Skyrim: Le avventure di Carthalo Parte 1

107Report
Skyrim: Le avventure di Carthalo Parte 1

Carthalo le accarezzò la guancia, sentendo la sua pelle liscia e fredda e scostandole i capelli nerissimi dagli occhi. "Lydia," disse, la sua voce roca si trasformò in un sussurro nel suo orecchio "rilassati. Questo non è un altro fardello per te da portare." le slacciò la maglietta e lei rabbrividì leggermente al tocco. "Questo non è un comando del tuo Thane." le sue mani forti la presero per la vita e la portò al letto. Le assi del pavimento scricchiolarono mentre la trasportava su per le scale di Breezehome. La adagiò dolcemente sul letto e cominciò a baciarle il collo, dicendo: "Questo è per te, questo è per tutto ciò che hai fatto e per tutto ciò che sei per me".
"Sì, mio ​​Thane..." disse Lydia tra i suoi leggeri gemiti. "Io... io voglio questo... per favore, amami mio Thane... Carthalo."
Carthalo si alzò e cominciò a togliersi l'armatura. Pezzi di pelle, ferro e pelliccia caddero a terra in successione rivelando il fisico scuro e muscoloso dello spadaccino Redguard. Si sciolse i capelli, le spesse ciocche dreadlock gli caddero sulle spalle. La mano di Lydia andò istintivamente tra le sue gambe, le sue dita scivolarono attraverso il cespuglio nero di seta che cresceva lì e nelle pareti calde e bagnate della sua figa. Emise un gemito e Carthalo salì sul letto con lei.
Lydia allungò provvisoriamente una mano e afferrò il suo cazzo, mentre si posizionava sopra di lei, lo guidò lentamente verso l'apertura della sua figa in attesa. Carthalo fece scivolare il braccio sotto di lei, afferrandole la spalla con una mano e l'altra tracciando delle linee lungo lo stomaco fino al petto, e iniziò a massaggiarle i seni bianchi come il latte. Le arrotolò il capezzolo tra le dita e le baciò dolcemente il collo. Con un rapido colpo, scivolò dentro di lei. I suoi profondi occhi marroni si allargarono e la sua bocca formò una O, mentre un grido silenzioso cercava di sfuggirle. Tuttavia, solo un gemito sommesso trovò la sua via d'uscita.
Carthalo iniziò a pompare i fianchi avanti e indietro, spingendo lentamente e costantemente il suo cazzo dentro di lei. Usò il braccio per tirarla dentro di sé, per incontrare le sue spinte, e spinse giù dal letto con le punte dei piedi, ogni spinta andò sempre più in profondità nella sua figa fradicia.
"Sì! OH... oh sì!" Lydia gemette ripetutamente mentre lui faceva l'amore con lei.
Dopo pochi istanti, Carthalo poteva sentire le pareti della sua figa stringersi intorno al suo cazzo e i succhi si riversavano su tutto il letto e su tutta la sua virilità. Lydia emise un lungo, basso gemito, e allungò una mano e tirò i capelli di Carthalo come faceva, avvicinandogli il viso al suo e lo baciò.
Carthalo, sentendo che il suo orgasmo era diminuito, iniziò a spingere ancora più forte, mandando la sua asta di sette pollici dentro di lei il più profondamente possibile. Continuò così, aumentando costantemente il ritmo e la ferocia finché non la prese a pugni. Si contorcevano per tutto il letto, una massa aggrovigliata di membra, grugnendo e gemendo e gridando in pura estasi finché, alla fine, Carthalo sentì un'ondata di piacere scorrere attraverso il suo cazzo e con un basso ringhio, gettò il suo seme in profondità nella sua ansiosa figa. Lydia gemette, questa volta forte, mentre sentiva il suo grembo riempirsi dello sperma di questo bellissimo spadaccino.
Rimasero lì, insieme, per un bel po' di tempo baciandosi e carezzandosi, finché non si addormentarono in un sonno profondo e pacifico.
Al mattino, Lydia si svegliò per vedere Carthalo che indossava la sua armatura e preparava la sua attrezzatura.
"Dove stai andando mio Thane? Non vuoi restare qui con me ancora per un po'?"
Carthalo riprese ad allacciarsi l'armatura, sorridendole affettuosamente negli occhi. "Mi dispiace amore mio, non riesco a riposare."
"Perché no? Chi è che chiama Carthalo da parte mia?"
"Un amico, Hadvar, ti ho parlato di lui?"
"Sì, ma non capisco, sicuramente questo... Hadvar non può accontentarti come posso fare io?"
Carthalo rise "No, nessuno potrebbe farlo! Ma," il suo viso si fece serio, e la guardò negli occhi "è in pericolo, e io devo a quell'uomo la mia vita. Stanotte corro per il Pale, il Manto della Tempesta". i cani che marciano contro i miei compagni impareranno l'errore dei loro modi." Carthalo si allacciò l'ultimo bracciale e afferrò la spada d'acciaio di Skyforge che era appoggiata al muro. "Insegnerò loro a non attraversare l'Impero, o me."
Lydia sorrise e si alzò "Allora sono con te, mio ​​Thane."

Capitolo uno: un anno fa...

Carthalo e Hadvar stavano all'imboccatura della caverna, respirando pesantemente. "Non posso... credere... ce l'abbiamo fatta ad uscire da lì... vivi." disse Hadvar tra il respiro affannoso. Carthalo si appoggiò a un masso, ascoltando i ruggiti del drago che si allontanavano sempre di più "Penso che siamo a posto."
"Io solo... un drago!" disse Hadvar con un tono di incredulità ancora maggiore.
"Dobbiamo tornare indietro, ora che non c'è più?" chiese Cartalo.
"Non credo." disse Hadvar "Probabilmente è meglio se ci allontaniamo il più possibile da qui. Quel drago potrebbe tornare e gli Jarl devono essere avvertiti. Andiamo." Hadvar iniziò a camminare lungo la strada sterrata.
"Dove?" chiese Cartalo.
"Riverwood. Mio zio Alvor è il fabbro lì. Può aiutarci."
"Bene, questo pezzo di spazzatura potrebbe servire per un Manto della Tempesta, ma potrei usare una spada decente." Seguendo rapidamente dietro, si fecero strada attraverso il sentiero boscoso.

Storie simili

Il compagno del campione 12

La tarda estate al Menthino è stata un periodo intenso. Kaarthen si ritrovò nella gigantesca stanza della mappa del palazzo. L'intero piano era un'immagine in movimento in tempo reale di Menthino, scale su rulli e tavoli cartografici su ruote erano lungo le pareti. Marcos era vestito in modo quasi casual con una camicia di seta verde scuro e pantaloni neri Safi. La regina e due principesse, Saliss la più anziana e Ruegin, ascoltavano con lei i piani annuali di migrazione dalle vaste pianure alluvionali a Cardin. Tre Hjordis in nero Safi con i capelli raccolti in chignon stretti stavano lungo il...

314 I più visti

Likes 0

Il papà del mio amico 8

Il giorno dopo era normale come al solito. Sono andato a scuola con Jeanette e abbiamo studiato nella sua stanza dopo i reparti, ma ovviamente entrambi avevamo qualcos'altro in mente che sarebbe stato archiviato sotto Cattivo se capisci cosa intendo. Ti sei davvero masturbato mentre ci guardavi? Ho chiesto. Sì, era davvero fottutamente caldo. Voglio dire, ti stava arando come un matto. Sono sorpreso che i vicini non si stiano lamentando con noi in questo momento. Voglio dire, guardandoti, non avrei idea che ti lamentassi così molto quando hai fatto sesso. Voglio dire, dannazione mia signora, se non ti conoscessi meglio...

304 I più visti

Likes 0

Nutrire i giovani

Norm aveva la sensazione che sapesse che la stava perseguitando e questo lo rendeva cauto. Voleva essere violentata? Non sembrava la tipica esca della polizia per il modo in cui era vestita. La cagna si è vestita in modo strano in realtà; un trench ampio, ampio cappello floscio e occhiali da sole oversize. No, non un poliziotto ma... beh, Norm sperava che non fosse una travestita. L'uomo di mezza età sarebbe dovuto tornare in ufficio per un incontro importante e non voleva arrivare in ritardo. Ma a volte questi impulsi prendevano il controllo e lui doveva agire di conseguenza. La cagna...

275 I più visti

Likes 1

Broken Birds, Parte 37, Uno spazio nel tempo / Epilogo

Parte 37 Uno spazio nel tempo Epilogo L'elicottero di emergenza ha urlato per tutta la notte. Michael, Jennifer, Beth e Kat erano a bordo. Il dottore che Jennifer aveva di guardia non era potuto venire. Era ubriaco. La consegna è iniziata normalmente. Poi Kat ha cominciato a sanguinare gravemente. Barbara l'aveva già visto. Ha dato suggerimenti che Jennifer ha immediatamente implementato, scoprendo quanto preziosa fosse diventata l'esperienza ginecologica e neonatale di Barbara. Barbara è rimasta indietro a causa delle condizioni e dello stress di Jan. Il terrore attanagliò l'harem. Si sedettero intorno all'enorme soggiorno principale. Cercavano in Barbara consolazione e informazioni...

356 I più visti

Likes 1

Famiglia adottiva Capitolo 9

Ehi ragazzi, scusate per quanto tempo è passato. Spero vi piaccia ^_^ Si applicano le stesse note. Questo è un lavoro di FICTION qualsiasi parvenza di eventi reali è del tutto una coincidenza. Se hai meno di 18 anni (o 21 a seconda di dove ti trovi) o se è illegale per te leggere questo per qualsiasi motivo, o se il sesso tra ragazzi/uomini ti offende comunque, per favore non leggere. altrimenti buon divertimento! ________________________________________________________________________________ Capitolo 9 Positivo. Quell'unica parola rimase nella testa dei ragazzi per il resto della notte. Nessuno dei due ragazzi riuscì a dormire quella notte, con loro...

316 I più visti

Likes 0

DOLCE SOFIA!!

Sophie è la figlia unica dei miei vicini, è una dolce ragazzina di 13 anni, ma c'è sempre stato qualcosa in lei che mi ha fatto guardare in modo diverso dalle altre bambine. Forse sono i capelli biondi ricci, il suo bel visino, le sue gambe lisce o il fatto che ha un bel paio di tette in erba. Bene, tutto è iniziato un sabato, mi sono seduto nel mio giardino a godermi il sole e anche i miei vicini erano fuori. Non ho l'abitudine di ascoltare le conversazioni di altre persone, ma non ho potuto fare a meno di sentire...

120 I più visti

Likes 0

L'amore è tutto ciò che conta pt2 - Nuovo dipendente, vecchie abitudini

Ero a casa ad aprire la porta, entrando nel mio appartamento quando il mio cellulare ha ronzato, mi infilo in tasca per prenderlo e controllare chi fosse a quest'ora, Jessy. Il messaggio diceva: Scusa :( te lo devo, la prossima volta puoi scegliere un film. Forse scegline uno con più azione, così non mi addormento Ho sorriso al messaggio e mi sono spogliato preparandomi per andare a letto, mi sono lavato i denti e sono andato in toillete tirando fuori il mio cazzo e mirando con i miei occhi assonnati, una mano che scriveva a Jess l'altra che mi teneva il...

306 I più visti

Likes 0

diario di una casalinga. prima parte.

Sposarsi ha causato molto stress nelle nostre vite. Rick si rifiuta di lasciarmi lavorare, e anche con una nuova casa in città (in una zona a basso reddito) e le bollette che accumulano si rifiuta di muoversi. Smorza la nostra relazione e ci mette a dura prova emotivamente e sessualmente. È costantemente al lavoro. Lo stress gli rende difficile essere affettuoso. Vedi dove sta andando. Sono una brava ragazza. E una buona moglie. Ho cercato per settimane di soddisfarlo. Ogni mattina lo succhiavo a secco. Quando è tornato a casa tardi, ho messo da parte i miei bisogni e l'ho succhiato...

314 I più visti

Likes 1

La mia prima volta con Cindy

La storia: Sulla via del ritorno dall'ospedale, dopo aver lasciato mia moglie per un'operazione alla schiena molto seria, Cindy, mi stava dicendo come avrebbe fatto tutte le cose che faceva la mamma in casa, come lavare i piatti e fare il bucato e che si prenderà cura di suo padre come fa la mamma. Fu detto in una specie di sussurro sommesso e lei aveva la sua mano sul mio braccio, toccandomi dolcemente e guardandomi negli occhi. Ho sentito un brivido nei pantaloni e ho guardato le gambe formose di Cindy e la minigonna che indossava, ho subito costretto il mio...

245 I più visti

Likes 0

Che cosa hai fatto a Jessica?

Ho aperto lentamente gli occhi e ho visto una bella ragazza che dormiva accanto a me. La sua pelle morbida e pallida, gli occhi adorabili, le labbra succose, i capezzoli morbidi, i capezzoli succosi mi stavano facendo sentire quanto sono fortunato ad averla. Ricordo ancora la nostra relazione di allora prima che lei lasciata la casa. Non abbiamo mai avuto un rapporto fratello-sorella. Non parlavamo mai molto. Lei era impegnata nel suo mondo e io nel mio mondo. Aveva 8 anni più di me. Quindi non mi piaceva l'idea di stare a casa di mia sorella quando mia madre decise di...

313 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.