La mamma si unisce alla squadra

310Report
La mamma si unisce alla squadra

La mamma si unisce alla squadra

Janet era un'attraente 41enne, capelli castani lunghi fino alle spalle, un bel viso, tette da 38 grammi e un culo stretto e formoso. Lei era una MILF, suo figlio Lee era un nerd che si preoccupava solo di guardare il porno e fare da tutor alle cheerleader in modo che potessero superare i test. Li avrebbe istruiti, avrebbe sempre avuto la sensazione che le ragazze lo sapessero, ma dal momento che non le faceva pagare, pensavano che fosse giusto.

Janet era divorziata da 6 anni, aveva tre vibratori e una grande scorta di batterie, ma ultimamente questo non le bastava. Si stava facendo da sola mentre Lee tornava a casa da scuola, lo sentì entrare, smise subito di riporre il vibratore e andò in cucina per chiedergli se voleva qualcosa da mangiare o da bere.

Dopo un bicchiere di cola, si diresse verso la sua stanza, lei prese un carico di bucato e si diresse verso la sua stanza per piegarlo. Mentre passava davanti alla sua porta, sentì una conversazione interessante. Stava parlando con qualcuno al telefono e cercava di tenere la voce bassa per non essere sentito.

"Senti, Terry, so che è ubriaca, ma merda, non andrà a una gangbang". Lei alzò le spalle sorridendo e continuò nella sua stanza a piegare e ordinare. Una volta nella sua stanza ha pensato che alcuni dei suoi amici volessero portarmi ad una gangbang wow! Un piccolo gallo giovane sarebbe fantastico, ma i loro figli. Continuava a sorridere tra sé e sé, ma poteva essere divertente!

Quella sera, a cena, la conversazione era stata casuale, lei voleva davvero portare avanti la conversazione che aveva sentito ma non era sicura di come iniziarla. Poi Lee le diede l'inizio spiegando che la squadra di baseball doveva avere diverse mamme come accompagnatrici per le partite in trasferta ora, ne mancava una. Questa era la sua opportunità, quindi l'ha colta.

"Lee, vorresti che mi offrissi volontario per farlo"? Lui le lanciò uno sguardo sorpreso: "Non sono sicuro, mamma, che alcune partite abbiano un pernottamento e dato che non faccio parte della squadra, andrai da sola, è un problema per te tesoro"? Lee ci pensò un attimo poi le disse “no, potrebbe essere divertente per te uscire e festeggiare con la squadra”.

Il giorno dopo ha chiamato e l'hanno accettata immediatamente, le è stato dato un programma e le è stato detto che la prima partita sarebbe stata tra due settimane. Era una partita notturna di venerdì che iniziava alle 19:00, ma senza dubbio non avrebbe portato nessuno a casa prima dell'una o delle due. Ha accettato che le fosse stato detto che avrebbero rivisto lo stato di Lee perché forse avrebbe potuto essere usato come registratore.

Era felice di essere coinvolta in qualcosa che la mettesse in contatto con una compagnia maschile, il fatto che questi ragazzi fossero giovani atleti era un vantaggio.

Arrivò venerdì sera, a Lee non era stato chiesto di andare, quindi gli disse che la cena era in forno e si diresse verso la scuola. Quando è arrivata, c'erano altre due donne in piedi accanto all'autobus, lei si è avvicinata e si è presentata. Nel giro di 5 minuti uscì l'allenatore seguito dalla squadra di baseball. Molti ragazzi la squadrarono dall'alto in basso mentre le altre due donne avevano più di 50 anni e erano robuste. Quando arrivarono alla partita fu presentata al capitano della squadra e a tutti i giocatori. Stavano flirtando con lei e lei stava flirtando, era divertente.

Mentre uscivano dall'autobus il capitano della squadra, Ralph le afferrò il sedere con entrambe le mani, lei lo spinse indietro verso di lui girandosi e gli fece un grande sorriso. La squadra è entrata negli spogliatoi mentre le donne si sono sistemate. Le altre donne si conoscevano e l'avevano esclusa dalla loro conversazione.

Si voltò e vide Ralph che le faceva segno di dirigersi verso la panchina, lei si alzò e si avvicinò silenziosamente. Ralph era entrato nella panchina che lei seguiva. Lontano da occhi indiscreti lo vide lì in piedi, era alto almeno 6'4 "e tutto muscoli. Senza una parola lui l'afferrò, la tirò a sé schiacciandole i seni contro il suo petto e le diede un bacio con la lingua. Lei rimase sorpresa ma aprì la bocca per accettare la sua lingua e spinse la sua figa dentro di lui. Poteva sentire un grande rigonfiamento nei suoi pantaloncini, le massaggiò il seno ed era meraviglioso.

Si separarono dopo quasi due minuti, lei era completamente arrossata senza dire una parola, lui le porse un biglietto e poi tornò dentro per unirsi alla squadra. Si sistemò rapidamente e tornò al suo posto. Le altre donne l'hanno vista e hanno commentato "guardando il posto"? Lei sorrise: "sì, è vero". Tornarono a parlare tra loro, lei si sedette e poi aprì il biglietto.

C'era scritto ciao Janet, se sei interessata, dopo il nostro ritorno a casa faremo una piccola festa, mi piacerebbe che tu partecipassi, se è qualcosa che vuoi fare durante il viaggio verso casa, siediti al posto vicino al finestrino 9 Ralph.

Le donne hanno spiegato che tornando a casa una di loro si siede dietro, una al centro e una davanti. Janet sorrise e annuì in segno di comprensione.

La partita finì, avevano perso, le donne salirono per prime sull'autobus, ora era il momento di decidere per Janet, prendere il posto 9 o no. Le ci vollero pochi secondi per scegliere, si sedette al posto 9 e aspettò.

Cinque minuti dopo la squadra salì sull'autobus, Ralph la vide seduta lì e sorrise. Il pullman iniziò ad uscire la maggior parte della squadra parlava della partita, Janet guardò Ralph “mi hai davvero sorpreso in panchina, sembravi molto disponibile, non ti è piaciuto”? Lei ha risposto velocemente “sì, ma era molto sbagliato”, ha risposto Ralph “non per come la vedo io, mi piaci davvero; sembra che ti piaccia davvero, quindi qual è il problema"? Lei fece un grande sorriso, "vorreste conoscerci meglio"? Senza esitazione lei rispose, "sì, è solo che" la sua azione successiva la interruppe a metà della frase, le prese la mano, la posò sul suo cazzo e la tenne lì per alcuni secondi finché non iniziò a muoversi.

I suoi occhi si spalancarono mentre guardava il grande rigonfiamento, lui spostò la mano dalla sua e lei tenne semplicemente la mano sul suo cazzo. "Jan strofinalo un po', se vuoi". Iniziò lentamente a massaggiare il grosso cazzo: "Jan, spero che tu e lui possiate essere grandi amici". Stava fissando il rigonfiamento, che continuava a crescere, alla fine si fermò, aveva il viso arrossato.

"Jan, posso presumere che ci vedremo più tardi"? Si morse il labbro inferiore ma alla fine parlò a voce molto bassa: "Credo che potremmo, ma devo essere a casa per le 3. Ti farò essere a casa per le 3". "Ho qualche domanda, se posso"? Lei ridacchiò "certo cosa, quanto sono grandi quelle borse divertenti"? Avvicinandosi a lui sussurrò: "cosa sono divertenti le borse, quelle due grandi tette". Ancora una volta, i suoi occhi si spalancarono, "pesano 38 g, hanno grandi capezzoli"? Lei arrossì: "Ralph, dovremmo continuare questa conversazione più tardi".

L'autobus è entrato nel parcheggio alle 12:30, alle 12:45 tutti erano in macchina diretti a casa. Jan uscì, vide un'auto fermarsi dietro di lei, vide Ralph che salutava, si fermò davanti a lei, lei la seguì, due minuti dopo erano nel parcheggio di un piccolo centro commerciale.

Lei scese dalla sua macchina ed entrò nella sua, dato che era un'auto sportiva su cui lui scivolò, quindi erano entrambi sullo stesso posto. Le loro bocche si chiusero, la sua lingua era profonda nella sua bocca, sentì una mano sulla sua tetta, la sensazione era fantastica perché nessuno li massaggiava da anni. Si rese conto che il rigonfiamento nei suoi pantaloncini era enorme, si allontanò "Ralph, non dovrei farlo".

Ralph si è abbassato i pantaloncini e lei stava fissando un cazzo di 10 pollici, era bellissimo, "dimmi che non vuoi assaggiarlo o che non te lo vuoi sentire"! Lei non disse nulla ma abbassò la testa e la inghiottì in bocca. 10 secondi dopo stava spingendo il mostro in gola, lei era una succhiacazzi esperta, quindi le entrò facilmente in gola. Lei gemeva perché si divertiva a succhiargli il cazzo. Ralph sedeva sorridendo e stava registrando tutto questo sul suo cellulare. "Jan togli quelle gambe, devo spaccarmi una noce", smise di succhiare "ma mi stavo davvero divertendo a divorare il tuo cazzo, un pompino è ciò di cui ha bisogno, tesoro, beh forse più tardi dammi la figa"! Senza esitazione lei si tolse i leggings e le mutandine, lui se la tirò in grembo e sentì la punta del suo cazzo separarle le labbra della figa. Ha iniziato a gemere perché sapeva che questo cazzo le avrebbe dato molti orgasmi.

Continuò a spingere sempre più in profondità finché lei non si rese conto che la sua figa era completamente piena del suo cazzo, era meraviglioso. Con una spinta finale lo sentì spingere oltre la sua cervice nel suo grembo, "Ralph, tesoro, non fermare il tuo cazzo, è meraviglioso, stava lavorando con un ritmo costante ogni volta che lui spingeva verso l'alto lei spingeva verso il basso.

"ugh tesoro, mi farai la crema sul cazzo", iniziò a battere forte quando un orgasmo la raggiunse e lui iniziò a martellarla. "Oh, oh, oh, fanculo a meeeeeeeeeeeee" il suo corpo sussultava per l'intensità dell'orgasmo, lui si irrigidì ora che sentiva il suo grembo riempirsi di sperma caldo, questo le fece avere di nuovo convulsioni in un altro orgasmo.

Ci volle un minuto perché il loro respiro tornasse alla normalità, il cazzo di Ralph era ancora nel profondo di lei. Aveva un'espressione sognante sul viso, con uno sguardo da scolaretta e chiedeva: "era bella la figa"?

Lui sorrise "il meglio che abbia mai avuto adesso scendi lì e leccami il cazzo per pulirlo, usa la tua faccia e i tuoi capelli così lungo tutto il percorso verso casa potrai sentire il mio odore". Si è messa tra le sue gambe e stava succhiando come una donna posseduta, dopo aver succhiato il mostro per diversi minuti ha ricevuto un'esplosione di sperma direttamente in gola, seguita da almeno altre 6 eruzioni che ha tenuto in bocca.

Non appena il suo cazzo cominciò a sgonfiarsi, lei sorrise e aprì la bocca piena del suo sperma, poi ingoiò ogni goccia. "Mio Dio Jan, sei un grande succhiacazzi, grazie tesoro, mi piace davvero succhiare e deglutire, il nostro unico problema è che dovremmo usare il preservativo, potrei rimanere incinta, assolutamente non voglio niente tra me e la mia figa".

Lei gli baciò la testa del cazzo poi si alzò per scivolare sul sedile con lui, "tesoro, devo andare, mi chiamerai presto? Puoi crederci”. Mentre tornava a casa sorrise tra sé e sé. Era da molto tempo che nessuno diceva che fosse lì.

Janet è tornata a casa dopo le 16:00, era esausta ma aveva una calda luce mentre la sua figa perdeva lo sperma di Ralph, poteva ancora assaporare il suo sperma sulla lingua. Era stordita, un giovane l'ha trovata eccitante, lei era elettrizzata, le ha detto che era la sua figa, si sentiva benissimo.

Sabato mattina Lee si è svegliato quando sul suo telefono è apparso un messaggio, era di Ralph, diceva controlla il tuo computer e poi chiamami. Dato che erano le 7:30 di sabato, era sicuro che sua madre stesse dormendo. Ha visto una cartella con la scritta Janet e l'ha aperta, ha guardato con orrore mentre vedeva sua madre scopare e succhiare il cazzo di Ralph.

Gli ci è voluto un po' per calmarsi e ha chiamato; Ralph rispose al secondo squillo. Ralph ha spiegato che lui e un altro ragazzo, Bill, il ricevitore, sarebbero venuti verso le 7 per scoparla due o tre volte e avrebbero portato una cheerleader per intrattenerlo. A meno che non volesse che il video fosse messo su Internet, avrebbe incoraggiato Janet a diventare la squadra del cassonetto.

Lee ne fu un po' scosso, ma decise di accettare per vedere se fosse reale. Era in cucina quando sua madre entrò nella stanza, era ovvio che fosse di ottimo umore.

"Mamma, ho ricevuto un messaggio da Bill, il ricevitore della squadra, la sua ragazza sta andando male in matematica, quindi mi ha chiesto di aiutarla, ho detto sicuro che dovrebbe essere qui per circa 7 ok con te"? Janet si voltò verso il lavandino con un grande sorriso sul viso, "certo tesoro, vuoi mangiare prima che arrivino qui"? Ci pensò qualche secondo, “ok forse la pizza, ok va bene per me”.

Sia Lee che Janet si erano preparati. Janet indossava un reggiseno sexy e delle mutandine sotto i jeans mentre Lee aveva indossato una maglietta pulita e dei pantaloncini. Poco prima delle 7 suonò il campanello, Lee andò ad aprire, c'erano Ralph, Bill, Jimbo e una cheerleader sexy di nome Morgan. "Ciao ragazzi, entrate", entrarono i tre mentre Ralph faceva a Lee un cenno d'intesa.

Lee li portò in cucina dove era seduta Janet, "mamma, questi sono Ralph, Bill, Jimbo e Morgan". Janet si alzò, strinse loro la mano e chiese se qualcuno voleva qualcosa da mangiare o da bere. Tutti e tre i ragazzi rifiutarono mentre stavano già banchettando con il suo corpo, Morgan sorrise dolcemente “no grazie signora T, sono davvero pronto per iniziare a studiare”. Prese il suo zaino mentre lei e Lee si dirigevano verso la sua stanza non appena entrarono, chiuse la porta e si tolse la felpa, "Spero che tu sia Horney come me perché ti farò a pezzi"!

In cucina Janet rivolse a Ralph uno sguardo interrogativo: "Ralph, potrei parlarti da solo per un minuto, certo Jan". Lo spinse in bagno non appena ebbe chiuso la porta, lui iniziò a strofinarle il clitoride attraverso i jeans, le loro lingue ballarono insieme per almeno un minuto intero. Quando si separarono, lei era umida e lui aveva un enorme rigonfiamento.

"Ralph tesoro, speravo davvero di farmi scopare, ma con Bill e Jimbo qui", la interruppe a metà della frase. "Senti Janet, vuoi farti scopare stasera o no"? Lei lo guarda "certo che lo so, beh allora è semplice, so che indossi qualcosa di sexy sotto questi vestiti, giusto"? Gli fece un sorriso sexy "certo che lo sono perché"?

La guardò profondamente negli occhi "ti spoglierai e resterai in completo sexy, tornerai in cucina, prenderai la mano di Bills e Jimbo, poi noi quattro andremo nella tua camera da letto dove ti scoperemo, stupido, capito, oppure dimmi di no e partiamo subito”! I suoi occhi erano spalancati: "Ralph, non sono una puttana per te, no Janet, o diventerai una troia della squadra o no, è così semplice".



Ralph tirò fuori il suo cazzo e Janet iniziò immediatamente a massaggiarlo: "Ralph, tesoro, per favore, voglio che tu mi scopi, ma". Ralph si è tirato indietro "sei la nostra troia o non Janet"? Lei scosse la testa “Non credo di potercela fare”. Ralph alzò le spalle e rimise il suo cazzo semiduro nei pantaloni, "siamo fuori di qui".

Ralph andò in cucina "andiamo ragazzi, eravamo fuori di qui". Janet li guardò mentre cominciavano a dirigersi verso la porta. Janet pensò che fosse o troia sperma o niente sperma. Mentre Ralph andava ad aprire la porta d'ingresso, lei era sulla soglia con indosso il suo reggiseno di pizzo giallo e i pantaloncini attillati di pizzo giallo "mi scusi, vedo una fica molto arrapata che ha bisogno di essere riempita di sperma, qualcuno di voi è interessato"?

Ralph si avvicinò a lei e le strinse la tetta, "andiamo piccola" lei si avvicinò alla sua camera da letto mentre si avvicinava alla porta di Lee, sentì il suo letto cigolare e sorrise, immagino che i miei ragazzi si stiano facendo un po' di figa.

Una volta dentro i ragazzi si sono messi a lavorare su di lei, le hanno tolto il reggiseno e hanno iniziato a succhiarle le tette. Bill le stava massaggiando la figa e lei stava già cominciando a rispondere. Ralph guardò Bill, "amico, fallo prima, ho già avuto la figa, è di gran lunga la migliore". Fece un sorriso a Ralph, "sì, l'hai avuta, ti vuole di nuovo, presto tesoro, lascia che Bill e Jim si rompano per la prima volta".

Le sue mutandine furono tolte lei salì sul letto a quattro zampe mentre Bill spingeva la testa del suo grosso cazzo contro le labbra della sua figa, il suo corpo tremò poi la testa scivolò dentro. Doveva essere almeno grosso come Ralph forse più grande, lui se ne andò lento ma continuava ad andare più in profondità ad ogni colpo. Si rese conto che era più lungo di Ralph, il suo cazzo era meraviglioso, vide il cazzo di Jim in faccia e iniziò a succhiare.

Bill aveva un ritmo costante ma iniziò ad accelerare, il suo corpo ebbe convulsioni quando arrivò il primo di molti violenti orgasmi, con il grosso cazzo di Jim in bocca tutto ciò che poteva fare era gemere. Bill ora le stava martellando la figa mentre la sua figa si contraeva sul suo cazzo che la mungeva. Il suo corpo tremò, "ughhhhhhhhhhhh gemette quando sentì il suo cazzo sputare sperma caldo in profondità dentro di lei, cosa che la fece venire le convulsioni in un altro orgasmo.

All'improvviso la sua gola e la sua bocca furono inondate di altro sperma che ingoiò ma ne tenne molto in bocca per mostrare ai ragazzi quanto fosse una brava pompinara.

Sentì Bill uscire dalla sua figa con un plop, la sua figa iniziò immediatamente a perdere sperma, si sedette, indicò la sua bocca piena di sperma, sorrise e lo ingoiò. Si guardarono tutti, "ok Jan, quindi essere un cassonetto della spazzatura non è poi così male, vero"? Stava ridacchiando come una ragazzina di 16 anni, "no tesoro, credo che potrei abituarmici molto".

"Ehi ragazzi, facciamola DP adesso, mi suona bene", guardò i ragazzi "che cos'è? Non preoccuparti, sarà una bellissima esperienza. Ralph salì sul letto, "ok sexy, sali su", lei stava ancora trasudando sperma ma salì sul suo cazzo e andò fino alle palle, una sensazione meravigliosa. Mentre Ralph iniziava un ritmo, sentì Bill nel suo culo, "Tesoro, sono una vergine anale" fu tutto ciò che riuscì a dire mentre il suo cazzo la spingeva dentro. Spalancò gli occhi e all'inizio la sensazione fu dolore, ma quando entrambi i cazzi andarono più in profondità, iniziò a sentirli sfregarsi insieme dentro di lei, il cazzo di Jim era alle sue labbra, quindi iniziò a succhiare con entusiasmo. Aveva letteralmente un cazzo in ogni buco.

La sensazione era elettrizzante, tirando il cazzo fuori dalla bocca urlò "oh mio Dio, ti sto scremando il cazzo, sono una tale troia, adoro questo ughhhhhhhhhhhhhh ha raggiunto l'orgasmo, entrambi i ragazzi hanno continuato a pompare più a fondo finché non erano entrambi profondi fino alle palle, ha tirato fuori di nuovo il cazzo della sua bocca “Oh, cazzo sì, la mia figa è così fottuta che c'è stato un altro orgasmo, sono seguiti diversi orgasmi. Era in uno stato di euforia sessuale, stava per raggiungere di nuovo l'orgasmo quando sentì lo sperma pompato in profondità nelle sue viscere "oh cazzokkkkkkkkkkkkkkkkkk si stava scuotendo poi il cazzo nella sua figa eruttò e lo sperma fluì in profondità dentro di lei mentre la sua bocca veniva riempita di sperma . Questo era troppo per lei, perse conoscenza per diversi secondi, riprese conoscenza per scoprire che tutti e tre stavano tentando di riprendere fiato. Lo sperma che Jim le aveva sparato in gola, alcuni erano stati effettivamente passati attraverso il suo naso.

Si separarono Bill e fece delle foto alla sua sborra che perdeva, "Janet si è messa le mutandine così possiamo vedere la quantità di sperma che ti abbiamo messo dentro". Sorrideva da un orecchio all'altro, se è questo quello che vuoi, amante". “Bene Jan, cosa ne pensi della tua prima DP”? Sorridendo, lei ha risposto: "Mi piacerebbe davvero farlo di nuovo solo per essere sicura che voi ragazzi siate pronti"? Le sono stati dati tre pollici in su.

Lei tirò giù le mutandine e si arrampicò sul cazzo di Bill che era profondo fino alle palle con una spinta, Jim si mise dietro di lei e lentamente spinse il suo cazzo in profondità nelle sue viscere mentre il cazzo di Ralph le andò in profondità nella gola. Avevano un ritmo costante, niente di piatto, ma dato che i ragazzi avevano appena sborrato ci avrebbe messo molto più tempo, il che per lei andava bene. Perse il conto dei suoi orgasmi quando i ragazzi la tenevano stretta e si rese conto ancora una volta che stava per ricevere la sborra. poi lo sperma scorreva dentro di lei, "oh cazzokkkkkkkkkkkkkk meeeeeeeeeeeeeeeee". Ha perso di nuovo conoscenza per diversi secondi mentre riprendeva a respirare, i ragazzi rotolavano via da lei, "ok Janet, ti chiederemo di nuovo cosa fare con la tua seconda DP"?

Questa volta non ha esitato: "L'ho adorato, è tutto ciò che ho sempre voluto fare con voi ragazzi". Tutti i ragazzi si sorrisero a vicenda. Ralph parlò: "quindi sei la nostra troia o no"? senza esitazione “Io sono la squadra troia”.

Erano quasi le 11 prima che lasciassero la camera da letto di Janet che indossava solo mutandine completamente inzuppate di sperma e una camicia da notte trasparente. Mentre passavano davanti alla porta di Lee, questa si aprì, Lee aveva uno sguardo stordito perché Morgan era un disastro, aveva sborrato ovunque, ma sembrava felice. Se ne sono andati tutti dicendo che lo rifaremo molto presto.

Lee e Janet erano seduti in cucina, lei perdeva sperma come da un vecchio rubinetto, aveva tentato di coprirsi le tette e dall'aspetto delle sue mutandine era bagnata di sperma. "Lee, sembra che tu abbia rotto un paio di noci con quella ragazza". Lui rise "che ne dici delle 5, il mio sacco di noci è asciutto, ma sembra che tu abbia raccolto una grande quantità di sperma". Lei sorrise "Direi che ho almeno 10 carichi in me", ridacchiò "Neanche io sono più una vergine anale, beh a dire il vero è un bellissimo aspetto per te ma ho bisogno di dormire ma forse domani potrei provare la cosa anale”? Lei ha ridacchiato, immagino che potremmo provare perché non sono scontento”.

Lui vuole andare a letto e lei si è seduta pensando di essere la troia della squadra.

Storie simili

Harry Potter Adventures: Capitolo 5 - Doppio problema

Questa storia non riflette gli atteggiamenti o i personaggi della serie Harry Potter, né ha alcuna affiliazione con l'autore. Capitolo 5 Novembre scese su Hogwarts e con esso arrivò anche la pioggia e perfino qualche fiocco di neve. Era l'ultima settimana di novembre e mancavano solo due settimane all'inizio delle vacanze di Natale. Ron cominciò a sentire tornare di nuovo il suo malumore. Era passato un mese dal suo divertimento con Lavanda e da allora si frequentavano. Sebbene il sesso fosse incredibile, non avevano molto in comune e Ron aveva iniziato a desiderare il suo vero amore; Hermione ancora una volta...

361 I più visti

Likes 0

Mia mamma e la mia ragazza dei sogni

Introduzione Mi chiamo Will Chapman. Sono uno studente universitario di 19 anni, 5'8 e 160 libbre con capelli castani corti e occhi castano scuro. Ho sempre avuto problemi con le ragazze della mia età. Non è che non fossi di bell'aspetto; era perché, nonostante avessi 19 anni, sembrava che ne avessi 14. Ogni volta che uscivo con i miei amici, le persone che incontravamo spesso mi chiedevano se ero il fratellino di qualcuno. Le ragazze dicevano sempre che ero carino, il che mi farebbe assolutamente impazzire. Inutile dire che ho avuto problemi a soddisfare i miei bisogni sessuali. Stavo andando in...

2K I più visti

Likes 0

LA DIGA

Oh mio Dio, è bello, gemette Lauren, mentre Alexandra affondava la bocca nella sua figa calda e bianca, lo fai così bene, ti amo così tanto!!! Mmmmmmm, rispose Alex, non volendo distogliere la bocca dal muffy bagnato del suo amante!!! Lauren e Alexandra, amanti da un anno e coinquiline da sei mesi sei mesi, entrambe a ventidue anni, innamorate per la prima volta nella loro vita e affamate l'una dell'altra come solo i giovani amanti sanno essere! Lauren ha inarcato la schiena mentre spingeva forte il suo inguine nella bocca del suo amante, godendosi l'incredibile sensazione di farsi succhiare la vagina...

893 I più visti

Likes 0

Solo a Tokyo con due cuccioli

Mi chiamo Junjio. Ho 34 anni e vivo da solo in un piccolo appartamento di Tokyo. Molte giornate passano veloci, lavorative, e poi le serate lente e noiose. Sono stato solo per molto tempo, senza una vera famiglia nelle vicinanze, o contatti con amici o un ragazzo da un paio d'anni. È così per molti abitanti delle città nel Giappone moderno. È andato così male per me, che mi sono ritrovato a impazzire, a pensare ogni sorta di strani pensieri, a perdermi nel mio spazio per anni, e alla fine ho comprato un animale domestico. Non mi piacevano molto gli animali...

866 I più visti

Likes 0

L'inizio della fine_(0)

Fece un respiro lento e profondo e si morse le sue deliziose labbra rosso ciliegia. Come sono finito in questo? lei ha pensato. I suoi morbidi capelli biondo sporco pendevano sui suoi angelici occhi verdi. Julia prese il telefono e lo aprì. Ha letto il messaggio più e più volte. Incontriamoci al parco a meno che tu non voglia essere conosciuto come la puttana della città - Chris Adesso il suo cuore batteva forte. Proprio in quel momento arrivò un altro messaggio. Julia, se non esci di casa entro cinque minuti, mamma e papà si arrabbieranno molto con te... ovviamente sono...

775 I più visti

Likes 0

Lezioni dall'aia, parte IV

Bobby entrò per primo nella doccia con il suo nuovo marito proprio dietro di lei. Junior si rannicchiò accanto a lei da dietro e le mise le braccia intorno alle spalle, abbracciandola nel modo più amorevole. Si erano sposati da meno di un giorno e lui le aveva dichiarato il suo amore tante volte e in tanti modi. Adorava assolutamente la sua giovane moglie e ora più che mai si sarebbe assicurato che non le accadesse mai nulla perché, dopo tutto, stava aspettando suo figlio. Si sono sposati quella mattina a casa sua in modo che il loro bambino avesse il...

399 I più visti

Likes 0

Lascia che piova - 4

Per la prima volta in una settimana, quando mi sono svegliato, mi sembrava di avere avuto la stessa sensazione delle donne a letto della sera prima. Quando li ho scossi leggermente, si sono accoccolati un po’ più vicini e non si sono svegliati. Ho pensato che finché avessero voluto premere la loro calda carne da ragazza contro di me avrei potuto anche godermelo e ho chiuso gli occhi. Quando mi sono svegliato di nuovo è stato con un paio di labbra sul mio cazzo e un altro paio sui miei testicoli. Stavano facendo un ottimo lavoro e in pochi minuti ho...

423 I più visti

Likes 0

La mia vita segreta - Prefazione

La mia vita segreta PREFAZIONE Ho cominciato queste memorie quando avevo circa venticinque anni, avendo tenuto fin da giovane una specie di diario, che forse per abitudine mi ha fatto pensare di registrare la mia vita interiore e segreta. Quando lo cominciai, non avevo quasi letto un libro osceno, nessuno dei quali, eccetto Fanny Hill, mi sembrava veritiero: così era, e lo è ancora; gli altri che raccontavano di erotismo ricercato o di smisurate potenze copulative, di strane svolte, trucchi e fantasie di voluttà matura e lascivia filosofica, sembravano alla mia relativa ignoranza come immaginazioni oscene o invenzioni bugiarde, non degne...

348 I più visti

Likes 0

Il mio primo fidanzato 3

Tornato di sotto, Sam ha messo un po' di musica sullo stereo in soggiorno e mi ha detto di ballare per lui. Si sedette sul divano con le gambe divaricate e le mani sull'inguine mentre io barcollavo, cercando di ballare. Non è stato facile sui tacchi a spillo, sulla moquette e più volte ho quasi perso l’equilibrio e sono caduta. Ogni volta che stavo per inciampare, il sorriso del mio fratellastro si alzava leggermente. Ogni tanto mi diceva di fare qualcosa del tipo: Strofinati le tette e fammi vedere che puttana sei oppure Girati e piegati, così posso dare un'occhiata a...

322 I più visti

Likes 0

Broken Birds, Parte 37, Uno spazio nel tempo / Epilogo

Parte 37 Uno spazio nel tempo Epilogo L'elicottero di emergenza ha urlato per tutta la notte. Michael, Jennifer, Beth e Kat erano a bordo. Il dottore che Jennifer aveva di guardia non era potuto venire. Era ubriaco. La consegna è iniziata normalmente. Poi Kat ha cominciato a sanguinare gravemente. Barbara l'aveva già visto. Ha dato suggerimenti che Jennifer ha immediatamente implementato, scoprendo quanto preziosa fosse diventata l'esperienza ginecologica e neonatale di Barbara. Barbara è rimasta indietro a causa delle condizioni e dello stress di Jan. Il terrore attanagliò l'harem. Si sedettero intorno all'enorme soggiorno principale. Cercavano in Barbara consolazione e informazioni...

2K I più visti

Likes 1

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.