sorrideva consapevolmente.

Mi sono avvicinato a scopare quella ragazzina più di una volta, ma sono sicuramente contento di non averlo fatto. Avevo tutto quello che potevo gestire con sua madre.

Entrambi smisero di fumare e bere quell'estate. Non è stata una loro scelta e non è stato facile, ma una bella sculacciata di tanto in tanto ha distolto entrambe le loro menti da sigarette e alcol. Avevo la scorta di Peggy chiusa nel mio baule insieme ai loro vestiti.

Li ho tenuti lì per otto settimane, si sono abbronzati in generale e hanno imparato a parlarsi. Tina è diventato un piacere essere in giro e anche piacevole parlare. Anche il suo atteggiamento è cambiato in meglio.

Quando ho aperto il mio baule hanno tirato fuori le loro valigie e hanno svuotato le sigarette e l'alcool. Le sigarette bruciavano e l'alcol veniva versato.

Le ragazze si sono vestite per la prima volta quell'estate, siamo tornate a casa e hanno chiesto se potevano trasferirsi da me.

Tina mi ha aiutato nel mio giardino fiorito. Era impazzito da quando me ne ero andato. Insieme eravamo in ottima forma quando è iniziata la scuola. Peggy ha ottenuto un lavoro e ha lavorato per essere una brava madre e moglie. Non l'ho sposata, ma sicuramente abbiamo vissuto come marito e moglie. I voti di Tina sono migliorati e non abbiamo mai visto un altro agente di polizia o agente di sorveglianza. Anche la sua scelta di amici è migliorata.


Fine
Insegnandole una lezione
563

Storie simili

Erotismo vampiro

Sono solo e impotente, mentre torno a casa dall'allenamento di softball una sera tardi. Sento dei passi che mi seguono, ma quando mi giro non c'è niente. Spaventato comincio a muovermi più velocemente. Sentendo ancora dei passi prendo una scorciatoia, percorrendo una strada laterale. Questa strada laterale non ha lampioni, è molto buia. Sento i passi avvicinarsi. Sono così spaventato. comincio a correre. Mi sento come se ci fosse qualcuno che mi segue. Mi sento come se si stessero avvicinando a me. Sono così spaventato, e dato che è così buio inciampo nella radice di un albero. A terra, sento qualcuno...

96 I più visti

Likes 0

In famiglia (parte 5)_(1)

Vuoi un po' di compagnia? Cam fece capolino nella doccia. La guardai con gli occhi socchiusi mentre mi tiravo indietro i capelli bagnati dagli occhi. La bella addormentata è finalmente in piedi. ho preso in giro. Fece una risatina e aprì la porta a vetri. Devi sciogliere l'asciugamano, lo sai. dissi, guardando l'asciugamano che stringeva così forte al suo corpo. Entrò e gettò l'asciugamano per terra. Era tutto pieno di vapore nella doccia, quindi non potevo vederla chiaramente, ma potevo vederla. Mamma e papà non si sono ancora alzati? Non credo. Disse e prese una bottiglia di shampoo. Perché non ti...

1.1K I più visti

Likes 0

Mother's Submission - Capitolo 12

Alex Morgan si guardò intorno nella sua stanza del dormitorio, la stanza in cui aveva trascorso gli ultimi anni. Aveva alcuni bei ricordi qui, ma ce n'era uno eccezionale. Quando il suo amico, George, lo aveva spinto a creare un profilo per l'app di appuntamenti. Era lì che aveva incontrato la donna che ora amava, che per caso era sua madre. Quando si era presentato oggi, George era stato felice di vederlo. George è stato molto meno felice di scoprire che Alex si sarebbe trasferito a casa e avrebbe completato i suoi studi online. Chi mi aiuterà quando avrò problemi con...

1.1K I più visti

Likes 0

Tocca - Capitolo 2

Tocca - Capitolo 2 Le cose sono diventate imbarazzanti rapidamente, Kelly e io avevamo appena fatto del sesso bollente insieme senza sapere davvero perché l'avessimo fatto. È stato perché sono venuto su di lei e lei non voleva fermarmi? Ma poi stava partecipando altrettanto... non riuscivo a metterlo insieme. Abbiamo provato a parlarci subito dopo, ma entrambi ci sentivamo strani l'uno con l'altro, ecco perché non ci ho mai provato prima, sapevo che questo avrebbe rovinato la nostra amicizia. Ho cercato di uscire da lì il più velocemente possibile senza cercare di sembrare un completo idiota. Non ero il tipo da...

1K I più visti

Likes 0

Prima volta_(3)

Era la primavera del '99 e frequentavo l'ultimo anno delle superiori, avevo appena compiuto diciotto anni. Ero nella squadra di pallavolo, fisicamente in forma e pronto a sfidare il mondo. Avevamo appena vinto la nostra prima partita e dopo un discorso di incoraggiamento di coach Azzerelli, ci ha mandato alle docce. Mi ero spesso eccitato quando ero sotto la doccia dopo l'allenamento mentre guardavo gli altri fare la doccia. Li fissavo mentre tenevo la testa sotto il getto d'acqua, quindi non era ovvio. O così ho pensato. Uno degli chic della mia squadra era piuttosto figo, ma non sembrava mai avere...

649 I più visti

Likes 0

LA RAGAZZA VAMPIRO 2

Angelina corse con tutte le sue forze dopo essere atterrata a terra. Erano le 3:30 del mattino. Il sole sorgerà alle 5 e lei dovrà raggiungere la sua casa il più velocemente possibile. Guardò Michelle. Aveva desiderato questa ragazza sin da quando l'aveva vista sbirciare su Abilene. L'odore della sua dolce fica fluttuava insieme a lei, facendola arrapare da morire. Dopo mezz'ora di schivate tra edifici, incroci e viuzze, Angelina ha finalmente raggiunto la sua casa. Si avvicinò in fretta al cancello, che si aprì da solo, sapendo che era arrivata la padrona di casa. Ha tenuto Michelle sul suo letto...

213 I più visti

Likes 0

Non più una fantasia

La spogliarellista ha aperto le gambe proprio davanti alla mia faccia e nel bagliore del club squallido ho potuto distinguere un po' di succo all'ingresso della sua figa. Avrei voluto che si stesse diffondendo per me, ma stava guardando il grande tipo di operaio edile accanto a me. Era una serata amatoriale allo strip club locale e il ragazzo che le faceva gocciolare la figa era uno dei giudici del pubblico. Sono rimasto in giro per la ragazza successiva ma ero così eccitato che non ce la facevo più. Mi diressi verso il bar con la mano in tasca cercando di...

148 I più visti

Likes 0

Cottage 13 – Parte 1

Questa storia parla di una moglie che sceglie di vivere la sua fantasia sessuale per il sesso forzato anonimo, all'insaputa del marito. Se non ti piace questo tipo di storia, o qualcuno a cui piace fare commenti anonimi denigratori, salta questa storia. Apprezzo i messaggi privati ​​che forniscono feedback e/o idee costruttive... NOTE: Ai fini di questa storia, il Geosexing è definito come una variante del geocaching, in cui uomini e donne utilizzano il Global Positioning System (GPS) per designare o cercare luoghi in cui fare sesso con un individuo consenziente. Questo non è in alcun modo un tentativo di ridefinire...

889 I più visti

Likes 1

Stephanie - Proprio quando le cose si sono girate Pt. 2

Mentre mi avvicinavo al maniero, la scorsa notte continuava a rimuginare nella mia mente. Volevo solo incontrare il cane, e così sono entrato nel canile. Poi, prima che me ne rendessi conto, mi aveva buttato a terra e mi stava annusando. Poi mi ha strappato le mutandine e ha iniziato a leccarmi la figa, portandomi all'orgasmo contro la mia volontà. Quando pensavo che avesse finito, mi è saltato sulla schiena e mi ha violentata. Ma la parte peggiore è stata quando mi sono lasciato andare e ho iniziato a godermelo. Mi sono svegliato stamattina e ho trovato questo biglietto e il...

1K I più visti

Likes 0

Scoprire che sono gay parte 3

Quindi pochi giorni dopo, dopo aver rotto con Lizzy, mi stavo abituando all'idea di essere di nuovo single. Quando ero al college a lezione con McKenzie, ha iniziato a sedersi accanto a me e ha detto Tu e Lizzy vi siete lasciati perché vi ho baciato? Ho guardato McKenzie e ho detto No, il motivo per cui io e Lizzy ci siamo lasciati è perché mi piaceva baciarti. Dopo aver detto che mi sono alzato dal mio posto, ho preso la borsa e sono andato a uscire dalla lezione mentre camminavo, il mio insegnante mi ha detto E dove pensi di...

982 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.