Sesso in ufficio

705Report
Sesso in ufficio

Sesso in ufficio
Geoff posò la busta della posta sull'enorme scrivania dell'amministratore delegato. La pila aveva continuato a crescere nonostante l'intero posto di lavoro fosse stato ridotto a tre per la chiusura della settimana natalizia. Voltandosi per andarsene, trovò Stacey, la vivace receptionist, che gli bloccava l'uscita.

“Conosci Geoff,” disse giocherellando con i suoi capelli biondo perossido. “Mi sono sempre chiesto dei tuoi grandi piedi. È vero quello che dicono degli uomini e dei piedi grandi?

"Tu mi mostri il tuo e io ti mostrerò il mio", la risposta immediata di Geoff. Stacey sapeva che Natalie, l'amministratore senior, era impegnata sul retro. Sollevandosi la gonna al ginocchio accorciò la distanza tra loro. Geoff si slacciò la patta e fece dondolare la sua manichetta antincendio tra le gambe.

"Porca miseria", ansimò Stacey rivelando la sua fessura rasata. “È enorme, guardalo. Sei una specie di mostro. Rendendosi conto che il suo divagare mancava di tatto, chiuse la bocca e fissò.

"Puoi toccarlo", Geoff sorrise. Gli occhi di Stacey si spalancarono per l'eccitazione, si inginocchiò e afferrò l'asta del cazzo di Geoff. Le sue delicate dita ben curate rimpicciolirono mentre si avvolgevano attorno alla sua circonferenza.

Il pensiero di scoparsi Stacey stuzzicava i suoi sensi, il suo uccello si contorceva per l'anticipazione. «Oh», strillò Stacey, liberandolo dalla presa. "È vivo", ridacchiò ancora cercando di imitare un film horror vecchio stile.

"Succhialo", i desideri inconsci di Geoff espressero in modo incontrollabile. Fu allora che Stacey contemplò per la prima volta l'enorme organo di Geoff. Il pensiero che accende le sue passioni e alimenta il suo desiderio di malizia. Aggrappandosi con entrambe le mani, disse ubriaca alla testa. Il cazzo indurito aumenta il suo bisogno di prendere completamente questo mostro.

Il cazzo di Geoff era molto apprezzato dalle ragazze del suo quartiere, ma non avrebbe mai immaginato di scoparsi una ragazza di classe in ufficio. Di classe o meno, sapeva cosa voleva e dove metterlo. "Lo vuoi?" chiese consapevolmente. “Vuoi sentirlo dentro di te?”.

Stacey aveva raggiunto il punto in cui il desiderio superava la decenza e la passione la logica. Tutto quello su cui riusciva a concentrarsi era essere fottuta duramente da quella cosa. Allacciandosi la gonna e sfilandosi le mutandine si sedette sul bordo della scrivania. "Fuck me, fuck me good and hard", sibilò.

Geoff poteva vedere la sua pesca aperta gocciolare con la speranza di un'estasi peccaminosa. Poteva sentirlo anche lui, un desiderio dentro di lui di avere la stretta carne bagnata della sua figa che avvolgeva il suo cazzo indurito. Geoff l'ha spinta a riempirla oltre le sue capacità, il dolore l'ha trafitta dal basso e le endorfine l'hanno inondata dall'alto. Lo scontro dei sentimenti che genera un miscuglio di emozioni e piacevoli tormenti.

Mentre le picchiava la fica che si allungava, lei scivolò sulla superficie liscia della scrivania. "Scambiamoci, salgo sopra", disse Stacey senza fiato.

“Certo,” rispose Geoff abbassandosi i pantaloni e sdraiandosi sul pavimento. Stacey lo scavalcò, tenendogli il cazzo in posizione verticale, provando un grande piacere a scivolare lungo l'asta lucente. Ignari di ciò che li circondava, si scoparono l'un l'altro sviluppando i loro orgasmi furiosi.

Natalie poteva sentire il ritmo degli schiaffi sulla carne prima di raggiungere la porta aperta. Sbirciando poteva vedere i due membri dello staff scopare nell'ufficio del capo. Un treno di pensieri attraversò i tunnel della sua mente. Cosa fare? Ignorali, fermali, sfidali, unisciti a loro. Unisciti a loro - il pensiero che riecheggia nei tunnel che si svuotano. Natalie era una mamma affidabile e laboriosa che si era sacrificata per la sua famiglia senza mai mettersi al primo posto.

Dando un'altra occhiata alla porta, Natalie notò le dimensioni del bastone di Geoff. La statura di suo marito non ha mai raggiunto le profondità che Natalie desiderava. Qualche tempo fa ha preso un grosso dildo di gomma e nascosta nell'oscurità si martella sognando proprio questo momento. Allungò la parte anteriore dei suoi pantaloni elasticizzati e fece scivolare le dita nel calore del suo inguine. L'umidità si era inzuppata nelle sue mutandine sottili bagnandole la punta delle dita.

Gli anni avevano continuato a diminuire le speranze delle fantasie e dei sogni di Natalie. Non perdere questa opportunità inviata dal diavolo, pensò tra sé. Il cuore le martellava nel petto, le dita delle mani e dei piedi formicolavano per l'eccitazione. Potrebbe davvero farlo? Potrebbe davvero partecipare? In bilico sulla cuspide della porta, "Dai Nat, puoi farcela", sussurrò incoraggiante. Entrò con sicurezza nella stanza togliendosi i pantaloni e le mutande mentre andava. Il supervisore seminudo strappò i due amanti dai loro sogni erotici.

"Ehi!" esclamò Stacey venendo a patti con la sorpresa. Geoff giaceva a guardare la figa dai capelli selvaggi del suo supervisore, la sua bocca spalancata incapace di formare parole.

"Non si sa", ordinò Natalie mentre si sedeva sulla bocca ancora spalancata di Geoff. Natalie sussultava e si contorceva mentre lui le parlava, leccando i succhi crescenti. L'apparente gioia di Natalie, Stacey si sentiva abbastanza a suo agio per ricominciare. I tre hanno ballato al ritmo di una banda silenziosa impostando un tempo che li ha portati a un'estasi frenetica.

Stacey barcollò avanti e indietro spingendo più forte sulle ginocchia di Geoff. Il suo clitoride gli strofinava il tumulo pubico aggiungendo l'ultimo elemento necessario alla ricetta dell'orgasmo. Il cazzo di dimensioni letali di Geoff costretto nelle profondità del corpo di Stacey ha spinto fuori un orgasmo zampillante. "Oh fottuto Cristo," gemette mentre le braci dell'orgasmo si spegnevano.

Terminata l'avventura erotica, Stacey si fece da parte. Natalie si alzò e si chinò sulla scrivania esponendo la sua meritevole figa. Geoff non aveva bisogno di indicazioni, scivolando lungo il pozzo. Il cazzo bizzarro ha toccato profondità in Natalie che non erano mai state esplorate. La malvagità di tutto ciò spingeva la sua coscienza in un campo di oscuro estasi proibita. Il suo orgasmo era un caleidoscopio indimenticabile di emozioni ardenti.

Guardare l'orgasmo di questa elegante donna matura sotto il suo potere ha mandato Geoff oltre il limite. Ha tirato fuori e ha sparato fili di sperma sulle guance del culo bianco perla di Natalie. Notando che Stacey se n'era andata e sentendosi un po' a disagio, anche lui scivolò fuori dalla stanza. Natalie si è pulita e vestita assicurandosi che nulla fosse stato disturbato prima di andarsene.

Trascorsero sessanta secondi e il silenzioso ronzio della telecamera nascosta attivata dal movimento finì. Gli amministratori delegati sono persone attente e diffidenti.

Storie simili

Divertimento per il pigiama party_(0)

Se non credi nel materiale dei ragazzi questa non è una storia per te. Per favore, dammi un feedback perché questa è la mia prima storia. Ciao, sono Charlie. Sono un ragazzo di 14 anni con i capelli castani. Sono alto 1,70 e ragionevolmente magro. Ho gli occhi verde-blu e mi sono sempre considerata etero, ma ogni tanto fantastico sui ragazzi. Quindi vi racconterò una piccola storia di quello che è successo non molto tempo fa..... Erano le vacanze e finora mi ero rilassato, ma mi stavo annoiando, così ho chiamato due dei miei amici e ho chiesto loro se volevano...

426 I più visti

Likes 0

La prima volta che condivido mia moglie

Beh, davvero non so come iniziare questa storia, quindi entriamoci subito dentro. Questa è una vera storia vera che è accaduta e ora la condivido con tutti voi ragazzi. Dopo aver finito di leggere questa storia e sei interessato a foto o video, inviami un'e-mail a [email protected]. Quindi la mia storia è iniziata circa 2 anni dopo essermi sposata. Ma prima di entrare nei dettagli pesanti, lascia che ti spieghi di noi. Mi chiamo Ethan e sono un maschio ispanico di 25 anni e mia moglie Angelina è una femmina ispanica di 22 anni. Siamo usciti insieme dai tempi del liceo...

796 I più visti

Likes 0

Festa dello sguardo

Londra è una bella città in cui vivere, soprattutto se sei uno studente che va all'università e ama le feste Non è una novità e lo sanno tutti. Così fanno tutti i proprietari. Con i loro prezzi folli, chiedono una stanza, a volte è difficile per gli studenti tenere il mento fuori dall'acqua, soprattutto se i loro genitori non sono di Knightsbridge, ad esempio. Ma come sempre ci sono alcune eccezioni. Fuori dal centro città, a poche miglia a nord di Westminster, dove in realtà ci sono diverse case che, diciamo, “fuori dall’ordinario”. Perché? Ebbene, dalle testimonianze di alcune delle cosiddette...

450 I più visti

Likes 0

Andare a letto con la babysitter Capitolo 01

LETTO DELLA BABYSITTER Trama: Una vicina lesbica usa Internet per sedurre la sua innocente babysitter. Nota: anche se pubblicata nel settembre del 2010, questa storia è stata completamente riscritta nell'ottobre del 2012. Nota 2: Grazie a MAB7991 e LaRacasse per l'editing. LETTO DELLA BABYSITTER Mi chiamo Megan. Sono una donna single di 35 anni con un bambino di due anni. Jenny era la perfetta babysitter. Frequenta una scuola privata e indossa sempre la gonna scozzese e calze di nylon alte fino al ginocchio (ho trovato interessante che indossasse calze di nylon alte fino al ginocchio e non calzini come la maggior...

1.2K I più visti

Likes 0

Ma tesoro, era solo un ballo, la storia di Linda

Sequel di; Ma tesoro, era solo un ballo. Linda racconta la sua storia a un amico. Nota: non c'è sesso in questa storia A tutti i lettori che hanno chiesto di rispondere alle domande, grazie. Ma tesoro, era solo un ballo Il seguito Un altro inverno di Chicago era storia. Oggi è stato il primo vero giorno di primavera. Quando Linda uscì, sentì l'odore dell'aria fresca e pulita del mattino. Ricorda il suono della pioggia primaverile sul tetto mentre lei e suo marito facevano l'amore la sera prima e come si aggiungeva alla sensazione calda e sicura che provava tra le...

855 I più visti

Likes 0

Segreti a porte chiuse

Ho sempre avuto un debole per gli uomini più anziani. Mi è sempre piaciuto l'idea di averne uno per me, ma non sono mai riuscito a trovare qualcuno che uscisse con una donna più giovane. Questo fino a quando non ho incontrato Jonathon. Jon ha lavorato in un negozio di violini, producendo e vendendo il suo lavoro. Non era alto, né basso. Aveva una bella corporatura e un bel viso. Jon stava lavorando il giorno in cui sono entrato nel suo negozio. Gli ho chiesto di farmi fare un giro del posto. Ha interrotto il suo lavoro e mi ha portato...

854 I più visti

Likes 0

...

318 I più visti

Likes 0

Non più una fantasia

La spogliarellista ha aperto le gambe proprio davanti alla mia faccia e nel bagliore del club squallido ho potuto distinguere un po' di succo all'ingresso della sua figa. Avrei voluto che si stesse diffondendo per me, ma stava guardando il grande tipo di operaio edile accanto a me. Era una serata amatoriale allo strip club locale e il ragazzo che le faceva gocciolare la figa era uno dei giudici del pubblico. Sono rimasto in giro per la ragazza successiva ma ero così eccitato che non ce la facevo più. Mi diressi verso il bar con la mano in tasca cercando di...

1.1K I più visti

Likes 0

Il padre protettivo di Sara, parte 9

Il padre protettivo di Sara, parte 9 La mattina presto mi sveglio poco prima dell'alba, il cielo orientale non ha perso nulla della sua oscurità. Giaccio lì circondato dai miei quattro amanti, preoccupato di cosa porterà oggi. Tra altre tre ore Sara ha un appuntamento con un nuovo dottore. Un'ora dopo la sua macchina nuova verrà consegnata a casa. Volevo davvero che Sara fosse fuori casa, ma non è quello che avevo in mente. I miei occhi si sono adattati alla poca luce che la città apporta e filtra nella stanza. Sara e Little Bobby mi coccolano ancora, Jewels e Megan...

1K I più visti

Likes 0

Infermiera gentile/Infermiera cattiva

Nota dell'autore: ho dovuto ritirare la storia di Pizza Boy perché alla fine l'ho rimpolpata e l'ho venduta a un editore. Volevano una pubblicazione esclusiva per la storia, quindi doveva essere rimossa da qui. Questa sarà probabilmente l'ultima volta che trarrò una storia per un editore, ma questa volta non ho avuto scelta. Cercalo presto su Amazon. Nel frattempo: sto scrivendo qui i miei pensieri iniziali per una storia di Nurse Nasty per vedere che tipo di risposta ottengo dai meravigliosi lettori di questo sito. Se ricevo buoni commenti, finirò la storia e la pubblicherò in un secondo momento. Anche la...

927 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.