Skyrim: Le avventure di Carthalo Parte 1

889Report
Skyrim: Le avventure di Carthalo Parte 1

Carthalo le accarezzò la guancia, sentendo la sua pelle liscia e fredda e scostandole i capelli nerissimi dagli occhi. "Lydia," disse, la sua voce roca si trasformò in un sussurro nel suo orecchio "rilassati. Questo non è un altro fardello per te da portare." le slacciò la maglietta e lei rabbrividì leggermente al tocco. "Questo non è un comando del tuo Thane." le sue mani forti la presero per la vita e la portò al letto. Le assi del pavimento scricchiolarono mentre la trasportava su per le scale di Breezehome. La adagiò dolcemente sul letto e cominciò a baciarle il collo, dicendo: "Questo è per te, questo è per tutto ciò che hai fatto e per tutto ciò che sei per me".
"Sì, mio ​​Thane..." disse Lydia tra i suoi leggeri gemiti. "Io... io voglio questo... per favore, amami mio Thane... Carthalo."
Carthalo si alzò e cominciò a togliersi l'armatura. Pezzi di pelle, ferro e pelliccia caddero a terra in successione rivelando il fisico scuro e muscoloso dello spadaccino Redguard. Si sciolse i capelli, le spesse ciocche dreadlock gli caddero sulle spalle. La mano di Lydia andò istintivamente tra le sue gambe, le sue dita scivolarono attraverso il cespuglio nero di seta che cresceva lì e nelle pareti calde e bagnate della sua figa. Emise un gemito e Carthalo salì sul letto con lei.
Lydia allungò provvisoriamente una mano e afferrò il suo cazzo, mentre si posizionava sopra di lei, lo guidò lentamente verso l'apertura della sua figa in attesa. Carthalo fece scivolare il braccio sotto di lei, afferrandole la spalla con una mano e l'altra tracciando delle linee lungo lo stomaco fino al petto, e iniziò a massaggiarle i seni bianchi come il latte. Le arrotolò il capezzolo tra le dita e le baciò dolcemente il collo. Con un rapido colpo, scivolò dentro di lei. I suoi profondi occhi marroni si allargarono e la sua bocca formò una O, mentre un grido silenzioso cercava di sfuggirle. Tuttavia, solo un gemito sommesso trovò la sua via d'uscita.
Carthalo iniziò a pompare i fianchi avanti e indietro, spingendo lentamente e costantemente il suo cazzo dentro di lei. Usò il braccio per tirarla dentro di sé, per incontrare le sue spinte, e spinse giù dal letto con le punte dei piedi, ogni spinta andò sempre più in profondità nella sua figa fradicia.
"Sì! OH... oh sì!" Lydia gemette ripetutamente mentre lui faceva l'amore con lei.
Dopo pochi istanti, Carthalo poteva sentire le pareti della sua figa stringersi intorno al suo cazzo e i succhi si riversavano su tutto il letto e su tutta la sua virilità. Lydia emise un lungo, basso gemito, e allungò una mano e tirò i capelli di Carthalo come faceva, avvicinandogli il viso al suo e lo baciò.
Carthalo, sentendo che il suo orgasmo era diminuito, iniziò a spingere ancora più forte, mandando la sua asta di sette pollici dentro di lei il più profondamente possibile. Continuò così, aumentando costantemente il ritmo e la ferocia finché non la prese a pugni. Si contorcevano per tutto il letto, una massa aggrovigliata di membra, grugnendo e gemendo e gridando in pura estasi finché, alla fine, Carthalo sentì un'ondata di piacere scorrere attraverso il suo cazzo e con un basso ringhio, gettò il suo seme in profondità nella sua ansiosa figa. Lydia gemette, questa volta forte, mentre sentiva il suo grembo riempirsi dello sperma di questo bellissimo spadaccino.
Rimasero lì, insieme, per un bel po' di tempo baciandosi e carezzandosi, finché non si addormentarono in un sonno profondo e pacifico.
Al mattino, Lydia si svegliò per vedere Carthalo che indossava la sua armatura e preparava la sua attrezzatura.
"Dove stai andando mio Thane? Non vuoi restare qui con me ancora per un po'?"
Carthalo riprese ad allacciarsi l'armatura, sorridendole affettuosamente negli occhi. "Mi dispiace amore mio, non riesco a riposare."
"Perché no? Chi è che chiama Carthalo da parte mia?"
"Un amico, Hadvar, ti ho parlato di lui?"
"Sì, ma non capisco, sicuramente questo... Hadvar non può accontentarti come posso fare io?"
Carthalo rise "No, nessuno potrebbe farlo! Ma," il suo viso si fece serio, e la guardò negli occhi "è in pericolo, e io devo a quell'uomo la mia vita. Stanotte corro per il Pale, il Manto della Tempesta". i cani che marciano contro i miei compagni impareranno l'errore dei loro modi." Carthalo si allacciò l'ultimo bracciale e afferrò la spada d'acciaio di Skyforge che era appoggiata al muro. "Insegnerò loro a non attraversare l'Impero, o me."
Lydia sorrise e si alzò "Allora sono con te, mio ​​Thane."

Capitolo uno: un anno fa...

Carthalo e Hadvar stavano all'imboccatura della caverna, respirando pesantemente. "Non posso... credere... ce l'abbiamo fatta ad uscire da lì... vivi." disse Hadvar tra il respiro affannoso. Carthalo si appoggiò a un masso, ascoltando i ruggiti del drago che si allontanavano sempre di più "Penso che siamo a posto."
"Io solo... un drago!" disse Hadvar con un tono di incredulità ancora maggiore.
"Dobbiamo tornare indietro, ora che non c'è più?" chiese Cartalo.
"Non credo." disse Hadvar "Probabilmente è meglio se ci allontaniamo il più possibile da qui. Quel drago potrebbe tornare e gli Jarl devono essere avvertiti. Andiamo." Hadvar iniziò a camminare lungo la strada sterrata.
"Dove?" chiese Cartalo.
"Riverwood. Mio zio Alvor è il fabbro lì. Può aiutarci."
"Bene, questo pezzo di spazzatura potrebbe servire per un Manto della Tempesta, ma potrei usare una spada decente." Seguendo rapidamente dietro, si fecero strada attraverso il sentiero boscoso.

Storie simili

Fare da mentore a Brandon 2

MENTRE BRANDON Di Bob Capitolo 2: Il mio sogno diventa realtà! Bussano alla porta: FINALMENTE! Il mio cuore batteva da un po' di tempo e ora non c'era niente di diverso. Ho iniziato a camminare per aprire la porta quando Dave è saltato fuori dalla sua cuccetta ed è corso verso di me. Quando ha aperto la porta, ho visto Brandon in piedi nel corridoio. Ehi Dave. Che c'è? risuonò la voce che stavo aspettando. Non molto ragazzo, sto solo facendo un po' di cazzate per la storia, fu la risposta di Dave. Sì, senti. In realtà ho bisogno di parlare...

10 I più visti

Likes 0

L'amore è tutto ciò che conta pt2 - Nuovo dipendente, vecchie abitudini

Ero a casa ad aprire la porta, entrando nel mio appartamento quando il mio cellulare ha ronzato, mi infilo in tasca per prenderlo e controllare chi fosse a quest'ora, Jessy. Il messaggio diceva: Scusa :( te lo devo, la prossima volta puoi scegliere un film. Forse scegline uno con più azione, così non mi addormento Ho sorriso al messaggio e mi sono spogliato preparandomi per andare a letto, mi sono lavato i denti e sono andato in toillete tirando fuori il mio cazzo e mirando con i miei occhi assonnati, una mano che scriveva a Jess l'altra che mi teneva il...

1K I più visti

Likes 0

Lussuria 3

Ancora una volta, stavo terminando la notte masturbandomi dopo essere stato estremamente eccitato a causa delle avventure di mia figlia. Oggi è stata una giornata pazzesca e non potevo credere a quello che era successo dopo aver calmato i miei pensieri arrapati con un orgasmo. Mi sono addormentato come un angelo dopo. Al mattino mi sono svegliato presto e ho preparato la colazione. Quando i bambini sono scesi, ho servito loro dei cereali e ho preso la banana che mia figlia aveva messo nel culo la sera prima e l'ho data a mio figlio. Ho guardato il viso di mia figlia...

1K I più visti

Likes 0

Cottage 13 – Parte 1

Questa storia parla di una moglie che sceglie di vivere la sua fantasia sessuale per il sesso forzato anonimo, all'insaputa del marito. Se non ti piace questo tipo di storia, o qualcuno a cui piace fare commenti anonimi denigratori, salta questa storia. Apprezzo i messaggi privati ​​che forniscono feedback e/o idee costruttive... NOTE: Ai fini di questa storia, il Geosexing è definito come una variante del geocaching, in cui uomini e donne utilizzano il Global Positioning System (GPS) per designare o cercare luoghi in cui fare sesso con un individuo consenziente. Questo non è in alcun modo un tentativo di ridefinire...

767 I più visti

Likes 1

Broken Birds, Parte 37, Uno spazio nel tempo / Epilogo

Parte 37 Uno spazio nel tempo Epilogo L'elicottero di emergenza ha urlato per tutta la notte. Michael, Jennifer, Beth e Kat erano a bordo. Il dottore che Jennifer aveva di guardia non era potuto venire. Era ubriaco. La consegna è iniziata normalmente. Poi Kat ha cominciato a sanguinare gravemente. Barbara l'aveva già visto. Ha dato suggerimenti che Jennifer ha immediatamente implementato, scoprendo quanto preziosa fosse diventata l'esperienza ginecologica e neonatale di Barbara. Barbara è rimasta indietro a causa delle condizioni e dello stress di Jan. Il terrore attanagliò l'harem. Si sedettero intorno all'enorme soggiorno principale. Cercavano in Barbara consolazione e informazioni...

1.1K I più visti

Likes 1

L'ultima speranza bianca (Capitolo 1)

Questa è una storia di fantasia sul diventare presidente del nostro paese. È una sorta di parallelo con la nostra storia e la nostra linea temporale. Il primo capitolo riguarda lo sviluppo del personaggio principale Alcune informazioni di base su di me prima di entrare troppo nella storia. Mi chiamo Stewart Thomas Whitteman. Faccio il mio secondo nome e tutti mi chiamano Tom. Odio il nome Stewart. Era il nome preferito dello zio di mia madre. Sono nato il 5 maggio 1955. Sono alto un metro e ottanta, peso 210 libbre, ho i capelli e gli occhi castani. Mi alleno regolarmente...

990 I più visti

Likes 0

Un tranquillo interludio

Sto ai piedi del tavolo e ti guardo intensamente. Il silenzio sta provocando il caos sui tuoi sensi già sovraeccitati. I miei occhi viaggiano sul tuo viso prendendo nota della leggera apertura delle tue labbra, del solco tra le tue sopracciglia e del dilatarsi delle tue narici, tutti segni della tua consapevolezza accresciuta. Il mio sguardo si interroga sui muscoli della parte superiore delle tue braccia, serrati e tesi, sui polsini di pelle attorno a ciascun polso, collegati tra loro e tenuti sopra la tua testa con un unico laccio. Anche se posso seguire il cavo solo fino al bordo del...

844 I più visti

Likes 0

Scoprire che sono gay parte 3

Quindi pochi giorni dopo, dopo aver rotto con Lizzy, mi stavo abituando all'idea di essere di nuovo single. Quando ero al college a lezione con McKenzie, ha iniziato a sedersi accanto a me e ha detto Tu e Lizzy vi siete lasciati perché vi ho baciato? Ho guardato McKenzie e ho detto No, il motivo per cui io e Lizzy ci siamo lasciati è perché mi piaceva baciarti. Dopo aver detto che mi sono alzato dal mio posto, ho preso la borsa e sono andato a uscire dalla lezione mentre camminavo, il mio insegnante mi ha detto E dove pensi di...

851 I più visti

Likes 0

Un pomeriggio con Ambra

L'inizio Eravamo seduti al tavolo oziando dopo aver mangiato un pranzo del primo pomeriggio. La giornata era nuvolosa, grigia e umida, una tipica giornata primaverile a Seattle. Era sabato e io e la migliore amica di mia moglie ci tenevamo compagnia mentre aspettavamo che mia moglie tornasse a casa da una conferenza a San Antonio. Amber stava facendo tintinnare i piatti, mettendoli in una pila su un angolo del tavolo quando il mio cellulare cinguettò, era Chloe, mia moglie. “Il mio collegamento a Denver è stato cancellato, al dannato aereo manca un'ala o qualcosa del genere. Tutti gli altri voli sono...

611 I più visti

Likes 0

Riunione arrapata (parte 5)

(Ecco l'ultima parte scritta finora, posterò il resto quando ci arriverò.) Le mie braccia la avvolsero intorno, tenni il suo corpo vicino al mio mentre entrambi i nostri orgasmi si placavano. Potevo sentire il suo cuore battere lentamente contro il mio petto e il suo respiro contro il mio collo prendere gradualmente un ritmo normale. Si strofinò contro l'incavo del mio collo e mi baciò sulla spalla. Con un braccio che le teneva ancora il corpo, mi pettinai con le dita, gettai i suoi lunghi capelli e le baciai la sommità della testa. Poi ha alzato la testa, baciandomi il collo...

613 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.