IMENE cap.3

1.5KReport
IMENE cap.3

Quando è arrivata la chiamata per la prima volta, il tenente Johnson era così preso dal suo sogno ad occhi aperti che l'ha persa completamente. Era da "Qui per l'eternità" tranne Christine Miller e lui rotolato nella risacca, completamente nudi. Adesso poteva immaginarselo, lei a quattro zampe mentre entrava in lei da dietro. La sua carne tremava ad ogni sua spinta, onde di carne rotolavano sulle sue dita mentre lui la tirava indietro sul suo cazzo.

Si urlavano addosso, solo per farsi sentire sopra le onde che si infrangevano. Tutto ciò che facevano era in completo abbandono, era puro e animale mentre ringhiavano e ululavano sotto la luna piena. Johnson pensava che un uomo non si fosse mai sentito veramente un uomo fino a quando la sua donna, con il suo cazzo sepolto fino all'elsa dentro di lei, urlò più forte che poteva che sarebbe venuta, venendo a causa sua.

"Sto arrivando, sto arrivando", ha detto Christine, "Vuoi tenere i tuoi cavalli. Sono il detective Miller, posso aiutarti".

Il tenente aprì gli occhi e vide Christine che lo fissava. Scosse la testa, notando che era alla sua scrivania, parlava al telefono, prendeva in fretta appunti.

"Talbert Dude Ranch, giusto... appena ad est della valle, ok ho capito", ha detto. Si portò il dito alle labbra mentre Johnson iniziava a parlare. "Sì, saremo lì tra, ah... diciamo venti minuti." Riattaccò e disse: "Non rispondi alle chiamate, tenente?"

"Oh, mi dispiace Christine, devo essere andato alla deriva."

"Spero sia stato bello".

"Lo era", disse, lasciando che i suoi occhi gocciolassero lungo tutto il suo corpo, "lo era".

"Beh, abbiamo un'altra orgia, questa al Talbert Dude Ranch..."

"Vicino alla valle?"

"Quello è quello", rispose, "Era un convegno di gemelli".

"Gemelli?"

"Gemelli. Immagina un ranch pieno di immagini specchiate, tutte impegnate in ogni tipo di attività sordida."

"Okay, radunate Juan e Margret, possono seguirci là fuori", disse, fermandosi alla sua scrivania in modo da vedere il suo ampio culo rotolare attraverso la porta e su per il corridoio. Aggiustando la sua erezione, lui la seguì.

I due veicoli sono arrivati ​​​​al ranch dei tizi e il detective Estaria ha trascorso un momento a parlare con l'ufficiale in uniforme sulla scena. Gli altri tre si avviarono lentamente verso un gruppo di edifici.

Correndo per raggiungerlo, il detective Estaria ha detto: "L'uniforme dice che hanno molti testimoni, un fratello e una sorella ne stanno costruendo uno lì, sono un po' scossi".

«È comprensibile» disse il detective Miller, guardando il tenente.

"Okay, Christine, vai a parlare con la sorella, io prendo il fratello. Juan, tu e Margret vedete se ci sono foto o video che potrebbero aver catturato il calvario."

"Giusto tenente," rispose Margret, dirigendosi verso l'ingresso principale con il detective Estaria.

"Forza Christine, vediamo cosa hanno da dire questi due."

I gemelli erano già separati, ognuno in una stanza diversa. Il tenente Johnson avrebbe voluto che fossero tornati alla stazione per poter guardare l'intervista di Christine attraverso il doppio specchio e lei per guardare la sua. Dovrebbero solo farlo alla vecchia maniera.

Entrando nella stanza, Johnson vide il giovane seduto a un tavolo. Osservandolo per un momento, Johnson vide l'uomo contorcersi nervosamente. C'era una tazza di caffè davanti a lui, ma mentre l'uomo cercava di sorseggiarla, le sue mani tremavano, versando il liquido bollente.

"Buongiorno, sono il tenente Johnson, vorrei farle alcune domande, se per lei va bene."

"Oh, ah... certo."

"Capisco che stamattina hai avuto un'esperienza unica."

Annuendo, l'uomo parlò: "E' stato orribile, ho visto questo strano lampeggio e improvvisamente Julie, era addosso a me, a sbottonarsi la camicia, ad afferrarmi il cazzo".

"Ora, Julie sarebbe..."

"Sarebbe mia sorella! Siamo gemelle, ma probabilmente l'hai intuito. Accidenti, in un attimo ha avuto il mio cazzo in bocca, succhiandolo forte. Non ho potuto trattenermi, ho infilato la mano nei suoi pantaloncini e stavo spingendo le mie dita dentro di lei. In pochi istanti, eravamo entrambi nudi, diavolo, mi ha praticamente strappato i vestiti di dosso. Comunque, ero sulla schiena, le mangiavo la figa mentre lei continuava sul mio cazzo.

"Non l'ho mai fatto prima, ho mangiato una donna, intendo..."

"Eri vergine?"

"No, ho una ragazza e noi, beh, non sono vergine."

"Era tua sorella?"

"Non credo, almeno sembrava abbastanza abile a succhiarmi il cazzo."

"Continua con la tua storia."

"Comunque, le ho spinto la lingua dentro, aveva un sapore strano, un po' amaro, ma buono, dannazione... aveva un buon sapore. Mi ha eccitato, mia stessa sorella!" gemette, nascondendo il viso tra le mani.

"Hai ugh... hai..."

"L'ho scopata?"

Johnson annuì.

"No, grazie a dio, solo sesso orale. Degustarla e sentire il modo in cui si muoveva su di me, spingendo la sua figa sul mio viso mi ha eccitato così tanto che in pochissimo tempo, mi sono sentito arrivare, sparare il mio sperma nella bocca di mia sorella, mia sorella», singhiozzò.

"Va bene, va bene, calmati. Guarda, è già successo prima, non potevi farne a meno."

"È solo che è stata la migliore esperienza sessuale che abbia mai avuto ed è stata con mia sorella. Dannazione, è stato molto meglio di quando ero con la mia ragazza".

"Ti prometto che andremo fino in fondo, sono sicuro che tua sorella è inorridita quanto te per questo."

"Mio dio, 69 anni con mia sorella, ed è stato bello, è stato così bello", ha detto, appoggiando la testa sulle braccia conserte e singhiozzando.

Storie simili

Skyrim: Le avventure di Carthalo Parte 1

Carthalo le accarezzò la guancia, sentendo la sua pelle liscia e fredda e scostandole i capelli nerissimi dagli occhi. Lydia, disse, la sua voce roca si trasformò in un sussurro nel suo orecchio rilassati. Questo non è un altro fardello per te da portare. le slacciò la maglietta e lei rabbrividì leggermente al tocco. Questo non è un comando del tuo Thane. le sue mani forti la presero per la vita e la portò al letto. Le assi del pavimento scricchiolarono mentre la trasportava su per le scale di Breezehome. La adagiò dolcemente sul letto e cominciò a baciarle il collo...

1.7K I più visti

Likes 0

Papà torna a casa dal lavoro (pt. 7)

Erano passati alcuni giorni da quando papà e io potevamo scherzare. Ero così eccitata per lui che volevo violentarlo ogni volta che lo vedevo, ma la mamma di solito era in giro e so che sarebbe andata fuori di testa come minimo se avesse saputo cosa abbiamo fatto. Tuttavia, ho colto ogni occasione per prenderlo in giro. Un giorno stavamo preparando la cena tutti insieme e mi assicuravo di strofinarlo un po' contro ogni volta che ci incrociavamo e un paio di volte gli strofinavo l'inguine con la mano quando ero sicuro che la mamma non stesse guardando. Un giorno mentre...

1.1K I più visti

Likes 0

Zia Ruth 2

Ruth 2/la cognata La mattina seguente riuscivo a malapena a fare colazione in previsione di quel pomeriggio con Edith, la cognata di mia zia. Mia zia Ruth aveva un aspetto orribile seduta dall'altra parte del tavolo. Ho chiesto: Come sta Al? Non bene, non credo che durerà ancora a lungo, ha detto. I suoi occhi si riempirono di lacrime. I bambini erano piuttosto tranquilli tanto per cambiare. Nessuna discussione o piagnucolio. Le girai intorno e cominciai a massaggiarle il collo e le spalle. Erano stretti come un tamburo. Zia Ruth ha detto: “Oh, è così bello, hai un bel tocco. Non...

880 I più visti

Likes 0

Fare da mentore a Brandon 2

MENTRE BRANDON Di Bob Capitolo 2: Il mio sogno diventa realtà! Bussano alla porta: FINALMENTE! Il mio cuore batteva da un po' di tempo e ora non c'era niente di diverso. Ho iniziato a camminare per aprire la porta quando Dave è saltato fuori dalla sua cuccetta ed è corso verso di me. Quando ha aperto la porta, ho visto Brandon in piedi nel corridoio. Ehi Dave. Che c'è? risuonò la voce che stavo aspettando. Non molto ragazzo, sto solo facendo un po' di cazzate per la storia, fu la risposta di Dave. Sì, senti. In realtà ho bisogno di parlare...

882 I più visti

Likes 0

La scoperta di Sammy pt. 1

NOTA DELL'AUTORE: Questo lavoro è puramente fittizio. Eventuali somiglianze con eventi o persone reali possono essere casuali. Suona, suona, suona. Ciao? Jen, sono io! Oh, ehi, Sam! lei rispose. Wazup? Beh, dato che è ufficialmente il primo giorno d'estate, ho pensato che avrei dovuto invitarti! Ho detto. Ed era estate. Il clima era diventato sempre più caldo ogni giorno che passava ei miei compagni di classe erano diventati sempre più ansiosi di uscire da scuola. Dato che eravamo in prima media, però, avevamo avuto gli esami e ora le vacanze estive erano più dolci e rinfrescanti che mai. Dato che studiavamo...

649 I più visti

Likes 0

Charles aiuta sua madre a provare di nuovo piacere Capitolo 7

Parole dell'Autore: Ciao a tutti grazie per aver letto la mia storia fino ad ora, è venuto alla mia attenzione da un lettore molto onesto che la mia storia è diventata molto noiosa, mi dispiace se la pensate così, sull'altro mio forum non ho mai avuto nessuno che lo dicesse me questo quindi non l'ho mai considerato. Inoltre, alcuni di voi potrebbero notare errori di grammatica e ortografia, altri sono semplicemente per errore, non sono uno scrittore professionista e la scrittura non è nella mia descrizione del lavoro, quindi non vedrai molto in termini di tecnologia di battitura avanzata con me...

529 I più visti

Likes 0

Potrei aiutarti... Parte I

Io e la mia ragazza siamo sdraiati nel suo letto. Aveva 23 anni in quel momento, il suo nome è Tanya. Io ero nudo, lei indossava un top bianco attillato e una sottoveste di seta, anch'essa bianca. Adoravo il modo in cui i suoi grandi seni le riempivano la maglietta, i suoi capezzoli erano duri e spingevano ulteriormente la mia eccitazione. Come molte volte prima che guardassimo un film porno. Ma qualcosa di molto speciale era diverso quel giorno. Non eravamo soli... Mi chiamo Tomas, sono un ragazzo di 27 anni con i capelli biondi e gli occhi blu verdastri. Sono...

452 I più visti

Likes 0

Sesso telefonico con Patricia

Mentre di recente guidavo verso la mia prossima destinazione per un viaggio di lavoro, ho pensato alla calda lettera che la mia bellissima moglie aveva inviato alla mia ultima posizione. Mia moglie Patricia è una splendida mora con bellissimi seni 35D, un culo caldo e cosce da abbinare! La lettera diceva: Mio carissimo amante, Sto pensando così tanto a te in questo momento... Mi fanno male i lombi. Ho appena fatto qualcosa di cattivo e sexy... spero ti piaccia! Mi sono rasato TUTTI i peli dalla figa. Oh, piccola! Poi sono andato sotto la doccia e mi sono insaponato. Faceva caldo!!...

411 I più visti

Likes 0

Nuovi inizi - Parte 4 Cap 03

Accidenti! Niente sesso in questo! Solo un mucchio di gente che parla! capitolo 3 «Qualcuno è passato attraverso il wormhole nella Grotta di Lisa?» chiese Alicia, con gli occhi spalancati per la sorpresa. Chi era? Qualcuno che conosciamo? «No», rispose Jake. “Una ragazza canadese incinta e il suo ragazzo. La ragazza ha affermato di aver incontrato Beth una volta, evidentemente. E Beth l'ha iniziata.» «Beth è stato tanto tempo fa, Jake», disse Frank. «Vuoi dire che è una longeva? Come noi? Sì! Sia lei che il suo ragazzo», rispose Jake. Com'è il suo ragazzo? chiese Tanya, sorridendo maliziosamente. «Dev'essere piuttosto virile...

307 I più visti

Likes 0

Lezioni dall'aia, parte IV

Bobby entrò per primo nella doccia con il suo nuovo marito proprio dietro di lei. Junior si rannicchiò accanto a lei da dietro e le mise le braccia intorno alle spalle, abbracciandola nel modo più amorevole. Si erano sposati da meno di un giorno e lui le aveva dichiarato il suo amore tante volte e in tanti modi. Adorava assolutamente la sua giovane moglie e ora più che mai si sarebbe assicurato che non le accadesse mai nulla perché, dopo tutto, stava aspettando suo figlio. Si sono sposati quella mattina a casa sua in modo che il loro bambino avesse il...

307 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.