Mia mamma e la mia ragazza dei sogni

76Report
Mia mamma e la mia ragazza dei sogni

Introduzione

Mi chiamo Will Chapman. Sono uno studente universitario di 19 anni, 5'8 "e 160 libbre con capelli castani corti e occhi castano scuro. Ho sempre avuto problemi con le ragazze della mia età. Non è che non fossi di bell'aspetto; era perché, nonostante avessi 19 anni, sembrava che ne avessi 14. Ogni volta che uscivo con i miei amici, le persone che incontravamo spesso mi chiedevano se ero il fratellino di qualcuno. Le ragazze dicevano sempre che ero "carino", il che mi farebbe assolutamente impazzire. Inutile dire che ho avuto problemi a soddisfare i miei bisogni sessuali.

Stavo andando in un college della comunità locale e vivevo a casa con mia madre. Vivevamo da soli insieme da quando avevo 4 anni. Praticamente mi aveva cresciuto da sola, ed era il mio modello. I miei genitori erano divorziati quando mio padre ha dato la notizia di aver avuto un figlio da un'altra donna. Rimase in giro per la città con la sua nuova moglie fino a quando avevo 8 anni e poi se ne andò per trasferirsi a Nashville. È stato lì da allora e raramente ha avuto contatti con mia madre o con me.

Mia madre era davvero la mia migliore amica e insieme avremmo parlato di qualsiasi cosa. Eravamo estremamente a nostro agio insieme. La casa era l'unico posto dove uno di noi poteva dire o fare qualsiasi cosa e non preoccuparsi di essere imbarazzato o vergognoso. Abbiamo parlato dei miei problemi con la donna e mamma diceva sempre che dovevo continuare a provare e sarei stato in grado di trovare la ragazza dei miei sogni.

Capitolo 1- Sara

Una sera ero fuori con i miei amici a fare shopping al centro commerciale locale. Stavamo girovagando senza meta per la food court e poi l'ho vista. Attraverso le file di sedie e tavoli c'era la mia ragazza perfetta. Era alta poco meno di 5 piedi e circa 100 libbre, con bei capelli castano scuro con piccole ciocche rosse. Indossava solo una semplice t-shirt nera e jeans larghi ma era comunque stupenda. Le sue tette erano fantastiche, non così grandi, una solida coppa B, ma erano vivaci e si adattavano perfettamente al suo petto. Il suo culo era assolutamente perfetto, grande rotondo e stretto allo stesso tempo. I suoi fianchi accentuavano tutto il suo corpo e chiedevano solo a qualcuno di metterci le mani sopra. Sembrava giovane, ma certamente pensavo che avesse almeno 17 anni.

"Volere! Ehi, Will!» gridò il mio amico Nick.

Sono rimasto sorpreso. Non mi ero resa conto di essere stata letteralmente fermata sul colpo dalla bellezza di questa ragazza. Devo averla fissata per molto più tempo di quanto mi fossi reso conto perché il mio gruppo di amici era a ben 200 piedi davanti a me. Ho salutato Nick e mi sono girato per vedere cosa stesse facendo questa dea dall'altra parte della strada. Doveva aver sentito la chiamata di Nick, si era voltata e ora mi stava guardando. Sorrisi e lei arrossì e mi restituì il sorriso più carino. Sapevo che dovevo avvicinarmi e parlare con questa ragazza.

"Ciao, mi chiamo Will" dissi mentre le tendevo la mano.

"Ehi, sono Sara" ha risposto mentre mi stringeva nervosamente la mano.

"Mi stavo solo chiedendo se forse volevi andare da qualche parte a mangiare qualcosa con me" ho chiesto stupidamente senza rendermi conto che attualmente siamo in fila a uno stand di cibo.

Quando ho detto che questa ragazza era la mia ragazza perfetta, non mi riferivo solo al suo aspetto. Il modo in cui ha risposto alla mia domanda stupida sarà sempre il motivo principale per cui mi sono innamorato di questa ragazza.

"Mi piacerebbe, ma sai dove potremmo andare", ha detto mentre si avvicinava alla finestra e le ordinava la cena.

Risi, davvero imbarazzata, pensando di aver appena sprecato la mia occasione con la ragazza più bella con cui avessi mai avuto il coraggio di parlare. Ero così sicuro che pensava che fossi un deficiente. Ero pronto a voltarmi per trovare i miei amici. Sono stato completamente colto alla sprovvista quando Sara si è voltata verso di me, arricciandosi i capelli intorno al dito, "Quindi pagherai, o questo sarà uno di quegli appuntamenti?"

Ero allo stesso tempo confuso, imbarazzato ed eccitato. Ho borbottato parole incoerenti mentre cercavo il portafoglio. Sorrise, prese il cibo e si avvicinò a un tavolo vuoto per sedersi. Ho ordinato rapidamente e mi sono unito a lei. Abbiamo iniziato a parlare ed è stato come se avessimo cliccato all'istante. Il suo senso dell'umorismo e il suo sarcasmo erano quasi identici al mio e la sua personalità mi ricordava davvero molto quella di mia madre. Abbiamo parlato per quasi due ore di una serie di cose finché non ho capito di avere un problema. I miei amici con cui ero venuto non si trovavano da nessuna parte e non avevo modo di tornare a casa. Sara si rese conto che ero un po' turbata da qualcosa, "Cosa sta succedendo?"

“Oh non è niente di male. Ho appena realizzato che i miei amici che mi hanno portato qui se ne sono andati e non ho modo di tornare a casa mia".

"Va bene, comunque devo andare a casa subito, puoi semplicemente venire con me."

Questa ragazza continuava a migliorare. Era sexy da morire, aveva una grande personalità ed era disposta a riportarmi a casa. Ho pensato che non c'era niente in questa ragazza che non fosse assolutamente perfetto, e poi un furgoncino si è fermato proprio di fronte a noi. La donna alla guida era davvero sexy. Sembrava che avesse circa venticinque anni. Aveva i capelli castani e sembrava una donna più piccola, da quello che potevo dire da quando era seduta, e il suo petto sembrava essere irregolarmente grande per la sua taglia e il suo tipo di corpo. Mentre la guardavo da vicino, assomigliava molto a Sara. Per qualche ragione mentre la guardavo, ho avuto quella strana sensazione di averla incontrata prima, ma non avevo idea da dove venisse.

"Finalmente mia madre è qui" ho sentito dire da Sara, il che ha interrotto la mia completa attenzione su questa donna di fronte a me. L'ho sentita, ma all'inizio quello che ha detto non si è completamente registrato con me.

"Aspetta, quella è tua madre?" chiesi, leggermente confuso.

"Sì"

“Perché è qui? Ha bisogno di te per qualcosa?" dissi, non rendendomi completamente conto di cosa stesse succedendo.

“È qui per venirci a prendere, DUH. Hai detto che avevi bisogno di un passaggio”

"Pensavo che saresti tornato a casa"

“Come potrei farlo, non ho ancora nemmeno il permesso”

"Che cosa? Quanti anni hai?" Non ho idea di come la conversazione di due ore che abbiamo avuto prima non abbia mai toccato questo argomento.

"Quattordici. Come mai? Quanti anni hai?"

Ancora oggi non sono ancora del tutto sicuro del motivo per cui ho risposto a questa domanda in questo modo:

“Wow, pensavo fossi più grande. Ho sedici anni"

"Allora, andiamo, mia madre sta aspettando"

Mi prese per mano e mi condusse alla macchina di sua madre. Ero ancora un po' sconcertato dal modo in cui avevo parlato con questa ragazza per ore e non avevo mai pensato che avesse solo quattordici anni. "Ciao tesoro", disse sua madre mentre salivo in macchina dopo Sara, "e chi è questo bel giovanotto, Sara?"

“Mamma, questo è Will. L'ho incontrato qui e ha detto che aveva bisogno di un passaggio a casa"

"Non sapevo che la mia bambina potesse attrarre un ragazzo così bello", ha scherzato sua madre quando Sara l'ha colpita sul braccio ridendo.

Abbiamo guidato per altri 10 minuti facendo chiacchiere e ridendo per tutto il tempo. Mi sono reso conto che Sara non solo aveva ottenuto il suo aspetto fantastico da sua madre, ma aveva anche ereditato la sua personalità. Ci siamo fermati a casa mia e ho ringraziato la mamma di Sara e mi sono mosso per scendere dalla macchina. “Beh, signorina, faresti meglio a accompagnare questo giovane alla sua porta. Faresti meglio a non lasciarti scappare questo” Sara colpì di nuovo sua madre sul braccio, chiaramente più imbarazzata da questa battuta rispetto alla precedente, e si mosse per seguirmi fuori dalla macchina. Fece scivolare la sua mano nella mia mentre ci avvicinavamo alla mia porta.

"Grazie per il passaggio a casa e per la fantastica serata" dissi mentre mi preparavo ad aprire la porta.

"Volere?"

"Sì, cosa c'è che non va?" Ho chiesto come ho notato che era triste per qualcosa.

"Ti piaccio ancora anche se sono più giovane di quanto pensavi?"

“Sara, mi piaci ancora di più adesso” dissi mentre il suo viso si illuminava e mi chinavo per abbracciarla addio. Non ero sicuro del motivo per cui l'avevo detto, perché ero un po' preoccupato per quello che avrei fatto dopo averle mentito sulla mia età. Non ero sicuro di poter continuare a vedere una ragazza che era molto più giovane di me. Penso che stavo solo cercando di farla sentire meglio con se stessa e la mia risposta era semplicemente sfuggita. Mi strinse forte e quando ci separammo mi diede un bacio veloce che mi prese alla sprovvista. Lei sorrise e si voltò per andarsene, ma la presi per un braccio e la tirai indietro in un bacio più lungo e appassionato. Ci siamo baciati per quelle che sembravano ore, ma in realtà sono passati solo pochi secondi quando sua madre ha iniziato a suonare il clacson per far tornare Sara alla macchina.

"Chiamami più tardi" disse mentre si voltava e saltava alla macchina di mamma.

Capitolo 2- La mamma è CALDA

Entrai in casa mia e fui sorpreso che mia madre non fosse in soggiorno a guardare la TV come al solito. Ho camminato verso la mia stanza per alleviare lo stress che Sara aveva appena creato, quando ho sentito uno strano rumore provenire dal fondo del corridoio. Sembrava un basso rumore vibrante, quindi ho pensato che il telefono di mia madre stesse squillando nella sua stanza. Non ero sicuro che fosse da qualche parte nei paraggi, quindi sono andato alla sua porta semiaperta e mi sono voltato per entrare quando ho visto qualcosa che ha cambiato la mia vita per sempre.

Mia madre era distesa sul letto con indosso la vestaglia che indossava sempre in casa. Stava pompando un grosso vibratore viola dalla sua vagina bagnata. Potevo sentire i suoni della sua fica bagnata, mentre spingeva e tirava con violenza il suo giocattolo di plastica dentro e fuori da lei. Sapevo che avrei dovuto semplicemente voltarmi e andarmene perché era mia madre, ma non potevo distogliere lo sguardo. Il mio cazzo era già sull'attenti dopo la mia interazione con Sara appena due minuti prima, ma questa vista mi ha dato la peggiore erezione che abbia mai avuto in vita mia. Mi faceva male dentro i pantaloni e mi sentivo come se non potessi muovermi in nessuna direzione o sarei esploso senza nemmeno toccarlo. Poi mia madre emise un enorme gemito che mi fece sobbalzare il cazzo. Il suo corpo ha iniziato a contorcersi e non ho potuto fare a meno di iniziare a strofinare il nodulo nei miei pantaloni. Ricadde sul cuscino, ansimando. Non avevo mai visto mia madre come un essere sessuale, ma questo spettacolo era la cosa più eccitante che avessi mai visto.

Non avevo mai pensato a mia madre come a una donna sexy, ma era solo perché era mia madre. Era davvero molto attraente. All'epoca aveva 42 anni, ma sembrava che ne avesse forse 32 e poteva passare per ancora più giovane. In piedi a circa 5 piedi 1, con capelli biondi lunghi fino alle spalle. Era in gran forma per una donna del suo tipo di corpo e della sua età. Pesava circa 130 libbre e il suo seno era assolutamente incredibile. Era una 38D e date le dimensioni del resto del suo corpo il suo petto spiccava davvero e supplicava di essere accarezzato. Quando ho iniziato a notare davvero il suo corpo, i suoi fianchi e il suo culo sono diventati rapidamente le mie cose preferite in assoluto di lei. Entrambi si curvavano perfettamente dal suo tronco sottile e accentuavano la sua magnifica figura materna. Il suo culo era enorme, ma era meravigliosamente liscio, a differenza della maggior parte delle donne della sua età, e andava bene con il resto del suo corpo. I suoi fianchi offrivano un netto contrasto con la sua vita più piccola e potrebbero sicuramente essere descritti come i fianchi scoperti di una bambina. In breve, potrebbe sicuramente essere la MILF per popolare il sogno erotico di qualsiasi uomo.

Sapevo che poteva alzarsi da un momento all'altro e trovarmi a fissarla, così sono corsa nella mia stanza e ho tirato fuori rapidamente il mio cazzo. Le immagini di mia madre e Sara erano tutto ciò di cui avevo bisogno per esplodere in un attimo. Ho finito, mi sono ripulito e sono andato a farmi una doccia. Ho aperto la mia porta e mia madre mi è venuta incontro e mi ha abbracciato stretto premendomi le tette contro e il mio cazzo ancora semiduro dentro di lei, "Ehi Will, com'è andata la tua notte al centro commerciale?"

Normalmente l'avrei abbracciata subito e le avrei parlato per l'ora successiva della mia notte e di quello che è successo con Sara. Tuttavia, quello che l'ho appena vista fare, combinato con il fatto che ora stava premendo il suo corpo sudato, che odorava di dopo-sesso e incredibilmente sexy contro di me, mi stava dando un'altra erezione. Ho dovuto allontanarmi e dire: "Te lo dirò una volta uscito dalla doccia"

“Oooo, anch'io stavo per fare la doccia, ma poi ho sentito la tua porta e sono dovuta venire a parlare con te. Dovremmo semplicemente fare una doccia insieme e risparmiare un po' d'acqua” una battuta che mi avrebbe fatto ridere prima, ma ora tutto ciò che potevo fare era sorridere e arrossire e dire “Sì, giusto” mentre entravo nel mio bagno.

Sono entrato nella doccia sfoggiando la mia seconda erezione dura come una roccia negli ultimi 10 minuti. Stavo per lasciarlo andare, ma poi ho sentito la doccia di mia madre accendersi e le immagini del corpo nudo di mia madre hanno iniziato a popolare ogni pensiero nella mia testa. Inconsciamente ho iniziato ad accarezzarmi il cazzo mentre immaginavo mia madre e le sue tette e il suo culo che rimbalzavano sopra il mio cazzo. Ho sparato il mio carico su tutta la porta della doccia mentre uscivo dal mio stordimento pieno di sesso, imbarazzato dalle mie fantasie incestuose.

Ho lasciato la doccia e mi sono vestito con una maglietta e dei pantaloncini e sono andato a sedermi e guardare la TV nella stanza principale aspettandomi che mia madre uscisse presto. Mi sono seduto lì solo pensando agli eventi delle ultime due ore con Sara e mia madre. Il fatto che ho incontrato la ragazza dei miei sogni solo per scoprire che aveva solo quattordici anni. Poi, per qualche ragione, ho deciso di mentirle e dirle che avevo tre anni meno di quanto fossi in realtà, solo per finire per darle il miglior bacio che avessi mai avuto. Il fatto che fosse la cosa più normale che fosse successa quella notte era ciò che mi faceva girare la testa. Non solo ho limonato e mi sono masturbato con una matricola del liceo, ma mi sono anche masturbato alla vista di mia madre che aveva un orgasmo sferragliante sul suo letto. Non ero sicuro di cosa avrei fatto. Normalmente parlavo con mia madre di problemi come questi, ma per ovvie ragioni era fuori discussione. Dopo circa un'ora ho pensato che mia madre fosse appena andata a letto, quindi sono andata in camera mia per cercare di andare a dormire.

Rimasi a letto tutta la notte, senza dormire un minuto, solo ripetendo continuamente la notte nella mia testa. Mi giravo e rigiravo con visioni costanti di Sara e mia madre che lampeggiavano nella mia mente. Ho deciso che non potevo passare un'altra notte senza poter dormire. Sapevo che avrei dovuto parlare con mia madre, almeno di Sara, quando si sarebbe svegliata. Dovevo solo togliermi qualcosa dal petto o sarei impazzito.

Capitolo 3- Mattina imbarazzante

Erano circa le 7 quando ho sentito mia madre aprire la porta della sua camera da letto e andare in cucina. Sebbene fossi sollevato di aver superato una delle notti più lunghe della mia vita, ero esausto. Mi alzai e andai a incontrare mia madre in cucina. Ho girato l'angolo della mia stanza e ho visto mia madre con la stessa vestaglia con cui l'avevo vista la scorsa notte mentre si dava piacere. Il mio cazzo ha iniziato a contrarsi e non potevo credere che stesse succedendo di nuovo. Poi aprì la porta del frigorifero e si chinò per prendere il succo d'arancia. Perché il succo doveva essere sul ripiano inferiore? Mentre si chinava sulla sua veste iniziò a sollevarsi fino a circa metà coscia. Rimasi lì sperando contro ogni speranza che si alzasse ulteriormente, ma inutilmente. Il tessuto dell'accappatoio aderiva al suo culo perfetto e ai suoi fianchi, facendomi sporgere il cazzo nei pantaloncini.

Non so se fosse stata la lunga notte e la mancanza di sonno, ma non ne potevo più. Stavo per esplodere: "Mamma! Non posso più farlo! Devi metterti dei vestiti normali intorno a me, perché mi stai facendo pensare a cose sporche e inappropriate su di te” ho appena sbottato. Mia madre non si è nemmeno accorta che ero nella stanza ed è saltata su quando le ho urlato contro.

“Gesù Will, mi hai spaventato a morte. Di che diavolo stai parlando?" e poi guardò la tenda nei miei pantaloni. Il suo viso divenne rosso come una barbabietola e ridacchiò: "Oh tesoro, mi dispiace così tanto. Non avevo realizzato che il mio vecchio corpo potesse ancora fare questo a qualcuno, figuriamoci a te. Chiedo scusa. Andrò a indossare i miei abiti da lavoro e d'ora in poi starò attento a cosa indosso intorno a te”. Sono rimasto piuttosto sorpreso che abbia gestito la cosa così casualmente come se le piacesse l'attenzione e ho iniziato a pensare se dovevo raccontarle tutto di quello che ho visto nella sua stanza la scorsa notte.

Ho aspettato che tornasse fuori dalla sua stanza dopo essersi cambiata per poterle finalmente parlare di Sara. Ci sono voluti circa 20 minuti e mia madre è finalmente uscita dalla sua stanza. Indossa una camicetta viola attillata e una gonna nera attillata al ginocchio. Era un'insegnante del liceo locale in cui ero andato, ed era ben nota come l'insegnante più sexy della scuola. Mi è stato costantemente ricordato questo fatto da tutti i miei amici, ma non l'avevo mai visto fino ad ora. Quel giorno non aveva una prima ora e io non avevo lezioni il venerdì, quindi abbiamo avuto circa un'ora per parlare prima che lei andasse al lavoro.

"Mamma, devo parlarti della mia notte di ieri sera"

“Certo tesoro, stavo per chiacchierare con te la scorsa notte, ma ero esausto, quindi sono andato a dormire. Cosa è successo?"

Ho continuato a raccontarle di aver incontrato Sara, di averle parlato, di aver scoperto che aveva solo quattordici anni, di averle mentito dicendo che ne avevo solo sedici, e poi di averla baciata in veranda prima di rientrare in casa. “Beh tesoro, sembra che voi due siate davvero andati d'accordo. Se vuoi stare con lei, dovrai confessare quanti anni hai veramente. Personalmente non vedo un problema con la differenza di età se voi due vi importa davvero l'uno dell'altro, ma se voi due siete seriamente intenzionati ad avere una relazione, dovrete chiarirlo prima con i suoi genitori, o potreste entrare in qualche problema. Dovresti chiamarla e chiederle di uscire per stasera e dirle tutto".

"Quindi non pensi che sia strano che abbia cinque anni meno di me?"

"Penso che l'amore non abbia limiti di età"

“Whoa mamma non ho detto che ero innamorato di lei, ma grazie. Questo aiuta davvero"

"Sai cosa voglio dire. Devo andare o farò di nuovo tardi al lavoro. Ci vediamo dopo la scuola".

"Va bene mamma, ma ho qualcos'altro di cui parlare quando torni a casa"

“Oh, piccola mia. Sempre piena di drammi” disse mentre mi baciava la fronte e si dirigeva verso la sua macchina.

"Ciao mamma" ho detto mentre guardavo il suo bel culo oscillare avanti e indietro mentre usciva dalla porta.

Ero acceso ma ero assolutamente esausto e sono tornato al mio letto e mi sono addormentato quasi immediatamente. Sono stato fuori per ore.

Capitolo 4- Cena con la famiglia

Mi sono svegliato dal mio pisolino, che in realtà era solo una notte di sonno, e ho guardato l'orologio. Ero le 4; Ero fuori da sette ore. Mi sono alzato e ho capito che mia madre sarebbe stata a casa a qualsiasi ora. Mi sono affrettato e ho fatto una doccia così non sembravo che mi fossi appena svegliato. Finii di farmi la doccia e uscii nella stanza principale per sedermi e guardare un po' di TV. Ho guardato fuori dalla finestra e mia madre era appena entrata nel vialetto, ma non era sola. Non riuscivo a vedere chi era sul sedile del passeggero dal divano. Mentre mi alzavo, ho visto Sara uscire dall'auto di mia madre. Ero sconcertato. Come diavolo si sono trovati? Questa ragazza era una stalker pazza e in qualche modo ha trovato mia madre? Mia madre ha esagerato, ora che sapeva che finalmente mi piaceva davvero una ragazza e l'ha braccata? Mi sono seduto di nuovo per comportarmi come se non fossi completamente fuori di testa. Mia madre ha aperto la porta con un sorrisino furbo sul viso, "Guarda chi ho portato a casa da scuola" mentre faceva cenno a Sara di entrare in casa.

Non ho potuto nascondere quanto fossi confuso e mia madre lo ha capito subito: "Sara, qui, è nella mia quarta classe di inglese al primo anno. Mi sono accorto che assomigliava esattamente alla ragazza che mi hai descritto di ieri sera, che si chiamava Sara e aveva quattordici anni». Ho guardato impressionato e mia madre mi ha sorriso. "Anche la tua vecchia mamma ha i suoi momenti di Sherlock, Will", riferendosi a come aveva sempre descritto la mia capacità di capire rapidamente le cose. Sara si avvicinò e si sedette sul divano proprio accanto a me. “Ho parlato con Sara dopo la lezione e ho scoperto che era davvero la stessa ragazza e poi l'ho invitata a uscire a mangiare con noi stasera. Spero non ti dispiaccia."

Mi vergognavo un po' che mia madre avesse chiesto di uscire a una ragazza per un secondo appuntamento per me, ma ero entusiasta di poter rivedere Sara. Mi sono avvicinato e ho afferrato la mano di Sara e l'ho baciata sulla guancia, "Certo che non mi dispiace. Dove stiamo andando?"

Mia madre è andata a fare la doccia e si è preparata per uscire. Ho impiegato questi 45 minuti per provare a parlare con Sara della mia bugia la scorsa notte, "Sara, devo confessare che ho mentito su qualcosa la scorsa notte".

"Può essere che tu sia più vecchio di quanto hai detto di essere?"

"Te l'ha già detto mia madre?" chiesi, ora davvero imbarazzato.

“No in realtà era mia madre”

"Che cosa? Come diavolo faceva a saperlo?"

“Lavora nel front office della tua scuola. Ha detto che ti ha già aiutato a scegliere le tue classi e ti ha riconosciuto quando sei salito sul furgone”

“Wow, sta diventando davvero strano. Tu sei nella classe di mia madre e tua madre lavora nella mia scuola"

"So che ho pensato che fosse davvero strano quando la signora Connor ha detto che era tua madre." Era la signora Connor, perché mia madre aveva ripreso il cognome da nubile e io avevo ancora il cognome di mio padre.

"Haha, scommetto che è stata una strana conversazione con il tuo insegnante"

"In realtà tua madre è sempre molto carina con i suoi studenti, quindi non è stato così imbarazzante"

Mentre parlava mi sono reso conto di qualcosa di veramente importante su ciò che aveva detto prima: "Aspetta, quindi tua madre sapeva quanti anni avevo e ti stava ancora incoraggiando ad accompagnarmi alla mia porta?"

“Sì, non le importava. Ha solo detto che era molto impressionata dal fatto che potessi trovare un ragazzo bello e maturo come te. Ha detto che ha provato a flirtare con te e non è andata da nessuna parte".

“Ho visto tua madre la scorsa notte e sapevo di conoscerla da qualche parte, ma ancora non ricordo che mi abbia mai aiutato con le lezioni. Ha cambiato i suoi capelli o qualcosa del genere?"

"Ha perso circa 50 libbre nell'ultimo anno da quando mio padre l'ha lasciata"

"Oh, beh, immagino che questo lo spieghi" dissi; sapendo che mi sarei ricordato della donna che avevo visto la notte scorsa, che ci provava con me.

"Siete pronti per partire?" ha chiesto mia madre mentre usciva in jeans attillati e una t-shirt scollata che metteva in mostra le sue grandi tette. Poi mi strizzò l'occhio mentre le fissavo il petto. Questo mi ha fatto sobbalzare e avevo paura che mi avesse beccato a guardarmi, ma mi sono reso conto che probabilmente stava solo facendo l'occhiolino a me e Sara che ci coccolavamo sul divano.

"Sì, ma devo chiamare mia madre molto velocemente per dirle che non sarò a casa per cena" annunciò Sarah mentre chiedeva se poteva usare il nostro telefono.

"Perché non la inviti a venire con noi?" sbottai, pensando ancora al corpo stretto di sua madre la sera prima.

"Sì, sarebbe divertente", ha aggiunto mia madre.

"Fantastico, te lo chiederò" rispose Sara mentre prendeva il telefono.

La mamma di Sara, Becky, ha accettato e siamo andati a prenderla a casa sua. Abbiamo mangiato tutti benissimo. Mia madre e Becky sono andate subito d'accordo e si sono comportate come se fossero vecchie amiche. Sara e io ci stavamo rapidamente innamorando e la differenza di età per la quale ero così preoccupata la sera prima sembrava che si fosse appena sciolta. Mentre la notte passava, Becky ha bevuto la sua giusta dose e sembrava che stesse sentendo il brusio. Mia madre non beveva e sia io che Sara eravamo troppo giovani per bere, ma sembrava che Becky stesse cercando di rimediare. Siamo partiti dopo un paio d'ore e abbiamo deciso di tornare tutti a casa di Becky e Sara per poterci uscire ancora un po'.

Siamo entrati tutti e questo è stato quando ho iniziato a notare che la mamma di Sara era davvero martellata. Cominciò a dire frasi incoerenti e si lasciò cadere sul divano. Mia madre si è chinata per tirarla su e la sua scollatura era in bella mostra. Il suo reggiseno era in bella mostra e non ho potuto fare a meno di dare un'occhiata, ed è stato allora che la mamma di Sara ha cambiato la traiettoria della serata. “Sara! Faresti meglio a stare attenta o Will si scoperà semplicemente sua madre prima che lui ti scopi! gridò Becky quando mi sorprese a fissare il petto di mia madre.

"Mamma! È maleducato! Penso che tu sia un po' fuori di testa. Lascia che ti prenda un caffè" Sara era così imbarazzata dallo sfogo di sua madre.

Sia io che mia madre stavamo arrossendo e Becky non si è fermata qui, "Cosa? Ho visto il modo in cui hai guardato tua madre tutto il giorno, Will. Dimmi che non la scoperesti se te lo chiedesse"

“Mamma basta così! Ti metto subito a letto!» gridò Sara, irrompendo dalla cucina.

"Va tutto bene Sara" ha risposto mia madre, "la metto a letto e tu e Will potrete parlare prima di partire".

"Grazie mille signora Connor" disse Sara a mia madre mentre le nostre mamme inciampavano lungo il corridoio. “Mi dispiace così tanto per quel Will. Mia madre diventa così quando si ubriaca"

"Va bene. Non ti preoccupare”

“So che ci conosciamo a malapena, ma mia madre non è stata l'unica ad aver notato il modo in cui guardavi tua madre. So che è naturale per te guardare perché penso che tua madre sia sexy e io sono una donna eterosessuale, ma pensi che sia schifoso che mi faccia eccitare pensare a te e tua madre che fate sesso. Sono sempre stato incuriosito dall'incesto".

"Uuuuuhh... uh non penso che sia disgustoso", dissi, scioccato nel sentire questo uscire dalla bocca di questa ragazza di quattordici anni che avevo appena incontrato. "Finché sei onesto, ho qualcosa da dirti..." Le ho poi raccontato quello che è successo la sera prima con me che ho incontrato mia madre e come mi ha fatto sentire e ho potuto vedere che questo stava accendendo questa ragazzina perversa. Cominciò a contorcersi e dimenarsi sul sedile e il suo viso divenne arrossato.

"Volere? Penso che mi sto innamorando di te” Normalmente sarei andato a correre per le colline se una ragazza me lo avesse detto dopo un primo appuntamento, ma questo era diverso. Sapevo come si sentiva, perché la chimica che avevo con questa ragazza era diversa da qualsiasi cosa avessi mai provato prima. Voglio dire, eravamo qui, ci siamo appena incontrati il ​​giorno prima e le stavo raccontando di guardare mia madre masturbarsi e poi masturbarsi. Era come se potessi dire assolutamente qualsiasi cosa a questa ragazza e lei a me. Eravamo semplicemente fatti l'uno per l'altro.

“Sara? Mi sto innamorando di te", risposi mentre mi chinavo per baciarla. Mi ha tirato dentro di sé e siamo caduti sul divano abbracciandoci ogni centimetro del corpo dell'altro. Ho spostato lentamente la mia mano sul suo cavallo e ho fatto scivolare il dito sulla cucitura dei suoi jeans. Il suo corpo ha iniziato a tremare e ho raggiunto per sbottonarle i pantaloni...

“Va bene voi due lasciate perdere. Scusa, ma Will dobbiamo tornare a casa. È quasi mezzanotte e devo alzarmi domattina». Mia madre è rientrata dopo aver messo a letto la mamma di Sara: "Sara, devi controllare tua madre prima di andare a dormire per assicurarti che non abbia vomitato o fatto qualcosa di stupido. Ora bacia addio e dobbiamo andare”

La mia frustrazione sessuale sembrava che sarebbe sopravvissuta per sempre come Sara che mi beccava le labbra e si alzava dal divano per seguire mia madre fuori. Non sapevo che la mia serata era davvero appena iniziata.

Capitolo 5- Mia mamma

"Quindi quella Becky è esuberante quando si beve dell'alcol, vero?" disse mia madre mentre attraversavamo la porta d'ingresso. "Immagino che quel piccolo sfogo su di noi non abbia fatto male a niente tra te e Sara".

“No, non è stato così. Penso che questa relazione potrebbe durare per un po'" ribattei.

“Sono solo curioso di sapere come ha gestito quella situazione ed è riuscita a farvi girare la seconda base in circa 20 minuti. È stato impressionante. Ricordati di dirmi cosa è successo"

Ho fatto un respiro enorme e profondo. Ho guardato mia madre e sapevo che non potevo nascondere i miei sentimenti per lei per sempre. È sempre stata la persona con cui potevo parlare liberamente e ora credevo che questa situazione non fosse diversa. Decisi che le avrei raccontato assolutamente tutto quello che era successo negli ultimi due giorni. Ho pensato che fosse mia madre e la mia migliore amica, e dovevo parlarle di quello che era successo. "Beh mamma ricorda quando ti ho detto stamattina che avevo qualcos'altro di cui parlarti..." Ho continuato a raccontarle di essere entrata da lei la sera prima, come mi ha fatto sentire, la mia reazione a lei in vestaglia al mattino, io che non potevo distogliere lo sguardo da lei per tutto il giorno, e infine Sara che diceva che era in incesto e che il pensiero di me che mi scopavo mia madre la faceva arrapare.

“Wow, è proprio la storia che avevi dentro. Questa ragazza Sara sembra proprio la piccola custode", ha detto mentre si mordeva il labbro inferiore. “Mi dispiace che tu stia trattenendo tutti questi sentimenti, ma cosa succede se ti dicessi che potrei averlo organizzato; quello che è successo ieri sera».

"Che cosa?" Ho chiesto guardando dritto negli occhi di mia madre cercando di capire cosa volesse dire con questo.

“Beh, parlavi sempre dei tuoi problemi con le ragazze e io ho avuto la mia giusta dose di problemi con gli uomini. Ho pensato che se mi avessi visto così avresti provato dei sentimenti per me e avremmo potuto andare oltre. Immagino che i sentimenti che speravo si siano sviluppati, ma ora non possiamo andare oltre perché sei con Sara".

“Aspetta, stai dicendo che stavi cercando di sedurmi? Volevi vederti la scorsa notte nella speranza che avrei provato a dormire con te?"

“Ho una cotta per te da alcuni anni, Will. L'ho semplicemente represso, essendo noi madre e figlio e tutto il resto. Nelle ultime settimane sono stato così eccitato con te e ho escogitato un piano per sedurti. Poi hai incontrato Sara proprio quando il mio piano era iniziato, quindi mi sono fermato"

“Ti sei fermato? Dici di smettere di indossare quel vestito?" Dissi indicando le sue tette che avevo fissato tutta la notte.

"Oh, questi sono solo divertenti da mostrare a tutti", ha detto. Ora gioca con le sue stesse tette, proprio di fronte a me. Il mio cazzo ora era duro come una roccia e ho deciso di continuare questo flirt per vedere dove poteva portare.

“Quindi questo tuo piano; come avrebbe funzionato questa cosa seducente?"

“Beh, tutto è iniziato circa una settimana fa. Ho iniziato a cambiarmi con la porta aperta quando eri a casa, sperando che venissi a trovarmi. Dopo circa 5 giorni mi sono reso conto che non funzionava perché non sei mai entrato. Non ero sicuro di cosa avrei potuto fare per farti notare in quel modo, quindi ho iniziato a indossare vestiti da troia intorno a te, ma tu sei impermeabile tutti i miei outfit. Sapevo che dovevo fare un ulteriore passo avanti, quindi ho aspettato di sentirti in veranda la scorsa notte. Non mi ero accorto che eri là fuori con Sara, quindi sei stato là fuori più a lungo del solito. Ero così eccitato che stavo andando più veloce del normale. Ho sentito che alla fine hai aperto la porta e sapevo che dovevo rallentare per farmi vedere prima che arrivassi. Ho finalmente visto la tua ombra sulla soglia e sono arrivato in circa 30 secondi"

"Mi hai visto sulla soglia?"

“Sì, te l'avevo detto che faceva tutto parte del mio piano. Comunque speravo che me ne avresti parlato e potessimo fare una chiacchierata, così. Allora potrei dirti che provavo dei sentimenti per te, come li provavo io. Poi speravo che mi avresti detto che vedermi mentre mi masturbavo ti eccitava"

“Come ho fatto io”

“Come hai fatto tu. Allora ti direi che quello che provavamo entrambi era perfettamente naturale, come ho appena fatto io. Mi toglierei la maglietta, come sono, e ti direi che siamo solo un uomo e una donna” il mio cazzo ha iniziato a gonfiarsi nei pantaloni mentre fissavo la mia splendida mamma, ora solo nel suo reggiseno nero e jeans. “I would grab my tits, like this, and guide your hand, like this, to my tits, like this, to show you that these are simply the breasts of a woman, not your mom. You would realize that intercourse between us would be completely natural. I would take your pants off, like this, exposing your beautiful erection, like this, and this would validate that we both wanted the same thing. Then I would have given you a handjob, we would have had sex and had fun for as long as we wanted” she put her shirt back on and tossed my pants back onto my waist and sat back in her chair. “But now that you’re with Sara we can't do it anymore.”

“I already told you that Sara loved the idea. We can still do it.” I pleaded as my dreams were quickly slipping away.

“Will, there is a big difference between the idea of incest and actually acting on it. I think you and Sara might have a real relationship in the future and I couldn’t ruin that for the both of you”

“Mom, stop teasing me like this. We both want this more than anything right now. Let’s do it right now” I had enough and now I was going to take charge. I grabbed her shirt and ripped it over her head again. I buried my face in her chest, loving every second of it.

“Good to know my seduction techniques still work perfectly,” my mom giggled. I realized that all of this was still a part of her plan to seduce me. This woman was a genius. I was so sex driven I slid my hands under her ass and picked her up off of the chair and carried her to her bed.

“Oh, honey. How forceful you can be. You have me dripping wet down there”

“Well then I have to see my handy work” I said as I unbuttoned my mom’s jeans and yanked them off in one pull (which was no small feat given how tight they were). I tossed her pants on the ground and looked up. To my complete delight she was wearing no panties.

“Easy access. Just for my son” I realized that she really had this planned all along.

I ripped my underwear off and tossed them where her jeans lay. I was still pantsless from our interaction in the kitchen. We were almost both completely naked except for that pesky bra. I crawled on to her bed and attacked her pussy with my tongue.

“Oh god Will. That feels amazing. I haven’t had anyone touch me down there in years”

I licked up and down her pussy lips, hearing her moan after every tongue stroke. I knew I had to take this further. I pushed my tongue in and out of her cunt, making my mom moan loader as I licked faster. Then I found her clit. I sucked and nibbled until she couldn't take anymore. “Oh yes! Will! Anymore and I’m going to explode,” and as I flicked harder her cum burst into my mouth. The juices flooded my open mouth and I tried to take in as much as I could, but most trickled out onto the sheets. I had no idea my mom was a squirter, but it got me even harder. The taste was intoxicated, salty yet tangy, and the best drink I’ve ever had in my life.

“Will… That was the best orgasm I’ve ever had… Now climb on top me and fuck your mother”

I wasted no time. I took my cock in my hand and guided it towards her slit. I rubbed my cock head up and down her opening and then quickly slid it in. “Yes Will! That’s my good boy. I’ve missed having real flesh inside me. Now make me cum just like before”

I started pumping faster and faster, but I realized that my mom still had her bra on. I had to unhook it to see those massive melons bounce with my every movement. I reached around her back and released the hooks. I took both strap ends and pull up, releasing the two greatest boobs I have seen till this day. They were even bigger than I imagined. Her nipples were about the size of quarters and her tits had just the right amount of bounce to them as I pounded my mom’s vagina. The sight of my mom’s massive tits bouncing around in all directions because of my cock thrusting in and out of my mom’s vagina was too much for me to take.

“Oh god mom! I’m going to cum soon. Should I pull out?”

“NO! I want to feel you cum inside of mommy. I want my son’s seed deep inside of me. Give me another baby.”

That was all I needed to hear as shot my load deep into her womb. Stream after stream of cum pumped out of my cock as I felt my mom’s cunt tighten around me. “Oh Will! I’m cumming again! Oh son! Yes! Your juices feel so warm and gooey inside me. I love it.” My cock finally went limp and I slid it out of my mom’s pussy.

“Mom, I know I’ve said it before, but now you truely are the best mom ever. I love you so much.” I said out of breath.

“I love you too Will, and your not such a bad son either”

We fucked three more times that night. I came inside her every time. It was a good thing it was the weekend because we were both exhausted the next day. It was about 3 o’clock in the next afternoon when Sara called asking to come over. I wasn’t going to let her, because I wanted more alone time with my mom, but my mom convinced me otherwise. With that decision, I was in for another long day of wondrous sex.

Chapter 6- My Dream Girl

It was about 4:30 when Sara walked up to the door. I saw her through the front window. She was wearing a 3 sizes too small pink tank top that showed both the outline of her bra and her amazing abs. Her jean skirt barely came down over her ass and looked to be uncomfortably tight, but I certainly appreciated the look. I let her in with a hug and kiss and we sat down on the couch.

My mom walked out with a form fitting little black dress on that rivaled Sara outfit in sluttiness, “Since you two are going to be making out all damn night, I’m gonna go out with Becky. I will see you two later.” She strutted past us towards the door as both Sara and I stared directly at her ass the entire walk. She walked out of the door and pulled out of the driveway, leaving us alone.

“Wow, Will. Your mom is gorgeous”

“Yah you’re telling me” I thought that this would be the best time to tell Sara about what had happened between my mom and me the night before. “Sara I have to tell you about something…” I went on to tell her about the seduction and the sex as her face started to turn a deep red. “I hope you aren’t that mad at…” I was cut off as Sara lunged at me and stuck her tongue down my throat.

“Oh god Will, you have me so wet right now. I want to have sex in your mom’s bed. Anything to do with incest gets me so hot. Come on” she grabbed my belt and led to my mom’s room.

“Sara, you are the sexiest girl ever,” I said as she started to strip right in front of me. First crossing her arms and gently sliding her tiny tank top up over her head, exposing her cute yellow cotton bra. I tried to go up and touch her abs, but she slapped my hand away, “No touching.” She seemed like she had done this before. Then she turned around moving and rocking her hips in a hypnotic motion. She bent over and I could see her matching yellow panties covering her soaking teen pussy. She unbuttoned her skirt and shook her ass until it fell down around her ankles. This girl definitely had some stripper talent. She unhooked her bra and tossed it onto my shoulder. Her tits were small but still developing. Her nipples were rock hard and pointed straight out me just begging to be nibbled on. I tried to take a step forward but Sara stuck her index finger out and waved it at me telling me to stay back. She lay back on the bed and stuck her legs up in the air. She was pumping her legs and I could see her panties getting darker up against the moisture of her pussy. She slid her thumbs into the waistband of her panties and pulled them up over her feet, revealing her dripping, bald pussy. She hopped up and walked over to me and stuck her wet panties right into my mouth.

The taste of her juices set me off. I figured her little strip show was enough foreplay, so I picked her up and drove her down onto the bed. We kissed passionately as our tongues intertwined. We broke away from each other, “Wait Will, I have to tell you some thing first,” Sara said as she nervously looked up at me with her big, mesmerizing, brown eyes, “I’m still a virgin.”

“That’s fine. It actually makes this even better for me. We just have to go a little softer at first, and it is going to hurt for you at the beginning.”

“Yeah, I know the girls at school always talk about it. They say that when it breaks there is blood that leaks out.”

“Yes, but I’ve been told that it is much better if you start out on top so you can control how deep and how hard I go into you.” I rolled over and lifted her small frame up on top of me, “Now just grab my cock and gently glide it in.” She wrapped her small hand around my cock and started to stroke it up and down.

“This is so big I don’t know how it’s going to fit inside me. I can barely fit two fingers in there”

“It’s fine it will fit perfectly, just sit on it and gently lower yourself down”

She got up on her knees and scooted forward just above my cock. She put my tip right up against it, but looked right into my eyes. She looked scared, but incredibly horny. She bit her bottom lip and slid my cock inside her, “Oh God! It’s so tight.” She dropped down millimeter by millimeter, “It starting to really hurt.” I could feel my cock meet some resistance and knew I hit her hymen.

“Now this is the part that’s going to be the most painful,” I said as I looked up into those worried big brown eyes. “If you just drop down faster it will be like just ripping a band-aid off instead of dragging it out.”

“Holy shit! That hurts so bad” I felt my dick slide deeper inside and blood dripped down into my lap. “It’s starting to loosen up. I think I can go a little faster now” She started to bounce a little up and down. This felt incredible completely different from anything I experienced with my mom the night before. I looked right into her eyes as her pussy started to tighten around my cock. “Yes, Will! This feels incredible! Oh God, I’m cumming so hard!”

Now was the time to have some fun. I sat up and slid my ass down to the end of the bed. I stood up holding Sara’s ass in my arms; all without take my dick out of her. She wrapped her arms around the back of my neck, as I started to lift her up and drop her back down onto my dick. “Oh Yes! This feels even better than before. Fuck me harder. Harder!” I started to thrust my hips up in rhythm with my lifts, “Yes! I’m going to cum again Will! FUCK ME!!!!!” Her whole body convulsed as she let out a huge moan.

I was so close. As I spun around and set her down on my mom’s bed. I was pumping as hard as I could, “Sara, I about to cum. Should I pull out?”

“Will, you better not pull out,” we both looked at each confused as the voice came from the doorway behind me. “I’ve watched this entire show. I don’t want a bad ending to ruin it.”

“Mom! You’ve been there the entire time. Why didn’t you say anything?”

“Mrs. Connor! I’m so sorry”

“Sara, honey, it’s perfectly fine,” my mom started to walk towards us both. “Now finish inside her. I want to see this up close,” she said as she lay down on her stomach with her chin resting on Sara’s left thigh.

“Oh yes, Will. Cum deep inside me. I want to feel your sperm inside me.”

I could tell that my mom being there was really turning Sara on even more. I knew that it was making me hornier, and I got ready to explode. What must have been the most cum I had ever felt came pouring out of me and into Sara’s womb, “Oh that feels wonderful, Will. I want you to do this every time we fuck.”

I leaned down and kissed Sara right on the mouth, “You guys put on an amazing performance. I wish I upgraded to front row seats sooner”

“Mom, I thought you were going out with Becky?”

“No, I just made that up so I could spy on what you guys were doing if you thought you were home alone, and I’m glad I did”

“Mrs. Connor, why don’t you join us next time?”

“I would love to Sara, but I think that you two should just be alone together. You just seem perfect for each other. I’m still here anytime either of you need to spice things up. Just let me know and I will help out. I just don’t want to get in the way for now.”

“Mom, you know you are welcome anytime you want to join in.”

“Thank you guys” my mom smiled as she hugged both of us, which was kind of strange given that Sara and I were both naked and my mom still had her dress on. “Now you two go shower and we can go out and get some dinner”

Prologue- Emma

Sara hopped into the shower and I got on my computer to check my email. I saw a message from an Emma Chapman:

Will,

I know we haven’t seen each other in like 10 years, but I am your half sister Emma. I was only 3 the last time I saw you, so I don’t really remember, but I really want to meet you. My dad, or our dad, just told me that I’m going to an all girls’ boarding school in the fall. It is all the way across the country, but just happens to be only an hour away from your house. I just wanted to contact you to ask if we could meet up once I get out there in August. If you don't want to, just let me know, I understand.

Love,
Your Little Sister
Emma

I sat there on my bed confused, but kind of excited. I hadn't seen her since I was 9 and she barely even talked then. I had always wanted a sibling and I guess I had one the whole time that I had forgot about. August was still a few months away, so I figured that I still had time to think about what to say before I responded to the message.

“Will, I’m done showering, you can get in now” I turned off my computer and kissed Sara in her towel and wet hair as I walked to the bathroom.

(This is my first story so comments are much appreciated. You can message me suggestions on here, through the forums or you can email me [email protected])

Thanks for reading!

Storie simili

Famiglia adottiva Capitolo 9

Ehi ragazzi, scusate per quanto tempo è passato. Spero vi piaccia ^_^ Si applicano le stesse note. Questo è un lavoro di FICTION qualsiasi parvenza di eventi reali è del tutto una coincidenza. Se hai meno di 18 anni (o 21 a seconda di dove ti trovi) o se è illegale per te leggere questo per qualsiasi motivo, o se il sesso tra ragazzi/uomini ti offende comunque, per favore non leggere. altrimenti buon divertimento! ________________________________________________________________________________ Capitolo 9 Positivo. Quell'unica parola rimase nella testa dei ragazzi per il resto della notte. Nessuno dei due ragazzi riuscì a dormire quella notte, con loro...

125 I più visti

Likes 0

Il compagno del campione 12

La tarda estate al Menthino è stata un periodo intenso. Kaarthen si ritrovò nella gigantesca stanza della mappa del palazzo. L'intero piano era un'immagine in movimento in tempo reale di Menthino, scale su rulli e tavoli cartografici su ruote erano lungo le pareti. Marcos era vestito in modo quasi casual con una camicia di seta verde scuro e pantaloni neri Safi. La regina e due principesse, Saliss la più anziana e Ruegin, ascoltavano con lei i piani annuali di migrazione dalle vaste pianure alluvionali a Cardin. Tre Hjordis in nero Safi con i capelli raccolti in chignon stretti stavano lungo il...

126 I più visti

Likes 0

Il papà del mio amico 8

Il giorno dopo era normale come al solito. Sono andato a scuola con Jeanette e abbiamo studiato nella sua stanza dopo i reparti, ma ovviamente entrambi avevamo qualcos'altro in mente che sarebbe stato archiviato sotto Cattivo se capisci cosa intendo. Ti sei davvero masturbato mentre ci guardavi? Ho chiesto. Sì, era davvero fottutamente caldo. Voglio dire, ti stava arando come un matto. Sono sorpreso che i vicini non si stiano lamentando con noi in questo momento. Voglio dire, guardandoti, non avrei idea che ti lamentassi così molto quando hai fatto sesso. Voglio dire, dannazione mia signora, se non ti conoscessi meglio...

115 I più visti

Likes 0

Nutrire i giovani

Norm aveva la sensazione che sapesse che la stava perseguitando e questo lo rendeva cauto. Voleva essere violentata? Non sembrava la tipica esca della polizia per il modo in cui era vestita. La cagna si è vestita in modo strano in realtà; un trench ampio, ampio cappello floscio e occhiali da sole oversize. No, non un poliziotto ma... beh, Norm sperava che non fosse una travestita. L'uomo di mezza età sarebbe dovuto tornare in ufficio per un incontro importante e non voleva arrivare in ritardo. Ma a volte questi impulsi prendevano il controllo e lui doveva agire di conseguenza. La cagna...

90 I più visti

Likes 1

Broken Birds, Parte 37, Uno spazio nel tempo / Epilogo

Parte 37 Uno spazio nel tempo Epilogo L'elicottero di emergenza ha urlato per tutta la notte. Michael, Jennifer, Beth e Kat erano a bordo. Il dottore che Jennifer aveva di guardia non era potuto venire. Era ubriaco. La consegna è iniziata normalmente. Poi Kat ha cominciato a sanguinare gravemente. Barbara l'aveva già visto. Ha dato suggerimenti che Jennifer ha immediatamente implementato, scoprendo quanto preziosa fosse diventata l'esperienza ginecologica e neonatale di Barbara. Barbara è rimasta indietro a causa delle condizioni e dello stress di Jan. Il terrore attanagliò l'harem. Si sedettero intorno all'enorme soggiorno principale. Cercavano in Barbara consolazione e informazioni...

159 I più visti

Likes 1

Che cosa hai fatto a Jessica?

Ho aperto lentamente gli occhi e ho visto una bella ragazza che dormiva accanto a me. La sua pelle morbida e pallida, gli occhi adorabili, le labbra succose, i capezzoli morbidi, i capezzoli succosi mi stavano facendo sentire quanto sono fortunato ad averla. Ricordo ancora la nostra relazione di allora prima che lei lasciata la casa. Non abbiamo mai avuto un rapporto fratello-sorella. Non parlavamo mai molto. Lei era impegnata nel suo mondo e io nel mio mondo. Aveva 8 anni più di me. Quindi non mi piaceva l'idea di stare a casa di mia sorella quando mia madre decise di...

118 I più visti

Likes 0

L'amore è tutto ciò che conta pt2 - Nuovo dipendente, vecchie abitudini

Ero a casa ad aprire la porta, entrando nel mio appartamento quando il mio cellulare ha ronzato, mi infilo in tasca per prenderlo e controllare chi fosse a quest'ora, Jessy. Il messaggio diceva: Scusa :( te lo devo, la prossima volta puoi scegliere un film. Forse scegline uno con più azione, così non mi addormento Ho sorriso al messaggio e mi sono spogliato preparandomi per andare a letto, mi sono lavato i denti e sono andato in toillete tirando fuori il mio cazzo e mirando con i miei occhi assonnati, una mano che scriveva a Jess l'altra che mi teneva il...

113 I più visti

Likes 0

Così com'è - Parte 3

La mattina dopo Stuie si svegliò dal rumore di sua madre che si preparava per la giornata. Stava ancora pensando a cosa indossare per attirare l'attenzione di una sorella di cui non era ancora sicuro. Ha scelto di indossare la sua canotta aderente rosso vivo e un paio di pantaloncini triathalon aderenti, spesso indossati per gli allenamenti di wrestling, che avrebbero accentuato il suo pacco e i panini. Non riusciva a trovare un paio completo di sandali o infradito prontamente disponibili, quindi i piedi nudi sarebbero andati benissimo. Passò tra le stanze della casa in cucina per aiutare sua sorella a...

127 I più visti

Likes 0

diario di una casalinga. prima parte.

Sposarsi ha causato molto stress nelle nostre vite. Rick si rifiuta di lasciarmi lavorare, e anche con una nuova casa in città (in una zona a basso reddito) e le bollette che accumulano si rifiuta di muoversi. Smorza la nostra relazione e ci mette a dura prova emotivamente e sessualmente. È costantemente al lavoro. Lo stress gli rende difficile essere affettuoso. Vedi dove sta andando. Sono una brava ragazza. E una buona moglie. Ho cercato per settimane di soddisfarlo. Ogni mattina lo succhiavo a secco. Quando è tornato a casa tardi, ho messo da parte i miei bisogni e l'ho succhiato...

117 I più visti

Likes 1

Lussuria 3

Ancora una volta, stavo terminando la notte masturbandomi dopo essere stato estremamente eccitato a causa delle avventure di mia figlia. Oggi è stata una giornata pazzesca e non potevo credere a quello che era successo dopo aver calmato i miei pensieri arrapati con un orgasmo. Mi sono addormentato come un angelo dopo. Al mattino mi sono svegliato presto e ho preparato la colazione. Quando i bambini sono scesi, ho servito loro dei cereali e ho preso la banana che mia figlia aveva messo nel culo la sera prima e l'ho data a mio figlio. Ho guardato il viso di mia figlia...

117 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.