Segreti a porte chiuse

708Report
Segreti a porte chiuse

Ho sempre avuto un debole per gli uomini più anziani. Mi è sempre piaciuto l'idea di averne uno per me, ma non sono mai riuscito a trovare qualcuno che uscisse con una donna più giovane. Questo fino a quando non ho incontrato Jonathon. Jon ha lavorato in un negozio di violini, producendo e vendendo il suo lavoro. Non era alto, né basso. Aveva una bella corporatura e un bel viso.


Jon stava lavorando il giorno in cui sono entrato nel suo negozio. Gli ho chiesto di farmi fare un giro del posto. Ha interrotto il suo lavoro e mi ha portato in giro per l'edificio. Mentre camminavo con lui ho deciso di fare una mossa. Ho fatto finta di aver lasciato cadere di proposito le chiavi. Jon è subito andato a prenderli ma l'ho fermato e ho detto: "Oh, va bene. Posso prenderli". Mi chinai e raccolsi le mie chiavi, strofinando il sedere sul busto di Jon. Fece rapidamente un passo indietro e disse con tono sommesso: "Seguimi. So dove possiamo continuare in privato".




Mi ha portato negli uffici. Fermandosi nel corridoio mi baciò. Lungo e profondo. Mentre mi stava baciando, mi ha inchiodato contro il muro e mi ha messo una mano sui pantaloni. Questo ha inviato un brivido elettrizzante lungo il mio corpo. Ha iniziato a strofinare la mia fessura dolcemente, poi ha lavorato il mio clitoride. Ha infilato un dito nel mio buco e ha iniziato a fottermi con il dito. Quando ha inserito un secondo dito, ho gemito sommessamente sapendo che se fossi stato troppo rumoroso avrei potuto farci beccare.

Jon allora mi sollevò la gamba e si slacciò la cintura. "Jon, aspetta, non qui," dissi. Volevo il suo cazzo completamente eretto dentro di me, ma non in mezzo al corridoio dove chiunque potesse vederci. Aprì la porta del suo ufficio e la chiuse a chiave. In piedi di fronte a lui, fece scivolare le sue mani gentili sulla mia maglietta sollevandomi il top. Poi, mentre gli sbottonavo la camicia, mi tolse i pantaloni. Completamente esposto a lui, mi baciò ancora una volta e rimise il dito dentro di me, preparandomi a quello che stava per accadere.

Fece un passo indietro per guardarmi bene. Ho guardato il suo cazzo sull'attenti. Era grande. Ero un po' spaventato per questo, ma ha detto che sarebbe andato piano e sarebbe stato gentile con me. Poi mi ha steso sul pavimento e mi ha allargato le gambe. Con un movimento rapido la sua lingua stava leccando la mia figa già bagnata. Ho iniziato a sgroppare e costringere la sua lingua ad entrare più a fondo in me. Gli ho detto di fermarsi e sdraiarsi. Mi sono messo sopra di lui cavalcando il suo cazzo. Mi ha afferrato le tette e ha succhiato. Mordere e mordicchiare i miei capezzoli mi ha fatto solo scopare più forte e più velocemente.




Mi ha capovolto e mi ha fottuto. Speronando il suo cazzo gonfio nella mia figa, ho lanciato un forte urlo. Mi ha coperto la bocca e mi ha detto di non essere così rumoroso. Ha iniziato lentamente ed è andato sempre più veloce. Mi sono sentito tremare, abbastanza presto sono esploso con Jon dentro di me. Continuando a fottermi, è venuto duro. Ero in paradiso, e penso che lo fosse anche Jon. È crollato sul mio respiro pesante. Rimanemmo sdraiati lì per qualche minuto riprendendo fiato prima che lo sentissi diventare duro di nuovo. Mi ha succhiato il collo e gradualmente è sceso nel mio stomaco. Mi baciò lo stomaco e poi si abbassò di nuovo sulla mia figa. Leccando il mio clitoride, ha costruito un altro orgasmo in me. Inarcai la schiena e aspirai una boccata d'aria mentre venivo. Jon si fece strada fino al mio seno di nuovo succhiando e tirando con i denti. Poi ha spinto ancora una volta il suo cazzo dentro di me martellandomi con tutte le sue forze.

Mi guardò e si sdraiò accanto a me ansimando e respirando affannosamente. Mi circondò con un braccio e mi strinse a sé. Mi ha baciato di nuovo. Si è fermato quando entrambi abbiamo sentito dei passi. «Arriva qualcuno» disse. Balzò in piedi e si infilò i vestiti.

Poi abbiamo sentito bussare alla porta e qualcuno ha detto: "Jon? Che ci fai lì dentro?" Sapevo che eravamo stati beccati. Non sapevo come reagire. Jon ha aperto la porta e ha risposto: "Niente. Sto solo lavorando su alcune cose". "Oh, va bene. Abbiamo sentito dei rumori e ci siamo chiesti cosa fossero", disse l'uomo "Oh, beh, non so cosa hai sentito, scusa." L'uomo aprì la porta ancora incuriosito dal rumore. Si fermò con uno sguardo scioccato sul viso e disse: "Oh Jon, mi dispiace, non sapevo che avessi qualcuno con te". Jon si voltò per vedermi ancora sul pavimento che mi copriva a malapena con il cappotto.


"Non puoi dirlo a nessuno, ok?" L'uomo acconsentì e si avviò lungo il corridoio. Mentre Jon chiudeva la porta dietro di sé, sembrava incazzato oltre che rivissuto. Ero spaventato e non sapevo cosa fare, "Mi dispiace Jon, non ho avuto il tempo di vestirmi". dissi tremando, non sapendo cosa aspettarmi dopo. È venuto verso di me e mi ha messo un dito sulle labbra e ha detto: "Non preoccuparti, va tutto bene". Mi baciò ancora una volta, aspettò che mi vestissi e mi sistemassi, poi mi condusse fuori dall'edificio alla mia macchina. "Questa non sarà l'ultima volta che ti vedrò, vero?" chiesi innocentemente. Ha sorriso e ha risposto: "No, c'è molto di più che posso darti, solo non qui". Rise e premette le sue labbra sulle mie e astutamente fece scivolare di nuovo una mano sui miei pantaloni. Lo afferrai spingendolo vicino a me. Fece un passo indietro e sorrise. Poi si voltò e tornò nell'edificio guardando indietro solo una volta per salutare e strizzare l'occhio.

Storie simili

Circostanze diverse parte 2

Disclaimer: non possiedo Pokemon, nessun personaggio e Pokemon lì dentro. Sai, solo per coprirmi il culo in caso. Meglio prevenire che curare. Nota dell'autore: grazie a tutte le persone che hanno letto il primo capitolo. Questo capitolo è stato molto più lungo di quanto mi aspettassi. Divertiti! –––––––– 'Caro Nicola, È tua sorella, Julian! Ho inviato questa lettera di Taillow perché era più veloce e per congratularmi con te per aver superato l'Accademia Pokemon! Papà dice che hai fatto degli esami orribili...' “Non ho fatto così male. Almeno sono passato..” borbotta Nicholas, continuando a leggere la lettera che gli era stata...

1.9K I più visti

Likes 0

I sogni di Ashley

Tutti i nomi e la posizione sono stati modificati Fatemi sapere come vi piace la storia. Questa è la mia prima storia qui. ================================= Quando ho posato gli occhi su Ashley per la prima volta ero in seconda media. Eravamo giovani. I miei primi veri sentimenti sono iniziati in prima media. Il suo compleanno è stato 2 settimane prima del mio. Quando ho compiuto 16 anni ho organizzato una grande festa. E, naturalmente, Ashley era lì. Negli anni in cui sono stata una delle sue migliori amiche, lei non era della nostra città, si è trasferita dalla Florida al suo settimo...

2K I più visti

Likes 1

La mia prima volta con Cindy

La storia: Sulla via del ritorno dall'ospedale, dopo aver lasciato mia moglie per un'operazione alla schiena molto seria, Cindy, mi stava dicendo come avrebbe fatto tutte le cose che faceva la mamma in casa, come lavare i piatti e fare il bucato e che si prenderà cura di suo padre come fa la mamma. Fu detto in una specie di sussurro sommesso e lei aveva la sua mano sul mio braccio, toccandomi dolcemente e guardandomi negli occhi. Ho sentito un brivido nei pantaloni e ho guardato le gambe formose di Cindy e la minigonna che indossava, ho subito costretto il mio...

1.9K I più visti

Likes 0

DOLCE SOFIA!!

Sophie è la figlia unica dei miei vicini, è una dolce ragazzina di 13 anni, ma c'è sempre stato qualcosa in lei che mi ha fatto guardare in modo diverso dalle altre bambine. Forse sono i capelli biondi ricci, il suo bel visino, le sue gambe lisce o il fatto che ha un bel paio di tette in erba. Bene, tutto è iniziato un sabato, mi sono seduto nel mio giardino a godermi il sole e anche i miei vicini erano fuori. Non ho l'abitudine di ascoltare le conversazioni di altre persone, ma non ho potuto fare a meno di sentire...

1.8K I più visti

Likes 0

Stephanie - Proprio quando le cose si sono girate Pt. 2

Mentre mi avvicinavo al maniero, la scorsa notte continuava a rimuginare nella mia mente. Volevo solo incontrare il cane, e così sono entrato nel canile. Poi, prima che me ne rendessi conto, mi aveva buttato a terra e mi stava annusando. Poi mi ha strappato le mutandine e ha iniziato a leccarmi la figa, portandomi all'orgasmo contro la mia volontà. Quando pensavo che avesse finito, mi è saltato sulla schiena e mi ha violentata. Ma la parte peggiore è stata quando mi sono lasciato andare e ho iniziato a godermelo. Mi sono svegliato stamattina e ho trovato questo biglietto e il...

1.8K I più visti

Likes 0

Skyrim: Le avventure di Carthalo Parte 1

Carthalo le accarezzò la guancia, sentendo la sua pelle liscia e fredda e scostandole i capelli nerissimi dagli occhi. Lydia, disse, la sua voce roca si trasformò in un sussurro nel suo orecchio rilassati. Questo non è un altro fardello per te da portare. le slacciò la maglietta e lei rabbrividì leggermente al tocco. Questo non è un comando del tuo Thane. le sue mani forti la presero per la vita e la portò al letto. Le assi del pavimento scricchiolarono mentre la trasportava su per le scale di Breezehome. La adagiò dolcemente sul letto e cominciò a baciarle il collo...

1.8K I più visti

Likes 0

Scoprire che sono gay parte 3

Quindi pochi giorni dopo, dopo aver rotto con Lizzy, mi stavo abituando all'idea di essere di nuovo single. Quando ero al college a lezione con McKenzie, ha iniziato a sedersi accanto a me e ha detto Tu e Lizzy vi siete lasciati perché vi ho baciato? Ho guardato McKenzie e ho detto No, il motivo per cui io e Lizzy ci siamo lasciati è perché mi piaceva baciarti. Dopo aver detto che mi sono alzato dal mio posto, ho preso la borsa e sono andato a uscire dalla lezione mentre camminavo, il mio insegnante mi ha detto E dove pensi di...

1.8K I più visti

Likes 0

Il miglior giro in quad di sempre

Avevo 14 anni quando ho avuto la mia prima esperienza. Non ero interessato alle ragazze fino a quando non sono entrato in terza media. Ho avuto alcuni amici che qui ragazze ma nessuno serio. La mia migliore amica era una ragazza di nome Emily con la quale ero amico da molto tempo. Più crescevo, più mi interessavo alle ragazze e più pensavo che Emily fosse la ragazza più bella che avessi mai incontrato. Con i suoi lunghi capelli biondi e morbidi e i suoi splendidi occhi azzurri luminosi. Ogni volta che mi parlava dimenticavo tutto e la mia bocca si seccava...

1.7K I più visti

Likes 0

La mia vita amorosa Capitolo 3 Janice

La mia vita amorosa Capitolo 3 Janice Capitolo 3 Janice: Poche settimane dopo che io e Carrie ci siamo separati, Carrie e i suoi amici, Tim e io, stavamo girovagando per la scuola e Carrie mi ha presentato Janice. Janice era minuta, capelli castano chiaro lunghi fino alle spalle, quasi biondo sabbia. Aveva una figura che faceva girare la testa quando entrava in una stanza. Era sotto i 100 libbre, con molte curve. Un set di tette 34C. Questa ragazza è stata fantastica. Aveva anche un grande senso dell'umorismo. Janice stava cominciando a frequentare l'appartamento di Carrie. Carrie mi ha invitato...

1.7K I più visti

Likes 0

SS Shotguneagle (parte terza)

Patetico! urlò Kenny. Le strappò la frusta dal collo, lasciando Leah senza fiato. Leah si contorse per la disperazione mentre accoglieva più aria nei suoi polmoni. Era difficile lenire il suo collo dolorante. Tutto quello che poteva fare era aspettare che il dolore andasse via e singhiozzare. Kenny gettò la frusta a terra e si avvicinò al suo carrello degli attrezzi. Dopo aver afferrato ciò che voleva, è tornato da Leah, in piedi di fronte a lei. Stava ancora singhiozzando, cercando di abituarsi al disagio che cresceva costantemente. Kenny pensava che fosse incredibilmente sexy. Pensava che potesse farla sembrare più sexy...

1.5K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.