Water Park love parte 4: L'imbarazzo

735Report
Water Park love parte 4: L'imbarazzo

Nota: questa è una continuazione di me e Mark. Sta dormendo proprio accanto a me mentre lo vedo bene, eravamo in spiaggia in vacanza

Dopo quella notte in barca non avevo visto molto di Mark. Siamo andati sull'isola, ci siamo accampati per alcuni giorni, abbiamo fatto un sacco di sesso appassionato e poi siamo tornati a casa.

Ma c'era una ragione per il lungo silenzio tra noi, quando arrivammo nella sua cabina, le cose andarono in pezzi. quando li abbiamo presi sono andato in cabina a farmi una doccia. Quando sono uscito sono andato in soggiorno e l'ho trovato sanguinante dalla mano e nel lavandino. Mi sono precipitato da lui e ho cercato di aiutarlo, ma lui mi ha respinto. "Cosa è successo, voglio aiutare!" Ho pianto. "Ora vuoi aiutare, cazzo? Sei scappato via e ho dovuto ormeggiare la barca! Una corda è scivolata fuori e mi ha praticamente strappato via la pelle!"

Da lì c'erano serie di me che dicevo mi dispiace e le bombe atomiche sono appena andate da lì. Ho fatto le valigie e sono corsa a casa nella mia periferia, aspettando di vedere il cancello in ferro battuto che era la mia comunità recintata. non riuscivo a pensare. Gli avevo mandato un messaggio, ma non ho mai ricevuto risposta.

Sono passate alcune settimane e tutto quello che ho fatto è stato rinchiuso nella mia stanza, i miei genitori non erano ancora a casa. Ho deciso di emergere dall'ombra e fare qualcosa. Salii in macchina e andai al centro commerciale. Ho comprato tutto. I miei genitori mi avevano detto che se fossi andato tutto il tempo se ne fossero andati senza fare la spesa o comprare nulla (tranne il cibo) Che la settimana in cui sarebbero tornati, avrei potuto fare la spesa con un limite di 5000. (Lo so, sono estremamente sontuosi)

Non so nemmeno cosa ho comprato, ho solo vestiti, elettronica, un nuovo macbook e alcuni occhiali da sole Louis Vuitton per mia madre. Semplicemente non sapevo cosa fare. L'acquisto mi stava facendo sentire meglio però. Un'ora prima della chiusura del centro commerciale mi sono precipitato al parcheggio, ero stato loro tutto il giorno.

Quando sono arrivato alla mia macchina, ho sollevato il bagagliaio e ci ho buttato dentro le mie cose, l'ho chiuso e ho fatto il giro della macchina fino al posto di guida. Mentre stavo salendo, ho visto due persone baciarsi. "Uomo" ho pensato. Questa cosa mi seguiva ovunque. "Apetta un minuto!" Ho pianto. Alzai lo sguardo e capii perché questi due stavano attirando così tanta attenzione. Erano Mark e quella puttanella del parco acquatico. Non so cosa mi abbia scioccato di più, il fatto che la stesse baciando, o il fatto che lei pensasse che fosse etero! ma poi di nuovo, chi se ne frega del corpo di quel ragazzo.

Alzò lo sguardo e si allontanò. Era sbalordito, ma conoscevo quello sguardo. Voleva assicurarsi che non lo avrei smascherato. Non preoccuparti, non sono così crudele, borbottai. Sono scappato via.

È stato un miracolo che sono tornato a casa senza incidenti. La velocità che stavo guidando era folle. Ho gettato le mie cose nella mia stanza, mi sono lasciata cadere sul letto e ho iniziato a singhiozzare.

Mi sono svegliato al rumore. Sono saltato giù dal letto. Chi c'era? "Ciao" ho chiamato. "Jeremy tesoro! Sei tu?" Ho sentito la voce familiare di mia madre. "Mamma" ho pianto di sorpresa. "Pensavo che non dovessi tornare fino a martedì!" "Beh, tuo padre voleva tornare qualche giorno prima, stava arrivando una tempesta, anche se erano solo poche nuvole." lei disse.

Ero così felice che fossero a casa. Le ho dato gli occhiali da sole che le avevo comprato e lei era perplessa. ha preso in giro il modo in cui ho speso i miei soldi per lei. Ho riso, ma non avevo ancora la testa lontana da lei. "Jeremy" chiamò mia madre "Fai le valigie domani perché andremo a casa di una persona che abbiamo incontrato mentre eravamo in Europa, siamo diventati davvero buoni amici. Partiamo domani sera" Fantastico, proprio quello di cui ho bisogno. Forse mi distrarrà dalle cose.

Quella notte mentre andavo a letto ho singhiozzato di nuovo. Ero patetico e debole e lui era grosso, caldo, attraente e forte.

Mentre gettavo la mia borsa nella BMW di mio padre, ho fatto un respiro profondo. Sono salito in macchina e quando siamo partiti mi sono addormentato poco dopo. Il viaggio è durato circa 7 ore e ho dormito per tutto il tempo. Quando mi sono svegliato era notte, sono inciampato intontito verso la porta e un uomo e una donna hanno risposto che mi hanno mostrato la mia stanza e mi sono lasciato cadere sul letto. mi hanno detto che stavo condividendo con il loro bambino, ma non riuscivo a ricordare tutti i dettagli e non stavo nemmeno prestando attenzione. Più tardi quella notte qualcuno è strisciato nel letto, ma non ho prestato molta attenzione.

Mi sono svegliato con il sole in faccia. Quando i miei occhi si sono adattati, ho visto quello che sembrava un ponte di fronte a una bellissima spiaggia. La stanza in cui mi trovavo era degna di un re. Ho sentito respirare accanto a me e sono andato fuori di testa, dimenticando che qualcuno era in camera con me. Mi sono girato e sono andato fuori di testa. Di fronte a me c'erano gli addominali e il torso familiari dell'uomo che un tempo amavo. Aveva il viso coperto da un cuscino e dormiva profondamente. Mi sono precipitato in bagno nel corridoio e mi sono spruzzato dell'acqua in faccia.

Sono andato in cucina e mi sono seduto. I miei genitori e un'altra coppia erano lì. La donna mi ha consegnato un piatto e ha detto: "Ciao, sono Trish e questo è mio marito James. Abbiamo incontrato i tuoi genitori in Italia e ci siamo trovati bene", ha detto. "Ehi ragazzi" disse una voce mentre inciampava in cucina stropicciandosi gli occhi. "Oh hey dolcezza" disse Trish "Mark, questo è Jeremy, il figlio di Tim e Lisa, JEremy questo è nostro figlio Mark" Si fermò e alzò lo sguardo con gli occhi spalancati. "Piccolo mondo" borbottò. "Piacere di conoscerti" dissi mentre spingevo la sedia fuori e andavo in bagno chiudendomi la porta alle spalle. Mi sono tolto i vestiti, ho indossato dei pantaloncini da corsa e le mie scarpe da corsa e sono corso fuori dalla porta.

Corsi lungo lo sviluppo, lasciando che la brezza marina mi sferzasse il viso e mi scorresse tra i capelli. Ho corso più lontano e più veloce, non sapendo dove stavo andando. Alla fine sono finito sulla spiaggia. Corsi sulla sabbia, inciampando e armeggiando tra le dune. Sono caduto in ginocchio e l'acqua mi ha portato via. Galleggiavo in cima e urlavo e singhiozzavo. L'acqua salata scorreva dentro e fuori dalla mia bocca. Tornai a riva a nuoto e mi sdraiai lì.

Ho sentito un'enorme coperta avvolgermi intorno e ho lasciato che i brividi si impossessassero del mio corpo. Ho scosso e tremato e all'improvviso sono stato trattenuto. Qualcuno è venuto sotto la coperta e mi ha stretto forte. La sicurezza in questo mi ha solo fatto rabbrividire di più e singhiozzare più forte. Mi sono addormentato.

Mi sono svegliato solo trenta minuti dopo ed ero ancora trattenuto. Ho deciso che era dannatamente inquietante che non sapessi chi mi stava tenendo. Mi voltai e guardai in alto. Non era altro che lui. Ho iniziato a picchiargli il petto e a piangere più forte. Balzai in piedi e cominciai a correre. Lui seguì. Corsi lungo l'estremità della spiaggia finché non trovai un'insenatura tra le rocce e mi tuffai dentro. È entrato e mi ha bloccato contro il muro mentre lottavo singhiozzando. "Calmati" disse con fermezza ma confortante.

Dopo qualche altro minuto i miei singhiozzi si trasformarono in piagnucolii. "Cosa vuoi" balbettai. "Tu" disse mentre premeva le sue labbra contro le mie. "Mi allontanai ma ero ancora nella sua stretta. "NO! non scrivi o chiami e non ti sento da settimane. Allora l'unica volta che ti vedo è quando ti pomicii con una bimba. Vaffanculo e allontanati da me." "Ascolta. Ti amo. Sono esploso e non avrei dovuto lasciare che accadesse. Dopo quella fantastica settimana sull'isola ho lottato con il mio amore per te. Non avevo mai provato niente del genere e semplicemente non sapevo che fosse con un ragazzo. Sono andato da lei per provare a vedere se ero etero o no. Ho scoperto che non lo sono e che sarai sempre e per sempre l'unico per me ", ha detto. E con ciò mi ha spinto giù, mi è saltato sopra e ha iniziato a pomiciare furiosamente con me.

Ho risposto e gli ho messo la lingua in bocca. Mi baciò con passione e desiderio. Fece scorrere le mani su e giù per il mio corpo. Si staccò quel tanto che bastava per sussurrarmi. "Dopo tutto quello che ti ho fatto, questo sesso, su questa spiaggia, è solo per te" disse. E con ciò ha baciato il mio corpo prendendo un interesse speciale per i miei capezzoli. LUI fece roteare la lingua su di loro e li succhiò mandandomi in paradiso.
ha continuato a scendere fino a raggiungere i miei pantaloni. Si strappò i vestiti rivelando il suo bellissimo corpo che mi era mancato così tanto.

Mi ha tirato giù i pantaloni con i denti e ha iniziato a leccarmi e succhiarmi le palle. Lo ha fatto e poi si è trasferito sul mio cazzo. Ha mandato la bocca sul mio cazzo portando con sé tutti i miei 8 pollici e mezzo. Ondeggiava su e giù e faceva roteare la lingua su tutto il mio cazzo. Quando ho iniziato a irrigidirmi, si è fermato. Si è girato sulla schiena sdraiato e ha guidato il mio cazzo nel suo culo. Ho spinto dritto dentro e ho cominciato a martellarlo. Ha sollevato il suo cazzo mentre mi fissava dritto negli occhi sorridendo.

Dopo circa qualche minuto ho iniziato a irrigidirmi. Ha accelerato le sue gobbe e io mi sono spinto nel profondo e ho fatto esplodere il carico più grande della mia vita. Mi sono reso conto che non mi ero masturbato dal nostro litigio. Cominciò a soffiare il suo carico su tutto il petto e io gli caddi addosso. Lo sperma mi ha fatto scivolare lungo il suo corpo finché i nostri volti non si sono incontrati. Ci siamo baciati appassionatamente e siamo andati all'oceano per immergerci e lavarci. Quando siamo arrivati ​​a riva mi ha stretto forte, mi ha baciato sulle labbra e ha detto "Sono così gay per te"

Mentre correggo questa storia dalla mia memoria ancora fresca, l'intera cosa è accaduta oggi, guardo dall'alto in basso il mio uomo e dico "grazie a dio".

Fammi sapere cosa ne pensi! PS sembra così carino mentre dorme

Storie simili

Comprare vestiti con Christy

Ecco, prova questo. Gemendo, alzo con riluttanza le spalle e indosso una canottiera arancione fluorescente che è quanto di più lontano possibile dalla mia idea di moda. Contento? dico, cercando di non pensare alla mia abbronzatura da contadino. È incantevole, dice, sfoggiandomi il suo sorriso vincente, facendomi battere il cuore involontariamente. È stata un'idea di Christy andare a fare shopping. Non stiamo nemmeno uscendo insieme. Normalmente, una richiesta del genere sarebbe motivo di domanda “Cosa stiamo facendo qui?” tipo di conversazione, ma non è proprio lo stile di Christy. Quando decide di fare qualcosa, la fa. Questo, e lei mi ha...

382 I più visti

Likes 0

La prima volta che condivido mia moglie

Beh, davvero non so come iniziare questa storia, quindi entriamoci subito dentro. Questa è una vera storia vera che è accaduta e ora la condivido con tutti voi ragazzi. Dopo aver finito di leggere questa storia e sei interessato a foto o video, inviami un'e-mail a [email protected]. Quindi la mia storia è iniziata circa 2 anni dopo essermi sposata. Ma prima di entrare nei dettagli pesanti, lascia che ti spieghi di noi. Mi chiamo Ethan e sono un maschio ispanico di 25 anni e mia moglie Angelina è una femmina ispanica di 22 anni. Siamo usciti insieme dai tempi del liceo...

751 I più visti

Likes 0

Potrei aiutarti... Parte I

Io e la mia ragazza siamo sdraiati nel suo letto. Aveva 23 anni in quel momento, il suo nome è Tanya. Io ero nudo, lei indossava un top bianco attillato e una sottoveste di seta, anch'essa bianca. Adoravo il modo in cui i suoi grandi seni le riempivano la maglietta, i suoi capezzoli erano duri e spingevano ulteriormente la mia eccitazione. Come molte volte prima che guardassimo un film porno. Ma qualcosa di molto speciale era diverso quel giorno. Non eravamo soli... Mi chiamo Tomas, sono un ragazzo di 27 anni con i capelli biondi e gli occhi blu verdastri. Sono...

690 I più visti

Likes 0

Trappola nella grotta, parte 1

Trappola nella grotta, parte 1 Il viaggio d’affari di Jack Simon a Manila era andato bene. Il nuovo ufficio della sua azienda disponeva di personale adeguato per amministrare gli aspetti di sottoscrizione e riscossione della sua grande compagnia assicurativa. Si ricompensò prendendo un idrovolante per Okinawa per incontrare un vecchio amico della Marina. Craig era un ergastolano che era riuscito a rimanere a Okinawa per tre anni e conosceva bene la zona. Ha portato Jack a fare immersioni in posti che i turisti non hanno mai visto; sistemi di grotte su piccole isole che erano per lo più incontaminate dal mondo...

511 I più visti

Likes 0

Momenti divertenti con Romy

Mi chiamo Matteo, ho 18 anni. Sono solo il tuo ragazzo normale con i capelli biondi e gli occhiali. Alcuni potrebbero definirmi un nerd ma non sono d'accordo. Ho appena terminato l'allenamento in palestra e sono andato velocemente negli spogliatoi per rinfrescarmi. Appena aperta la doccia ho sentito un forte inciampo seguito da un urlo. Mi sono messo dei pantaloni e sono andato alla fonte del suono. Sembrava provenire dallo spogliatoio femminile. C'è qualcuno lì dentro? “Sì, per favore aiutami” Quando sono entrato sono rimasto scioccato nel vedere la mia amica di lunga data e compagna di palestra Romy, nuda e...

444 I più visti

Likes 0

Provare qualcosa di nuovo_(1)

Provare qualcosa di nuovo (terza persona) Toni e Justin sono appena tornati nel nuovo appartamento di lei e di sua sorella, Davina, dopo aver passato l'intera giornata a fare shopping al centro commerciale. Justin ha appena parlato a Toni di alcuni nuovi abiti ma non li aveva ancora visti su di lei. È stata una lunga giornata e sono entrambi stanchi. Beh, sembra che Davina non sia più a casa, dice Justin mentre entrano nell'appartamento. A Justin piace quando sono soli perché Davina è sempre ovunque e non permette loro di entrare in intimità. Capisco, esprime sarcastico Toni con un sorriso...

449 I più visti

Likes 0

Harry Potter Adventures: Capitolo 5 - Doppio problema

Questa storia non riflette gli atteggiamenti o i personaggi della serie Harry Potter, né ha alcuna affiliazione con l'autore. Capitolo 5 Novembre scese su Hogwarts e con esso arrivò anche la pioggia e perfino qualche fiocco di neve. Era l'ultima settimana di novembre e mancavano solo due settimane all'inizio delle vacanze di Natale. Ron cominciò a sentire tornare di nuovo il suo malumore. Era passato un mese dal suo divertimento con Lavanda e da allora si frequentavano. Sebbene il sesso fosse incredibile, non avevano molto in comune e Ron aveva iniziato a desiderare il suo vero amore; Hermione ancora una volta...

505 I più visti

Likes 0

Insegnante - 04 Giorno 1 – Pomeriggio a scuola

5----------Pranzo Finalmente arrivò l'ora di pranzo. Non era previsto che nessuno studente fosse nella sua stanza durante il pranzo. In genere, alcuni pranzavano e poi andavano nella sua stanza per fare i compiti. Laura poteva solo sperare in un pranzo tipico, ma finora tipico non era la parola che avrebbe usato per quella giornata. Si sentì sollevata quando all'inizio del ciclo si ritrovò tutta sola nella sua stanza. Appoggiò il panino sul vassoio del podio e notò il timer. Il timer del periodo mostrava 00:23:55 e il conto alla rovescia e il timer del suo footpad mostrava 00:23:55. Il timer della...

381 I più visti

Likes 0

Fidanzata trofeo parte 5

Fidanzata trofeo di Vanessa Evans Parte 5 VENERDÌ Il venerdì sera Caleb uscì con i suoi amici, presumibilmente a casa di uno dei ragazzi. Cora pensava che avrebbero giocato e che Caleb si sarebbe scopato Emily, Lucy o Willow. Non era preoccupata perché sapeva che sarebbe tornato a casa più tardi e avrebbe voluto scoparla. Cora è uscita con le sue amiche e hanno passato una bella serata tra ragazze. Cora ha ripetuto l'invito al barbecue e Wendy, Carol, Liz e Mary hanno detto che stavano ancora bene per la domenica. Quando Cora e Liz andarono in bagno, Liz chiese a...

446 I più visti

Likes 0

Festa dello sguardo

Londra è una bella città in cui vivere, soprattutto se sei uno studente che va all'università e ama le feste Non è una novità e lo sanno tutti. Così fanno tutti i proprietari. Con i loro prezzi folli, chiedono una stanza, a volte è difficile per gli studenti tenere il mento fuori dall'acqua, soprattutto se i loro genitori non sono di Knightsbridge, ad esempio. Ma come sempre ci sono alcune eccezioni. Fuori dal centro città, a poche miglia a nord di Westminster, dove in realtà ci sono diverse case che, diciamo, “fuori dall’ordinario”. Perché? Ebbene, dalle testimonianze di alcune delle cosiddette...

396 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.