Passioni a scuola

135Report
Passioni a scuola

"Lezione di inglese del dodicesimo anno oggi" disse la signorina Ashcroft con un sospiro, odiava questo corso, si rifiutavano sempre di lavorare anche quando minacciavano di essere puniti.
"Non preoccuparti, è solo per un'ora" disse la signorina Lane in tono confortante.
"sì, credo di sì, anche se oggi ho un nuovo allievo che aggiunge alla mia miseria" rise.
"Lo studente maturo tedesco?" chiese la signorina Lane "L'ho visto in giro per la scuola, è piuttosto imponente"
"Questo è tutto ciò di cui ho bisogno! Un altro piantagrane" disse la signorina Ashcroft con una sfumatura di disperazione nella voce.

La campanella suonò ed entrambi gli insegnanti posarono le tazze e si avviarono verso le rispettive classi. La signorina Ashcroft era una donna molto carina, alta 24, 5 piedi e con un seno a coppa B, era piuttosto magra e delicata e aveva capelli castani setosi che di solito si legava. Entrò nella sua stanza e si sedette, temendo il pensiero di dover passare un'ora con i suoi studenti del sesto anno. Cinque minuti dopo sono entrati di corsa, un mare di rumorosi diciassettenni e diciottenni, tutti chiacchierando e impiegando anni per calmarsi. Esaminò la stanza alla ricerca di questo nuovo studente. "Che strano" pensò, del nuovo studente non c'era traccia da nessuna parte, "deve essere in ritardo". La lezione è iniziata normalmente, lei ha scritto alla lavagna mentre gli studenti si lanciavano penne e si passavano biglietti d'amore.

Qualcuno bussò alla porta: "Sì?" chiese la signorina Ashcroft. Entrò il suo nuovo studente, era enorme! Almeno 6 piedi e 5 pollici e con una corporatura adatta, aveva capelli castano scuro, lunghi e fluenti e una grande barba per un uomo di 23 anni. Era stupita dalle sue dimensioni immense,
"A-a-sei Ludwig?" lei chiese
"Sassone" rispose burbero
"Scusa?" chiese piuttosto confusa dalla sua risposta.
"Preferisco essere chiamata sassone" le chiarì.
"Oh, ok" disse, sorpresa dalla strana richiesta

La lezione continuò normalmente. Solo che la signorina Ashcroft non riusciva a distogliere lo sguardo da Saxon, la sua corporatura gigantesca la affascinava, il modo in cui il suo petto si sollevava quando respirava e come la sua barba lo faceva sembrare più grande di quanto non fosse già! Le ricordava il giocatore di rugby francese, S?stien Chabal, sul quale aveva a lungo fantasticato. Mentre lo fissava, la campana suonò per un paio di minuti e lei fu troppo impegnata a fissare Saxon per notarlo, si svegliò dalla trance quando tutti gli studenti si alzarono e iniziarono a muoversi fuori dalla stanza. Guardò Saxon quando lasciò la stanza, lo scrutò dalla sua virile criniera di capelli alle natiche cesellate. La sua figa inizia a bagnarsi. Una volta che lui finalmente lasciò la stanza, lei rimase sola e cominciò a rimuginare sugli eventi: "Stai fantasticando su uno studente!" ricordò a se stessa "Non lo conosci nemmeno". Si alzò e andò nella sala insegnanti per cercare di riordinare i suoi pensieri.

Durante la settimana successiva, non riusciva a smettere di pensare a Saxon, continuava a chiamarlo tramite il sistema di ascolto e a chiedergli di fare compiti senza senso come portare le sue cartelle in macchina, o aiutarlo a trasportare le scatole luminose nella stanza dall'altra parte del corridoio. Ogni volta che lui l'aiutava, lei si sentiva in colpa, sapendo che lo faceva solo per passare più tempo con lui. Ad un certo punto faceva finta di non riuscire a raggiungere qualcosa pur di poterla sollevare, segretamente godeva del contatto fisico tra lui e lei, nel profondo si agitava quando lui la metteva giù. Provava altri trucchi come costringersi a piangere, così quando lui veniva l'abbracciava per consolarla, "È così giusto, pensò" mentre lei sedeva con le sue braccia muscolose intorno a lei, sussurrandole parole confortanti all'orecchio . Si sentiva così al sicuro tra le sue braccia virili e non voleva che lui la lasciasse andare. Più la cosa andava avanti, più diventava preoccupata, sapeva che molte di queste situazioni sarebbero sembrate molto sospette se qualcuno si fosse imbattuto in loro. Stava cominciando a confondersi, "Ha quasi la tua età" pensò tra sé, "è perfetto per te", poi la metà razionale del suo cervello entrò in azione: "La tua carriera sarà in gioco, il rapporto tra insegnanti e studenti è sbagliato! "

È stata la notte di Halloween che tutto è cambiato. La signorina Ashcroft era ad una festa per insegnanti, tenutasi in un night club locale. Si stava divertendo, per la prima volta da secoli. Ballando, socializzando e bevendo, tutti i pensieri su Saxon erano fuori di testa e lei si stava semplicemente sciogliendo i capelli. A mezzanotte, uno degli insegnanti del dipartimento di informatica, chiamato Mr. Cannow, la trascinò nel vicolo senza preavviso e iniziò a soffocarla di baci.
"Jason! Cosa pensi di fare?" Lei gridò inorridita, mentre guardava la sua mano che stava lentamente risalendo il suo vestito.
"Dai Amy, so che lo vuoi, ho visto come mi guardi a scuola" le disse baciandola sul collo. Il signor Cannow era un uomo molto brutto, era alto circa 5 piedi e 9 pollici, con occhiali spessi, capelli castani unti e baffi piuttosto poco attraenti.
"Jason, scendi!" strillò mentre lui cercava di spogliarla. Lo colpì ripetutamente ma questo lo eccitò ancora di più. Le strappò la maglietta, rivelando un grazioso reggiseno di pizzo rosa.
"vestirsi apposta per me, eh?" sorrise.

Saxon e il suo amico Thomas stavano passeggiando per la città quella notte, di ritorno da una partita di calcio a tarda notte, con la squadra della scuola. Il signor Porter li aveva costretti a uscire tardi come punizione, dopo aver perso pesantemente contro una squadra rivale. Entrambi sentirono un urlo provenire da un vicolo dall'altra parte della strada, sfrecciando attraverso (ed evitando appena un'auto in arrivo). Si fermarono all'ingresso del vicolo e videro il signor Cannow togliersi molto rapidamente la cintura e prepararsi a violentare la signorina Ashcroft.
"Amy, ti mostrerò come i veri uomini fanno l'amore" ringhiò mentre tirava fuori la sua erezione dai pantaloni, era piuttosto piccola, circa 5". Saxon sentì il suo corpo gonfiarsi di rabbia, corse verso Jason e lo afferrò lui per la spalla, Jason si voltò scioccato, Saxon colpì con tutta la forza del suo pugno il viso dell'aggressore, rompendogli il naso nel processo, Jason cadde a terra sanguinando dal naso, Saxon lo sollevò e gli diede una ginocchiata nello stomaco immobilizzandolo completamente. Dopo aver guardato Mr.Cannow per un po', corse verso Miss Ashcroft, entrambi si abbracciarono e si guardarono negli occhi. Lei si sentiva così sicura nella sua stretta da orso e senza rendersene conto mosse le labbra verso di lui, si baciarono appassionatamente, le loro lingue si toccarono e si sentirono l'una, quasi come se stessero facendo l'amore!Il bacio sembrò durare ore, anche se furono solo un paio di minuti.
"Sarebbe meglio che vi lasciaste fare," sorrise Thomas, mentre si allontanava.
Amy era troppo persa nella passione (e nell'alcool!), per pensare davvero a cosa è giusto e cosa è sbagliato a questo punto.
Fece una pausa per un momento prima di trovare il coraggio di dire:
"Vuoi tornare a casa mia?" disse in tono piuttosto seducente.
Saxon la guardò negli occhi, sapendo che non c'era altro posto in cui avrebbe preferito andare quella notte. Riuscì a malapena ad annuire. Amy gli sorrise semplicemente. La sollevò, portandola come un marito farebbe con una moglie la prima notte di nozze. Le sue braccia gli sfiorarono il collo, lo guardò negli occhi ed emise un sospiro di beatitudine, sapeva che quella era la notte in cui tutte quelle fantasie che aveva avuto per mesi si sarebbero avverate. Dopo che Saxon li ha riportati a casa sua. Entrò nella doccia per lavare via l'odore orribile di Jason. Saxon si sedette sul divano e aspettò Amy, il solo pensiero a lei gli faceva venire i brividi. Pochi minuti dopo, uscì nuda dalla doccia e camminò seducente verso di lui.
"Sei bellissima" mormorò Saxon
tutto quello che poteva fare era ridacchiare.
Saxon si tolse la maglietta, rivelando il suo fantastico corpo muscoloso, il petto peloso e il ciondolo a forma di martello di Mj?ir. "Wow" pensò tra sé, ammirando il suo corpo e diventando sempre più bagnata di secondo in secondo. Poi si tolse lentamente i calzini e le scarpe da ginnastica per provocarla, sapendo cosa voleva vedere. Lentamente si tolse i jeans e i boxer, rivelando il suo cazzo. Lo fissò con gli occhi spalancati, doveva essere almeno 10" ed era anche abbastanza grosso, iniziò lentamente ad accarezzarsi la figa al pensiero di scopare questa bestia d'uomo e la sua bestia di cazzo! Lui la prese in braccio e la lanciò lei sul divano in pura lussuria, lui torreggiava su di lei e la guardava negli occhi, lei si sentiva così arrapata, era così che aveva sempre immaginato che fosse, la sua forma maschile e dominante che dirigeva il modo in cui sarebbe andato il sesso. molto meglio del suo ultimo ragazzo che aveva sempre paura di prendere il controllo. Le accarezzò il viso elegante con le mani e poi cominciò a succhiarle i capezzoli, lei gemette: "Oh Dio!" pensò, stava facendo un lavoro fantastico. Lui cominciò a toccarle la figa mentre lo faceva, facendola tremare di gioia. Muovendo la bocca verso il basso, le colpì il clitoride con la lingua mentre le scopava la figa con le dita. Aumentò la velocità della lingua e delle dita, facendola gemere lei venne più forte, spruzzandogli sperma sulla barba, non poté fare a meno di ridere, lui le sorrise, si asciugò la barba e poi si alzò. Si tenne il membro palpitante e rimase lì ad ammirare questa dea della donna, gli ricordava Freyja stessa, con i suoi capelli fluenti e il corpo perfetto e delicato. Non poteva più sopportare l'attesa e mosse la sua erezione per proteggere l'ingresso della sua figa e se la strofinò lungo le labbra.
"Fottimi Sassone!" urlò mentre guardava il pene enorme
mettendo le mani sul suo seno, mosse lentamente il suo cazzo nella sua figa, scopandola con cura, "Dio, è stretta!" pensò tra sé. Il suo cazzo la riempì e lei si sentì riempita. Cominciando ad aumentare la velocità gemette, mentre la lancia del suo cazzo la trafiggeva facendola sgroppare e venire. Lei tirò su le gambe dandogli più spazio di manovra, lui giocò con i suoi seni abilmente e piacevolmente facendola gemere ancora più forte. Adesso si muoveva a un ritmo molto veloce mentre le martellava la figa facendola urlare:
"Ecco, Saxon! Scopami forte! Fai avverare le mie fantasie!"
Ciò lo rendeva ancora più duro di quanto non lo fosse già, sapere che lei aveva fantasticato su di lui. Il suo corpo gigante che si muoveva avanti e indietro, la sua "lezione di inglese del dodicesimo anno oggi" disse la signorina Ashcroft con un sospiro, odiava queste lezioni, si rifiutavano sempre di lavorare anche quando minacciavano di essere puniti.
"Non preoccuparti, è solo per un'ora" disse la signorina Lane in tono confortante.
"sì, credo di sì, anche se oggi ho un nuovo allievo che aggiunge alla mia miseria" rise.
"Lo studente maturo tedesco?" chiese la signorina Lane "L'ho visto in giro per la scuola, è piuttosto imponente"
"Questo è tutto ciò di cui ho bisogno! Un altro piantagrane" disse la signorina Ashcroft con una sfumatura di disperazione nella voce.

La campanella suonò ed entrambi gli insegnanti posarono le tazze e si avviarono verso le rispettive classi. La signorina Ashcroft era una donna molto carina, alta 24, 5 piedi e con un seno a coppa B, era piuttosto magra e delicata e aveva capelli castani setosi che di solito si legava. Entrò nella sua stanza e si sedette, temendo il pensiero di dover passare un'ora con i suoi studenti del sesto anno. Cinque minuti dopo sono entrati di corsa, un mare di rumorosi diciassettenni e diciottenni, tutti chiacchierando e impiegando anni per calmarsi. Esaminò la stanza alla ricerca di questo nuovo studente. "Che strano" pensò, non c'era traccia di lui da nessuna parte, "deve essere in ritardo". La lezione è iniziata normalmente, lei ha scritto alla lavagna mentre gli studenti si lanciavano penne e si passavano biglietti d'amore.

Qualcuno bussò alla porta: "Sì?" chiese la signorina Ashcroft. Entrò il suo nuovo studente, era enorme! Almeno 6 piedi e 5 pollici e con una corporatura adatta, aveva capelli castano scuro, lunghi e fluenti e una grande barba per un uomo di 23 anni. Era stupita dalle sue dimensioni immense,
"A-a-sei Ludwig?" lei chiese
"Sassone" rispose burbero
"Scusa?" chiese piuttosto confusa dalla sua risposta.
"Preferisco essere chiamata sassone" le chiarì.

La lezione continuò normalmente. Solo che la signorina Ashcroft non riusciva a distogliere lo sguardo da Saxon, la sua corporatura gigantesca la affascinava, il modo in cui il suo petto si sollevava quando respirava e come la sua barba lo faceva sembrare più grande di quanto non fosse già! Le ricordava il giocatore di rugby francese, S?stien Chabal, sul quale aveva a lungo fantasticato. Mentre lo fissava, la campana suonò per un paio di minuti e lei fu troppo impegnata a fissare Saxon per notarlo, si svegliò dalla trance quando tutti gli studenti si alzarono e iniziarono a muoversi fuori dalla stanza. Guardò Saxon quando lasciò la stanza, lo scrutò dalla sua virile criniera di capelli alle natiche cesellate. La sua figa inizia a bagnarsi. Una volta che lui finalmente lasciò la stanza, lei rimase sola e cominciò a rimuginare sugli eventi: "Stai fantasticando su uno studente!" ricordò a se stessa "Non lo conosci nemmeno". Si alzò e andò nella sala insegnanti per cercare di riordinare i suoi pensieri.

Durante la settimana successiva, non riusciva a smettere di pensare a Saxon, continuava a chiamarlo tramite il sistema di ascolto e a chiedergli di fare compiti senza senso come portare le sue cartelle in macchina, o aiutarlo a trasportare le scatole luminose nella stanza dall'altra parte del corridoio. Ogni volta che lui l'aiutava, lei si sentiva in colpa, sapendo che lo faceva solo per passare più tempo con lui. Ad un certo punto faceva finta di non riuscire a raggiungere qualcosa pur di poterla sollevare, segretamente godeva del contatto fisico tra lui e lei, nel profondo si agitava quando lui la metteva giù. Provava altri trucchi come costringersi a piangere, così quando lui veniva l'abbracciava per consolarla, "È così giusto, pensò" mentre lei sedeva con le sue braccia muscolose intorno a lei, sussurrandole parole confortanti all'orecchio . Si sentiva così al sicuro tra le sue braccia virili e non voleva che lui la lasciasse andare. Più la cosa andava avanti, più diventava preoccupata, sapeva che molte situazioni sarebbero sembrate molto sospette se qualcuno si fosse imbattuto in loro. Stava cominciando a confondersi, "Ha quasi la tua età" pensò tra sé, "è perfetto per te", poi la metà razionale del suo cervello entrò in azione: "La tua carriera sarà in gioco, il rapporto tra insegnanti e studenti è sbagliato! "

È stata la notte di Halloween che tutto è cambiato. La signorina Ashcroft era ad una festa per insegnanti, tenutasi in un night club locale. Si stava dando un ballo, per la prima volta da secoli. Ballando, socializzando e bevendo, tutti i pensieri su Saxon erano fuori di testa e lei si stava semplicemente sciogliendo i capelli. A mezzanotte, uno degli insegnanti del dipartimento di informatica, chiamato Mr. Cannow, la trascinò nel vicolo senza preavviso e iniziò a soffocarla di baci.
"Jason! Cosa pensi di fare?" Lei gridò inorridita, mentre guardava la sua mano che stava lentamente risalendo il suo vestito.
"Dai Amy, so che lo vuoi, ho visto come mi guardi a scuola" le disse baciandola sul collo. Il signor Cannow era un uomo molto brutto, era alto circa 5 piedi e 9 pollici, con occhiali spessi, capelli castani unti e baffi piuttosto sciocchi.
"Jason, scendi!" strillò mentre lui cercava di spogliarla. Lo colpì ripetutamente ma questo lo eccitò ancora di più. Le strappò la maglietta, rivelando un grazioso reggiseno di pizzo rosa.
"vestirsi apposta per me, eh?" sorrise.

Saxon e il suo amico Thomas stavano passeggiando per la città quella notte, di ritorno da una partita di calcio a tarda notte, con la squadra della scuola. Il signor Porter li aveva costretti a uscire tardi come punizione, dopo aver perso pesantemente contro una squadra rivale. Entrambi hanno sentito un urlo provenire da un vicolo dall'altra parte della strada, sfrecciando attraverso (ed evitando appena un'auto in arrivo). Si sono fermati all'ingresso del vicolo e hanno visto il signor Cannow togliersi molto rapidamente la cintura e prepararsi a violentare la signorina Ashcroft.
"Amy, ti mostrerò come i veri uomini fanno l'amore" ringhiò mentre tirava fuori la sua erezione dai pantaloni, era piuttosto piccola, circa 5". Saxon sentì il suo corpo gonfiarsi di rabbia, corse verso Jason e lo afferrò per la spalla, Jason si voltò scioccato, Saxon colpì con tutta la forza del suo pugno il viso dell'aggressore, rompendogli il naso nel processo, Jason cadde a terra sanguinando dal naso, Saxon lo sollevò e lo colpì con una ginocchiata. lo stomaco lo immobilizzava completamente. Saxon corse verso la signorina Ashcroft, entrambi si abbracciarono e si guardarono negli occhi. Lei si sentì così sicura nella sua presa da orso e senza rendersene conto spostò le labbra verso le sue, si baciarono appassionatamente, le loro lingue si toccarono e sentii l'altro, quasi come se stessero facendo l'amore!Il bacio sembrò durare ore, anche se furono solo un paio di minuti.
"Sarebbe meglio che vi lasciaste fare," sorrise Thomas, mentre si allontanava.

Amy era troppo persa nella passione (e nell'alcool!), per pensare davvero a cosa è giusto e cosa è sbagliato a questo punto.
"Vuoi tornare a casa mia?" disse in tono piuttosto seducente.
Saxon la guardò negli occhi, sapendo che non c'era altro posto in cui avrebbe preferito andare quella notte. Riuscì a malapena ad annuire. Amy gli sorrise semplicemente. La sollevò, portandola come un marito farebbe con una moglie la prima notte di nozze. Le sue braccia gli sfiorarono il collo, lo guardò negli occhi ed emise un sospiro di beatitudine, sapeva che quella era la notte in cui tutte quelle fantasie che aveva avuto per mesi si sarebbero avverate. Dopo che Saxon li ha riportati a casa sua. Entrò nella doccia per lavare via l'odore orribile di Jason. Saxon si sedette sul divano e aspettò Amy, il solo pensiero a lei gli faceva venire i brividi. Pochi minuti dopo, uscì nuda dalla doccia e camminò seducente verso di lui.
"Sei bellissima" mormorò Saxon
tutto quello che poteva fare era ridacchiare.

Saxon si tolse la maglietta, rivelando il suo fantastico corpo muscoloso, il petto peloso e il ciondolo a forma di martello di Mj?ir. "Wow" pensò tra sé, ammirando il suo corpo e diventando sempre più bagnata di secondo in secondo. Poi si tolse lentamente i calzini e le scarpe da ginnastica per provocarla, sapendo cosa voleva vedere. Lentamente si tolse i jeans e i boxer, rivelando il suo cazzo. Lo fissò con gli occhi spalancati, doveva essere almeno 10" ed era anche abbastanza grosso, iniziò lentamente ad accarezzarsi la figa al pensiero di scopare questa bestia d'uomo e la sua bestia di cazzo! Lui la prese in braccio e la lanciò lei sul divano in pura lussuria, lui torreggiava su di lei e la guardava negli occhi, lei si sentiva così arrapata, era così che aveva sempre immaginato che fosse, la sua forma maschile e dominante che dirigeva il modo in cui sarebbe andato il sesso. molto meglio del suo ultimo ragazzo che aveva sempre paura di prendere il controllo. Le accarezzò il viso elegante con le mani e poi cominciò a succhiarle i capezzoli, lei gemette: "Oh Dio!" pensò, stava facendo un lavoro fantastico. Lui cominciò a toccarle la figa mentre lo faceva, facendola tremare di gioia. Muovendo la bocca verso il basso, le colpì il clitoride con la lingua mentre le scopava la figa con le dita. Aumentò la velocità della lingua e delle dita, facendola gemere lei venne più forte, spruzzandogli sperma sulla barba, non poté fare a meno di ridere, lui le sorrise, si asciugò la barba e poi si alzò. Si tenne il membro palpitante e rimase lì ad ammirare questa dea di donna, gli ricordava Freyja stessa, con i suoi splendidi capelli fluenti e il suo corpo delicato, quasi celestiale. Non poteva più sopportare l'attesa, spostò il cazzo sulla sua figa e se lo strofinò su e giù per le sue labbra. Guardò l'enorme pene che stava per entrare e fu piena di desiderio, tanto da gridare:
"Fottimi Sassone!"

Non ha avuto bisogno di un secondo invito, ha infilato lentamente il suo enorme cazzo nella sua figa perfetta, scopandola lentamente e con amore. Iniziò ad aumentare la velocità giocando abilmente e sensualmente con i suoi seni, lei gemette di piacere e sollevò le gambe dandogli più spazio di manovra. Aumentò il tempo in modo drammatico, martellandola con la sua lancia di gallo, il suo ciondolo Mj?ir che oscillava freneticamente avanti e indietro a tempo con il suo corpo. Lui le afferrò le gambe dandole il permesso di usare le mani per massaggiarle il clitoride. Inarcò la schiena mentre veniva di nuovo, in un altro mondo di piacere, gridò:
"Ecco fatto, Saxon! Fottimi forte! Fai avverare le mie fantasie!"
Questo lo riempì di ancora più eccitazione sessuale! sapere che questa bellissima donna aveva fantasticato su di lui lo fece scopare più forte. Entrambi gemettero di piacere, lui si avvicinò per baciarla, le loro lingue si intrecciarono di nuovo, e lei tornò alla vista di lui che torreggiava su di lei.
"Sto per venire!" grugnì con gli occhi chiusi in estasi. Si allontanò rapidamente permettendo ad Amy di mettersi in ginocchio e succhiare il suo enorme cazzo, era così bello in bocca, leccò l'occhio, mosse la lingua lungo la fessura e provò la gola profonda più che poteva. Lei gemette provocando le vibrazioni per dare ulteriore piacere alla sua erezione. Lui tirò fuori in modo che solo la testa rimanesse in bocca e soffiò. Fu colta di sorpresa dalla forza con cui lui le venne in bocca, tuttavia lo inghiottì, notando che aveva un forte sapore di birra, doveva aver bevuto, pensò. Lei lo guardò con i suoi occhi azzurri da bambola che brillavano e lui le sorrise, sembrando contento. Lui si sdraiò sul divano ed emise un sospiro di soddisfazione, lei si sdraiò accanto a lui a cavalcioni del suo petto con le dita delicate e tastando i capelli con la punta delle dita, guardandolo di nuovo con quegli occhi azzurro mare.
"Ti amo" riuscì a sussurrare
L'abbracciò e la baciò sulla fronte. Prima che potesse replicare qualcosa, si sentì bussare alla porta. Entrambi presero gli asciugamani dallo scaffale accanto al fuoco e corsero verso il portico, gli occhi di Amy si spalancarono per l'orrore quando vide il signor Carrow in piedi lì che sorrideva.
"Giasone!" esclamò.
"abbiamo passato una bella serata stasera, vero?" disse in tono beffardo
"Cosa vuoi?" urlò Saxon, preparandosi a lanciarsi contro il magro insegnante di informatica. Amy lo trattenne.
Jason ignorò Saxon e mostrò loro una foto sul suo telefono di Amy che faceva un pompino a Saxon, "Chissà cosa penseranno i governatori di uno dei loro insegnanti che scopa uno studente?" sorrise.
Amy rimase senza parole. "Jason, per favore," implorò mentre i suoi occhi si riempivano di lacrime, "questa è la mia carriera in gioco"
"vieni nella mia stanza lunedì e discuteremo un accordo," disse in tono vittorioso e si avvicinò alla sua macchina mandando un bacio ad Amy.
"Lascia che lo colpisca" disse Saxon a denti stretti, ma Jason era già andato via.
entrambi cedettero le ginocchia e si accasciarono sul divano, Amy si prese la testa tra le mani e cominciò a piangere, Saxon la cinse con un braccio.
"Cosa faremo?" Amy singhiozzava
"Penseremo a qualcosa" disse Saxon, cercando di sembrare rassicurante ma sapendo nel profondo che erano entrambi in guai seri.

Continua...

Spero che la storia ti sia piaciuta, apprezzo tutte le critiche alla struttura/grammatica/linguaggio ecc., farò volentieri una riscrittura con i tuoi suggerimenti. Farò anche una parte 2 se ti è piaciuta questa. Ancora una volta, mi scuso per il pessimo inglese

Storie simili

Harry Potter Adventures: Capitolo 5 - Doppio problema

Questa storia non riflette gli atteggiamenti o i personaggi della serie Harry Potter, né ha alcuna affiliazione con l'autore. Capitolo 5 Novembre scese su Hogwarts e con esso arrivò anche la pioggia e perfino qualche fiocco di neve. Era l'ultima settimana di novembre e mancavano solo due settimane all'inizio delle vacanze di Natale. Ron cominciò a sentire tornare di nuovo il suo malumore. Era passato un mese dal suo divertimento con Lavanda e da allora si frequentavano. Sebbene il sesso fosse incredibile, non avevano molto in comune e Ron aveva iniziato a desiderare il suo vero amore; Hermione ancora una volta...

361 I più visti

Likes 0

Mia mamma e la mia ragazza dei sogni

Introduzione Mi chiamo Will Chapman. Sono uno studente universitario di 19 anni, 5'8 e 160 libbre con capelli castani corti e occhi castano scuro. Ho sempre avuto problemi con le ragazze della mia età. Non è che non fossi di bell'aspetto; era perché, nonostante avessi 19 anni, sembrava che ne avessi 14. Ogni volta che uscivo con i miei amici, le persone che incontravamo spesso mi chiedevano se ero il fratellino di qualcuno. Le ragazze dicevano sempre che ero carino, il che mi farebbe assolutamente impazzire. Inutile dire che ho avuto problemi a soddisfare i miei bisogni sessuali. Stavo andando in...

2K I più visti

Likes 0

LA DIGA

Oh mio Dio, è bello, gemette Lauren, mentre Alexandra affondava la bocca nella sua figa calda e bianca, lo fai così bene, ti amo così tanto!!! Mmmmmmm, rispose Alex, non volendo distogliere la bocca dal muffy bagnato del suo amante!!! Lauren e Alexandra, amanti da un anno e coinquiline da sei mesi sei mesi, entrambe a ventidue anni, innamorate per la prima volta nella loro vita e affamate l'una dell'altra come solo i giovani amanti sanno essere! Lauren ha inarcato la schiena mentre spingeva forte il suo inguine nella bocca del suo amante, godendosi l'incredibile sensazione di farsi succhiare la vagina...

893 I più visti

Likes 0

Solo a Tokyo con due cuccioli

Mi chiamo Junjio. Ho 34 anni e vivo da solo in un piccolo appartamento di Tokyo. Molte giornate passano veloci, lavorative, e poi le serate lente e noiose. Sono stato solo per molto tempo, senza una vera famiglia nelle vicinanze, o contatti con amici o un ragazzo da un paio d'anni. È così per molti abitanti delle città nel Giappone moderno. È andato così male per me, che mi sono ritrovato a impazzire, a pensare ogni sorta di strani pensieri, a perdermi nel mio spazio per anni, e alla fine ho comprato un animale domestico. Non mi piacevano molto gli animali...

866 I più visti

Likes 0

L'inizio della fine_(0)

Fece un respiro lento e profondo e si morse le sue deliziose labbra rosso ciliegia. Come sono finito in questo? lei ha pensato. I suoi morbidi capelli biondo sporco pendevano sui suoi angelici occhi verdi. Julia prese il telefono e lo aprì. Ha letto il messaggio più e più volte. Incontriamoci al parco a meno che tu non voglia essere conosciuto come la puttana della città - Chris Adesso il suo cuore batteva forte. Proprio in quel momento arrivò un altro messaggio. Julia, se non esci di casa entro cinque minuti, mamma e papà si arrabbieranno molto con te... ovviamente sono...

775 I più visti

Likes 0

Lezioni dall'aia, parte IV

Bobby entrò per primo nella doccia con il suo nuovo marito proprio dietro di lei. Junior si rannicchiò accanto a lei da dietro e le mise le braccia intorno alle spalle, abbracciandola nel modo più amorevole. Si erano sposati da meno di un giorno e lui le aveva dichiarato il suo amore tante volte e in tanti modi. Adorava assolutamente la sua giovane moglie e ora più che mai si sarebbe assicurato che non le accadesse mai nulla perché, dopo tutto, stava aspettando suo figlio. Si sono sposati quella mattina a casa sua in modo che il loro bambino avesse il...

399 I più visti

Likes 0

Lascia che piova - 4

Per la prima volta in una settimana, quando mi sono svegliato, mi sembrava di avere avuto la stessa sensazione delle donne a letto della sera prima. Quando li ho scossi leggermente, si sono accoccolati un po’ più vicini e non si sono svegliati. Ho pensato che finché avessero voluto premere la loro calda carne da ragazza contro di me avrei potuto anche godermelo e ho chiuso gli occhi. Quando mi sono svegliato di nuovo è stato con un paio di labbra sul mio cazzo e un altro paio sui miei testicoli. Stavano facendo un ottimo lavoro e in pochi minuti ho...

423 I più visti

Likes 0

La mia vita segreta - Prefazione

La mia vita segreta PREFAZIONE Ho cominciato queste memorie quando avevo circa venticinque anni, avendo tenuto fin da giovane una specie di diario, che forse per abitudine mi ha fatto pensare di registrare la mia vita interiore e segreta. Quando lo cominciai, non avevo quasi letto un libro osceno, nessuno dei quali, eccetto Fanny Hill, mi sembrava veritiero: così era, e lo è ancora; gli altri che raccontavano di erotismo ricercato o di smisurate potenze copulative, di strane svolte, trucchi e fantasie di voluttà matura e lascivia filosofica, sembravano alla mia relativa ignoranza come immaginazioni oscene o invenzioni bugiarde, non degne...

348 I più visti

Likes 0

Il mio primo fidanzato 3

Tornato di sotto, Sam ha messo un po' di musica sullo stereo in soggiorno e mi ha detto di ballare per lui. Si sedette sul divano con le gambe divaricate e le mani sull'inguine mentre io barcollavo, cercando di ballare. Non è stato facile sui tacchi a spillo, sulla moquette e più volte ho quasi perso l’equilibrio e sono caduta. Ogni volta che stavo per inciampare, il sorriso del mio fratellastro si alzava leggermente. Ogni tanto mi diceva di fare qualcosa del tipo: Strofinati le tette e fammi vedere che puttana sei oppure Girati e piegati, così posso dare un'occhiata a...

322 I più visti

Likes 0

Broken Birds, Parte 37, Uno spazio nel tempo / Epilogo

Parte 37 Uno spazio nel tempo Epilogo L'elicottero di emergenza ha urlato per tutta la notte. Michael, Jennifer, Beth e Kat erano a bordo. Il dottore che Jennifer aveva di guardia non era potuto venire. Era ubriaco. La consegna è iniziata normalmente. Poi Kat ha cominciato a sanguinare gravemente. Barbara l'aveva già visto. Ha dato suggerimenti che Jennifer ha immediatamente implementato, scoprendo quanto preziosa fosse diventata l'esperienza ginecologica e neonatale di Barbara. Barbara è rimasta indietro a causa delle condizioni e dello stress di Jan. Il terrore attanagliò l'harem. Si sedettero intorno all'enorme soggiorno principale. Cercavano in Barbara consolazione e informazioni...

2K I più visti

Likes 1

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.