La mamma che fa qualsiasi cosa per i bambini ha un nuovo significato - 3

511Report
La mamma che fa qualsiasi cosa per i bambini ha un nuovo significato - 3

Mentre eravamo a letto insieme, con Brian con la mano sul mio basso ventre, lo shock della sua domanda cominciò a svanire. Mi aveva scopato più a fondo di quanto chiunque avesse mai fatto e aveva rilasciato il suo seme direttamente nella mia cervice. I suoi nuotatori non dovevano andare molto lontano per penetrare nel mio uovo. Quel pensiero era l'unico nella mia mente in quel momento e anche se sapevo che sarebbe stato impossibile spiegare come un nuovo bambino stesse crescendo nel mio grembo per la prima volta in 9 anni, speravo davvero che lo fosse. So che è pazzesco, una madre che vuole che il bambino di suo figlio si formi e cresca, ma il pensiero mi ha dato una gioia incredibile. Mi sono sdraiata lì con Brian dietro di me, immaginando che tipo di bambino avrei avuto.

Ho sempre desiderato più figli, ma con mio marito non ha mai funzionato dopo la nascita della nostra figlia più piccola. Non ne abbiamo mai parlato ma ho sempre avuto la sensazione che preferisse non averne più. Infatti, nei nove anni trascorsi dalla sua nascita, scommetto che avrei potuto ricordare ogni volta in cui mi ha davvero scopato e mi ha riempito del suo seme. Sono passate meno volte di quante mio figlio Brian mi abbia scopato e riempito negli ultimi due giorni.

Ovviamente stavo andando troppo avanti. Il mio ciclo è piuttosto irregolare e non sono sicura di quando ovulerò, quando sarò fertile, quindi ci sono ottime possibilità che le mie speranze fossero state deluse. Non avevo nemmeno considerato cosa avrebbe potuto pensare Brian del fatto che sua madre fosse incinta di suo figlio. Anche se quello che stava facendo in quel momento sembrava molto bello. Stava strofinando le dita tra le mie labbra, circondando il mio clitoride e premendo il suo cazzo eretto tra le mie gambe. Mi chiedevo come potesse essere già duro. Il suo seme stava ancora fuoriuscendo da me a causa dell'incredibile scopata che mi aveva fatto pochi istanti fa.

E senza dire una parola si è infilato dentro, di nuovo me. Il suo cazzo d'acciaio premette profondamente dentro di me, già premendo contro la mia cervice. È così che si sentiva? Voleva che sua madre portasse in grembo il suo bambino? Ha appena scoperto che non prendevo anticoncezionale e il suo primo pensiero è stato scoparmi. E lasciandomi scopare in quel momento stavo forse indicando che speravo potessimo rimanere incinte insieme? Prima di questo, onestamente, avevo dimenticato di non prendere alcun contraccettivo, ma in questo momento era tutto ciò a cui potevo pensare: no, non prendevo nessun contraccettivo, e se Brian mi venisse di nuovo dentro, conosco il rischio. Perché non lo stavo fermando?

Brian ha lentamente fatto entrare e uscire il suo cazzo dalla mia figa. Mi stava scopando molto deliberatamente, più come se facesse l'amore con me. Stavamo facendo il cucchiaio e lui si dondolava avanti e indietro sul letto, premendo su e dentro, ancora più profondamente di quanto chiunque avesse mai fatto. Stavo tornando indietro per incontrarlo. È stato così bello. È stato più emozionante di qualsiasi nostra precedente copula. Non è stato detto nulla tra noi, lui e io ci siamo mossi insieme, apparentemente con un unico obiettivo, attirare il suo seme in profondità nel mio grembo. Senza dirlo, sapevamo entrambi che lo volevamo. Entrambi volevamo compiere questo atto, pienamente consapevoli di ciò che stavamo facendo, sperando che ciò portasse al concepimento. Immaginavo il suo seme che si riversava dentro di me e penetrava nel mio uovo. Lentamente un bambino cresceva, un ragazzo come suo padre, forte e potente eppure capace di tenermi tra le sue braccia teneramente e amorevolmente e di farmi sentire una donna più di quanto non fossi mai stata.

Mi baciò sulla nuca. Mi strinse il seno tra le mani. Mi sono ricordato di quando ne avrebbe attinto il latte e ho provato a immaginare quanto presto si sarebbe riempito di nuovo di latte, per il suo bambino. L'altra mano premette contro il mio grembo, come se stesse cercando di volere la vita dentro di me. Lentamente e metodicamente, il suo cazzo d'acciaio si espanse e schizzò dentro di me. Il nostro ritmo è rimasto lento e lui mi ha riempito. Segnalando la mia approvazione, gli ho risposto, il mio orgasmo era più umido di qualsiasi altro prima. Come potevo essere così eccitato? Era una mattinata di scopata, avrei dovuto essere asciutto e vuoto, eppure in quel momento noi due amanti abbiamo dato tutto quello che avevamo l'uno all'altro, un dare e ricevere totale.

Sussurrò: "Ti amo".

Ho confermato il mio amore per lui, "Ti amo anch'io, Brian" e ho capito che intendevo qualcosa di più dell'amore materno.

Ci siamo sdraiati insieme, lui dentro di me, come se cercassimo di impedire che il suo seme finisse. I suoi creatori di bambini hanno avuto tutte le possibilità di danzare liberamente dentro di me, cercando quell'uovo, penetrandolo e iniziando una nuova vita, una nuova vita che entrambi desideravamo. Non mi sono mai sentita più bella o amata. Questo era diverso da quando concepii gli altri tre, questo era un aprirsi del mio giardino con amore, accogliendo il suo seme e disposto con tutte le mie forze a far uscire dal mio grembo il frutto, il suo frutto. Ci addormentammo, stretti insieme. Abbiamo iniziato come due e ora siamo elevati dalla speranza di poter diventare tre.

Quando Brian si svegliò, mi scivolò fuori e mi sentii vuota, incompleta. Se ne andò e tornò con l'acqua, dandola prima a me che a prenderne un po' lui stesso. Mi ha semplicemente tirato e portato sotto la doccia. Restammo sotto l'acqua piena di vapore, lavandoci a vicenda, ripulindoci dal sesso mattutino e baciandoci come amanti. Con la mente più chiara ovviamente non avevo idea di cosa stesse succedendo nel mio corpo. Ma sapevo anche cosa volevo e cosa voleva Brian, quindi sapevo che avremmo continuato a provare finché non avessimo concepito. Due giorni fa questo sarebbe stato un pensiero troppo grande per entrare nel mio cervello, ma ora era reale come le sue mani insaponate sul mio seno. Dovremmo discuterne, scoprire cosa potrebbe pensare l’altro del nostro futuro. Mantenere il sesso segreto era possibile, dannatamente facile quando il mio amante dormiva proprio in fondo al corridoio da me. Ma come avere un bambino e non rompere i rapporti già stabiliti dalla legge, questo non pensavo fosse possibile o spiegabile.

Mentre ci asciugavamo, ci vestivamo e andavamo a prendere il cibo in cucina, non fu detto nulla. Poi alla fine l'ho guardato e ho detto, se è un maschio potremmo chiamarlo Brian? Lui annuì e disse che una ragazza dovrebbe essere Marsha. Abbiamo sorriso, ci siamo baciati e abbiamo finito di mangiare in silenzio. Le parole non avevano significato in quel momento, eravamo ancora legati, come due amanti nudi, che si muovevano insieme, cercando di diventare qualcosa di nuovo. Abbiamo passato il pomeriggio insieme, abbracciati, vestiti, ma mescolati, senza sapere dove finiva l'uno e cominciava l'altro.

Nel tardo pomeriggio le ragazze sono tornate dal campo, emozionate dai racconti della giornata e con la voglia di fare una nuotata in piscina. Brian, un fratello rispettoso, è uscito e ha nuotato con loro, giocando con loro da adolescente quale era - molto diverso dall'uomo che era il mio amante tutto il giorno. Il loro arrivo segnalava che era ora di iniziare la cena e di prepararsi per il ritorno del padre dall'ufficio per il pasto in famiglia. Sicuramente, dopo aver mangiato sarebbe tornato in ufficio e saremmo stati di nuovo noi quattro fino a tarda notte (o erano le cinque adesso?)

Ho cominciato a chiedermi come sarebbe stato avere un altro bambino in casa. Ho provato a immaginare le ragazze che giocavano e aiutavano. Diventare sorelle grandi, piccole mamme. Ho immaginato Brian con un orgoglioso sorriso paterno. E ho iniziato a chiedermi dove si inserisce mio marito in questa immagine? Come avrebbe potuto scoprire che sua moglie era incinta del quarto figlio dopo un anno sabbatico di nove anni? Avevo bisogno di pensarci di più, ma non era il momento. Adesso era troppo perfetto, Brian, Corrine e Brianne e il futuro bambino, era tutto ciò a cui volevo pensare adesso.

Mentre cucinavo cercavo di ricordare l'ultima volta in cui ero incinta. A un metro e settanta non ero grande nel complesso, portavo i miei bambini davanti e in basso. Essere incinta sembrava che fosse il modo in cui dovevo essere. All'inizio pesavo circa cinquantacinque chili e avrei aggiunto quindici chili entro il loro compleanno. Dopo i primi due sono riuscito a perdere gran parte del peso, ma dopo l'ultimo, Brianne, tutto sembrava restare. Il peso extra ha mantenuto il mio seno a 40c molto evidenti e ho avuto la fortuna di portare una buona parte del peso extra nel culo. Per fortuna, un culo grosso è stato apprezzato e quindi non mi sono mai sentita davvero sovrappeso, ma mentre invecchiavo e rallentavo mi sentivo come se fossi diventata ufficialmente una BBW, Big Beautiful Woman. Non posso dire di essermi mai sentita davvero bella (fino a questi ultimi giorni con Brian) e quindi non ho mai pensato a me stessa come a una BBW, ma di certo ho la prima B e la W.

Ho iniziato a chiedermi come sarebbe cambiato il mio corpo questa volta. In questi giorni pesavo poco più di centocinquanta chili, con le stesse tette grandi e lo stesso culo grosso. Mi chiedo se aggiungessi peso da una gravidanza dove andrebbe a finire. Potrei mai toglierlo? Se non fossi stato attento, avrei potuto ritrovarmi a pesare duecentocinquanta sterline. Fare la dieta non è il mio punto di forza, soprattutto dopo essere stata scopata così bene da Brian. Stavo ripristinando le mie energie con tanto cibo. Non immaginavo altro che sesso e cibo per i prossimi mesi, o fino a quando non avrei più potuto essere scopato.

In qualche modo, nonostante tutto, mia mamma era piena di pensieri distraenti, la cena era pronta e ci sedevamo tutti attorno al tavolo. La prima volta mi sono sentito come se fossimo un tipo diverso di famiglia. Uno che non includeva completamente mio marito, più come se fossimo la famiglia e lui fosse un intruso. Abbiamo riso e chiacchierato e lui guardava, distante e diverso. Mi chiedevo ancora cosa sarebbe successo se fossi rimasta incinta senza il suo seme nella mia figa per più di un anno? Se ne andrebbe? Poteva solo presumere che fosse un altro uomo, una relazione, non avrebbe mai potuto sapere che era il suo Brian. Sono sicuro che pensare di essermi innamorato di un altro è stato molto più facile da accettare che mai scoprire che suo figlio era più amante per me di lui. Non volevo ferirlo. È un brav'uomo in generale. Ma emotivamente in questo momento ho capito che non è mai stato il mio amante. Brian era il mio amante, mi ha aperto, mi ha reso una donna. Mentre li guardavo entrambi, sapevo che avrei potuto facilmente vivere con Brian come mio partner, donandomi completamente. Ma come verrebbe mai accettata questa unione, sembreremmo sempre madre e figlio?

Mio marito è tornato al lavoro e Brian mi ha raggiunto di nuovo a letto e abbiamo fatto l'amore. E ancora una volta premette il suo seme nel profondo di me, una, poi due e una terza volta. Prima che suo padre tornasse a casa, si infilò di nuovo nel suo letto e io mi addormentai nuda. Ogni giorno dopo quel giorno fu lo stesso. Brian è venuto da me e abbiamo fatto l'amore. Non era scopare, era amore, era fare figli ed era bellissimo.

Ho iniziato a pensare a come sarebbe cambiata la mia vita. Forse dovrei provare a coinvolgere sessualmente mio marito e lui penserebbe che qualsiasi futuro figlio sarebbe suo. Meglio che sia arrabbiato con me per averlo ingannato piuttosto che per averlo tradito. Quando ne ho parlato con Brian è emerso un lato geloso che non sapevo esistesse. Ha preso il nostro fare l'amore come una consumazione, un impegno, il suo ingresso nel mio grembo ogni giorno come un patto che mi ha reso suo, e si aspettava da me in cambio impegno e fedeltà. Abbiamo deciso che avrei dovuto sondare mio marito sul desiderio di un altro bambino. Potremmo giudicare la sua reazione alla domanda e valutare come avrebbe potuto reagire una volta che avessi iniziato a mostrarmi. Dare un'occhiata a come avrebbe reagito, come si sarebbe sentito quando una nuova vita avesse cominciato a crescere dentro di me, potrebbe portare a idee su come lasciargli scoprire al meglio questo nuovo bambino.

Col tempo arrivò un fine settimana e fu l'occasione per parlare con mio marito. Decidemmo di andare a cena fuori, solo noi due, in un posto tranquillo vicino alla spiaggia. Era da un po' che non uscivamo insieme. Io non stavo bevendo ma lui ha bevuto un paio di bicchieri di vino. Ho ordinato Mahi Mahi e aveva un'aragosta. Abbiamo parlato dei bambini e dell'estate che volge al termine. ha detto che forse l'anno prossimo non sarebbe stato così occupato e avremmo potuto fare una vacanza con la famiglia. Sapevo che non sarebbe mai successo, il lavoro veniva sempre prima di ogni cosa.

Mentre parlavamo dei bambini ho colto l'occasione e ho detto: "Bill, cosa penseresti se volessi avere un altro bambino?" Sai, ho sempre desiderato più figli e ora mi sto avvicinando ai trentacinque anni e il mio orologio biologico si sta esaurendo. Come ti sentiresti se restassi incinta ancora una volta? Mi sono reso conto mentre mi ascoltavo che lo stavo dicendo senza implicare che avrei avuto bisogno del suo contributo. Ma il come fu spazzato via dai miei pensieri quando mi resi conto che non c'era shock o sorpresa sul suo volto. Piuttosto il suo aspetto era come se mi fossi semplicemente piegato e avessi rotto la sua mazza da golf preferita o lo avessi ferito in qualche altro modo. Ha guardato a lungo, raccogliendo i suoi pensieri, credevo, e poi ha semplicemente sbottato: "allora chi hai scopato?"

Mi ha sorpreso. Ho finto l'insulto, come ha potuto dire una cosa del genere? Ma lui ha insistito. Sapeva che ero diverso. Cominciò a spiegare come mi avesse notato più allegro in casa, quasi comportandomi come nostro figlio adolescente. Ha anche detto che sarebbe tornato a casa e mi avrebbe trovato nudo a letto. Era sicuro che ci fosse qualcun altro che mi scopava. Ho continuato il mio stratagemma, insistendo che si sbagliava, non c'era nessun altro. Ho fatto sesso solo con lui in tutta la mia vita.

Bill disse: “Beh, penso che stiamo parlando di un nuovo bambino perché sei già incinta e hai bisogno di copertura. Quindi ora vuoi che ti scopi aggiungendo il mio seme al suo." Ero felice in quel momento che Brian mi abbia impedito di portare avanti quel piano. Ed ero nel panico per dove fosse andata a finire questa conversazione. Bill stava per scioccarmi ancora di più.

Disse: "Marsha, qualche settimana fa, quando sono tornato a casa tardi dal lavoro, ti ho trovato addormentato nudo sul letto, con le gambe aperte e una pozza di sperma in mezzo, con il suo seme ancora fuoriuscito". Ha continuato dicendo che non si può negare ciò che ho visto o cosa fosse. In un primo momento ha detto che ciò confermava ciò che già sospettava. Ma è successo qualcosa in lui, vedendo le mie labbra gonfie, che perdevano lo sperma di un altro uomo, ha ammesso che lo ha eccitato. Ha continuato dicendo che era così trasformato che si è abbassato i pantaloni e si è masturbato stando in piedi ai piedi del letto guardando la mia figa gonfia e fradicia. La sua dichiarazione successiva non era qualcosa che avrei mai previsto. Ha detto: "L'ho trovato così erotico che ho dovuto chinarmi e leccarti la figa, la combinazione del suo e del tuo sperma mi ha fatto eiaculare su tutta l'estremità del letto."

Ora era il mio turno di distrarmi e pensare, lasciando che ciò che aveva detto assorbisse. Mio marito mi ha leccato la figa quando è tornato a casa dal lavoro, ripulendo lo sperma di suo figlio. E gli è piaciuto! Mi chiedevo quanto spesso lo facesse e me lo ha detto circa una mezza dozzina di volte nelle ultime settimane. Mi ha chiesto informazioni sulla contraccezione e ho ammesso che non prendevo più la pillola. Mi ha chiesto se ero incinta e onestamente ho detto che non lo so, ma come sai da quello che hai mangiato è del tutto possibile. Mi ha chiesto dell'uomo che mi scopava, aveva un grosso cazzo? SÌ. Sapeva di venire spesso e ha chiesto se fosse venuto più volte? SÌ. È giovane? SÌ. Che giovane, ho mentito e ho detto che avevo circa vent'anni. Si chiedeva se avesse incontrato i nostri figli e io ho detto che non conoscono un altro uomo. Presumeva che avrei continuato a scopare e voleva sapere da che parte stava. Gli ho detto che non volevo lasciarlo ma in me si era aperta una porta che non potevo chiudere. Un altro uomo con sua moglie era qualcosa che non poteva gestire? Se gli andava bene che qualcun altro mi scopasse, forse preferirebbe di gran lunga leccarmi quando ero sveglio. Onestamente pensavo di averlo visto agitarsi a quel commento.

Pensò a lungo. E alla fine disse: "E se volessi di più?"

"Più cosa?" Ho chiesto.

"E se volessi guardare?" lui ha risposto.

Ero scioccato, mio ​​marito voleva vedere un altro uomo scopare sua moglie? Non ho mai sentito niente di simile prima. Ma potevo vedere che era serio. Aveva la faccia arrossata e ho giurato che avesse la mano in grembo che si massaggiava premendo il cazzo attraverso i pantaloni. Eravamo seduti in un ristorante pubblico. Era così diverso dall'uomo che conoscevo.

Mi sono scusato per usare il bagno delle donne e lungo la strada mi sono fermato, mi sono appoggiato a lui, mettendogli la mano in grembo, verificando che fosse davvero eretto. Gli ho sussurrato: "Potrei essere aperto a questo". Ho giurato che il suo cazzo mi fosse saltato in mano. Era appena venuto?

Sapevo che non avrei mai potuto fargli vedere che era Brian, suo figlio, ma questa fantasia mi sembrava il modo migliore per continuare ad amare Brian e ad avere Bill come copertura. Inoltre, ero un po' eccitato all'idea di far vedere a Bill cosa significava fare l'amore con un vero uomo, anche se era suo figlio. Ero davvero entusiasta di tornare a casa e parlare con Brian. Ciò ha aperto alcune possibilità pratiche. Non avrei potuto essere più felice di sollevare l’argomento.

Mentre tornavamo a casa ho tirato fuori il cazzo di Bill. Era duro (ancora o ancora, non potevo esserne sicuro) e aveva emesso molto precum. L'ho strofinato un paio di volte e ha spruzzato la sua sborra su tutto il volante, i pantaloni e il sedile dell'auto. Sono rimasto sorpreso da quanto è venuto. Lui mi ha guardato e ha sorriso. Ha chiesto, andrebbe bene se potesse leccarmi la figa quando torniamo a casa? Ho detto senza guardarlo: "Mi chiedo se dovremmo permetterti più questo tipo di accesso?"

Storie simili

Divertimento con Steve II

A casa da solo Sono passati circa quattro mesi da quando io e Mark ci divertivamo negli spogliatoi, e abbiamo deciso che sarebbe stato meglio se nessuno avesse scoperto le nostre attività, quindi eccoci qui, a cogliere ogni occasione possibile per stare insieme. Questo fine settimana in particolare mia madre e mio padre saranno fuori per tutto il sabato, quindi ho chiesto a Mark di venire, i miei genitori non hanno problemi con Mark che viene a trovarci ma ci controllano sempre ogni dieci minuti, quindi è impossibile diventiamo un po 'selvaggi con lui, normalmente ci sediamo sul mio letto di...

2.1K I più visti

Likes 0

Circostanze diverse parte 2

Disclaimer: non possiedo Pokemon, nessun personaggio e Pokemon lì dentro. Sai, solo per coprirmi il culo in caso. Meglio prevenire che curare. Nota dell'autore: grazie a tutte le persone che hanno letto il primo capitolo. Questo capitolo è stato molto più lungo di quanto mi aspettassi. Divertiti! –––––––– 'Caro Nicola, È tua sorella, Julian! Ho inviato questa lettera di Taillow perché era più veloce e per congratularmi con te per aver superato l'Accademia Pokemon! Papà dice che hai fatto degli esami orribili...' “Non ho fatto così male. Almeno sono passato..” borbotta Nicholas, continuando a leggere la lettera che gli era stata...

2K I più visti

Likes 0

L'ultima speranza bianca (Capitolo 1)

Questa è una storia di fantasia sul diventare presidente del nostro paese. È una sorta di parallelo con la nostra storia e la nostra linea temporale. Il primo capitolo riguarda lo sviluppo del personaggio principale Alcune informazioni di base su di me prima di entrare troppo nella storia. Mi chiamo Stewart Thomas Whitteman. Faccio il mio secondo nome e tutti mi chiamano Tom. Odio il nome Stewart. Era il nome preferito dello zio di mia madre. Sono nato il 5 maggio 1955. Sono alto un metro e ottanta, peso 210 libbre, ho i capelli e gli occhi castani. Mi alleno regolarmente...

1.9K I più visti

Likes 0

Io e il signor Bill! Parte 4: Il vecchio strip club

Parte 4: Io e il signor Bill! Il vecchio strip club Bill ha raccolto il mio vestito e mi ha aiutato ad alzarmi. Penso che una bella doccia calda e un'altra bevanda energetica sia in ordine per te. Disse mentre mi guidava con le mie gambe ancora tremanti sul retro del camion. Lì ha digitato un codice nella porta che ha aperto il retro del camion e siamo entrati nella zona giorno. Mentre mi stavo togliendo gli stivali e le mutandine, Bill ha aperto la doccia per me. Mio, quei ragazzi ti hanno lavorato bene, vero? Certo che l'hanno fatto. È...

1.8K I più visti

Likes 1

Caduta celeste - Capitolo 5-6

Capitolo Cinque Estratti dal passato Immortalità: idea abbagliante! Chi ti ha immaginato per primo! Era forse qualche allegro borghese di Norimberga, che con il berretto da notte in testa e la pipa di terracotta in bocca, sedeva in una piacevole sera d'estate davanti alla sua porta, e rifletteva in tutta la sua comodità che sarebbe stato piacevole se, con pipa inestinguibile, e respiro infinito, poteva così vegetare innanzi per una beata eternità? O era un amante, che tra le braccia della sua amata, pensava il pensiero dell'immortalità, e questo perché non poteva pensare e sentire nulla accanto!... Amore! Immortalità! Heinrich Heine...

1.6K I più visti

Likes 0

Papà torna a casa dal lavoro (pt. 7)

Erano passati alcuni giorni da quando papà e io potevamo scherzare. Ero così eccitata per lui che volevo violentarlo ogni volta che lo vedevo, ma la mamma di solito era in giro e so che sarebbe andata fuori di testa come minimo se avesse saputo cosa abbiamo fatto. Tuttavia, ho colto ogni occasione per prenderlo in giro. Un giorno stavamo preparando la cena tutti insieme e mi assicuravo di strofinarlo un po' contro ogni volta che ci incrociavamo e un paio di volte gli strofinavo l'inguine con la mano quando ero sicuro che la mamma non stesse guardando. Un giorno mentre...

1.3K I più visti

Likes 0

One Lucky Bastard (modificato e riscritto)

Un fortunato bastardo prt 1 Ciao gente, questa è la mia prima storia. Ho pensato che sarebbe stato bello iniziare a scrivere da una vera prospettiva afroamericana. Dimmi cosa pensi sia positivo che negativo. Inoltre, questa sarà una storia in otto o nove parti, basta guardare i colpi di scena. Devo essere il bastardo più fortunato del mondo. Avevo appena compiuto 18 anni quando ho perso la verginità con una ragazza di 26 anni. Al tempo del mio ultimo anno al liceo, avevo fatto sesso più di 30 volte e avevo imparato a mangiare la figa in modo esperto e sapevo...

1K I più visti

Likes 0

L'estate di Brooke_(1)

Al liceo non sono mai stata la grande star o il pagliaccio della classe, o davvero niente. Sono scivolato nel mezzo in tutto e non sono mai stato notato da nessuno tranne che da alcuni amici. Le donne sono state incluse perché non ho mai avuto una personalità o un corpo di spicco. C'era una ragazza, Brooke, mi sarebbe andato bene coccolarla tanto quanto volevo scoparla. Aveva una personalità elettrica e il corpo da abbinare. In qualche modo abbiamo formato una relazione improbabile, ovviamente essendo io l'idiota che ero volevo ottenere qualcosa di più. Inutile dire che ero in zona amico...

1.1K I più visti

Likes 0

La vita di un playboy capitolo 10

CAPITOLO 10 Non sono durato a lungo sul mercato aperto una volta che la scuola è ricominciata. Letteralmente, il mio primo giorno di ritorno nell'area accademica sono stato proposto cinque volte da diverse ragazze molto carine. Ero un uomo grande nel campus, con una buona reputazione dopo essere andato a letto più della mia giusta quota di belle donne. Mentre molti erano rimasti lontani da me per paura della mia ragazza Ice Queen, ora che Kaia se n'era andata ero di nuovo un gioco leale. Ma anche il mio tempo con Kaia mi aveva viziato. Avevo una splendida ragazza bisessuale che...

1.1K I più visti

Likes 0

Non più una fantasia

La spogliarellista ha aperto le gambe proprio davanti alla mia faccia e nel bagliore del club squallido ho potuto distinguere un po' di succo all'ingresso della sua figa. Avrei voluto che si stesse diffondendo per me, ma stava guardando il grande tipo di operaio edile accanto a me. Era una serata amatoriale allo strip club locale e il ragazzo che le faceva gocciolare la figa era uno dei giudici del pubblico. Sono rimasto in giro per la ragazza successiva ma ero così eccitato che non ce la facevo più. Mi diressi verso il bar con la mano in tasca cercando di...

1K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.