Rimborso_(1)

106Report
Rimborso_(1)

È un bell'esempio della specie maschile. Capelli scuri, culo stupendo e occhi in cui potresti semplicemente cadere. Non riesco a pensare a un solo uomo che abbia mai desiderato e che non abbia ancora ottenuto, ma questa potrebbe essere una sfida. La maggior parte degli uomini è così facile da conquistare, mi avvicino a loro, gli indosso un piccolo incantesimo e sono come se sbavassero gelatina sul mio palmo. Mi sono divertita tantissimo con loro!!! Ma questo è diverso. Conosce il mio gioco e gioca. È come se sapesse esattamente cosa proverò prima ancora di provarlo, e ha sempre la risposta perfetta. Penso di aver trovato il mio partner e devo averlo!! Non posso credere che ci sia voluto così tanto tempo, ma penso di aver finalmente trovato qualcosa. Lo prenderò quando meno se lo aspetta... proprio davanti a tutti.........
Ho indossato il reggiseno e le mutandine più succinti che sono riuscita a trovare, e poi ho deciso che anche quello era troppo, niente era più convincente. Ieri ho scoperto da un amico in ufficio che oggi pranzerà con alcuni clienti in un bar all'aperto molto carino nei quartieri alti. Mentre indosso il mio lungo soprabito e lo allaccio ai rifiuti, controllo il trucco e i capelli un'ultima volta e finalmente esco dalla porta, mi sento stordita quasi quanto una studentessa. Ci vogliono solo pochi minuti in taxi per arrivare al bar, e all'improvviso mi ritrovo sul marciapiede, a cercare il suo tavolo. OOOH, eccolo lì, per quanto mi riguarda, a circa quattro tavoli. Le persone con cui sta sembrano molto professionali e decisamente tese. (Spero di non causare insufficienza cardiaca.) Ok, ecco qui. Mi avvicino a lui e lui alza lo sguardo, sorpreso di vedermi. Prima ancora che possa salutarmi, mi chino in modo molto sexy e sussurro: "Spero che ti piaccia quello che vedi". Poi mi alzo e apro il cappotto. Nient'altro che i tacchi neri, ed è davvero scioccato!! Questo è fantastico. Adesso chiudo semplicemente il cappotto e me ne vado con il mio miglior atteggiamento da modella da passerella. Proprio come speravo, non mi seguirà, stasera dovrebbe andare tutto bene. Esatto tesoro, pensaci un po', mi dico con un sorriso.
Dopo il mio piccolo spettacolo torno al lavoro e vado avanti con la mia giornata. All'improvviso lo vedo attraverso la finestra del mio ufficio, irrompere nell'atrio. Fa un cenno ad alcune persone che passano, ma è chiaro che ha uno scopo. E oh sì, quello scopo non sono altro che me!! Attraversa la mia porta, le narici dilatate, gli occhi fiammeggianti, e la sbatte dietro di sé. Prima di dire una parola, tira l'ombra. Mi alzo per salutarlo, ma non riuscendo a pensare a niente da dire, rimango lì ad aspettare, e a sorridere. "Scommetto che sei davvero fiero di te stesso, vero?", dice. Stavo quasi per offrirgli una risposta, ma poi ha fatto l'ultima cosa che mi sarei aspettato. Allungò la mano e mi afferrò i capelli con la sua mano potente e mi tirò la testa verso il pavimento. Prima ancora che possa strillare, la mia bocca è piena di qualcosa che mi ci è voluto un minuto per realizzare che fosse un cazzo enorme!! Esatto, signore e signori, ora ho i conati di vomito su tutti i 9 pollici di questo cazzo che ho inseguito per così tanto tempo. Lui mormora: "Ti insegnerò a scopare con me." Non ho altra scelta che iniziare a usare la mia magia. Ho succhiato, soffocato e leccato abilmente per quelli che mi sono sembrati solo pochi minuti, e poi ho ingoiato gocce di sperma caldo. Stava uscendo più velocemente di quanto potessi deglutire, e proprio mentre provo a sputarne un po' lui mi infila ancora di più la sua asta in bocca. Adesso mi spinge di nuovo alla scrivania e, rimboccando e chiudendo la cerniera mentre va, esce dal mio ufficio con la stessa furia con cui è entrato. Sbalordito, mi raddrizzo e torno alla mia sedia per finire la mia giornata di lavoro...
Dopo aver lasciato l'ufficio, mi sono fermato nel mio posto preferito per un hamburger e poi sono partito per casa. Mi sono alzata e stavo per girare la chiave quando una mano mi ha tappato la bocca. La mossa è stata rapida e mi ha colto di sorpresa, provo a girarmi, ma molti muscoli e forza mi hanno ostacolato. Un'altra mano si allungò e finì di aprire la porta, e fui spinto nel mio appartamento. Mi lasciò andare e mi voltai per vederlo. Aveva la faccia rossa, ma nemmeno un po' senza fiato. Mi ha ringhiato: "porta il culo di sopra, togliti tutti i vestiti e sdraiati sul letto". Bene, ho obbedito volentieri, davvero curioso di vedere cosa sarebbe successo dopo. Mentre giacevo lì, completamente nudo, con la mia figa che diventava sempre più calda di secondo in secondo, ho sentito dei rumori metallici nella cucina al piano di sotto. Il mio respiro accelera quando vedo la sua figura oscura entrare dalla porta. Si china velocemente per andare verso il letto e poi è sopra di me. Si è chinato verso di me e mi ha infilato qualcosa in bocca. (Le mie mutandine che mi sono appena tolto!!) Mi ha girato sulla pancia e mi ha tirato su i fianchi, "Non sarà quello che pensavi che sarebbe stato", ha detto, con la voce spessa e profonda. "Ma non lo dimenticherai mai. Adesso stai zitto!! Ti scoperò come se fossi mio." Detto questo, mi ha colpito così forte con la mano sul sedere che ho urlato attraverso il mio bavaglio rosa. Una mano grande e forte mi scivolò intorno alla gola e mi strinse: "Ti avevo detto di stare zitto!! Tu hai voluto questo, ora prendilo come una donna." L'altra mano si muoveva con abilità, i suoi pantaloni erano slacciati e la sua mano era piena dei miei capelli in un batter d'occhio. All'improvviso la mia figa si è divisa in due e i miei succhi si sono riversati caldi e veloci. Mi ha scopato la figa finché il sudore non mi è caduto dalla fronte e le mie gambe tremavano violentemente. Proprio quando pensavo che mi avrebbe fatto rotolare e venirmi addosso, ha cambiato colpo e mi ha infilato il culo. Non sono riuscito a sentirlo per alcuni secondi, poi il dolore è sbocciato e sono arrivate le lacrime. Non mi faccio inculare da molto tempo e non è esattamente la mia scelta preferita. Ha martellato il mio povero piccolo ano per così tanto tempo che ho dovuto emettere un gemito. Come un fulmine mi fece girare e mi sogghignò: "Ti piace davvero mettere alla prova i miei pazienti, vero? Ti ho detto più di una volta di stare zitto!!" Un bel sorriso gli salì alle labbra e disse: "Va bene, però, posso farti tacere". Mi ha tirato su la testa, mi ha strappato le mutandine dalla bocca e ha infilato il suo cazzo dentro così tanto che ho quasi vomitato. Pompava sempre più forte, mentre io non emettevo un solo suono. E poi di nuovo mi ha sparato in bocca così profondamente che ho dovuto bere quello che mi era stato dato. Deglutii furiosamente e lui gettò indietro la testa e rise. "Ecco, stupida stronza, questa è l'unica cosa che ti tiene tranquilla, non è vero?" Rise ancora un po'. Caddi sul letto, sentivo che i miei sensi si spegnevano. Il mio corpo fa così male che non posso fare a meno di addormentarmi...
Mi sveglio di soprassalto e scruto velocemente con lo sguardo la stanza buia. Se n'è andato. Ma il dolore mi ricorda che lui era qui. Mi alzo lentamente, penso che devo pulirmi e prendere un po' d'acqua. Mi infilo la vestaglia mentre scendo le scale e mi dirigo verso la cucina. Mentre prendo un bicchiere nella credenza, sento la sua voce. Adesso parla normalmente, come se fosse una conversazione di lavoro. "Sai, ai miei clienti è piaciuta la tua... presentazione di questo pomeriggio. Mi è piaciuta davvero. Ho ottenuto il grande progetto che stavo realizzando. Questo era per ripagarti." Mi sono voltato lentamente verso di lui, non si è avvicinato di più. "Spero che ti sia piaciuto, perché non sono il tipo che dimentica facilmente un favore," disse con un sorriso, e si voltò. Se n'era andato prima che potessi decidere se ringraziarlo o lanciarglielo all'orecchio. Ora tutto quello che posso fare è aspettare e chiedermi quanto quest'uomo pensa di essere in debito con me per il mio cosiddetto favore...

Storie simili

Harry Potter Adventures: Capitolo 5 - Doppio problema

Questa storia non riflette gli atteggiamenti o i personaggi della serie Harry Potter, né ha alcuna affiliazione con l'autore. Capitolo 5 Novembre scese su Hogwarts e con esso arrivò anche la pioggia e perfino qualche fiocco di neve. Era l'ultima settimana di novembre e mancavano solo due settimane all'inizio delle vacanze di Natale. Ron cominciò a sentire tornare di nuovo il suo malumore. Era passato un mese dal suo divertimento con Lavanda e da allora si frequentavano. Sebbene il sesso fosse incredibile, non avevano molto in comune e Ron aveva iniziato a desiderare il suo vero amore; Hermione ancora una volta...

361 I più visti

Likes 0

Mia mamma e la mia ragazza dei sogni

Introduzione Mi chiamo Will Chapman. Sono uno studente universitario di 19 anni, 5'8 e 160 libbre con capelli castani corti e occhi castano scuro. Ho sempre avuto problemi con le ragazze della mia età. Non è che non fossi di bell'aspetto; era perché, nonostante avessi 19 anni, sembrava che ne avessi 14. Ogni volta che uscivo con i miei amici, le persone che incontravamo spesso mi chiedevano se ero il fratellino di qualcuno. Le ragazze dicevano sempre che ero carino, il che mi farebbe assolutamente impazzire. Inutile dire che ho avuto problemi a soddisfare i miei bisogni sessuali. Stavo andando in...

2K I più visti

Likes 0

LA DIGA

Oh mio Dio, è bello, gemette Lauren, mentre Alexandra affondava la bocca nella sua figa calda e bianca, lo fai così bene, ti amo così tanto!!! Mmmmmmm, rispose Alex, non volendo distogliere la bocca dal muffy bagnato del suo amante!!! Lauren e Alexandra, amanti da un anno e coinquiline da sei mesi sei mesi, entrambe a ventidue anni, innamorate per la prima volta nella loro vita e affamate l'una dell'altra come solo i giovani amanti sanno essere! Lauren ha inarcato la schiena mentre spingeva forte il suo inguine nella bocca del suo amante, godendosi l'incredibile sensazione di farsi succhiare la vagina...

893 I più visti

Likes 0

Solo a Tokyo con due cuccioli

Mi chiamo Junjio. Ho 34 anni e vivo da solo in un piccolo appartamento di Tokyo. Molte giornate passano veloci, lavorative, e poi le serate lente e noiose. Sono stato solo per molto tempo, senza una vera famiglia nelle vicinanze, o contatti con amici o un ragazzo da un paio d'anni. È così per molti abitanti delle città nel Giappone moderno. È andato così male per me, che mi sono ritrovato a impazzire, a pensare ogni sorta di strani pensieri, a perdermi nel mio spazio per anni, e alla fine ho comprato un animale domestico. Non mi piacevano molto gli animali...

866 I più visti

Likes 0

L'inizio della fine_(0)

Fece un respiro lento e profondo e si morse le sue deliziose labbra rosso ciliegia. Come sono finito in questo? lei ha pensato. I suoi morbidi capelli biondo sporco pendevano sui suoi angelici occhi verdi. Julia prese il telefono e lo aprì. Ha letto il messaggio più e più volte. Incontriamoci al parco a meno che tu non voglia essere conosciuto come la puttana della città - Chris Adesso il suo cuore batteva forte. Proprio in quel momento arrivò un altro messaggio. Julia, se non esci di casa entro cinque minuti, mamma e papà si arrabbieranno molto con te... ovviamente sono...

775 I più visti

Likes 0

Lezioni dall'aia, parte IV

Bobby entrò per primo nella doccia con il suo nuovo marito proprio dietro di lei. Junior si rannicchiò accanto a lei da dietro e le mise le braccia intorno alle spalle, abbracciandola nel modo più amorevole. Si erano sposati da meno di un giorno e lui le aveva dichiarato il suo amore tante volte e in tanti modi. Adorava assolutamente la sua giovane moglie e ora più che mai si sarebbe assicurato che non le accadesse mai nulla perché, dopo tutto, stava aspettando suo figlio. Si sono sposati quella mattina a casa sua in modo che il loro bambino avesse il...

399 I più visti

Likes 0

Lascia che piova - 4

Per la prima volta in una settimana, quando mi sono svegliato, mi sembrava di avere avuto la stessa sensazione delle donne a letto della sera prima. Quando li ho scossi leggermente, si sono accoccolati un po’ più vicini e non si sono svegliati. Ho pensato che finché avessero voluto premere la loro calda carne da ragazza contro di me avrei potuto anche godermelo e ho chiuso gli occhi. Quando mi sono svegliato di nuovo è stato con un paio di labbra sul mio cazzo e un altro paio sui miei testicoli. Stavano facendo un ottimo lavoro e in pochi minuti ho...

423 I più visti

Likes 0

La mia vita segreta - Prefazione

La mia vita segreta PREFAZIONE Ho cominciato queste memorie quando avevo circa venticinque anni, avendo tenuto fin da giovane una specie di diario, che forse per abitudine mi ha fatto pensare di registrare la mia vita interiore e segreta. Quando lo cominciai, non avevo quasi letto un libro osceno, nessuno dei quali, eccetto Fanny Hill, mi sembrava veritiero: così era, e lo è ancora; gli altri che raccontavano di erotismo ricercato o di smisurate potenze copulative, di strane svolte, trucchi e fantasie di voluttà matura e lascivia filosofica, sembravano alla mia relativa ignoranza come immaginazioni oscene o invenzioni bugiarde, non degne...

348 I più visti

Likes 0

Il mio primo fidanzato 3

Tornato di sotto, Sam ha messo un po' di musica sullo stereo in soggiorno e mi ha detto di ballare per lui. Si sedette sul divano con le gambe divaricate e le mani sull'inguine mentre io barcollavo, cercando di ballare. Non è stato facile sui tacchi a spillo, sulla moquette e più volte ho quasi perso l’equilibrio e sono caduta. Ogni volta che stavo per inciampare, il sorriso del mio fratellastro si alzava leggermente. Ogni tanto mi diceva di fare qualcosa del tipo: Strofinati le tette e fammi vedere che puttana sei oppure Girati e piegati, così posso dare un'occhiata a...

322 I più visti

Likes 0

Broken Birds, Parte 37, Uno spazio nel tempo / Epilogo

Parte 37 Uno spazio nel tempo Epilogo L'elicottero di emergenza ha urlato per tutta la notte. Michael, Jennifer, Beth e Kat erano a bordo. Il dottore che Jennifer aveva di guardia non era potuto venire. Era ubriaco. La consegna è iniziata normalmente. Poi Kat ha cominciato a sanguinare gravemente. Barbara l'aveva già visto. Ha dato suggerimenti che Jennifer ha immediatamente implementato, scoprendo quanto preziosa fosse diventata l'esperienza ginecologica e neonatale di Barbara. Barbara è rimasta indietro a causa delle condizioni e dello stress di Jan. Il terrore attanagliò l'harem. Si sedettero intorno all'enorme soggiorno principale. Cercavano in Barbara consolazione e informazioni...

2K I più visti

Likes 1

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.