Mungitura del baby shower

305Report
Mungitura del baby shower

Sono sceso dal mio camion delle consegne. Stava appena cominciando a piovere sulla mia uniforme. Avevo iniziato a lavorare per un negozio di maternità/neonati nel centro commerciale. A volte devo aiutare a sistemare gli articoli acquistati dal negozio se siamo a corto di personale. Il mio capo, la stronza cattiva, come la chiamano tutti al negozio, voleva che consegnassi un presepe a una signora vicino a casa mia, a circa 45 minuti dal negozio. Erano quasi le 10 quando lasciai il centro commerciale con la culla. Avevo una buona mappa e dettagli su come arrivare a casa sua. Era una bella casa in una zona elegante della città. La signora Starr viveva in fondo alla strada, vicino ad alcuni boschi che circondavano la sua casa. C'era una grande e lunga siepe che nascondeva la casa dalla strada.

Ho parcheggiato nel vialetto. Ho chiamato il negozio e ho fatto sapere che ero appena arrivato. Il mio capo ha risposto e ha detto: "Ascolta, fai tutto quello che devi per rendere felice questa signora. La sua famiglia e tutti i suoi amici fanno acquisti nel negozio. Questo è il suo primo bambino e se le cose vanno bene sarà perfetta per ripetere gli affari. Capito fannullone!!!" ha riattaccato. Ho lanciato il cellulare sul sedile anteriore del camion. Ho aperto la porta laterale del camion e ho tirato fuori la culla in una grande scatola marrone. Ho posizionato la scatola su un carrello a mano e ho arrotolato il lato della casa fino alla porta d'ingresso.

"Bussa!", "Bussa!". Ho aspettato qualche secondo. Ero quasi pronto a suonare il campanello quando la porta d'ingresso si aprì. Ad aprire la porta è una donna molto attraente, sulla trentina. Era alta circa 5 piedi e 5 con capelli biondo sporco. Indossava pantaloni attillati di tuta azzurri che mettevano in mostra il suo bel culo grosso e le sue cosce. I suoi pantaloni della tuta erano tirati sopra la pancia incinta e si fermavano appena sopra il polpaccio. Aveva una camicia bianca che si allungava sul davanti dal suo enorme seno. Indossava delle pantofole pelose azzurre. "Ciao, mi chiamo Brenda Starr, piacere di conoscerti, giovanotto. Oh, vedo che hai la mia nuova culla. L'ho ordinata proprio stamattina. Sono andata a scuola con il tuo capo, la signora Stickler. È così carina." disse Brenda. Sorrisi mentre pensieri sporchi correvano all'interno della mia mente.

Mi ha invitato ad entrare. Ho spinto la culla nel corridoio anteriore. All'interno aveva una casa molto grande. Aveva grandi pavimenti in legno che collegavano le stanze del primo piano. Ho guardato in fondo al corridoio e ho visto il suo soggiorno. C'era uno studio a destra del grande televisore a schermo piatto sulla parete più lontana. Un'enorme cucina a sinistra. Un grande cortile con piscina e terrazza. Aveva grandi finestre da cui si poteva vedere il paesaggio intorno alla casa solo dal soggiorno. Sorrisi e mi voltai per vederla camminare lungo il corridoio verso le scale che portavano al secondo piano. Ho guardato il suo grosso culo sussultare nei suoi stretti pantaloni azzurri. "La cameretta è la terza porta a destra, subito dopo la camera da letto principale. Proprio lì - mentre indicava la stanza dal primo piano. Aspetto alcune persone per il mio baby shower oggi. Mio marito non tornerà dall'ufficio fino a tarda sera, quindi se potessi sistemare la culla sarebbe fantastico. Domani andremo a prendere il bambino all'ospedale. Il piccoletto è dovuto rimanere 3 settimane per essere sicuro." disse Brenda.

Presi la scatola marrone e salii le scale. Mi sono avvicinato alla cameretta dei bambini e ho aperto la porta. Avevano una stanza molto grande per il bambino. C'erano vestiti da ragazzino insieme ad animali di peluche azzurri. L'intera stanza era dipinta di celeste. C'era un grande sacco di fagioli sul pavimento accanto a una sedia di legno. C'erano dei vestiti su una cassettiera e due biberon su un tavolino. Dall'altra parte della sedia di legno c'era una mungitrice con due grandi ventose che passavano sopra i capezzoli. Ho sorriso e ho posato la scatola sul pavimento. Mi sono avvicinato e ho preso le ventose davanti alla mungitrice. Erano freddi e odoravano di nuovi, come se non fossero stati usati. Ho sorriso ancora e ho visto un piccolo diario nero sulla sedia di legno.

Apro il caseificio. Ho sfogliato le pagine fermandomi alle parti più succose. Suo marito ha dovuto continuare ad andare in una banca del seme ed effettuare un deposito di 6-7, ottenendo così un numero di spermatozoi abbastanza grande da mettere incinta Brenda. Suo marito non piaceva ai suoi genitori e ai suoi amici. Era molto impegnato con il suo lavoro e dedicava poco tempo a lei. Era rimasta incinta sperando che lui si interessasse di più a lei. Sono arrivato all'ultima pagina e Brenda ha scritto che non aveva avuto rapporti né fatto l'amore con lei per quasi 9 mesi. Suo marito non la trovava attraente quando era incinta. Sperava di perdere peso dopo il parto. Aveva partorito 3 settimane fa un bambino alle 21:00. Quella fu la sua ultima entrata nel caseificio. L'ho rimesso sulla sedia e mi sono grattato la zona inguinale. Il mio cazzo stava iniziando a diventare duro pensando a una calda MILF bionda e sporca con enormi tette che non veniva scopata da un po' di tempo. Scacciai quel pensiero e tornai al lavoro aprendo la scatola marrone.

Mi ci sono voluti circa 20 minuti per montare il presepe. Era abbastanza grande ma era piccola rispetto alla grande stanza dei bambini. Avvicinai la culla alla sedia di legno. Mi avvicinai alla porta che conduceva alla camera da letto principale. Ho aperto la porta e ho guardato dentro. Avevano un grande letto a baldacchino con una dozzina di cuscini gialli su lenzuola di seta gialla. Ho visto che c'era una grande cabina armadio. Mi sono avvicinato all'armadio. Ho sbirciato dentro. Poi ho raggiunto l'interno con la mano sinistra tastando la parte Brenda dell'armadio. Ho tirato giù un paio di jeans. Poi ho trovato un reggiseno bianco steso sul pavimento. Li ho portati entrambi in faccia. Indossava un reggiseno taglia 36JJ - vita 32 pollici - 36 culo per i suoi jeans. Li ho lasciati cadere entrambi quando ho sentito dei passi salire le scale. Sono tornato all'asilo.

La porta della cameretta si aprì ed entrò Brenda. Ero in piedi al centro della stanza e la osservavo mentre camminava diretta verso la culla. "Wow, hai fatto davvero un ottimo lavoro mettendo insieme il presepe. Sei davvero veloce a mettere insieme le cose. So perché piaci così tanto alla signora Stickler." disse Brenda. "Grazie, è bello sapere quando fai un buon lavoro. Hai bisogno di aiuto con qualsiasi cosa? Sono davvero bravo in molti lavori diversi. Puoi dirlo, posso aiutarti." Ho detto. "Hmm. Ho problemi con un oggetto che ho ricevuto in regalo. Penso che me lo abbia preso il tuo capo ma potrei sbagliarmi. Sembra che la mungitrice non funzioni. Metto l'interruttore fa molto rumore ma non fa niente. Sta cominciando a essere un vero problema, soprattutto quando il bambino tornerà a casa domani. Per non parlare del fatto che continuo a macchiare tutte le mie camicie pulite. Vedi!!" disse Brenda. Ho guardato il suo seno sinistro e c'era una grossa macchia bagnata sul suo grande capezzolo. Dal latte potevo distinguere il suo grande capezzolo gonfio viola scuro sotto la camicia bianca.

"Nessun problema, questo è un problema comune con questa particolare macchina. Perché non vado al mio camion e aggiusto la macchina e torno subito. Prendi quelle due bottiglie laggiù e ci vediamo nel tuo salotto . Come ti sembra?" Ho detto. "Se pensi che sia l'idea migliore. Lascerò la porta d'ingresso aperta e potrai rientrare. Grazie!!" disse Brenda.

Ho mentito, probabilmente la macchina funzionava, ma lei si è dimenticata di passare alla macchina in modalità di aspirazione. Puliscono la macchina in negozio prima di avvolgerla e alcune volte si dimenticano di rimettere la macchina in modalità di aspirazione. Sono tornato al camion e ho controllato il cellulare. Solo una chiamata persa dal negozio. Ho richiamato e ho detto alla signora Stickler che stavo riparando la mungitrice. Le ho anche detto che la stavo aiutando con alcune altre cose e che sarei tornato più tardi del previsto. Era contenta che fossi rimasto finché non avessi finito. Ho passato la macchina all'aspirazione. Mi sono guardato intorno nel camion per cercare qualsiasi altra cosa di cui Brenda potesse aver bisogno per un neonato. Mi sono allungato dietro il sedile e ho aperto un grande sacchetto di carta. C'erano altri biberon, un anello per la dentizione, un ciuccio e un sonaglio. Ho trovato anche dell'olio per bambini e del liquido riscaldante. Metti il ​​liquido riscaldante sulla pelle rendendo l'area piacevole e calda al tatto. Ho avuto un grande sorriso sul viso e sono tornato a casa.

Chiudo la porta dietro di me. Mi sono tolto gli stivali da lavoro e li ho messi accanto alla porta d'ingresso. Percorsi il corridoio verso il soggiorno. Brenda era seduta sul bordo del suo divano bianco e mi guardava. Lei sorrise di nuovo. "Penso di aver risolto il problema. Ogni volta che finisci di usare la macchina, giri l'interruttore a destra. Quando vuoi usare la mungitrice, giri l'interruttore a sinistra. Così!!" Ho detto. "Ok, suona bene. Ma come faccio a sapere che funziona davvero? Mi dispiacerebbe se te ne andassi e tu fossi ancora rotto." lei disse.

"Avremo un'idea. Tieni presente che sono un professionista quando si tratta di cose per bambini. La mungitrice, se usata correttamente, può essere di grande aiuto. Per prima cosa dovrai tirarti su la maglietta." Ho detto. Brenda si guardò intorno e disse: "Sei sicura che vada bene? Voglio dire, dobbiamo farlo proprio qui, proprio ora?" Ho sorriso e ho detto: "Se vuoi che sia fatto bene, allora tirati su la maglietta. Ho visto molte donne nude. Non sarai la prima. Inoltre sono una professionista". Brenda sembrò perplessa e poi annuì "sì!!"

Brenda raggiunse l'orlo della camicia bianca e se la infilò sopra la testa. Mi ha consegnato la camicia bianca, che ho posizionato all'estremità del divano. "Ok, ora vedo che non indossi un reggiseno. Strofina questo lubrificante, intendo il gel, sui tuoi capezzoli. Li scalderà facendo sì che rilascino il latte più facilmente." Ho detto. Il seno enorme di Brenda pendeva oltre l'ombelico toccando il divano tra le sue gambe. I suoi capezzoli divennero completamente eretti dopo pochi secondi dall'uso del gel. I suoi capezzoli erano viola scuro, lunghi circa 2 pollici e molto duri. Ho sorriso mentre lei continuava a strofinarsi e a tirarsi i capezzoli. "Poi metti questa ventosa sul tuo seno sinistro, quello più vicino alla mia gamba." Ho detto. Ha seguito le mie istruzioni. "La prossima volta accenderò la macchina. Aspetta finché non ti dico di posizionare l'altra ventosa sull'altro capezzolo!! Ok!!!!!" Ho detto. Lei annuì "sì!!!"

Abbassai lo sguardo sul suo grande capezzolo sinistro. Il latte bianco schizzava dalla tazza lungo il lungo tubo trasparente dentro una bottiglia per il latte. La testa di Brenda era inclinata all'indietro e i suoi occhi erano chiusi. Respirava affannosamente e gemeva mentre la macchina per il latte pompava via il suo seno sinistro. Ho allungato la mano sinistra e mi sono strofinato il rigonfiamento sempre crescente nei pantaloni. Ho allungato la mano sinistra e ho preso la ventosa per il capezzolo destro. Mi sono leccato le dita in bocca. Quando li ho fatti belli e bagnati. Ho raggiunto il seno destro di Brenda. Le ho massaggiato il grande capezzolo facendo sì che il gel diventasse più caldo. Il latte materno schizzò fuori dal suo seno destro sul mio palmo. Ho visto il suo capezzolo destro continuare a schizzare latte caldo sul seno e sullo stomaco. Alla fine le ho messo la ventosa sul capezzolo destro facendola urlare di piacere.

"Dio, per favore aiutami!! Sì!! Sì!! MI SENTO COSÌ BENE. Mi stai mungendo!!! Sì! Sì! Il mio seno è così bello!!!" disse Brenda. Non ne potevo più. Mi sono tolto la maglietta e poi i pantaloni. Ho tirato fuori il mio grosso cazzo con la mano destra. Abbassai lo sguardo e gli occhi di Brenda erano ancora chiusi. La mungitura scorreva dai suoi grandi capezzoli nelle bottiglie di latte sul tavolino. Brenda aveva spalancato le gambe facendo sì che i suoi sudori azzurri le salissero su per la figa. Potevo vedere le sue grandi labbra della fica e il clitoride raggruppati sotto i suoi sudori.

Mi sono avvicinato con il cazzo in mano. Adesso ero completamente eretto. Ho abbassato la mano e ho iniziato a prendermi il cazzo con un po' del suo latte sulla mano. Faceva caldo mentre correva lungo la mia asta. Mi avvicinai lentamente a Brenda. Ho avvicinato il mio cazzo alla sua faccia sul divano. Mi abbassai e avvicinai la sua testa al mio cazzo. Le sue labbra toccarono la testa del mio cazzo e io lo infilai nella sua bocca. Ha conati di vomito: "Mmpph!! Mmpph!!" era tutto ciò che poteva dire. I suoi occhi erano spalancati. Ha fatto scorrere la lingua lungo la mia asta da 9 3/4 pollici succhiando la punta della mia grande testa viola. Lei ha chiuso di nuovo il suo sì e io ho continuato a scoparle la faccia. Potevo sentire la macchina del latte e il suo latte che veniva risucchiato dalle sue grosse e grasse brocche. Mi ha messo la mano sulle palle e ci ha giocato mentre le scopavo la faccia.

Ha tirato fuori il mio cazzo dalla bocca. "Penso di aver bisogno di nuove bottiglie. Il mio latte sta tornando!!!!" lei disse. Ho smontato rapidamente il suo viso. Tornai in cucina. Ho preso 4 bottiglie dal tavolo della sua cucina. Tornai in soggiorno e le cambiai le bottiglie di latte. Ho bevuto un sorso del suo latte caldo e dolce prima di metterli in frigo. Sono tornato indietro e lei aveva già riempito la seconda bottiglia. Li ho sostituiti con le bottiglie successive. Ho lasciato le due bottiglie piene sul tavolino. Mi sono inginocchiato e sono strisciato tra le gambe di Brenda.

Le ho abbassato i pantaloni della tuta fino alle caviglie davanti al divano. Lei si appoggiò allo schienale del divano. Le ho tirato giù la grande biancheria intima fino alle caviglie. La sua figa era ben rifinita. Le sue grandi labbra della fica erano fuori dalla figa. Aveva un odore molto forte mentre infilavo due dita nel suo squarcio bagnato. Ha urlato ed è venuta sulla mia mano. Ho sorriso. Mi sono chinato in avanti con la lingua. Ho iniziato a leccarle la figa. È venuta due volte prima che io salissi a prendere una boccata d'aria. "Sì!! Cazzo sì!! Maledizione, adoro la tua lingua!!!" lei disse. Sono tornato a leccarle la figa. Ho alzato lo sguardo sotto le sue grandi tette e ho osservato il suo latte che veniva succhiato dalla macchina. Dopo 20 minuti mi sono alzato in piedi. Ho iniziato ad accarezzarmi il cazzo rendendolo più duro. Ha sorriso al mio grosso cazzo.

Mi sono seduto accanto a lei sul divano. Ha iniziato ad accarezzare il mio grosso cazzo. Ho guardato le sue enormi brocche con la coda dell'occhio mentre la macchina emetteva un forte rumore. Ho guardato in basso e lei aveva riempito le bottiglie per circa 1/3. Si alzò dal divano e si tolse le mutandine e i pantaloni della tuta. Poi si strofinò le labbra della figa. Si guardò alle spalle e guidò il mio cazzo nella sua figa calda. Lei grugnì mentre metà del mio cazzo scivolava dentro di lei. Sussultai dal dolore mentre lei cominciava a cavalcare il mio cazzo duro. Le ho raggiunto la vita e ho giocato con la sua figa mentre la sua schiena si strofinava contro il mio viso. Non vedeva l'ora e il suo grande seno rimbalzava sul suo petto. Le ho schiaffeggiato il culo grosso e le ho allargato le natiche mentre piangeva di dolore. Ho infilato il mio dito medio nella fessura del suo culo e lei mi è venuta sul cazzo. Ho sentito i suoi succhi scorrere lungo l'interno della mia coscia. Non potevo più sopportare di vederla scoparmi. Le sue enormi tette venivano munte mentre cavalcava il mio cazzo facendomi perdere la testa. Ho urlato: "Cazzo, stronza dalle grandi tette, ecco che arriva. Sparerò la mia grossa sborrata nella tua figa stretta". ho detto

Lei ha urlato e io l'ho afferrata per i fianchi bloccandole la figa sul mio cazzo. Sono scoppiato nella sua figa. Grandi getti di sperma bianco la riempirono. La maggior parte fuoriusciva dalla sua figa sul divano. Allungò la mano verso le gambe e cercò la calda sostanza appiccicosa che usciva dalla sua figa. Le ho morso la spalla gemendo di gioia. Brenda stava ancora scopando il mio cazzo mezzo eretto. Guardai dietro le sue spalle verso la mungitrice sul tavolino. Si era spento e lei aveva riempito altre due bottiglie.

Brenda è scesa dal mio cazzo provocando un gran "rumore di schiocco" nel soggiorno. Si alzò di fronte a me, ancora di fronte al tavolino. Mi sono alzato dietro di lei, asciugandole il mio grosso cazzo sul culo grosso. Mi ha sorriso. Mi sono avvicinato togliendole le ventose provocando un altro forte rumore "Slurp". Ora c'erano 4 grandi bottiglie piene del suo latte caldo e dolce. Si chinò per appoggiare le ventose sul tavolino. Quando si è chinata il suo grosso culo è ricaduto sul mio cazzo. Poiché non ha protestato, l'ho reinserito lentamente nella sua figa.

Brenda ora mi stava scopando più forte con il suo grosso culo che si schiantava sul mio cazzo duro. Mi sono aggrappato ai suoi fianchi scopandola sempre più forte. Si voltò e guardò oltre la sua spalla, io guardai accanto al suo divano alla fine. C'era un grande ottomano bianco che si abbinava al divano bianco. Ho sorriso e l'ho fatta girare. Abbiamo iniziato a scambiarci lingue e baci alla francese per molto tempo. Sentivo le sue tette enormi. Stavo tirando i suoi grandi capezzoli succosi. Il latte mi spruzzava sul petto e gocciolava lungo lo stomaco sul pavimento. Stavo pomiciando con lei mentre l'accompagnavo all'ottomano. Si sdraiò sulla schiena guardandomi negli occhi.

Mi sono inginocchiato e ho inserito il mio cazzo nella sua figa stretta. "Mio Dio, è così grosso. Non posso credere che non andrà giù. Mio marito viene una volta e basta. Mi scoperai di nuovo." Brenda ha detto. "Shh stai tranquillo. Ti scoperò ancora e ancora finché non riuscirai più a camminare!! Fanculo!! La tua figa è così stretta. Sei la mia nuova puttana incinta. Farai tutto quello che ti dico. Annuisci con la testa, sì, tu troia. Esatto!! Brava, felice puttana!!!" Ho infilato di nuovo il mio cazzo nella sua figa. Ho iniziato a sbatterle il cazzo nella figa mentre mi alzavo in piedi. Mi stavo chinando sul suo corpo e le infilavo il cazzo nella figa. Ho allungato le mie grandi mani stringendole le tette. I suoi capezzoli spruzzavano latte nell'aria.

Mi abbassai e guidai il suo seno sinistro nella sua bocca. Stava bevendo il suo latte mentre la scopavo. Mi sono chinato e le stavo succhiando l'altro capezzolo. Avevo la bocca piena del suo latte. Ho cercato. Riuscivo a malapena a vedere il suo viso da dietro il suo grande seno. I suoi capezzoli le nascondevano i capelli e la parete posteriore. Potevo sentire che il mio cazzo era quasi pronto per esplodere.

Ho sentito prima una brezza seguita da un urlo. "Brenda, cosa stai facendo???" disse una voce maschile. "Mmpph!! Mmpphhhhh!!" disse Brenda. La sua bocca era ancora piena di latte e il suo grosso capezzolo. Ho continuato a scoparle la figa. "Oh mio Dio!! Gesù ha guardato il cazzo dentro tua moglie!!!" disse una voce femminile. "Conoscevo tua moglie, guarda che cazzo" disse un'altra voce femminile. "Brenda smettila di scopare quel giovane. Tira fuori il suo cazzo dalla tua figa. Smettila!! Smettila!!!" disse suo marito. Ho grugnito. Ho speronato il mio cazzo completamente dentro Brenda e ho scaricato un grosso carico nella sua figa. Uno scatto dopo l'altro uscì dalla sua figa sull'ottomano. Alcuni gocciolarono sul tappeto e lungo le sue gambe. Sono caduto sul suo corpo spingendole il capezzolo fuori dalla bocca.

La bocca di Brenda era ancora aperta e perdeva latte caldo sul petto. La baciai a bocca aperta infilandole la lingua in gola. "Che diavolo sta succedendo. Ti mando a installare una culla. Mi dispiace così tanto per le sue azioni. Stanno tutti bene." disse il mio capo. La signora Stickler era qui per il baby shower insieme al marito di Brenda, sua sorella, sua sorella, entrambi la mamma. Erano tutti in piedi nel corridoio e guardavano il mio cazzo ricoperto di succhi di Brenda. Brenda era ricoperta di latte, sperma, sudore e della mia saliva.

Potevo sentire altri ospiti venire alla porta. Il mio capo mi ha portato su per le scale fino all'asilo. All'inizio pensavo che volesse vedere il presepe o sgridarmi. Invece si è inginocchiata e ha iniziato a succhiarmi il succo. Mi ha attraversato sul pouf e si è arrampicata sul mio cazzo. Mi ha scopato per circa 30 minuti prima che la sorella Brenda entrasse e ci guardasse. Si è sditalinata la figa fino a 3 orgasmi prima di andarsene. Alla fine Brenda mamma è entrata dopo che la signora Stickler era andata al baby shower. Si è messa in ginocchio e ha ingoiato profondamente il mio cazzo come una professionista. Ho passato il resto della giornata a farmi scopare dal mio qualcuno del baby shower.

Erano quasi le 21 quando ho sentito l'ultimo ospite andarsene. Sono sceso dalla poltrona a sacco. Ho controllato la porta dalla cameretta alla camera da letto principale ma era chiusa a chiave. Potevo sentire Brenda dentro e suo marito uscire per andare nel bagno in fondo al corridoio. Ho aperto la porta della stanza dei bambini. Ho guardato in fondo al corridoio verso il bagno. Ho guardato oltre la ringhiera e ho visto che tutte le luci erano spente. Guardai di nuovo verso il bagno e sotto la porta si vedeva una luce. Attraversai il corridoio e mi fermai fuori dal bagno. Potevo sentire il marito di Brenda usare il bagno. Tornai nella camera da letto principale e guardai dentro dal corridoio. Ho visto Brenda nuda sdraiata sul letto. I suoi due enormi seni erano distesi su entrambi i lati del suo viso. Entrai, mi voltai e chiusi a chiave la porta lasciando le luci accese. Ho montato velocemente Brenda sbattendo il mio cazzo nella sua figa calda. Con gli occhi aperti, si allungò premendomi le mani sul sedere. Mi ha accarezzato il culo mentre le scopavo la figa più forte. Ho chiuso la bocca sul suo capezzolo facendogli perdere altro latte caldo. "È ora di fare un'altra mungitura. Mungerla solo una volta al giorno non basta. Adesso dovrei, sono un professionista!!!!"

"Brenda, CIAO!!! Fammi entrare!! Tesoro, la porta è chiusa a chiave. Cosa sta succedendo? Perché stai urlando? No!! No!!! Pensavo fosse andato a casa!!! Smettila di fare questo a mia moglie. Posso ci vediamo, giovanotto. Posso vederti dal buco della serratura. Smettila, il tuo cazzo enorme farà male a mia moglie!!!!!"

secchio

xoox

Storie simili

Skyrim: Le avventure di Carthalo Parte 1

Carthalo le accarezzò la guancia, sentendo la sua pelle liscia e fredda e scostandole i capelli nerissimi dagli occhi. Lydia, disse, la sua voce roca si trasformò in un sussurro nel suo orecchio rilassati. Questo non è un altro fardello per te da portare. le slacciò la maglietta e lei rabbrividì leggermente al tocco. Questo non è un comando del tuo Thane. le sue mani forti la presero per la vita e la portò al letto. Le assi del pavimento scricchiolarono mentre la trasportava su per le scale di Breezehome. La adagiò dolcemente sul letto e cominciò a baciarle il collo...

1.7K I più visti

Likes 0

Charles aiuta sua madre a provare di nuovo piacere Capitolo 7

Parole dell'Autore: Ciao a tutti grazie per aver letto la mia storia fino ad ora, è venuto alla mia attenzione da un lettore molto onesto che la mia storia è diventata molto noiosa, mi dispiace se la pensate così, sull'altro mio forum non ho mai avuto nessuno che lo dicesse me questo quindi non l'ho mai considerato. Inoltre, alcuni di voi potrebbero notare errori di grammatica e ortografia, altri sono semplicemente per errore, non sono uno scrittore professionista e la scrittura non è nella mia descrizione del lavoro, quindi non vedrai molto in termini di tecnologia di battitura avanzata con me...

529 I più visti

Likes 0

Nuovi inizi - Parte 4 Cap 03

Accidenti! Niente sesso in questo! Solo un mucchio di gente che parla! capitolo 3 «Qualcuno è passato attraverso il wormhole nella Grotta di Lisa?» chiese Alicia, con gli occhi spalancati per la sorpresa. Chi era? Qualcuno che conosciamo? «No», rispose Jake. “Una ragazza canadese incinta e il suo ragazzo. La ragazza ha affermato di aver incontrato Beth una volta, evidentemente. E Beth l'ha iniziata.» «Beth è stato tanto tempo fa, Jake», disse Frank. «Vuoi dire che è una longeva? Come noi? Sì! Sia lei che il suo ragazzo», rispose Jake. Com'è il suo ragazzo? chiese Tanya, sorridendo maliziosamente. «Dev'essere piuttosto virile...

307 I più visti

Likes 0

Lezioni dall'aia, parte IV

Bobby entrò per primo nella doccia con il suo nuovo marito proprio dietro di lei. Junior si rannicchiò accanto a lei da dietro e le mise le braccia intorno alle spalle, abbracciandola nel modo più amorevole. Si erano sposati da meno di un giorno e lui le aveva dichiarato il suo amore tante volte e in tanti modi. Adorava assolutamente la sua giovane moglie e ora più che mai si sarebbe assicurato che non le accadesse mai nulla perché, dopo tutto, stava aspettando suo figlio. Si sono sposati quella mattina a casa sua in modo che il loro bambino avesse il...

307 I più visti

Likes 0

Primo timer_(0)

**questa è una fantasia. Sì. una fantasia. Uh Huh.** sono andato al Walmart e stavo dando un'occhiata ai nuovi DVD e ai giochi. mentre ero lì un bambino si avvicinò e iniziò a giocare. aveva circa 11 o 12 anni. Non sono sempre attratto dai ragazzi molto più giovani di me, ma questo ragazzo era dannatamente sexy. sembrava un ragazzino skater con i suoi pantaloncini larghi. era un po' più basso di me, biondo con gli occhi castani. mentre lo guardavo continuava ad aggiustarsi l'inguine. stavo diventando duro. Volevo avvicinarmi a lui, ma avevo paura perché era così giovane. guardò oltre...

160 I più visti

Likes 0

Qualcosa in più Parte 2_(1)

Questo è il secondo capitolo di una serie. Assicurati di leggere prima la prima parte! Dopo il disastro con Matt ero indeciso su chi uscire dopo. Volevo ancora un vero uomo dentro di me nonostante quanto fosse brava Tina con il vibratore. D'altra parte, avevo superato la fase passiva e volevo inculare qualcuno. Non mi importava a chi appartenesse... La settimana è volata e ho pensato che sabato sera sarei andato all'Eric's, uno dei miei club preferiti, e avrei incontrato chiunque potessi. A questo punto semplicemente non mi importava. Ero arrapato, i miei ormoni erano in tempesta e non vedevo l'ora...

140 I più visti

Likes 0

La nostra vacanza liberatoria - parte 1

Alice e io andavamo in vacanza insieme per diversi anni, due volte all'anno andavamo da qualche parte in Europa per una settimana a prendere il sole poiché nessuno dei nostri partner amava il caldo. Entrambi avevamo un lavoro frenetico e apprezzavamo il relax che una vacanza tra ragazze poteva offrire. Ero una bruna alta, buone ossa, un grande seno, immagino che mi chiameresti amazzonica nella struttura corporea. Alice era minuta, molto bionda, con un bel paio di tette ma molto bella e delicata. Ridevamo sempre insieme, rilassati nella nostra pelle e a nostro agio nello stare insieme, spesso dormivamo nella stessa...

137 I più visti

Likes 0

Casa stregata: parte III

Kelly era andata a trovare sua madre per la settimana, lasciandomi a preparare la casa per i nostri primi ospiti paganti. Per fortuna, la locanda sarebbe stata piena questo fine settimana. Una prenotazione last minute di tutte e cinque le camere da letto al secondo piano garantita da una riunione di famiglia. Mercoledì sera ero riuscito a pulire a fondo la casa, ricordando qualcosa che Kelly e io avevamo lasciato in soffitta. Entrando nella stanza verso il tramonto, ho sentito quel formicolio fin troppo familiare nei miei lombi. Guardando in basso, ho visto il mio pene sollevarsi e irrigidirsi nei boxer...

134 I più visti

Likes 0

Il compagno del campione 12

La tarda estate al Menthino è stata un periodo intenso. Kaarthen si ritrovò nella gigantesca stanza della mappa del palazzo. L'intero piano era un'immagine in movimento in tempo reale di Menthino, scale su rulli e tavoli cartografici su ruote erano lungo le pareti. Marcos era vestito in modo quasi casual con una camicia di seta verde scuro e pantaloni neri Safi. La regina e due principesse, Saliss la più anziana e Ruegin, ascoltavano con lei i piani annuali di migrazione dalle vaste pianure alluvionali a Cardin. Tre Hjordis in nero Safi con i capelli raccolti in chignon stretti stavano lungo il...

1.9K I più visti

Likes 0

Lussuria 3

Ancora una volta, stavo terminando la notte masturbandomi dopo essere stato estremamente eccitato a causa delle avventure di mia figlia. Oggi è stata una giornata pazzesca e non potevo credere a quello che era successo dopo aver calmato i miei pensieri arrapati con un orgasmo. Mi sono addormentato come un angelo dopo. Al mattino mi sono svegliato presto e ho preparato la colazione. Quando i bambini sono scesi, ho servito loro dei cereali e ho preso la banana che mia figlia aveva messo nel culo la sera prima e l'ho data a mio figlio. Ho guardato il viso di mia figlia...

1.9K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.