Il jogger mattutino

115Report
Il jogger mattutino

È stato un incontro mattutino che non dimenticherò mai e sono sicuro che anche il mio ospite lo ricorderà sempre.

Stavo cercando compagnia sul mio sito web per adulti preferito e le cose erano state molto secche con il covid-19 che oscurava le nostre porte. Ovunque guardassi i segni dei tempi dicevano: “Resta a casa, stai al sicuro, indossa una maschera e resta a un metro di distanza”, l’astinenza sembrava essere l’unica risposta. Tuttavia arriva un momento nella vita di un uomo in cui le sue mani e i suoi giocattoli assortiti non sono più attraenti. È un momento in cui le palle blu hanno la meglio sulle precauzioni, gli impulsi sessuali superano il distanziamento sociale e un uomo deve fare ciò che deve fare.

È stato in quella bella mattinata intorno alle 6 che ho scambiato messaggi con un signore che a quanto pare viveva nelle vicinanze. Ha detto che avrebbe preso il caffè mattutino e poi si sarebbe preparato per andare al lavoro. Gli ho chiesto se voleva passare a prendere una boccata veloce e andarsene. Ha cercato il mio indirizzo e ha detto che era a pochi passi, che aveva tempo per una breve corsa mattutina prima del lavoro e che mi avrebbe visto tra poco.

Essendo stato per un po' di tempo senza alcuna distrazione da parte degli adulti, ero piuttosto ansioso di incontrare questo gentiluomo e di dargli il massimo piacere. Vedi, sono un piacere e ricevo gratificazione sessuale permettendo al mio partner o ai miei partner di sperimentare il più grande orgasmo che posso strappare dai loro lombi ardenti. Solo allora sento di avere un significato.

Sono uscito nel mio cortile nella luce del primo mattino prima dell'alba per cercarlo. Alzarsi con il sole è sempre stato il mio passatempo preferito. Il primo barlume dei raggi di sole del primo mattino sembra accarezzare il mondo addormentato, trasformando la semplice rugiada mattutina in una coltre di diamanti aggrappata ad ogni filo d'erba e ogni fiore in fiore. La crescente sinfonia degli uccelli che cantano sugli alberi, il suono occasionale di un cane che abbaia e il turbinio dei motori dei veicoli mentre amici e vicini si avviavano verso il nuovo giorno di qualunque cosa la vita avesse in serbo per loro, crescendo in un crescendo che complimentava lo scenario in un glorioso arazzo della vita. Avevo deciso di passare il tempo cercando ed estirpando le erbacce che potevano essere spuntate nel mio giardino, mentre aspettavo con impazienza l'arrivo del mio ospite mattutino.

Questo compito di diserbare il mio giardino era uno di quelli che non mi interessava, ma ho scoperto che se non avessi impiegato cinque minuti al giorno per sconfiggere eventuali intrusi, i miei fiori sarebbero stati presto invasi; rovinando la bellezza attentamente pianificata del paesaggio di cui ero così orgoglioso. Non ci è voluto molto prima che (con mio piacere) il mio contatto online arrivasse a fare jogging per strada.

Devo ammettere che la maggior parte delle volte gli uomini online apparentemente esagerano e disinformano quando si tratta del loro aspetto e del loro peso. Non siamo meno vanitosi delle donne quando si tratta dell'aspetto che desideriamo trasmettere. Se l'aspetto desiderato non viene raggiunto con ore di duro lavoro o pura fortuna, possiamo sempre far pendere la bilancia dell'essere attraenti con pochi. parole ben scelte usate per attirare i nostri bersagli di lussuria. È una tattica di pesca che ogni pescatore conosce; i pesci saranno attratti dall'esca più appetitosa che troveranno nella zona. Questa volta sono rimasto colpito.

Era alto circa 6 piedi, magro e muscoloso. Era ben tonico e abbronzato, con capelli biondi e barba e baffi corti e ben curati. Indossava una maglietta attillata e pantaloncini da jogging che delineavano un bel pacchetto ovviamente tenuto fermo da un sospensorio. Le scintillanti gocce di sudore che si formavano sulle braccia, sulle gambe e sulla sua fronte brillavano nella luce del mattino, dandogli l'aspetto di un dio greco che scende dalla sua lancia sull'Olimpo per mostrare all'umanità cosa potrebbero diventare anche loro.

Ho educatamente rinunciato mentre correva verso di me. Riconoscendo la mia presenza, il jogger ha rallentato la sua progressione fino a fermarsi. Le sue braccia muscolose erano coperte di sudore e anche la sua maglietta era inzuppata. Non ho potuto fare a meno di notare come il suo sistema di raffreddamento naturale fosse penetrato nei suoi pantaloncini da jogging facendo sì che il tessuto umido gli si attaccasse addosso in tutti i punti desiderabili. Oh, quanto deve essere stato bello essere il suo sospensorio, trattenendo tutta la sua virilità che desideravo così tanto vedere e toccare. Il mio respiro accelerò leggermente mentre immaginavo che sapore avrebbe presto avuto mentre pianificavo di devastare ogni centimetro di polo dell'amore gonfio di sangue che possedeva.

"Bella mattinata per fare jogging, vero?" dissi cercando di rompere il ghiaccio.

"Sì, lo è." Rispose con un accento inglese che mi fece tremare le ginocchia. "Sembrava una bella corsa in salita, ma devo ammettere che mi ha fatto il culo." Mentre parlavamo non ho potuto fare a meno di notare i suoi addominali ben definiti e i suoi colpi muscolosi e decisi, che si flettevano e si rilasciavano mentre ad ogni respiro si alzavano e si abbassavano.

Gli ho chiesto se voleva entrare qualche istante e prendere una pausa mentre gli prendevo una bottiglia d'acqua fresca. All'inizio sembrava titubante e si guardò intorno ma poi acconsentì.

Entrò in casa e gli chiesi di sedersi mentre andavo in cucina a prendergli una bottiglia d'acqua fresca. Quando sono tornato era ancora in piedi e l'ho guardato mentre faceva scivolare la mano nei pantaloni e sembrava aggiustare il pacchetto. In quel momento ha alzato lo sguardo e deve avermi visto sorridere mentre sbocciava con una risatina virile: "Oh mio Dio!" disse con l'accento che ancora mi faceva impazzire. “Non dovevi vederlo. I miei gioielli di famiglia sono rimasti intrappolati nel mio atleta e avevano bisogno di essere liberati solo un po'.

A questo punto avevo attraversato la stanza e gli avevo consegnato la sua bottiglia d'acqua. Fu grato per il rinfresco e prese la bottiglia con una mano mentre con l'altra toglieva il tappo a vite.

Il tempo era essenziale e volevo ogni momento che potevo passare con lui. Ho sorriso e ho detto: "Ecco, lasciami aiutare". Prima che potesse dire qualcosa mi sono avvicinato e gli ho tirato i pantaloncini da jogging e mi sono messo in ginocchio.

"Che cazzo?" sbottò mentre faceva un passo indietro vomitando un sorso d'acqua dalla bocca a metà del corridoio.

“Sono così entusiasta di te e so che non hai molto tempo. Scusa se non riesco a controllarmi ma sei così sexy! dissi mentre mi alzavo e prendevo in mano il suo cazzo raggrinzito. Il suo pene flaccido era caldo e coperto di sudore. Le sue palline ricoperte di abete pendevano perfettamente, il suo sacco si rilassava dal calore del suo atleta, permettendo loro di penzolare come un perfetto paio di frutti maturi che aspettano solo di essere raccolti. Il mio ospite rimase lì immobile; uno sguardo stupito di curiosità e paura gli copriva il viso. Non sapendo cos'altro fare, iniziò nervosamente a bere la sua acqua. Mi inginocchiai e gli afferrai la vita con entrambe le mani per mantenermi in equilibrio. Abbassai il viso sul suo morbido e folto mucchio di capelli e annusai il suo inguine. L'odore del sudore di un uomo pulito, mescolato al profumo persistente del bagnoschiuma profumato, mi riempì le narici e mi eccitò, come una droga.

Ho leccato il suo grosso sacco sodo mentre facevo scivolare il suo cazzo ancora flaccido oltre le mie labbra. Il gusto della sua zona più personale mi ha riempito come il miele direttamente dal favo. Ho assaporato ogni istante mentre il suo organo sessuale iniziava a reagire e a crescere sulla mia lingua mentre leccava amorevolmente e giocava con il suo pene mentre era ancora nella mia bocca.

Potevo vedere le sue gambe tremare mentre il suo cazzo cominciava a rispondere più velocemente. Mentre si allungava e si gonfiava di lussuria primordiale, sentii il mio ospite gemere leggermente. Ho abbassato i suoi pantaloncini e il suo atleta fino alle caviglie e lui ha sollevato un piede in modo che potessi toglierli. Poi si appoggiò al muro con un braccio e allargò le gambe dandomi completo accesso al suo sacco meravigliosamente grande pieno di due testicoli più grandi della media. Alzai lo sguardo e notai che stava stringendo tra i denti la bottiglia d'acqua vuota e i suoi occhi erano chiusi come se non volesse guardare. Mi chiedevo quali fantasie stessero inondando la sua mente mentre continuavo a prodigare e adorare il suo strumento.

Ormai il suo cazzo era semiduro. Proiettava fuori dai sei ai sette pollici buoni, stando dritto verso l'alto con un prepuzio stretto che copriva la sua tenera testa bulbosa. Era più spesso della maggior parte degli strumenti che avevo visto e rimaneva enormemente grande dalla base fino alla punta. Adoro i cazzi non tagliati e ho fatto rotolare la lingua sotto il labbro del suo prepuzio, mentre lo lavoravo. Un nuovo sapore virile e ammuffito riempì i sensi della mia bocca mentre pulivo l'area tra il suo prepuzio e la testa del cazzo con la mia lingua desiderosa.

Era duro come la roccia e ora misurava otto pollici in tutta la sua lunghezza. Era uno spettacolo meraviglioso e una festa che volevo tutta per me. Ogni volta che facevo scivolare il suo cazzo in profondità nella mia gola e appoggiavo il suo sacco culinario contro il mio mento potevo sentire le sue gambe tremare e lui gemeva leggermente ancora e ancora. Ad un certo punto la sua bocca si aprì in uno spettacolo di estasi mentre allungava il collo all'indietro e ruotava la testa in modo seducente da un lato all'altro, accompagnato da un basso gemito gutturale. La bottiglia vuota che solo pochi istanti prima stringeva tra i suoi denti rigidi, ora cadde a terra inosservata e dimenticata.

Ho allungato la mano per esplorare dietro la sua virilità e ho iniziato a strofinare delicatamente il suo buco pulito e stretto. Ho ricevuto segnali contrastanti da lui mentre allargava lentamente le gambe un po' più distanti e tuttavia stringeva le natiche così strette. Lascio che il suo cazzo scivoli via dalla mia bocca e mi faccio scivolare attorno al suo fianco. Lo presi per i fianchi e lo girai lontano da me esponendo un culo muscoloso e ben formato. Ho fatto scivolare entrambe le mani sul suo invitante sedere sodo, poi con le dita ho allargato le sue magnifiche guance rotonde.

In risposta, il mio amante temporaneo si sporse leggermente in avanti e appoggiò l'altra mano sul muro. Ho fatto scorrere lentamente il naso lungo il suo sedere inspirando pesantemente e diventando ubriaco di lussuria per l'essenza del suo profumo. Ho raggiunto con la lingua e ho leccato eroticamente il suo sfintere scintillante, premendolo sempre di più ad ogni passaggio.

Strinse di nuovo il culo e lo fece girare lentamente per me mentre gemeva di piacere: "Oh mio Dio, non l'ho mai fatto prima, cosa mi stai facendo?"

Gli ho detto di rilassarsi mentre allargavo il suo buco con le dita e facevo scivolare la lingua sempre più in profondità nella sua deliziosa apertura e cominciavo a leccarlo intorno e intorno. Forzando la mia lingua sempre più dentro, ora spinse il sedere contro la mia faccia desiderando ancora più il piacere con cui lo stavo soddisfacendo. "Oh merda, sto per venire!" grugnì.

Sono andato velocemente davanti, ho aperto la bocca e ho ingoiato il suo membro tremante nella mia gola fino in fondo. Potevo sentire la sua virilità gonfiarsi con il suo climax imminente mentre si chinava e con entrambe le mani mi afferrava la testa affondando le dita tra i miei capelli, in parte per bilanciarsi e in parte per assicurarsi che non mi sarei allontanata.

Tirò indietro il suo cazzo quasi completamente fuori dalla mia bocca poi con uno spasmo di forza incontrollabile lo spinse più in profondità nella mia gola di quanto non fosse mai stato prima. Tremava, pulsava, grugniva e gemeva mentre mi sparava un enorme carico in gola in un'ondata dopo l'altra che pensavo non si sarebbe mai calmata, facendomi soffocare e vomitare. Deglutii ancora e ancora cercando di tenere il passo con il flusso di seme caldo e vaporoso che mi travolgeva la bocca mentre cercavo disperatamente di non perdere una sola goccia.

Riuscii a ingoiare tutto il suo carico senza versare un solo boccone oltre le mie labbra serrate. Rimase lì respirando pesantemente solo per un momento o forse un'ora poiché il suo cazzo non riusciva più a mantenere l'erezione e iniziava a diventare di nuovo morbido nella mia bocca.

Quando finalmente lo tirò fuori, respirava più affannosamente di quando aveva fatto jogging davanti alla porta. Mi sono alzato e ho sorriso. Si è rimesso il calzino e si è tirato su i pantaloncini per tutto il tempo senza mai guardarmi negli occhi.

"Senti, devo andare." disse girandosi verso la porta. Si affrettò ad attraversare il prato senza dire una parola e si allontanò correndo lungo la strada. Mentre lo guardavo andare, guardavo il mio telefono. C'era un nuovo messaggio sopra. Era il ragazzo con cui avrei dovuto incontrarmi. Ho letto incredulo il suo messaggio: “Ehi, devo riprogrammare. È successo qualcosa. Arrivederci."

Ho guardato il jogger che girava l'angolo e scompariva alla vista e ho pensato: "Bene, chi diavolo era e, cosa più importante, avrò mai il piacere di vederlo correre di nuovo in giro per casa mia.

Storie simili

Harry Potter Adventures: Capitolo 5 - Doppio problema

Questa storia non riflette gli atteggiamenti o i personaggi della serie Harry Potter, né ha alcuna affiliazione con l'autore. Capitolo 5 Novembre scese su Hogwarts e con esso arrivò anche la pioggia e perfino qualche fiocco di neve. Era l'ultima settimana di novembre e mancavano solo due settimane all'inizio delle vacanze di Natale. Ron cominciò a sentire tornare di nuovo il suo malumore. Era passato un mese dal suo divertimento con Lavanda e da allora si frequentavano. Sebbene il sesso fosse incredibile, non avevano molto in comune e Ron aveva iniziato a desiderare il suo vero amore; Hermione ancora una volta...

361 I più visti

Likes 0

Mia mamma e la mia ragazza dei sogni

Introduzione Mi chiamo Will Chapman. Sono uno studente universitario di 19 anni, 5'8 e 160 libbre con capelli castani corti e occhi castano scuro. Ho sempre avuto problemi con le ragazze della mia età. Non è che non fossi di bell'aspetto; era perché, nonostante avessi 19 anni, sembrava che ne avessi 14. Ogni volta che uscivo con i miei amici, le persone che incontravamo spesso mi chiedevano se ero il fratellino di qualcuno. Le ragazze dicevano sempre che ero carino, il che mi farebbe assolutamente impazzire. Inutile dire che ho avuto problemi a soddisfare i miei bisogni sessuali. Stavo andando in...

2K I più visti

Likes 0

LA DIGA

Oh mio Dio, è bello, gemette Lauren, mentre Alexandra affondava la bocca nella sua figa calda e bianca, lo fai così bene, ti amo così tanto!!! Mmmmmmm, rispose Alex, non volendo distogliere la bocca dal muffy bagnato del suo amante!!! Lauren e Alexandra, amanti da un anno e coinquiline da sei mesi sei mesi, entrambe a ventidue anni, innamorate per la prima volta nella loro vita e affamate l'una dell'altra come solo i giovani amanti sanno essere! Lauren ha inarcato la schiena mentre spingeva forte il suo inguine nella bocca del suo amante, godendosi l'incredibile sensazione di farsi succhiare la vagina...

893 I più visti

Likes 0

Solo a Tokyo con due cuccioli

Mi chiamo Junjio. Ho 34 anni e vivo da solo in un piccolo appartamento di Tokyo. Molte giornate passano veloci, lavorative, e poi le serate lente e noiose. Sono stato solo per molto tempo, senza una vera famiglia nelle vicinanze, o contatti con amici o un ragazzo da un paio d'anni. È così per molti abitanti delle città nel Giappone moderno. È andato così male per me, che mi sono ritrovato a impazzire, a pensare ogni sorta di strani pensieri, a perdermi nel mio spazio per anni, e alla fine ho comprato un animale domestico. Non mi piacevano molto gli animali...

866 I più visti

Likes 0

L'inizio della fine_(0)

Fece un respiro lento e profondo e si morse le sue deliziose labbra rosso ciliegia. Come sono finito in questo? lei ha pensato. I suoi morbidi capelli biondo sporco pendevano sui suoi angelici occhi verdi. Julia prese il telefono e lo aprì. Ha letto il messaggio più e più volte. Incontriamoci al parco a meno che tu non voglia essere conosciuto come la puttana della città - Chris Adesso il suo cuore batteva forte. Proprio in quel momento arrivò un altro messaggio. Julia, se non esci di casa entro cinque minuti, mamma e papà si arrabbieranno molto con te... ovviamente sono...

775 I più visti

Likes 0

Lezioni dall'aia, parte IV

Bobby entrò per primo nella doccia con il suo nuovo marito proprio dietro di lei. Junior si rannicchiò accanto a lei da dietro e le mise le braccia intorno alle spalle, abbracciandola nel modo più amorevole. Si erano sposati da meno di un giorno e lui le aveva dichiarato il suo amore tante volte e in tanti modi. Adorava assolutamente la sua giovane moglie e ora più che mai si sarebbe assicurato che non le accadesse mai nulla perché, dopo tutto, stava aspettando suo figlio. Si sono sposati quella mattina a casa sua in modo che il loro bambino avesse il...

399 I più visti

Likes 0

Lascia che piova - 4

Per la prima volta in una settimana, quando mi sono svegliato, mi sembrava di avere avuto la stessa sensazione delle donne a letto della sera prima. Quando li ho scossi leggermente, si sono accoccolati un po’ più vicini e non si sono svegliati. Ho pensato che finché avessero voluto premere la loro calda carne da ragazza contro di me avrei potuto anche godermelo e ho chiuso gli occhi. Quando mi sono svegliato di nuovo è stato con un paio di labbra sul mio cazzo e un altro paio sui miei testicoli. Stavano facendo un ottimo lavoro e in pochi minuti ho...

423 I più visti

Likes 0

Il mio primo fidanzato 3

Tornato di sotto, Sam ha messo un po' di musica sullo stereo in soggiorno e mi ha detto di ballare per lui. Si sedette sul divano con le gambe divaricate e le mani sull'inguine mentre io barcollavo, cercando di ballare. Non è stato facile sui tacchi a spillo, sulla moquette e più volte ho quasi perso l’equilibrio e sono caduta. Ogni volta che stavo per inciampare, il sorriso del mio fratellastro si alzava leggermente. Ogni tanto mi diceva di fare qualcosa del tipo: Strofinati le tette e fammi vedere che puttana sei oppure Girati e piegati, così posso dare un'occhiata a...

322 I più visti

Likes 0

Broken Birds, Parte 37, Uno spazio nel tempo / Epilogo

Parte 37 Uno spazio nel tempo Epilogo L'elicottero di emergenza ha urlato per tutta la notte. Michael, Jennifer, Beth e Kat erano a bordo. Il dottore che Jennifer aveva di guardia non era potuto venire. Era ubriaco. La consegna è iniziata normalmente. Poi Kat ha cominciato a sanguinare gravemente. Barbara l'aveva già visto. Ha dato suggerimenti che Jennifer ha immediatamente implementato, scoprendo quanto preziosa fosse diventata l'esperienza ginecologica e neonatale di Barbara. Barbara è rimasta indietro a causa delle condizioni e dello stress di Jan. Il terrore attanagliò l'harem. Si sedettero intorno all'enorme soggiorno principale. Cercavano in Barbara consolazione e informazioni...

2K I più visti

Likes 1

L'amore è tutto ciò che conta pt2 - Nuovo dipendente, vecchie abitudini

Ero a casa ad aprire la porta, entrando nel mio appartamento quando il mio cellulare ha ronzato, mi infilo in tasca per prenderlo e controllare chi fosse a quest'ora, Jessy. Il messaggio diceva: Scusa :( te lo devo, la prossima volta puoi scegliere un film. Forse scegline uno con più azione, così non mi addormento Ho sorriso al messaggio e mi sono spogliato preparandomi per andare a letto, mi sono lavato i denti e sono andato in toillete tirando fuori il mio cazzo e mirando con i miei occhi assonnati, una mano che scriveva a Jess l'altra che mi teneva il...

1.9K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.