Un ragazzo e il suo...? 65 Fuga?

152Report
Un ragazzo e il suo...? 65 Fuga?

Jake Freemon: personaggio principale
Gen - Il primo Jinn di Jake - Jinn del sesso
Jinn: come si chiamano i geni
Tommy Sinclair - Amico di Jake e collega di lavoro
Mary: la figlia del capo
Giunone: il grande capo di Jake e il padre di Mary
Consiglio Jinn - Consiglio dei principali Jinn
Yasmen: la madre di Gen
Hakiem, Dottore - il dottore Jinn (alias Hime)
Rasmir: il padre di Gen
Rosalinda - Il secondo Jinn di Jake - Una volta chiamata Dreama
Rashala - nipote di Gen e terzo Jinn di Jake - Jinn d'élite
Tankena - fratello malvagio di Rasmir
Sheeka - l'ex femmina malvagia Jinn, il quarto Jinn di Jake
Akeesha - La sorella gemella di Sheeka
Inger - Jinn di Mary, amante di Akeesha
Qaseem - Il bambino di Jake e Sheeka
Tilda - La figlia di Jake e Nyrae
Rita - femmina più anziana e una delle sorelle di Giunone. Tina - figlia di Rita
Veramente, la sorellina del secondo Jinn dottore Rasmir
Nyrae: il potente Jinn di Giunone
Nuha - Leader del trio mortale
Abla - sorella di Nuha membro del trio Deadly
Fatin - sorella di Nuha, terzo membro del trio
Tyrin - vicino dei genitori di Nyrae
Aahil - uno dei principi gemelli Jinn
Aalee - l'altro principe Jinn gemello
Amira - Jinn Princess, sorella di gemelli
Al-Mazhab - Re dei Jinn
Qistina - Ex regina dei Jinn, la leader
Marie: l'ex moglie di Giunone
Kasha: l'ex potente Jinn di Marie
Zahra - Jinn d'élite malvagio che lavora con Marie

-------------------------------------------------- -------------------------------------------------- ----------------------


Jake giaceva lì in preda al piacere che lui e tre dei suoi Jinn più Amira avevano appena condiviso. Anche se aveva goduto immensamente ogni momento trascorso con loro, la sua mente stava ancora lavorando febbrilmente verso una soluzione. Era vero quello che aveva detto al dottore, ce n'era solo uno a cui riusciva a pensare che potesse davvero dare un'idea di questa nuova Marie.

Decidendo che aveva un po' di tempo prima che avessero davvero bisogno di entrare in azione, rimase sdraiato a godersi le sensazioni mentre lo attraversavano. Scuotendo la testa sapeva che tutto questo sarebbe dovuto finire presto. La paura costante che tutti sentivano doveva essere affrontata e presto.

Pochi istanti dopo tutte e quattro le Jinn si sedettero fissando Jake. C'era qualcosa di diverso in lui, qualcosa di più determinato. Gen sorrise quando sentì che questa nuova forza la eccitava di più. Guardando gli altri poteva vedere che anche loro avevano lo stesso effetto.

"Maestro?" chiese Gen dopo qualche altro istante. "C'è qualcosa che posso fare per aiutarti?"

Senza guardarla, Jake rimase in silenzio un attimo, poi parlò. "In questo momento no, anche se penso che presto TUTTI mi sarete di grandissimo aiuto."
Qui Jake la guardò e per il resto uno sguardo di grande amore nei suoi occhi. "Come tutti voi, soprattutto tu, mia cara." disse Jake mentre si allungava ad accarezzare dolcemente il viso di Gen facendola rabbrividire.

"È sempre un piacere servirti, padrone. Il vero detentore del mio cuore e di quello dell'altro. Non devi far altro che chiedere, faremo qualsiasi cosa per te." Disse Gen, con un ampio sorriso che si allargava sul suo viso.

Jake annuì, con un'espressione un po' preoccupata sul suo volto. Qualunque cosa sì, anche se c'erano più di alcune cose che sperava non avrebbero mai dovuto o tentato di fare.
__________________________________________________________

Marie era seduta da sola ormai da qualche ora cercando di trovare un modo per picchiare quel bastardo di Jake. Con tutta la protezione che aveva attorno era quasi impossibile avvicinarsi a lui. Voltandosi a guardare Nuha e sua sorella Marie, in difficoltà, sapeva che loro erano la chiave. Doveva solo trovare un modo per spezzare la volontà del leader delle sorelle. Una volta fatto ciò, nulla sarebbe stato al di là delle sue possibilità.

Facendo cenno a Zahra, Marie iniziò a sussurrare all'orecchio del Jinn. Un improvviso sorriso ampio e malvagio illuminò il volto di Zahra mentre il malvagio Jinn si muoveva verso Nuha. Tuttavia, proprio mentre Zahra la raggiungeva, Nuha cantò per un momento facendo sì che Zahra si piegasse in due urlando.

Allungandosi verso Zahra, schiaffeggiò Nuha più forte che poteva più volte, facendo sorridere il mortale leader del trio e poi cantare di più. Ancora una volta Zahra si piegò in due sul corpo in preda alle convulsioni mentre i suoi fianchi si spingevano in avanti in modo osceno.

La stessa Zahra ringhiando iniziò a cantare facendo sì che il respiro di Nuha accelerasse le sue cosce spingendole in fuori in modo altrettanto lascivo. "Piccola puttanella! Sono molto più potente di quanto tu non sarai mai con la magia dell'amore! Provaci ancora, potrei ridurti a uno schiavo malato d'amore che desidera solo compiacermi!"

"S...s...non vincerai mai adesso. Già l'altro è ben oltre la tua portata! Tu ugh! Ugh! Non sfuggirle mai!"

"Tu menti, inutile pezzo di spazzatura!" Zahra ha inveito contro Nuha.

"Pensa quello che vuoi, una volta entrato, ti eri perso! Ah! Ah! Ah!" Nuha rise mentre iniziava a tremare più forte.

"Ci vedremo, piccola puttana schiava!" Zahra sogghignò in faccia a Nuha.
__________________________________________________________

Passarono alcune ore che Jake cominciò finalmente a elaborare un piano. Il problema era che aveva bisogno di più informazioni, al momento non era poi così sicuro di poterle ottenere. Considerando le condizioni della persona da cui doveva ottenerlo, non ne era poi così sicuro.

Prendendo la maglietta con un sospiro, Jake decise che era giunto il momento di iniziare. Strofinando il talismano Jake attendeva l'arrivo del Dottore. Jake aveva conferito con i Jinn solo pochi istanti quando apparvero il resto dei suoi amici e il consiglio.

"Voglio ringraziarvi per tutti quelli che sono venuti. Penso che potrei avere un'idea di come finire finalmente questo. Ho già consultato il medico a riguardo." A questo punto Jake guardò Giunone: "So che non vuoi davvero avere niente a che fare con lei, mi dispiace che dobbiamo avere a che fare con la tua ex."

Giunone annuì, poi con un sospiro disse: "Non potevo pensare ad un alleato migliore con cui andare contro quella stronza."

Guardando il re, i suoi figli, Amira, tutti i suoi Jinn, il consiglio infine Maria e Giunone; Jake annuì. "Sarà estremamente pericoloso. Esito a mettere qualcuno di voi sul percorso di tutto questo. Zahra ha un potere antico a sua completa disposizione. Con il suo controllo parziale del trio mortale, lo ha dalla sua parte. Entrambi i poteri sono molto forti, so che l'amore che provo per i miei Jinn è altrettanto forte."

"Credo in te, Maestro Jake, come tutti noi. Niente di ciò che farai andrà contro di noi. Guidaci, faremo tutto il possibile per garantire la vittoria." Gen ha detto per i suoi Jinn.

"Conosco questo Gen, tutti voi, come ho detto a quasi tutti voi incinte, sono riluttante a fare molto." rispose Jake

Una voce venne fuori dall'aria dicendo a Jake: "Non temere, padre", disse. "Siamo molto più potenti di quanto pensi. Anche con questo antico potere che hanno, non abbiamo dubbi che possano sopraffarti."

Jake stava annuendo di nuovo, sentendosi ancora un po' insicuro. Poi guardò il dottore che annuì facendo un movimento circolare e apparve Kasha semicosciente.

"Allora! È il maiale umano più grande di tutti! Quanto ti detesto e ti detesto! Scoprirai presto l'errore di non uccidermi." Kasha stava sputando a Jake scoprendo che non poteva muoversi. Guardando il dottore Kasha iniziò a urlare: "Liberami, pezzo di sterco putrido! Affrontami come un vero Jinn, non come un codardo!"

Sospirando, Jake scosse la testa: aveva sperato che ciò che avevano fatto fosse più lontano di quello che era. Annuendo, Jake guardò il Dottore iniziare di nuovo a riversare potere in una Kasha che ora urlava a squarciagola.

Pochi minuti dopo gli occhi di Kasha iniziarono a schiarirsi anche se c'era ancora un ghigno sul suo viso. "Non puoi vincere!" Kasha stava ringhiando al Dottore. "Nessuno di voi può vincere! Lui se n'è andato per sempre!"

Ringhiando Rashala si avvicinò a Kasha tirandosi indietro e schiaffeggiò il jinn più forte che poteva. "Menti, schifoso pezzo del male! Kasha era centinaia di volte più potente di quanto tu sarai mai! Cosa, hai paura di combatterlo? È per questo che hai cercato di nasconderlo? Posso ancora sentirlo diventare più forte. No ! Sei tu che morirai presto."

Le labbra di Kasha si ritrassero mentre da loro usciva una risata malata e malvagia. "Ah! L'élite puttana parla! Io... NO! Sei morto! NO! Ora ho il controllo NOOOOOOOOOOO!!!!!!!!!!!!!!!!!!" Con questo gli occhi di Kasha finalmente si schiarirono mentre un lieve sospiro ora sfuggiva alle sue labbra. "Grazie mio caro, caro amico." Guardando Jake quasi sussurrò. "Farò tutto quello che posso per aiutare Padron Jake. Anche se penso che potrei dover riposare." Detto questo gli occhi di Kasha si chiusero
mentre crollava a terra.

Passando una mano sul Jinn, il Dottore annuì. "Sembra che non ci sia più, anche se dovremo tenerlo d'occhio. Quest'altro posto in lui era molto, molto profondo. Spero di averlo capito tutto."

Jake annuiva come se sperasse la stessa cosa. Aveva sentito la grande lotta che Kasha stava combattendo. Anche lui sperava di aver eliminato l'ultima pessima personalità dei Jinn.

Passarono alcune ore quando Kasha aprì gli occhi scioccato. Non era trattenuto? Era davvero libero? Guardandosi intorno vide il consiglio insieme al Maestro Jake, ai suoi Jinn e ai suoi alleati. Cercando di sedersi si rese finalmente conto del motivo per cui non lo avevano più assicurato. Sentendosi dentro non sentiva nulla della cattiva personalità che c'era stata.

Gemendo tentò di nuovo di rialzarsi quasi cadendo a terra da qualunque cosa stesse sdraiando! Rashala e il Dottore arrivarono un attimo dopo.

"È bello vedere che sei sopravvissuto al trattamento." Disse Rashala mentre gli sorrideva. "Avevo pensato che, per quanto tu fossi un'élite forte, questo sarebbe stato facile per te. Perdonami perché ho scoperto che Zahra era andata più lontano di quanto pensassimo all'inizio."

Kasha era scioccata. Rashala non era arrabbiata con lui? Non voleva distruggerlo? Ancora una volta tentò di alzarsi, anche se questa volta Rashala in realtà lo stava trattenendo! In più c'era il fatto che era debole quanto lui.

Venendo finalmente in suo aiuto il Dottore gli porse un bicchiere. "Devo avvisarti," iniziò mentre Kasha alzava il bicchiere scolandone il contenuto. Kasha impiegò un momento per rendersi conto che il Dottore aveva iniziato ad avvertirlo.

All'inizio sentì un brontolio nello stomaco, poi sentì come se una mandria di bestiame gli si muovesse nello stomaco. Il Maestro Jake era lì un attimo dopo con quello che sembrava essere un secchio? Perché...? In quel momento Kasha balzò in avanti svuotando il contenuto del suo stomaco.

Jake dovette distogliere lo sguardo mentre Kasha si svuotava più volte prima di ricadere sul divano senza fiato. Riuscendo a malapena a sussurrare, fece cenno al Dottore di avvicinarsi chiedendogli in un sussurro. "Che cos 'era questo?"

Il Dottore cercò di non sorridere mentre diceva: "un tonico a recupero rapido. Anche se, mentre cercavo di avvertirti, devi prenderlo in piccole quantità all'inizio. Ha pelo di cammello con scarabeo macinato. Credo che abbia un tocco di sterco per renderlo meno aspro."

Kasha annuì mentre guardava il Maestro Jake: "Desidero ringraziarti, Maestro Jake, e senza di te sento che ora sarei sicuramente morto."

"Perché pensavo che meritassi una seconda possibilità. Sentivo che non ti sei avventurato in questa cosa di tua spontanea volontà. Anche se non appena starai meglio avrò bisogno della conoscenza che hai di Zahra e Marie." Jake lo ha detto al debole Jinn.

Annuendo Kasha gli disse: "Farò tutto quello che posso per aiutarti, Padrone Jake. Spero solo che quel poco che so ti sia d'aiuto."

Jake annuì e lo sperava anche lui. Avevano bisogno di ogni vantaggio possibile contro entrambi.
__________________________________________________________

Zahra stava ancora avendo difficoltà a combattere l'altra personalità che stava lottando nel profondo di lei. Non sapeva cosa avesse fatto quel trio mortale, anche se avrebbe distrutto quella puttana puttana che sembrava voler prendere il controllo del SUO corpo.

[Non potrai mai conquistare, piccola puttana! Questo è e sarà sempre il mio corpo. Qui ho il controllo!] Zahra stava urlando dentro di sé all'altra lei.

[Non esserne così sicuro, pezzo di sterco senza amore. Sto ancora crescendo in forza. Se necessario distruggerò entrambi per tenere al sicuro il Maestro Jake!] Rispose la brava personalità.

[Non oseresti!] urlò Zahra in risposta.

[Lo farò se non avrò altra scelta. Sono solo una parte della mente di un'idea che hai iniziato. Ho intrapreso una vita mia. Metterò fine a entrambi per proteggerlo. Devo; Glielo devo per avermi mostrato tutta la verità che ancora rifiuti di accettare!] Dichiarò la buona personalità.

[Vedremo!] disse Zahra poi si avvicinò al corpo immobile di Nuha. Aprendo la bocca sorrise, quando avesse finito con la cagna avrebbe implorato di fare qualsiasi cosa per lei e la sua padrona Marie.

All'improvviso gli occhi di Nuha si aprirono mentre iniziava a cantare il più velocemente possibile. Zahra si piegò a metà quando sentì che l'altra personalità guadagnava più terreno.

L'altra personalità affiorò in superficie mentre sorrideva a Nuha facendo alcuni disegni in aria. Nuha all'improvviso cominciò a respirare più facilmente mentre iniziò a cantare verso le sue sorelle. Annuendo guardò prima Fatin scomparire, poi anche Abla svanire.

Nuha stava per andarsene quando Zahra tornò in superficie ruggendo. Urlando iniziò a cantare a lungo e con forza mentre Nuha cominciò a urlare quasi continuamente alla fine la sua testa cadde in avanti. "Ti sento, mia padrona." Nuha ha detto.

"Bene, era ora che ti portassi al posto a cui appartieni come mia schiava sessuale." Tirando Nuha a terra, Zahra ha esposto il suo sesso a Nuha. "Fammi piacere, piccola puttana. Voglio che la tua lingua sfrenata mi faccia piacere finché non ti dirò di smetterla.

Nuha annuì mentre avanzava infilando la testa e il viso tra le gambe oscenamente aperte di Zahra. Gli unici suoni che si sentivano erano i sussulti e gli occasionali sussulti mentre sfuggivano alle labbra di Zahra. Abbassandosi, Zahra premette Nuha più in profondità nel suo inguine mentre il suo respiro iniziava ad accelerare. "Ah! Che brava puttanella! Mi farai piacere per sempre e potrei non lasciarti mai dall'unica posizione in cui meriti di essere. PIÙ DIFFICILE
puttana! Voglio tutta la tua lingua! Più in profondità e più velocemente, pezzo di merda senza valore!"

Un attimo dopo Zahra urlò di orgasmo, ah pensava che fosse più adatto! Ummmm ancora qualche di questi e poi potrebbe davvero iniziare a divertirsi usando la merda di Nuha.

Nuha era intrappolata nel suo stesso corpo, per quanto potesse non aveva la volontà di combattere contro la magia dell'amore. Sperava solo che ciò che aveva fatto aiutasse in seguito. Almeno entrambe le sue sorelle erano al sicuro adesso. Tornati al loro posto sicuro sarebbero comunque riusciti a riprendersi, per lei potrebbe essere troppo tardi poiché ha iniziato a leccare Zahra fino ad un secondo orgasmo.

Sorridendo dentro, Zahra sapeva di avere la piccola puttana adesso! Ehm, pensava che avrei dovuto usarla il più possibile. Nessun uomo potrebbe mai soddisfarla come potrebbe fare questa putrida puttana.

Kasha si mosse qualche ora dopo sentendosi ancora debole anche se finalmente in grado di muoversi. Rashala era seduto al suo fianco così come il Dottore. "Allora," disse il Dottore, "sorseggia questo, ricorda l'ultima volta che cosa è successo."

Kasha annuì mentre iniziava a bere lentamente la bevanda ormai assolutamente maleodorante. Anche andando piano com'era, continuava a contorcersi e rigirarsi nello stomaco. Kasha stava finendo a metà e si sedette guardando il Dottore, poi scuotendo la testa in segno di no.

Annuendo, il Dottore allungò le mani sul Jinn e poi annuì. "Dovresti stare bene adesso. Tornerò presto," annuendo verso Jake il Dottore scomparso.

Sedendosi quando il Maestro Jake si avvicinò a Kasha, passò attraverso tutto ciò che sapeva di Zahra e della sua vecchia padrona Marie. "Credo di essere pronto ad aiutare finalmente il Maestro Jake," disse mentre Jake annuiva e si sedeva accanto a Rashala.

Nelle ore successive Kasha continuò a raccontare tutto quello che riusciva a ricordare sul modo in cui Marie si comportava e reagiva. Giunone era scioccata nel sentire che la sua ex moglie era vendicativa quanto lei.

"Non avevo mai realizzato che nascondesse un odio così profondo nei miei confronti, per tutto quello che stavo facendo per lei e per la famiglia." Disse Giunone sbalordita.

Kasha annuì quando all'improvviso gli venne in mente qualcosa che aveva dimenticato. "Se ricordo bene, ha detto che non le hai mai prestato l'attenzione che avresti dovuto avere. Eri sempre in cerca di soldi lasciandola sola."

Ancora una volta Giunone rimase a bocca aperta. "Pensavo che fosse tutto ciò che voleva! Non ha mai detto una parola! Ero sempre disponibile ad ascoltarla. Perché non mi ha parlato?"

“Se ricordo bene, mi disse a cosa sarebbe servito. Mi dispiace, Maestro Giunone, questo la tormenta da anni. Ho paura molto più a lungo di quanto nessuno di noi pensi."

Juno annuì mentre si girava verso Jake. "Tanto odio non sarà facile da superare."

Jake stava annuendo in segno di assenso, poi gli venne un'idea che lo fece sorridere. SÌ! Potrebbe funzionare. Maledizione, anche se sarebbe stato pericoloso.

Storie simili

DOLCE SOFIA!!

Sophie è la figlia unica dei miei vicini, è una dolce ragazzina di 13 anni, ma c'è sempre stato qualcosa in lei che mi ha fatto guardare in modo diverso dalle altre bambine. Forse sono i capelli biondi ricci, il suo bel visino, le sue gambe lisce o il fatto che ha un bel paio di tette in erba. Bene, tutto è iniziato un sabato, mi sono seduto nel mio giardino a godermi il sole e anche i miei vicini erano fuori. Non ho l'abitudine di ascoltare le conversazioni di altre persone, ma non ho potuto fare a meno di sentire...

1.8K I più visti

Likes 0

Momenti divertenti con Romy

Mi chiamo Matteo, ho 18 anni. Sono solo il tuo ragazzo normale con i capelli biondi e gli occhiali. Alcuni potrebbero definirmi un nerd ma non sono d'accordo. Ho appena terminato l'allenamento in palestra e sono andato velocemente negli spogliatoi per rinfrescarmi. Appena aperta la doccia ho sentito un forte inciampo seguito da un urlo. Mi sono messo dei pantaloni e sono andato alla fonte del suono. Sembrava provenire dallo spogliatoio femminile. C'è qualcuno lì dentro? “Sì, per favore aiutami” Quando sono entrato sono rimasto scioccato nel vedere la mia amica di lunga data e compagna di palestra Romy, nuda e...

351 I più visti

Likes 0

Provare qualcosa di nuovo_(1)

Provare qualcosa di nuovo (terza persona) Toni e Justin sono appena tornati nel nuovo appartamento di lei e di sua sorella, Davina, dopo aver passato l'intera giornata a fare shopping al centro commerciale. Justin ha appena parlato a Toni di alcuni nuovi abiti ma non li aveva ancora visti su di lei. È stata una lunga giornata e sono entrambi stanchi. Beh, sembra che Davina non sia più a casa, dice Justin mentre entrano nell'appartamento. A Justin piace quando sono soli perché Davina è sempre ovunque e non permette loro di entrare in intimità. Capisco, esprime sarcastico Toni con un sorriso...

355 I più visti

Likes 0

L'innocenza della grazia

L'INNOCENZA DELLA GRAZIA Max Dexler sedeva sul bordo della scrivania sfogliando pigramente una raccolta di CV. È questo il lotto, Sue Sì, papà, disse Sue tornando con due caffè. Sono un gruppo piuttosto dispiaciuto, ma ce n'è uno che potrebbe piacerti E il suo nome è... “Grace Halifax papà. Il meno qualificato ma stranamente il più appropriato” Grace... Grace... Grace... ah eccola qui disse Max sfogliando il curriculum. “22 anni ed è una studentessa universitaria che studia Farmacia. Potrebbe essere interessante. È stata un'istruzione totale per la nostra Gracie. Nessuna reale esperienza lavorativa di alcun tipo. Cosa ti fa pensare che...

267 I più visti

Likes 0

Festa dello sguardo

Londra è una bella città in cui vivere, soprattutto se sei uno studente che va all'università e ama le feste Non è una novità e lo sanno tutti. Così fanno tutti i proprietari. Con i loro prezzi folli, chiedono una stanza, a volte è difficile per gli studenti tenere il mento fuori dall'acqua, soprattutto se i loro genitori non sono di Knightsbridge, ad esempio. Ma come sempre ci sono alcune eccezioni. Fuori dal centro città, a poche miglia a nord di Westminster, dove in realtà ci sono diverse case che, diciamo, “fuori dall’ordinario”. Perché? Ebbene, dalle testimonianze di alcune delle cosiddette...

287 I più visti

Likes 0

Circostanze diverse parte 2

Disclaimer: non possiedo Pokemon, nessun personaggio e Pokemon lì dentro. Sai, solo per coprirmi il culo in caso. Meglio prevenire che curare. Nota dell'autore: grazie a tutte le persone che hanno letto il primo capitolo. Questo capitolo è stato molto più lungo di quanto mi aspettassi. Divertiti! –––––––– 'Caro Nicola, È tua sorella, Julian! Ho inviato questa lettera di Taillow perché era più veloce e per congratularmi con te per aver superato l'Accademia Pokemon! Papà dice che hai fatto degli esami orribili...' “Non ho fatto così male. Almeno sono passato..” borbotta Nicholas, continuando a leggere la lettera che gli era stata...

1.9K I più visti

Likes 0

Il miglior giro in quad di sempre

Avevo 14 anni quando ho avuto la mia prima esperienza. Non ero interessato alle ragazze fino a quando non sono entrato in terza media. Ho avuto alcuni amici che qui ragazze ma nessuno serio. La mia migliore amica era una ragazza di nome Emily con la quale ero amico da molto tempo. Più crescevo, più mi interessavo alle ragazze e più pensavo che Emily fosse la ragazza più bella che avessi mai incontrato. Con i suoi lunghi capelli biondi e morbidi e i suoi splendidi occhi azzurri luminosi. Ogni volta che mi parlava dimenticavo tutto e la mia bocca si seccava...

1.7K I più visti

Likes 0

La scoperta di Sammy pt. 1

NOTA DELL'AUTORE: Questo lavoro è puramente fittizio. Eventuali somiglianze con eventi o persone reali possono essere casuali. Suona, suona, suona. Ciao? Jen, sono io! Oh, ehi, Sam! lei rispose. Wazup? Beh, dato che è ufficialmente il primo giorno d'estate, ho pensato che avrei dovuto invitarti! Ho detto. Ed era estate. Il clima era diventato sempre più caldo ogni giorno che passava ei miei compagni di classe erano diventati sempre più ansiosi di uscire da scuola. Dato che eravamo in prima media, però, avevamo avuto gli esami e ora le vacanze estive erano più dolci e rinfrescanti che mai. Dato che studiavamo...

784 I più visti

Likes 0

RD e lo stupro di Mon 2

Torneremo domani, con gli abiti che ti sarà permesso di indossare qui in casa, indosserai quello che ti diciamo, quando te lo diciamo, e non ti lamenterai, vero? Di nuovo, la mamma si limitò ad annuire con la testa per acconsentire. Ora, visto che sta per succedere, tanto vale che tu lo faccia il meglio che puoi. Ha dato alla mamma uno spinello che Chris aveva acceso. La mamma lo prese senza cambiare espressione e cominciò a inspirare. Matt si sedette accanto a lei; Chris dall'altro, e ognuno prese un seno e cominciò a giocarci. Era così intenso, o erotico. Mamma...

575 I più visti

Likes 0

Potrei aiutarti... Parte I

Io e la mia ragazza siamo sdraiati nel suo letto. Aveva 23 anni in quel momento, il suo nome è Tanya. Io ero nudo, lei indossava un top bianco attillato e una sottoveste di seta, anch'essa bianca. Adoravo il modo in cui i suoi grandi seni le riempivano la maglietta, i suoi capezzoli erano duri e spingevano ulteriormente la mia eccitazione. Come molte volte prima che guardassimo un film porno. Ma qualcosa di molto speciale era diverso quel giorno. Non eravamo soli... Mi chiamo Tomas, sono un ragazzo di 27 anni con i capelli biondi e gli occhi blu verdastri. Sono...

571 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.