IMENE cap.3

875Report
IMENE cap.3

Quando è arrivata la chiamata per la prima volta, il tenente Johnson era così preso dal suo sogno ad occhi aperti che l'ha persa completamente. Era da "Qui per l'eternità" tranne Christine Miller e lui rotolato nella risacca, completamente nudi. Adesso poteva immaginarselo, lei a quattro zampe mentre entrava in lei da dietro. La sua carne tremava ad ogni sua spinta, onde di carne rotolavano sulle sue dita mentre lui la tirava indietro sul suo cazzo.

Si urlavano addosso, solo per farsi sentire sopra le onde che si infrangevano. Tutto ciò che facevano era in completo abbandono, era puro e animale mentre ringhiavano e ululavano sotto la luna piena. Johnson pensava che un uomo non si fosse mai sentito veramente un uomo fino a quando la sua donna, con il suo cazzo sepolto fino all'elsa dentro di lei, urlò più forte che poteva che sarebbe venuta, venendo a causa sua.

"Sto arrivando, sto arrivando", ha detto Christine, "Vuoi tenere i tuoi cavalli. Sono il detective Miller, posso aiutarti".

Il tenente aprì gli occhi e vide Christine che lo fissava. Scosse la testa, notando che era alla sua scrivania, parlava al telefono, prendeva in fretta appunti.

"Talbert Dude Ranch, giusto... appena ad est della valle, ok ho capito", ha detto. Si portò il dito alle labbra mentre Johnson iniziava a parlare. "Sì, saremo lì tra, ah... diciamo venti minuti." Riattaccò e disse: "Non rispondi alle chiamate, tenente?"

"Oh, mi dispiace Christine, devo essere andato alla deriva."

"Spero sia stato bello".

"Lo era", disse, lasciando che i suoi occhi gocciolassero lungo tutto il suo corpo, "lo era".

"Beh, abbiamo un'altra orgia, questa al Talbert Dude Ranch..."

"Vicino alla valle?"

"Quello è quello", rispose, "Era un convegno di gemelli".

"Gemelli?"

"Gemelli. Immagina un ranch pieno di immagini specchiate, tutte impegnate in ogni tipo di attività sordida."

"Okay, radunate Juan e Margret, possono seguirci là fuori", disse, fermandosi alla sua scrivania in modo da vedere il suo ampio culo rotolare attraverso la porta e su per il corridoio. Aggiustando la sua erezione, lui la seguì.

I due veicoli sono arrivati ​​​​al ranch dei tizi e il detective Estaria ha trascorso un momento a parlare con l'ufficiale in uniforme sulla scena. Gli altri tre si avviarono lentamente verso un gruppo di edifici.

Correndo per raggiungerlo, il detective Estaria ha detto: "L'uniforme dice che hanno molti testimoni, un fratello e una sorella ne stanno costruendo uno lì, sono un po' scossi".

«È comprensibile» disse il detective Miller, guardando il tenente.

"Okay, Christine, vai a parlare con la sorella, io prendo il fratello. Juan, tu e Margret vedete se ci sono foto o video che potrebbero aver catturato il calvario."

"Giusto tenente," rispose Margret, dirigendosi verso l'ingresso principale con il detective Estaria.

"Forza Christine, vediamo cosa hanno da dire questi due."

I gemelli erano già separati, ognuno in una stanza diversa. Il tenente Johnson avrebbe voluto che fossero tornati alla stazione per poter guardare l'intervista di Christine attraverso il doppio specchio e lei per guardare la sua. Dovrebbero solo farlo alla vecchia maniera.

Entrando nella stanza, Johnson vide il giovane seduto a un tavolo. Osservandolo per un momento, Johnson vide l'uomo contorcersi nervosamente. C'era una tazza di caffè davanti a lui, ma mentre l'uomo cercava di sorseggiarla, le sue mani tremavano, versando il liquido bollente.

"Buongiorno, sono il tenente Johnson, vorrei farle alcune domande, se per lei va bene."

"Oh, ah... certo."

"Capisco che stamattina hai avuto un'esperienza unica."

Annuendo, l'uomo parlò: "E' stato orribile, ho visto questo strano lampeggio e improvvisamente Julie, era addosso a me, a sbottonarsi la camicia, ad afferrarmi il cazzo".

"Ora, Julie sarebbe..."

"Sarebbe mia sorella! Siamo gemelle, ma probabilmente l'hai intuito. Accidenti, in un attimo ha avuto il mio cazzo in bocca, succhiandolo forte. Non ho potuto trattenermi, ho infilato la mano nei suoi pantaloncini e stavo spingendo le mie dita dentro di lei. In pochi istanti, eravamo entrambi nudi, diavolo, mi ha praticamente strappato i vestiti di dosso. Comunque, ero sulla schiena, le mangiavo la figa mentre lei continuava sul mio cazzo.

"Non l'ho mai fatto prima, ho mangiato una donna, intendo..."

"Eri vergine?"

"No, ho una ragazza e noi, beh, non sono vergine."

"Era tua sorella?"

"Non credo, almeno sembrava abbastanza abile a succhiarmi il cazzo."

"Continua con la tua storia."

"Comunque, le ho spinto la lingua dentro, aveva un sapore strano, un po' amaro, ma buono, dannazione... aveva un buon sapore. Mi ha eccitato, mia stessa sorella!" gemette, nascondendo il viso tra le mani.

"Hai ugh... hai..."

"L'ho scopata?"

Johnson annuì.

"No, grazie a dio, solo sesso orale. Degustarla e sentire il modo in cui si muoveva su di me, spingendo la sua figa sul mio viso mi ha eccitato così tanto che in pochissimo tempo, mi sono sentito arrivare, sparare il mio sperma nella bocca di mia sorella, mia sorella», singhiozzò.

"Va bene, va bene, calmati. Guarda, è già successo prima, non potevi farne a meno."

"È solo che è stata la migliore esperienza sessuale che abbia mai avuto ed è stata con mia sorella. Dannazione, è stato molto meglio di quando ero con la mia ragazza".

"Ti prometto che andremo fino in fondo, sono sicuro che tua sorella è inorridita quanto te per questo."

"Mio dio, 69 anni con mia sorella, ed è stato bello, è stato così bello", ha detto, appoggiando la testa sulle braccia conserte e singhiozzando.

Storie simili

Erotismo vampiro

Sono solo e impotente, mentre torno a casa dall'allenamento di softball una sera tardi. Sento dei passi che mi seguono, ma quando mi giro non c'è niente. Spaventato comincio a muovermi più velocemente. Sentendo ancora dei passi prendo una scorciatoia, percorrendo una strada laterale. Questa strada laterale non ha lampioni, è molto buia. Sento i passi avvicinarsi. Sono così spaventato. comincio a correre. Mi sento come se ci fosse qualcuno che mi segue. Mi sento come se si stessero avvicinando a me. Sono così spaventato, e dato che è così buio inciampo nella radice di un albero. A terra, sento qualcuno...

96 I più visti

Likes 0

In famiglia (parte 5)_(1)

Vuoi un po' di compagnia? Cam fece capolino nella doccia. La guardai con gli occhi socchiusi mentre mi tiravo indietro i capelli bagnati dagli occhi. La bella addormentata è finalmente in piedi. ho preso in giro. Fece una risatina e aprì la porta a vetri. Devi sciogliere l'asciugamano, lo sai. dissi, guardando l'asciugamano che stringeva così forte al suo corpo. Entrò e gettò l'asciugamano per terra. Era tutto pieno di vapore nella doccia, quindi non potevo vederla chiaramente, ma potevo vederla. Mamma e papà non si sono ancora alzati? Non credo. Disse e prese una bottiglia di shampoo. Perché non ti...

1.1K I più visti

Likes 0

L'ultima speranza bianca (Capitolo 1)

Questa è una storia di fantasia sul diventare presidente del nostro paese. È una sorta di parallelo con la nostra storia e la nostra linea temporale. Il primo capitolo riguarda lo sviluppo del personaggio principale Alcune informazioni di base su di me prima di entrare troppo nella storia. Mi chiamo Stewart Thomas Whitteman. Faccio il mio secondo nome e tutti mi chiamano Tom. Odio il nome Stewart. Era il nome preferito dello zio di mia madre. Sono nato il 5 maggio 1955. Sono alto un metro e ottanta, peso 210 libbre, ho i capelli e gli occhi castani. Mi alleno regolarmente...

1.1K I più visti

Likes 0

Mother's Submission - Capitolo 12

Alex Morgan si guardò intorno nella sua stanza del dormitorio, la stanza in cui aveva trascorso gli ultimi anni. Aveva alcuni bei ricordi qui, ma ce n'era uno eccezionale. Quando il suo amico, George, lo aveva spinto a creare un profilo per l'app di appuntamenti. Era lì che aveva incontrato la donna che ora amava, che per caso era sua madre. Quando si era presentato oggi, George era stato felice di vederlo. George è stato molto meno felice di scoprire che Alex si sarebbe trasferito a casa e avrebbe completato i suoi studi online. Chi mi aiuterà quando avrò problemi con...

1.1K I più visti

Likes 0

Cottage 13 – Parte 1

Questa storia parla di una moglie che sceglie di vivere la sua fantasia sessuale per il sesso forzato anonimo, all'insaputa del marito. Se non ti piace questo tipo di storia, o qualcuno a cui piace fare commenti anonimi denigratori, salta questa storia. Apprezzo i messaggi privati ​​che forniscono feedback e/o idee costruttive... NOTE: Ai fini di questa storia, il Geosexing è definito come una variante del geocaching, in cui uomini e donne utilizzano il Global Positioning System (GPS) per designare o cercare luoghi in cui fare sesso con un individuo consenziente. Questo non è in alcun modo un tentativo di ridefinire...

887 I più visti

Likes 1

Tocca - Capitolo 2

Tocca - Capitolo 2 Le cose sono diventate imbarazzanti rapidamente, Kelly e io avevamo appena fatto del sesso bollente insieme senza sapere davvero perché l'avessimo fatto. È stato perché sono venuto su di lei e lei non voleva fermarmi? Ma poi stava partecipando altrettanto... non riuscivo a metterlo insieme. Abbiamo provato a parlarci subito dopo, ma entrambi ci sentivamo strani l'uno con l'altro, ecco perché non ci ho mai provato prima, sapevo che questo avrebbe rovinato la nostra amicizia. Ho cercato di uscire da lì il più velocemente possibile senza cercare di sembrare un completo idiota. Non ero il tipo da...

1K I più visti

Likes 0

Prima volta_(3)

Era la primavera del '99 e frequentavo l'ultimo anno delle superiori, avevo appena compiuto diciotto anni. Ero nella squadra di pallavolo, fisicamente in forma e pronto a sfidare il mondo. Avevamo appena vinto la nostra prima partita e dopo un discorso di incoraggiamento di coach Azzerelli, ci ha mandato alle docce. Mi ero spesso eccitato quando ero sotto la doccia dopo l'allenamento mentre guardavo gli altri fare la doccia. Li fissavo mentre tenevo la testa sotto il getto d'acqua, quindi non era ovvio. O così ho pensato. Uno degli chic della mia squadra era piuttosto figo, ma non sembrava mai avere...

649 I più visti

Likes 0

Fare da mentore a Brandon 2

MENTRE BRANDON Di Bob Capitolo 2: Il mio sogno diventa realtà! Bussano alla porta: FINALMENTE! Il mio cuore batteva da un po' di tempo e ora non c'era niente di diverso. Ho iniziato a camminare per aprire la porta quando Dave è saltato fuori dalla sua cuccetta ed è corso verso di me. Quando ha aperto la porta, ho visto Brandon in piedi nel corridoio. Ehi Dave. Che c'è? risuonò la voce che stavo aspettando. Non molto ragazzo, sto solo facendo un po' di cazzate per la storia, fu la risposta di Dave. Sì, senti. In realtà ho bisogno di parlare...

195 I più visti

Likes 0

La vita di un playboy capitolo 10

CAPITOLO 10 Non sono durato a lungo sul mercato aperto una volta che la scuola è ricominciata. Letteralmente, il mio primo giorno di ritorno nell'area accademica sono stato proposto cinque volte da diverse ragazze molto carine. Ero un uomo grande nel campus, con una buona reputazione dopo essere andato a letto più della mia giusta quota di belle donne. Mentre molti erano rimasti lontani da me per paura della mia ragazza Ice Queen, ora che Kaia se n'era andata ero di nuovo un gioco leale. Ma anche il mio tempo con Kaia mi aveva viziato. Avevo una splendida ragazza bisessuale che...

165 I più visti

Likes 0

Non più una fantasia

La spogliarellista ha aperto le gambe proprio davanti alla mia faccia e nel bagliore del club squallido ho potuto distinguere un po' di succo all'ingresso della sua figa. Avrei voluto che si stesse diffondendo per me, ma stava guardando il grande tipo di operaio edile accanto a me. Era una serata amatoriale allo strip club locale e il ragazzo che le faceva gocciolare la figa era uno dei giudici del pubblico. Sono rimasto in giro per la ragazza successiva ma ero così eccitato che non ce la facevo più. Mi diressi verso il bar con la mano in tasca cercando di...

147 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.