Skyrim: Le avventure di Carthalo Parte 1

1.8KReport
Skyrim: Le avventure di Carthalo Parte 1

Carthalo le accarezzò la guancia, sentendo la sua pelle liscia e fredda e scostandole i capelli nerissimi dagli occhi. "Lydia," disse, la sua voce roca si trasformò in un sussurro nel suo orecchio "rilassati. Questo non è un altro fardello per te da portare." le slacciò la maglietta e lei rabbrividì leggermente al tocco. "Questo non è un comando del tuo Thane." le sue mani forti la presero per la vita e la portò al letto. Le assi del pavimento scricchiolarono mentre la trasportava su per le scale di Breezehome. La adagiò dolcemente sul letto e cominciò a baciarle il collo, dicendo: "Questo è per te, questo è per tutto ciò che hai fatto e per tutto ciò che sei per me".
"Sì, mio ​​Thane..." disse Lydia tra i suoi leggeri gemiti. "Io... io voglio questo... per favore, amami mio Thane... Carthalo."
Carthalo si alzò e cominciò a togliersi l'armatura. Pezzi di pelle, ferro e pelliccia caddero a terra in successione rivelando il fisico scuro e muscoloso dello spadaccino Redguard. Si sciolse i capelli, le spesse ciocche dreadlock gli caddero sulle spalle. La mano di Lydia andò istintivamente tra le sue gambe, le sue dita scivolarono attraverso il cespuglio nero di seta che cresceva lì e nelle pareti calde e bagnate della sua figa. Emise un gemito e Carthalo salì sul letto con lei.
Lydia allungò provvisoriamente una mano e afferrò il suo cazzo, mentre si posizionava sopra di lei, lo guidò lentamente verso l'apertura della sua figa in attesa. Carthalo fece scivolare il braccio sotto di lei, afferrandole la spalla con una mano e l'altra tracciando delle linee lungo lo stomaco fino al petto, e iniziò a massaggiarle i seni bianchi come il latte. Le arrotolò il capezzolo tra le dita e le baciò dolcemente il collo. Con un rapido colpo, scivolò dentro di lei. I suoi profondi occhi marroni si allargarono e la sua bocca formò una O, mentre un grido silenzioso cercava di sfuggirle. Tuttavia, solo un gemito sommesso trovò la sua via d'uscita.
Carthalo iniziò a pompare i fianchi avanti e indietro, spingendo lentamente e costantemente il suo cazzo dentro di lei. Usò il braccio per tirarla dentro di sé, per incontrare le sue spinte, e spinse giù dal letto con le punte dei piedi, ogni spinta andò sempre più in profondità nella sua figa fradicia.
"Sì! OH... oh sì!" Lydia gemette ripetutamente mentre lui faceva l'amore con lei.
Dopo pochi istanti, Carthalo poteva sentire le pareti della sua figa stringersi intorno al suo cazzo e i succhi si riversavano su tutto il letto e su tutta la sua virilità. Lydia emise un lungo, basso gemito, e allungò una mano e tirò i capelli di Carthalo come faceva, avvicinandogli il viso al suo e lo baciò.
Carthalo, sentendo che il suo orgasmo era diminuito, iniziò a spingere ancora più forte, mandando la sua asta di sette pollici dentro di lei il più profondamente possibile. Continuò così, aumentando costantemente il ritmo e la ferocia finché non la prese a pugni. Si contorcevano per tutto il letto, una massa aggrovigliata di membra, grugnendo e gemendo e gridando in pura estasi finché, alla fine, Carthalo sentì un'ondata di piacere scorrere attraverso il suo cazzo e con un basso ringhio, gettò il suo seme in profondità nella sua ansiosa figa. Lydia gemette, questa volta forte, mentre sentiva il suo grembo riempirsi dello sperma di questo bellissimo spadaccino.
Rimasero lì, insieme, per un bel po' di tempo baciandosi e carezzandosi, finché non si addormentarono in un sonno profondo e pacifico.
Al mattino, Lydia si svegliò per vedere Carthalo che indossava la sua armatura e preparava la sua attrezzatura.
"Dove stai andando mio Thane? Non vuoi restare qui con me ancora per un po'?"
Carthalo riprese ad allacciarsi l'armatura, sorridendole affettuosamente negli occhi. "Mi dispiace amore mio, non riesco a riposare."
"Perché no? Chi è che chiama Carthalo da parte mia?"
"Un amico, Hadvar, ti ho parlato di lui?"
"Sì, ma non capisco, sicuramente questo... Hadvar non può accontentarti come posso fare io?"
Carthalo rise "No, nessuno potrebbe farlo! Ma," il suo viso si fece serio, e la guardò negli occhi "è in pericolo, e io devo a quell'uomo la mia vita. Stanotte corro per il Pale, il Manto della Tempesta". i cani che marciano contro i miei compagni impareranno l'errore dei loro modi." Carthalo si allacciò l'ultimo bracciale e afferrò la spada d'acciaio di Skyforge che era appoggiata al muro. "Insegnerò loro a non attraversare l'Impero, o me."
Lydia sorrise e si alzò "Allora sono con te, mio ​​Thane."

Capitolo uno: un anno fa...

Carthalo e Hadvar stavano all'imboccatura della caverna, respirando pesantemente. "Non posso... credere... ce l'abbiamo fatta ad uscire da lì... vivi." disse Hadvar tra il respiro affannoso. Carthalo si appoggiò a un masso, ascoltando i ruggiti del drago che si allontanavano sempre di più "Penso che siamo a posto."
"Io solo... un drago!" disse Hadvar con un tono di incredulità ancora maggiore.
"Dobbiamo tornare indietro, ora che non c'è più?" chiese Cartalo.
"Non credo." disse Hadvar "Probabilmente è meglio se ci allontaniamo il più possibile da qui. Quel drago potrebbe tornare e gli Jarl devono essere avvertiti. Andiamo." Hadvar iniziò a camminare lungo la strada sterrata.
"Dove?" chiese Cartalo.
"Riverwood. Mio zio Alvor è il fabbro lì. Può aiutarci."
"Bene, questo pezzo di spazzatura potrebbe servire per un Manto della Tempesta, ma potrei usare una spada decente." Seguendo rapidamente dietro, si fecero strada attraverso il sentiero boscoso.

Storie simili

Harry Potter Adventures: Capitolo 5 - Doppio problema

Questa storia non riflette gli atteggiamenti o i personaggi della serie Harry Potter, né ha alcuna affiliazione con l'autore. Capitolo 5 Novembre scese su Hogwarts e con esso arrivò anche la pioggia e perfino qualche fiocco di neve. Era l'ultima settimana di novembre e mancavano solo due settimane all'inizio delle vacanze di Natale. Ron cominciò a sentire tornare di nuovo il suo malumore. Era passato un mese dal suo divertimento con Lavanda e da allora si frequentavano. Sebbene il sesso fosse incredibile, non avevano molto in comune e Ron aveva iniziato a desiderare il suo vero amore; Hermione ancora una volta...

361 I più visti

Likes 0

Mia mamma e la mia ragazza dei sogni

Introduzione Mi chiamo Will Chapman. Sono uno studente universitario di 19 anni, 5'8 e 160 libbre con capelli castani corti e occhi castano scuro. Ho sempre avuto problemi con le ragazze della mia età. Non è che non fossi di bell'aspetto; era perché, nonostante avessi 19 anni, sembrava che ne avessi 14. Ogni volta che uscivo con i miei amici, le persone che incontravamo spesso mi chiedevano se ero il fratellino di qualcuno. Le ragazze dicevano sempre che ero carino, il che mi farebbe assolutamente impazzire. Inutile dire che ho avuto problemi a soddisfare i miei bisogni sessuali. Stavo andando in...

2K I più visti

Likes 0

LA DIGA

Oh mio Dio, è bello, gemette Lauren, mentre Alexandra affondava la bocca nella sua figa calda e bianca, lo fai così bene, ti amo così tanto!!! Mmmmmmm, rispose Alex, non volendo distogliere la bocca dal muffy bagnato del suo amante!!! Lauren e Alexandra, amanti da un anno e coinquiline da sei mesi sei mesi, entrambe a ventidue anni, innamorate per la prima volta nella loro vita e affamate l'una dell'altra come solo i giovani amanti sanno essere! Lauren ha inarcato la schiena mentre spingeva forte il suo inguine nella bocca del suo amante, godendosi l'incredibile sensazione di farsi succhiare la vagina...

893 I più visti

Likes 0

Solo a Tokyo con due cuccioli

Mi chiamo Junjio. Ho 34 anni e vivo da solo in un piccolo appartamento di Tokyo. Molte giornate passano veloci, lavorative, e poi le serate lente e noiose. Sono stato solo per molto tempo, senza una vera famiglia nelle vicinanze, o contatti con amici o un ragazzo da un paio d'anni. È così per molti abitanti delle città nel Giappone moderno. È andato così male per me, che mi sono ritrovato a impazzire, a pensare ogni sorta di strani pensieri, a perdermi nel mio spazio per anni, e alla fine ho comprato un animale domestico. Non mi piacevano molto gli animali...

866 I più visti

Likes 0

L'inizio della fine_(0)

Fece un respiro lento e profondo e si morse le sue deliziose labbra rosso ciliegia. Come sono finito in questo? lei ha pensato. I suoi morbidi capelli biondo sporco pendevano sui suoi angelici occhi verdi. Julia prese il telefono e lo aprì. Ha letto il messaggio più e più volte. Incontriamoci al parco a meno che tu non voglia essere conosciuto come la puttana della città - Chris Adesso il suo cuore batteva forte. Proprio in quel momento arrivò un altro messaggio. Julia, se non esci di casa entro cinque minuti, mamma e papà si arrabbieranno molto con te... ovviamente sono...

775 I più visti

Likes 0

Lezioni dall'aia, parte IV

Bobby entrò per primo nella doccia con il suo nuovo marito proprio dietro di lei. Junior si rannicchiò accanto a lei da dietro e le mise le braccia intorno alle spalle, abbracciandola nel modo più amorevole. Si erano sposati da meno di un giorno e lui le aveva dichiarato il suo amore tante volte e in tanti modi. Adorava assolutamente la sua giovane moglie e ora più che mai si sarebbe assicurato che non le accadesse mai nulla perché, dopo tutto, stava aspettando suo figlio. Si sono sposati quella mattina a casa sua in modo che il loro bambino avesse il...

399 I più visti

Likes 0

Lascia che piova - 4

Per la prima volta in una settimana, quando mi sono svegliato, mi sembrava di avere avuto la stessa sensazione delle donne a letto della sera prima. Quando li ho scossi leggermente, si sono accoccolati un po’ più vicini e non si sono svegliati. Ho pensato che finché avessero voluto premere la loro calda carne da ragazza contro di me avrei potuto anche godermelo e ho chiuso gli occhi. Quando mi sono svegliato di nuovo è stato con un paio di labbra sul mio cazzo e un altro paio sui miei testicoli. Stavano facendo un ottimo lavoro e in pochi minuti ho...

423 I più visti

Likes 0

La mia vita segreta - Prefazione

La mia vita segreta PREFAZIONE Ho cominciato queste memorie quando avevo circa venticinque anni, avendo tenuto fin da giovane una specie di diario, che forse per abitudine mi ha fatto pensare di registrare la mia vita interiore e segreta. Quando lo cominciai, non avevo quasi letto un libro osceno, nessuno dei quali, eccetto Fanny Hill, mi sembrava veritiero: così era, e lo è ancora; gli altri che raccontavano di erotismo ricercato o di smisurate potenze copulative, di strane svolte, trucchi e fantasie di voluttà matura e lascivia filosofica, sembravano alla mia relativa ignoranza come immaginazioni oscene o invenzioni bugiarde, non degne...

348 I più visti

Likes 0

Il mio primo fidanzato 3

Tornato di sotto, Sam ha messo un po' di musica sullo stereo in soggiorno e mi ha detto di ballare per lui. Si sedette sul divano con le gambe divaricate e le mani sull'inguine mentre io barcollavo, cercando di ballare. Non è stato facile sui tacchi a spillo, sulla moquette e più volte ho quasi perso l’equilibrio e sono caduta. Ogni volta che stavo per inciampare, il sorriso del mio fratellastro si alzava leggermente. Ogni tanto mi diceva di fare qualcosa del tipo: Strofinati le tette e fammi vedere che puttana sei oppure Girati e piegati, così posso dare un'occhiata a...

322 I più visti

Likes 0

Broken Birds, Parte 37, Uno spazio nel tempo / Epilogo

Parte 37 Uno spazio nel tempo Epilogo L'elicottero di emergenza ha urlato per tutta la notte. Michael, Jennifer, Beth e Kat erano a bordo. Il dottore che Jennifer aveva di guardia non era potuto venire. Era ubriaco. La consegna è iniziata normalmente. Poi Kat ha cominciato a sanguinare gravemente. Barbara l'aveva già visto. Ha dato suggerimenti che Jennifer ha immediatamente implementato, scoprendo quanto preziosa fosse diventata l'esperienza ginecologica e neonatale di Barbara. Barbara è rimasta indietro a causa delle condizioni e dello stress di Jan. Il terrore attanagliò l'harem. Si sedettero intorno all'enorme soggiorno principale. Cercavano in Barbara consolazione e informazioni...

2K I più visti

Likes 1

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.