Pizzo Nero_(1)

493Report
Pizzo Nero_(1)

Clint era il tipico adolescente americano medio. A 16 anni era un magro alto un metro e settanta e pesava 140 libbre. Era attivo nella squadra di nuoto e correva sci di fondo, cosa che lo manteneva magro e in forma. Il suo allenatore di nuoto ha ordinato a tutti i membri della squadra di nuoto maschile di rimuovere i peli del corpo, ma Clint era già in vantaggio. Clint amava avere un corpo liscio e aveva rasato ogni somiglianza di capelli da qualsiasi parte del suo corpo diversa dalla testa.
L'anno in cui Clint compì 13 anni e iniziò ad attraversare la pubertà, iniziò a notare sempre di più la figura delle ragazze. Fissava i corpi in erba dei liceali, ammirava i loro seni morbidi e le forme infilate nei jeans attillati. Spesso fantasticava di togliersi i jeans e di ammirare i segreti che nascondevano al loro interno.
Ma oltre ai corpi delle ragazze ammirava anche quelli maschili. Nello spogliatoio, prima che la squadra di nuoto si incontrasse e si allenasse, ammirava i loro torsi lisci, i loro addominali sodi e quei rigonfiamenti ben definiti nei loro attillati slip neri.
Anche se Clint era un maschio attraente, era in gran parte inesperto sessualmente. L'unica attività sessuale a cui aveva partecipato era stata una breve sessione di pomiciata con un'ex ragazza. Ciò ha portato a molta frustrazione sessuale repressa che ha sfogato visitando numerosi siti porno e accarezzandosi fino alla felicità sessuale. In una di queste iniziative un leggero clic mancato lo ha portato a una pagina piena di uomini in biancheria intima molto succinta. Il membro di Clint sobbalzò nei suoi boxer mentre osservava con stupore i pacchi di questi uomini trattenuti solo da un piccolo pezzo di tessuto. Clint ha dovuto provarlo lui stesso.
Non avendo tali indumenti in suo possesso, Clint si avventurò al grande magazzino locale per cercare di acquistarne alcuni. Attraversò il reparto di biancheria intima da uomo e non notò alcun capo del genere. Fu allora che si rese conto che si trattava di biancheria intima da donna. Non volendo essere messo da parte acquistando biancheria intima da donna, Clint attraversò discretamente il reparto di biancheria intima da donna e guardò gli indumenti mentre passava. Lo fece alcune volte per trovarne alcuni che gli piacessero, vide una confezione da tre piccoli pantaloncini di pizzo nero che sapeva di volere. Quindi ha preso una maglietta dal reparto uomo, poi è passato e ha preso un pacchetto di piccoli slip di pizzo. Ha proceduto alla cassa automatica ed è uscito dal negozio senza che nessuno se ne accorgesse.
Si precipitò a casa e li provò. Erano davvero stretti, poiché si rese conto che quello da donna era più piccolo di quello da uomo. Li tirò su e ammirò i suoi nuovi vestiti mentre stava davanti allo specchio. Clint guardò l'orologio e si rese conto che doveva andare a una riunione. Allungò la mano per togliersi le mutande di pizzo, ma decise che diavolo le lasciò addosso mentre si infilava i jeans attillati e si dirigeva alla riunione delle classi junior.
Dopo l'incontro stava parlando con il suo amico Mark. Mark suggerì a Clint di venire a uscire e bere qualche birra. Clint consultò rapidamente i suoi genitori che erano d'accordo, così se ne andò con Mark.
Da Mark guardano la TV e bevono qualche birra finché a tarda notte decidono di andare a letto. Entrambi andarono nella stanza di Mark e Mark tirò fuori un sacco a pelo per far dormire Clint. Con l'alcol nell'organismo di Clint dimenticò il segreto che giaceva sotto i suoi jeans, si slacciò il bottone e si tolse i jeans proprio di fronte a Mark rivelando la sua nuovissima biancheria intima di pizzo.
"Clint, cosa indossi?"
Clint balbettò: "Uhm, solo un po' di biancheria intima".
"Clint, sono stato con abbastanza ragazze per sapere che quelli sono pantaloncini da ragazza."
"Sì, lo sono," rispose Clint con vergogna.
"Ti stanno bene." disse Mark osservando il corpo liscio di Clint negli attillati pantaloncini di pizzo. Clint fu colto di sorpresa, ma si accese. Il suo amico lo stava controllando?
“Grazie” rispose arrossendo mentre Mark si alzava dal letto. Mark si avvicinò a lui e sfiorò leggermente con la punta delle dita la parte anteriore della biancheria intima di Clint.
Non fu detto niente mentre Mark continuava a osservare il corpo liscio di Clint, fece scorrere le mani lungo il petto di Clint mentre si avvicinava più vicino finché i loro torsi a torso nudo non si toccarono e i loro volti erano a pochi centimetri di distanza. Clint chiuse gli occhi e cercò un bacio che Mark ricambiò avidamente. Il loro bacio fu lungo e appassionato. Le mani di Mark continuavano a vagare sul corpo di Clint mentre Clint scendeva sul retro dei boxer di Mark e gli prendeva a coppa le guance lisce.
Clint era sopraffatto dal desiderio e baciò Mark più profondamente con la lingua che vagava per la bocca del suo amico. La sua mano si è avventurata sul davanti dei boxer di Mark e ha afferrato a coppa il suo membro indurito. Clint cadde in ginocchio e inalò il muschio del suo amico, fissò Mark in modo seducente e afferrò i boxer del suo amico tra i denti e li abbassò esponendo il suo membro liscio, circoscritto, di quindici centimetri. Lo afferrò tra le dita e lo accarezzò lentamente facendo uscire un sussulto dalle labbra di Mark. Clint si avvicinò e aprì la bocca. Leccò lentamente la testa del cazzo davanti a lui. Il sapore del pre-eiaculazione lo spingeva oltre. Lo laccò avidamente portando ondate di piacere all'amico. Alla fine Clint aprì completamente la bocca e vi mise dentro il cazzo di Mark e lo succhiò, Mark gemette forte.
Molti pensieri entrarono nella testa di Clint mentre dondolava su e giù sull'asta di Mark. Era gay? Marco era gay? Come è potuto succedere che le cose fossero così veloci? Perché si stava divertendo così tanto? Poi gli venne in mente che non gli importava. Si stava godendo il momento, aveva un bel ragazzo nudo di fronte a lui, un cazzo duro in bocca e un cazzo duro nei suoi pantaloncini attillati di pizzo nero.
Clint afferrò forte le natiche di Mark mentre continuava a succhiare il cazzo del suo amico. "Amico, sto per venire", gemette Mark mentre afferrava la parte posteriore della testa di Clint e spingeva il suo cazzo fino in fondo alla gola di Clint mentre il suo cazzo esplodeva. Un flusso dopo l'altro si riversò nella gola di Clint, cercò di ingoiarlo tutto ma alcuni ne gocciolarono fuori. Mark tirò fuori il cazzo e si sedette sul letto. Clint prese un dito, raccolse l'eccesso e lo leccò avidamente. Si alzò e guardò Mark.
"Cosa è appena successo?" chiese Clint indossando ancora solo la sua biancheria intima di pizzo nero.
“Il tuo culo sexy mi ha appena fatto un pompino assassino. Immagino che dovrei confessare che sono bisessuale. Non ho mai avuto un'esperienza con un ragazzo fino ad ora, vederti in quei pantaloncini mi ha fatto impazzire.
Clint si sedette sul grembo nudo di Mark e disse "Sono felice di averlo fatto", mentre lo baciava profondamente. L'erezione di Clint era premuta contro gli addominali scolpiti di Mark. Mark si allontanò e spinse via Clint timidamente. Mark si alzò e si chinò sul letto. Si allungò e allargò le sue guance glabre. Clint non aveva bisogno di dirgli cosa doveva fare. Si tolse lentamente la biancheria intima femminile per esporre il suo cazzo duro da cinque pollici. Ne uscì e strofinò la punta del suo cazzo su e giù per il crack del suo amico. Un gemito di anticipazione sfuggì alle labbra di Mark. Il cazzo di Clint era già ricoperto da uno strato di pre-eiaculazione, guidò la punta del cazzo nel buco del suo amico e iniziò lentamente a spingerlo dentro. Mark gemette e sbatté all'indietro prendendo tutto il cazzo di Clint nel suo culo vergine. Mark era pieno di piacere e dolore ma voleva di più.
"Fanculo!" egli gridò. Clint obbedì rapidamente e cominciò a scopare lentamente il culo stretto e muscoloso di fronte a lui. “Più forte” gemette Mark. Clint aumentò il ritmo fino a sbattere il suo cazzo dentro più forte che poteva. Mark era in pura beatitudine, così come Clint. Clint sapeva che non sarebbe durato a lungo.
Ha urlato "Sto per venire"
Mark ha risposto "Sulla mia faccia". Quindi Clint tirò mentre Mark si girava. Mark afferrò il cazzo di Clint e lo accarezzò. Clint gemette e si irrigidì mentre veniva. Ha spruzzato sperma sul viso e sul petto di Mark. Mark leccò lo sperma intorno alla sua bocca con la lingua con un sorriso mentre Clint si lasciò cadere e leccò via lo sperma dal petto muscoloso di Mark.
Entrambi si sdraiarono sul letto e Mark si rannicchiò dietro Clint nudo e si addormentarono

Storie simili

Divertimento con Steve II

A casa da solo Sono passati circa quattro mesi da quando io e Mark ci divertivamo negli spogliatoi, e abbiamo deciso che sarebbe stato meglio se nessuno avesse scoperto le nostre attività, quindi eccoci qui, a cogliere ogni occasione possibile per stare insieme. Questo fine settimana in particolare mia madre e mio padre saranno fuori per tutto il sabato, quindi ho chiesto a Mark di venire, i miei genitori non hanno problemi con Mark che viene a trovarci ma ci controllano sempre ogni dieci minuti, quindi è impossibile diventiamo un po 'selvaggi con lui, normalmente ci sediamo sul mio letto di...

2.1K I più visti

Likes 0

Circostanze diverse parte 2

Disclaimer: non possiedo Pokemon, nessun personaggio e Pokemon lì dentro. Sai, solo per coprirmi il culo in caso. Meglio prevenire che curare. Nota dell'autore: grazie a tutte le persone che hanno letto il primo capitolo. Questo capitolo è stato molto più lungo di quanto mi aspettassi. Divertiti! –––––––– 'Caro Nicola, È tua sorella, Julian! Ho inviato questa lettera di Taillow perché era più veloce e per congratularmi con te per aver superato l'Accademia Pokemon! Papà dice che hai fatto degli esami orribili...' “Non ho fatto così male. Almeno sono passato..” borbotta Nicholas, continuando a leggere la lettera che gli era stata...

2K I più visti

Likes 0

L'ultima speranza bianca (Capitolo 1)

Questa è una storia di fantasia sul diventare presidente del nostro paese. È una sorta di parallelo con la nostra storia e la nostra linea temporale. Il primo capitolo riguarda lo sviluppo del personaggio principale Alcune informazioni di base su di me prima di entrare troppo nella storia. Mi chiamo Stewart Thomas Whitteman. Faccio il mio secondo nome e tutti mi chiamano Tom. Odio il nome Stewart. Era il nome preferito dello zio di mia madre. Sono nato il 5 maggio 1955. Sono alto un metro e ottanta, peso 210 libbre, ho i capelli e gli occhi castani. Mi alleno regolarmente...

1.9K I più visti

Likes 0

Io e il signor Bill! Parte 4: Il vecchio strip club

Parte 4: Io e il signor Bill! Il vecchio strip club Bill ha raccolto il mio vestito e mi ha aiutato ad alzarmi. Penso che una bella doccia calda e un'altra bevanda energetica sia in ordine per te. Disse mentre mi guidava con le mie gambe ancora tremanti sul retro del camion. Lì ha digitato un codice nella porta che ha aperto il retro del camion e siamo entrati nella zona giorno. Mentre mi stavo togliendo gli stivali e le mutandine, Bill ha aperto la doccia per me. Mio, quei ragazzi ti hanno lavorato bene, vero? Certo che l'hanno fatto. È...

1.8K I più visti

Likes 1

Caduta celeste - Capitolo 5-6

Capitolo Cinque Estratti dal passato Immortalità: idea abbagliante! Chi ti ha immaginato per primo! Era forse qualche allegro borghese di Norimberga, che con il berretto da notte in testa e la pipa di terracotta in bocca, sedeva in una piacevole sera d'estate davanti alla sua porta, e rifletteva in tutta la sua comodità che sarebbe stato piacevole se, con pipa inestinguibile, e respiro infinito, poteva così vegetare innanzi per una beata eternità? O era un amante, che tra le braccia della sua amata, pensava il pensiero dell'immortalità, e questo perché non poteva pensare e sentire nulla accanto!... Amore! Immortalità! Heinrich Heine...

1.6K I più visti

Likes 0

One Lucky Bastard (modificato e riscritto)

Un fortunato bastardo prt 1 Ciao gente, questa è la mia prima storia. Ho pensato che sarebbe stato bello iniziare a scrivere da una vera prospettiva afroamericana. Dimmi cosa pensi sia positivo che negativo. Inoltre, questa sarà una storia in otto o nove parti, basta guardare i colpi di scena. Devo essere il bastardo più fortunato del mondo. Avevo appena compiuto 18 anni quando ho perso la verginità con una ragazza di 26 anni. Al tempo del mio ultimo anno al liceo, avevo fatto sesso più di 30 volte e avevo imparato a mangiare la figa in modo esperto e sapevo...

1K I più visti

Likes 0

L'estate di Brooke_(1)

Al liceo non sono mai stata la grande star o il pagliaccio della classe, o davvero niente. Sono scivolato nel mezzo in tutto e non sono mai stato notato da nessuno tranne che da alcuni amici. Le donne sono state incluse perché non ho mai avuto una personalità o un corpo di spicco. C'era una ragazza, Brooke, mi sarebbe andato bene coccolarla tanto quanto volevo scoparla. Aveva una personalità elettrica e il corpo da abbinare. In qualche modo abbiamo formato una relazione improbabile, ovviamente essendo io l'idiota che ero volevo ottenere qualcosa di più. Inutile dire che ero in zona amico...

1.1K I più visti

Likes 0

Noemi

L'ho vista per la prima volta mentre tornavo a casa dal lavoro una sera e sono rimasto colpito da quanto fosse bella; alta quanto me con grandi gambe che arrivavano fino al pavimento, un certo qualcosa nel modo in cui camminava che emanava un atteggiamento da non fare prigionieri; capelli corti ma sfacciati del colore di un brillante penny e un viso largo con occhi sapienti verde smeraldo che vedevano tutto. Mentre camminavamo l'uno verso l'altro, la stavo controllando e quegli occhi mi hanno sorpreso a farlo. Le ho fatto i complimenti per il suo aspetto mentre passavamo e lei ha...

985 I più visti

Likes 0

Il mio primo anale

Sapevo che sarebbe stato ancora arrabbiato con me. Ho incontrato il mio ex, Gage, che era il migliore amico di Danny al college, durante la pausa pranzo e abbiamo pranzato insieme. Abbiamo parlato di lavoro, famiglia e passato. Mi ha detto che gli mancavo e mi ha chiesto quando Danny e io ci saremmo lasciati in modo che potesse riavermi. Poi ha continuato a dirmi come invidiava Danny perché Dan ha avuto la mia ciliegia. Gli ho detto quanto amo Danny e che nessuno mi renderebbe felice come Danny. Danny era sempre geloso di Gage, quando Gage aveva me. Gage mi...

946 I più visti

Likes 0

Dandole una lezione_(1)

Storia di Fbailey numero 563 Insegnandole una lezione La ragazza della porta accanto può essere il sogno di ogni ragazzo, ma la ragazza che vive accanto a me è un mostro. Pensa che il mio giardino appartenga a lei e che abbia libero accesso per camminare nella mia aiuola e calpestare tutto ciò che desidera. Tina Louise Carter o TLC come ama definirsi. Tender Loving Care non è quello che farei al suo culo nudo. A quattordici anni crede di sapere tutto e che la sua merda non puzzi. I ragazzi sono dappertutto. Ognuno di loro vuole infilare il suo cazzo...

922 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.