Il marine di Becky, parte 4

603Report
Il marine di Becky, parte 4

Capitolo 4



Erano passati quasi 2 mesi dal mio appuntamento con Becky, che si è rivelata probabilmente la notte più incredibile della mia vita. Mi sono seduto nella baracca del fumo al lavoro, godendomi una pausa dal trambusto di un turno di mercoledì quando il mio telefono ha squillato. Ho controllato l'ID chiamato e ho visto che era Becky.

"Ciao"

"Ei, tu"

"Che cosa succede?"

"Niente, stavo solo dando una mano in una fattoria di amici e ho pensato di fare una pausa e chiamarti. Come va il lavoro?"

"Sta andando. Sono stato un po' occupato oggi, ma niente che non possa gestire. Cosa fai stasera?"

"Probabilmente c'è Smokey. Ci sarai?"

"Per un po', ma non posso restare troppo perché domani lavoro."

"Quando parti di nuovo?"

"Finisco giovedì sera. Poi torno lunedì sera per gli straordinari."

"Sembra fantastico"

"È sarcasmo quello che sto sentendo?"

"Forse. Dovremmo andare ad un altro appuntamento"

"Sembra divertente. Cosa avevi in ​​mente?"

"Non lo so. Cosa vuoi fare?"

"Bene, il ballo del Corpo dei Marines si avvicina. Vuoi accompagnarmi?"

"Forse, quando è?"

"Beh, il compleanno del Corpo dei Marines è il 10 novembre, ma il ballo non è fino al 12."

"Sembra divertente in realtà. Potrò incontrare ragazzi con cui sei stato schierato?"

"Probabilmente. Dipende da chi si presenta."

"Ok, è un appuntamento!"

"Fantastico, ti fornirò tutti i dettagli e ti terrò aggiornato su eventuali cambiamenti. Ora devo andare, tornare a lavorare come uno schiavo per l'uomo."

"Va bene, parla con te più tardi cane diavolo." Disse con una risata e riattaccò prima che potessi rispondere. Odiavo essere perseguitato dal diavolo. Era un nome datoci dai tedeschi dopo la battaglia di Belleau Wood ed è comunemente usato come motivazione per i marines. Il più delle volte è stato sentito proprio prima che uno si mettesse nei guai, come "hey diavolo cane, vieni qui!"

Le ho inviato per e-mail tutte le informazioni per il ballo e nel giro di pochi giorni ha scelto un vestito. Ho dovuto lavare a secco e preparare il mio vestito blues, il che ha richiesto la maggior parte di 2 giorni. Il ballo si sarebbe tenuto in un casinò fuori Temecula, in California, il che significava che dovevamo fare un viaggio. Avevo dei soldi da parte proprio per un evento del genere, quindi il 10 novembre siamo saliti su un aereo per LAX.

All'arrivo a Los Angeles, ho noleggiato un'auto e siamo andati al nostro hotel a Temecula, a circa un'ora da LAX. Quella sera abbiamo cenato bene e il giorno seguente siamo andati alla Knots Berry Farm per fare un giro sulle montagne russe. Ci ero stato molte volte prima nei 7 anni in cui ero di stanza a Pendleton, ma volevo assicurarmi che si divertisse.

Il giorno dopo abbiamo fatto colazione in un locale e alle 4:30 ci stavamo entrambi preparando per il ballo. Lei indossava un abito corto rosso e un paio di stivali neri, mentre io indossavo il mio abito blu. Avevo appena finito di mettermi tutto ma la mia giacca quando uscì dal bagno, i suoi stivali che tintinnavano sul pavimento di piastrelle attirarono la mia attenzione e alzai lo sguardo.

"Sei incantevole" dissi baciandole la mano.

"Anche tu non hai un brutto aspetto" disse guardandomi dall'alto in basso.

"Non ho nemmeno la giacca addosso e vuoi strapparmi questi vestiti? Aspetta più tardi e forse, se sei una brava ragazza, ti regalo qualcosa di speciale" dissi strizzando l'occhio. Mi ha dato uno schiaffo giocoso sul braccio e ha afferrato la mia giacca dalla gruccia.

Me lo tenne mentre lo indossavo e ne abbottonavo i bottoni, poi mi aiutò con il fermaglio del colletto. Mi voltai per guardarmi allo specchio e lei era in piedi dietro di me con le braccia intorno alla mia vita.

"Sei così bello" disse sorridendo

"Siamo una bella coppia, vero?"

"Sì, lo sappiamo. Cosa sono tutte quelle medaglie che hai?" Mi voltai in modo che potesse vederli. La maggior parte erano cose che richiedevano uno sforzo minimo o nullo, come le medaglie per la difesa nazionale e il dispiegamento del servizio marittimo. Mentre li studiava, si è imbattuta in 2 che sporgevano.

"Cosa sono questi due?" chiese indicando le due medaglie.

"Questa qui è la Bronze Star con la 'V' da combattimento e prova a indovinare cos'è."

"Quello è un cuore viola."

"Molto bene."

"Mi dici come li hai presi?"

"Questa, mia cara, è una storia per un'altra volta. Dobbiamo andare avanti."

Mi ha lanciato uno sguardo imbronciato e ha afferrato il suo cappotto. Ho preso il mio cappello ed eravamo fuori dalla porta. 20 minuti dopo siamo arrivati ​​al casinò. Abbiamo seguito le indicazioni per l'evento e ci siamo ritrovati in una grande sala da ballo con una pista da ballo in legno al centro e grandi tavoli rotondi e sedie tutt'intorno. Contro la parete di sinistra c'era un bar pieno e diversi tavoli pieni di cibo. Il resto della stanza era decorato con piante in vaso e diverse immagini di paesaggi e luoghi lontani.

Ci stavamo guardando intorno, cercando di decidere dove sederci quando ho sentito una voce familiare.

"Porca miseria su un singolo Batman! È Drew?"

Due marines stavano camminando verso di noi, uno aveva le insegne di un caporale e l'altro portava il singolo chevron di un PFC. Il caporale era alto circa 5'11 con capelli castani tagliati corti e una faccia piuttosto da ragazzo, mentre il PFC era solo circa 5'7 con capelli biondi corti e una cicatrice sulla guancia che andava dall'angolo del labbro all'orecchio.

"Perché se non è il piccolo soldato scelto Tyler, ormai cresciuto." dissi voltandomi verso la coppia di Marines.

"Quello è il caporale Tyler adesso" disse mentre si girava per mostrare i suoi gradi. "Quanto tempo è passato?"

"Almeno 2 anni. Troppo a lungo. Mio dio, dove sono le mie buone maniere, Becky questo è Ronny Tyler, Tyler questo è il mio accompagnatore Becky."

"Piacere di conoscerti" disse.

"Il piacere è davvero mio" disse con un sorriso.

"Ok, smettila di provarci con il mio appuntamento. So come stai."

"Non ho idea di cosa tu stia parlando" disse con uno sguardo sarcastico sul viso.

"Oh sì che lo fai. Ti fotterai qualsiasi cosa si muova."

"Niente, solo la maggior parte delle cose."

Abbiamo riso come se non avessimo trascorso del tempo separati. Ho guardato il giovane marine in piedi con Tyler. Non aveva detto una parola e, a giudicare dalla sua mancanza di nastri, era appena uscito dal campo di addestramento.

"Ehi amico, sono Andrew, ma quasi tutti qui mi chiamano Drew, e questo è il mio appuntamento, Becky." dissi presentando la mia mano.

"PFC Ryan Schmidt, piacere di conoscerla Sergente." Ci strinse la mano nervosamente.

"Wow, non mi chiamo così da molto tempo. Non devi rivolgerti a me per grado, sono fuori da 3 anni ormai."

"Ricevuto. Piacere di conoscervi entrambi."

"Dove pensavi di far sedere Drew?" chiese Tyler.

"Ovunque sia l'uomo intelligente. Preferibilmente vicino al bar."

Abbiamo trovato un tavolo lungo il muro vicino al bar e abbiamo ordinato un giro di drink. Sfortunatamente per Ryan, era troppo giovane per bere, quindi ha preso una Coca-Cola. Abbiamo chiacchierato e mangiato qualcosa prima dell'inizio della cerimonia, raccontando vecchie storie di guerra e storie di baldoria da ubriachi, con grande imbarazzo di molte persone. La cerimonia è iniziata con le parole dell'ufficiale in comando.

"Benvenuti Marines e ospiti d'onore, al ballo di compleanno del Bravo Battery Marine Corps. Siamo lieti che possiate unirvi a noi in questo, il nostro 240° compleanno."

Ha ricevuto un breve applauso prima di continuare. Ha tenuto un breve discorso oltre alla lettura tradizionale delle osservazioni del comandante e dell'ordine 47 del Corpo dei Marines. Quando ha finito, un paio di ristoratori ha tirato fuori una grande torta a 5 livelli che è stata tagliata dai Marines più anziani e più giovani presenti.

Quando la cerimonia è finita, la musica ha iniziato a suonare e la gente ha iniziato a ballare. Dopo diverse canzoni, il DJ ha invitato tutte le coppie a ballare.

"Andiamo" disse Becky mentre mi tirava su dalla sedia, ricevendo risate da alcuni dei ragazzi.

"Sto arrivando, sto arrivando." dissi mentre ci conduceva sulla pista da ballo.

La musica è iniziata e abbiamo iniziato a ballare, perdendoci rapidamente l'uno nell'altro.

"Ti stai divertendo?" chiesi mentre ballavamo.

"Mi sto divertendo molto. È divertente vederti con tutti i tuoi vecchi amici."

"Sono contento che ti stia divertendo."

"Ci stanno tutti guardando." Fece un cenno con la testa verso il nostro tavolo.

"Bene, diamo loro qualcosa da guardare a bocca aperta." L'ho sollevata da terra e l'ho baciata. Ci siamo baciati per non so quanto tempo ma ricordo che lei alzava le gambe e noi ci giravamo intorno.

L'ho rimessa giù quando la canzone è finita e siamo tornati al tavolo tra applausi e fischi.

"Buono a sapersi che Drew ce l'ha ancora." ha detto Tyler dandomi una pacca sulla schiena. Becky ci guardò perplessa.

"Ha ancora cosa?" Lei chiese

"La capacità di far sentire il resto di noi inferiori."

Lei sorrise, il che mi fece sorridere. Tyler ha colto l'intero momento.

"Dovremmo uh, lasciarvi soli?"

Gli ho dato un leggero pugno sul braccio e abbiamo riso tutti. Abbiamo ordinato un ultimo giro di drink e Tyler ha rubato Becky per un ballo. Per quanto merda dia a Tyler, è un brav'uomo e gli affido la mia vita. Li vedevo parlare mentre ballavano.

Quando la canzone finì Becky si avvicinò e mi baciò. "Devo andare nella stanza delle bambine, torno subito."

Prima che potessi dire qualsiasi cosa ci ha urlato Tyler. "Hey Drew, abbiamo dei sigari, vieni?"

Ho guardato Becky, che mi ha appena sorriso e ha detto "vai avanti, ti raggiungo".

"Sei sicuro? Posso aspettarti. Non andranno da nessuna parte."

"Dai, goditela finché dura."

"Ci vediamo tra poco" dissi mentre ci separavamo. Siamo andati a una serie di panchine e abbiamo acceso i nostri sigari. Tyler è stato il primo a parlare.

"È una donna fantastica quella che hai Drew. Le piaci davvero."

"Di cosa avete parlato mentre ballavate?"

"Prima di tutto tu. Non riusciva a smettere di parlare di te. Mi sembra che sia innamorata."

Potrebbe davvero essere innamorata di me? Mi ero innamorato di lei, ma non avrei detto nulla finché non avessi saputo come si sentiva. Forse glielo chiederei più tardi.

"Terra a Drew, ciao?!? Ci sei!?"

"Eh? Oh, scusa. Cosa stavi dicendo?"

"Stavo dicendo, devi prenderlo."

"L'ho avuto, ed è stato fantastico."

"Scommetto, ma intendevo su una base più permanente."

Proprio in quel momento Becky entrò dalla porta per unirsi a noi. Si avvicinò e mi mise un braccio intorno al petto.

"Cosa succede ragazzi?" Becky aveva di nuovo quel sorriso stampato in faccia. Adoro quel sorriso.

"Stavamo solo parlando di te in realtà." Tyler ha detto una questione di fatto.

"Oh davvero? Qualcosa di buono?"

"Sto solo dicendo che sei un'ottima presa per Drew. Ha avuto così tanta sfortuna in passato che era ora che trovasse qualcosa di buono."

"Beh, non ci frequentiamo ancora, ma faccio quello che posso per prendermi cura di lui." Mi strinse forte in un abbraccio laterale e mi guardò. Ci siamo persi per un secondo l'uno negli occhi dell'altro finché Tyler non ci ha riportato indietro.

"Beh, baciala."

Abbiamo dato un bacio appassionato finché Tyler non si è schiarito la gola, ricordandoci dov'eravamo.

"Sei sicuro che voi due non state insieme?"

"Non ancora." Ha detto di nuovo. Potrei giurare di averla sentita prestare particolare attenzione a "ancora".

Mi guardò con la lussuria negli occhi. Non avevo bisogno di altri segnali.

"Va bene Tyler, dovremmo muoverci. Devo portarla a letto."

"Non svegliare i vicini" disse strizzando l'occhio.

"Vicini? Sto cercando di svegliare i morti!" Ha richiamato mentre ci allontanavamo. Tornammo in albergo e le raccontai alcune storie di Tyler quando era più giovane e molto meno mondano. Siamo tornati in albergo alla stessa ora di una coppia di anziani. Il marito ci notò e si avvicinò mentre Becky scendeva dall'auto.

"Sempre fi figlio!" Disse con una voce come la ghiaia.

"Semper fi signore. Come va stasera?"

"Oh, stiamo bene, siamo appena tornati da un matrimonio. Siete appena tornati dal ballo?"

"Sì signore, cerco di farli quando posso."

"Beh, volevo solo ringraziarvi per il vostro servizio al nostro paese. Buona notte a voi due." Fece per allontanarsi ma Becky lo fermò.

"Scusi signore, potrebbe farci una foto insieme?" Becky gli porse una macchina fotografica usa e getta.

"Certo. Voi due siete una bella coppia."

Ha sorriso al suo complimento e abbiamo posato per la foto. Restituì la macchina fotografica a Becky, lo ringraziammo e tornammo nella nostra stanza. Becky andò subito alla sua borsa e ne prese la custodia di un CD.

"Prima di toglierti quell'uniforme sexy, un altro ballo."

Sospirai un po' nella mia testa. Quell'uniforme sembra dannatamente bella, ma è terribilmente scomoda, ma come potrei dirle di no.

"OK, un altro ballo."

Sorrise e mise un CD nel suo lettore portatile, lo collegò ad alcuni altoparlanti e premette play. Riconobbi subito la canzone, era una canzone di Toby Keith, 'non dovresti baciarmi così'.

Abbiamo ballato al ritmo della musica fino al ritornello. Stavo per iniziare a cantare insieme a lei, ma lei mi interruppe con un bacio. La musica suonava..

«Non dovresti baciarmi così
A meno che tu non lo intenda così
Perché mi limiterò a chiudere gli occhi
E non saprò dove sono
Ci perderemo su questa pista da ballo
Girando intorno
E intorno
E intorno
E intorno'

Ha rotto il bacio e abbiamo cantato insieme..

«Adesso ci stanno tutti guardando
Pensano che ci stiamo innamorando
Non crederebbero mai che siamo solo amici
Quando mi baci così
Penso che intendi così
Se lo fai baby baciami di nuovo'

È stato fantastico, ci siamo baciati entrambi dopo l'ultima riga del ritornello. È stato magico. Abbiamo ballato insieme fino alla fine della canzone, poi lei mi ha aiutato a togliermi la divisa. Ho appeso la giacca e mi sono voltato per vederla china sul letto che mi scuoteva il culo e sorrideva.

Mi inginocchiai e le afferrai il sedere, sentendo il morbido tessuto del suo vestito rosso così come la fermezza del suo sedere. Inarcò leggermente la schiena, "ooh, qualcuno si sente vivace."

"Beh, io sono un ragazzo. Tendo ad essere arrapato l'85% delle volte."

"E l'altro 15%?"

"O mangio o dormo."

Rise finché non le feci scivolare lentamente il vestito fino alla parte bassa della schiena, poi mi guardò con un sorrisetto malizioso.

"Nessuna mutandina vedo. Qualcuno deve aver pensato che sarebbe stato fortunato stasera.."

"Mi rifiuteresti?"

"Mai"

Storie simili

Famiglia adottiva Capitolo 9

Ehi ragazzi, scusate per quanto tempo è passato. Spero vi piaccia ^_^ Si applicano le stesse note. Questo è un lavoro di FICTION qualsiasi parvenza di eventi reali è del tutto una coincidenza. Se hai meno di 18 anni (o 21 a seconda di dove ti trovi) o se è illegale per te leggere questo per qualsiasi motivo, o se il sesso tra ragazzi/uomini ti offende comunque, per favore non leggere. altrimenti buon divertimento! ________________________________________________________________________________ Capitolo 9 Positivo. Quell'unica parola rimase nella testa dei ragazzi per il resto della notte. Nessuno dei due ragazzi riuscì a dormire quella notte, con loro...

2K I più visti

Likes 0

Il compagno del campione 12

La tarda estate al Menthino è stata un periodo intenso. Kaarthen si ritrovò nella gigantesca stanza della mappa del palazzo. L'intero piano era un'immagine in movimento in tempo reale di Menthino, scale su rulli e tavoli cartografici su ruote erano lungo le pareti. Marcos era vestito in modo quasi casual con una camicia di seta verde scuro e pantaloni neri Safi. La regina e due principesse, Saliss la più anziana e Ruegin, ascoltavano con lei i piani annuali di migrazione dalle vaste pianure alluvionali a Cardin. Tre Hjordis in nero Safi con i capelli raccolti in chignon stretti stavano lungo il...

2K I più visti

Likes 0

L'amore è tutto ciò che conta pt2 - Nuovo dipendente, vecchie abitudini

Ero a casa ad aprire la porta, entrando nel mio appartamento quando il mio cellulare ha ronzato, mi infilo in tasca per prenderlo e controllare chi fosse a quest'ora, Jessy. Il messaggio diceva: Scusa :( te lo devo, la prossima volta puoi scegliere un film. Forse scegline uno con più azione, così non mi addormento Ho sorriso al messaggio e mi sono spogliato preparandomi per andare a letto, mi sono lavato i denti e sono andato in toillete tirando fuori il mio cazzo e mirando con i miei occhi assonnati, una mano che scriveva a Jess l'altra che mi teneva il...

1.9K I più visti

Likes 0

Il papà del mio amico 8

Il giorno dopo era normale come al solito. Sono andato a scuola con Jeanette e abbiamo studiato nella sua stanza dopo i reparti, ma ovviamente entrambi avevamo qualcos'altro in mente che sarebbe stato archiviato sotto Cattivo se capisci cosa intendo. Ti sei davvero masturbato mentre ci guardavi? Ho chiesto. Sì, era davvero fottutamente caldo. Voglio dire, ti stava arando come un matto. Sono sorpreso che i vicini non si stiano lamentando con noi in questo momento. Voglio dire, guardandoti, non avrei idea che ti lamentassi così molto quando hai fatto sesso. Voglio dire, dannazione mia signora, se non ti conoscessi meglio...

1.9K I più visti

Likes 0

diario di una casalinga. prima parte.

Sposarsi ha causato molto stress nelle nostre vite. Rick si rifiuta di lasciarmi lavorare, e anche con una nuova casa in città (in una zona a basso reddito) e le bollette che accumulano si rifiuta di muoversi. Smorza la nostra relazione e ci mette a dura prova emotivamente e sessualmente. È costantemente al lavoro. Lo stress gli rende difficile essere affettuoso. Vedi dove sta andando. Sono una brava ragazza. E una buona moglie. Ho cercato per settimane di soddisfarlo. Ogni mattina lo succhiavo a secco. Quando è tornato a casa tardi, ho messo da parte i miei bisogni e l'ho succhiato...

1.9K I più visti

Likes 1

Divertimento con Steve II

A casa da solo Sono passati circa quattro mesi da quando io e Mark ci divertivamo negli spogliatoi, e abbiamo deciso che sarebbe stato meglio se nessuno avesse scoperto le nostre attività, quindi eccoci qui, a cogliere ogni occasione possibile per stare insieme. Questo fine settimana in particolare mia madre e mio padre saranno fuori per tutto il sabato, quindi ho chiesto a Mark di venire, i miei genitori non hanno problemi con Mark che viene a trovarci ma ci controllano sempre ogni dieci minuti, quindi è impossibile diventiamo un po 'selvaggi con lui, normalmente ci sediamo sul mio letto di...

2K I più visti

Likes 0

Circostanze diverse parte 2

Disclaimer: non possiedo Pokemon, nessun personaggio e Pokemon lì dentro. Sai, solo per coprirmi il culo in caso. Meglio prevenire che curare. Nota dell'autore: grazie a tutte le persone che hanno letto il primo capitolo. Questo capitolo è stato molto più lungo di quanto mi aspettassi. Divertiti! –––––––– 'Caro Nicola, È tua sorella, Julian! Ho inviato questa lettera di Taillow perché era più veloce e per congratularmi con te per aver superato l'Accademia Pokemon! Papà dice che hai fatto degli esami orribili...' “Non ho fatto così male. Almeno sono passato..” borbotta Nicholas, continuando a leggere la lettera che gli era stata...

1.9K I più visti

Likes 0

Ragazzone 1

BigBoy 1 modifica 2 ​Alla fine degli anni settanta, dopo aver divorziato dalla mia seconda moglie, ho iniziato a picchiare di nuovo la scena della festa.. Ho incontrato questa donna in un bar una notte, mi sono fatta abbastanza ubriaca e arrapata, quindi noi deciso di andare a casa mia.. Lungo la strada passammo davanti a un negozio di libri per adulti, Mi ha chiesto se ero mai stato lì e ovviamente ho detto di sì perché il il proprietario era un cliente e un amico.. Ha detto che non era mai stata perché era troppo timida per andare da sola...

2K I più visti

Likes 0

I sogni di Ashley

Tutti i nomi e la posizione sono stati modificati Fatemi sapere come vi piace la storia. Questa è la mia prima storia qui. ================================= Quando ho posato gli occhi su Ashley per la prima volta ero in seconda media. Eravamo giovani. I miei primi veri sentimenti sono iniziati in prima media. Il suo compleanno è stato 2 settimane prima del mio. Quando ho compiuto 16 anni ho organizzato una grande festa. E, naturalmente, Ashley era lì. Negli anni in cui sono stata una delle sue migliori amiche, lei non era della nostra città, si è trasferita dalla Florida al suo settimo...

2K I più visti

Likes 1

L'ultima speranza bianca (Capitolo 1)

Questa è una storia di fantasia sul diventare presidente del nostro paese. È una sorta di parallelo con la nostra storia e la nostra linea temporale. Il primo capitolo riguarda lo sviluppo del personaggio principale Alcune informazioni di base su di me prima di entrare troppo nella storia. Mi chiamo Stewart Thomas Whitteman. Faccio il mio secondo nome e tutti mi chiamano Tom. Odio il nome Stewart. Era il nome preferito dello zio di mia madre. Sono nato il 5 maggio 1955. Sono alto un metro e ottanta, peso 210 libbre, ho i capelli e gli occhi castani. Mi alleno regolarmente...

1.9K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.