Trappola nella grotta, parte 1

511Report
Trappola nella grotta, parte 1

Trappola nella grotta, parte 1

Il viaggio d’affari di Jack Simon a Manila era andato bene. Il nuovo ufficio della sua azienda disponeva di personale adeguato per amministrare gli aspetti di sottoscrizione e riscossione della sua grande compagnia assicurativa. Si ricompensò prendendo un idrovolante per Okinawa per incontrare un vecchio amico della Marina.

Craig era un ergastolano che era riuscito a rimanere a Okinawa per tre anni e conosceva bene la zona. Ha portato Jack a fare immersioni in posti che i turisti non hanno mai visto; sistemi di grotte su piccole isole che erano per lo più incontaminate dal mondo esterno.

Craig sembrava un ragazzo da spiaggia con i suoi capelli biondi e ricci e l'abbronzatura profonda. E quando non indossava l’uniforme da comandante, una serie di piccole conchiglie colorate gli passava al collo. Aveva sposato una ragazza giapponese di nome Miri che amava anche le immersioni.

Miri aveva i tipici occhi scuri giapponesi, lunghi fino alle spalle e capelli neri scintillanti. Anche il suo corpo minuto era tipico. Le sue gambe snelle erano come quelle di una modella adolescente ma le sue tette erano molto grandi per una donna piccola.

Il pacchetto complessivo è stato sorprendente. Il suo bel viso rotondo era più che attraente per Jack. Durante la loro prima immersione in grotta l'aveva aiutata a mettersi le pinne e quando aveva guardato il suo viso sorridente poteva facilmente immaginare di fare sesso con lei. Non sembrava disturbarlo che lei fosse la moglie del suo amico. Se non fosse stato per i suoi slip elastici e attillati, la sua crescente indicazione di ammirazione sarebbe stata ovvia.

Nel secondo giorno trascorsi nelle grotte ricoperte di corallo il tempo è cambiato rapidamente. Ma all'interno della grotta lunga e stretta non si accorgevano delle nuvole scure che si avvicinavano. La scarsa luce cambiava poco in sole o in ombra e si stavano godendo una lunga immersione nell'acqua calda. L'orologio subacqueo di Craig segnava le 4:49 e cominciava a stancarsi. Fece cenno a Jack e Miri di emergere e iniziarono a risalire da quaranta piedi.

Durante la salita nello spazio ristretto Jack si alzò lentamente, ma al suo fianco Miri scalciava e si alzava più velocemente. Quando il top sottile del suo bikini nero si impigliò nella sua attrezzatura, si staccò e si staccò completamente. Jack istintivamente si abbassò al suo fianco e la sua mano andò tra le sue fantastiche tette. Il suo seno sinistro premeva contro la sua mano e il suo pollice le sfiorava la grande areola e il capezzolo sodo.

Continuando ad alzarsi, Miri abbassò lo sguardo mentre superava Craig. I loro occhi si incontrarono per una frazione di secondo e poi le sue tette nude furono a pochi centimetri dal suo viso. Ha guardato bene. Erano vivaci e dalla forma perfetta, voleva allungare la mano e afferrarli, scoparla subito nell'acqua calda. La sua bocca si aprì leggermente e l'acqua colò oltre il regolatore.

Il bikini stava affondando e Miri si tuffò per recuperarlo. Poi si udì un rumore orribile che poteva provenire solo dalla barca di Craig. Jack emerse e per un momento l'incidente con Miri fu secondario. “Craig, cos'era quello? Chiese.

“La maledetta barca si è schiantata sugli scogli, dov’è Miri? Craig sembrava frenetico.
"Uh, le è caduto qualcosa, è tornata giù".
"Resta con lei" disse. Poi indossò la maschera e iniziò la nuotata di trenta metri fino all'imboccatura della grotta.

Jack si tuffò a capofitto; calciò forte e si tappò il naso per pareggiare; ho trovato la traccia delle bolle d'aria di Miri. Stava frugando nel fondo sabbioso della grotta e lui si fermò per restare librato tre metri sopra di lei. I suoi capelli lucidi scorrevano avanti e indietro mentre cercava tra le rocce. La immaginò sopra di lui, con i suoi capelli neri e setosi sparsi sul suo addome mentre lei dondolava ritmicamente sul suo cazzo. Immaginò la sua voce che diceva "Adoro il tuo cazzo Jack".

Quando si voltò, le sue tette tornarono in piena vista. La mano sinistra di Jack si infilò nella cintura per allentare la pressione e raddrizzare la sua erezione in rapida crescita. La punta del suo cazzo sbirciava in modo scomodo dall'alto. Stava ancora cercando; abbassò la tuta quel tanto che basta per massaggiarne la punta.

Lei era di nuovo rivolta verso il fondo e lui la guardò nel sedere mentre scalciava lentamente. Qualcosa attirò la sua attenzione. La cima di Miri era incastrata nelle rocce a pochi metri di distanza. Poteva darglielo e osservarla da vicino mentre lo indossava. Oppure poteva aspettare. Era una situazione che capita almeno una volta nella vita, in circostanze diverse lui avrebbe potuto andare da lei; forza il suo cazzo nella sua figa da dietro; massaggia le sue grandi tette sode.

Qualunque cosa Craig stesse facendo con la barca, Jack sapeva di avere tempo. Liberò il suo pene duro come la roccia e iniziò a masturbarsi. Miri non avrebbe mai trovato quel top, probabilmente non avrebbe alzato lo sguardo. Si voltò di nuovo lentamente e attraverso l'acqua cristallina lui colse una bella vista laterale del suo seno sinistro che pendeva libero.

Era stata l'esperienza più erotica della sua vita e se la sarebbe goduta al massimo. Alzò lo sguardo, cercando di assicurarsi di essere ancora solo con lei. Era pronto a venire e stava pompando furiosamente. Ma stava perdendo galleggiamento.

Quando si voltò di nuovo, le sue pinne penzolavano a un metro dalla maschera facciale di Miri. Alzò lo sguardo e lo vide mentre si masturbava. I suoi occhi si spalancarono e quando sollevò la testa si alzò un po' ed era abbastanza vicina da vedere l'occhio nella testa del suo mostro da nove pollici. Emise un grido lieve ma udibile. Era il cazzo più grande che avesse mai visto.

Jack rabbrividì; girò il corpo per cercare di nascondersi ma riuscì solo a fare un quarto di giro. Lui scalciò per girarsi e allontanarsi da lei, ma all'improvviso lei si allungò e lo tirò giù per il cazzo come se fosse una maniglia. La sua mano era calda ed era meraviglioso, lui la premette per tenerla lì e ne uscì un po' di sperma.

Quando affondò ulteriormente e toccò il fondo, lei lo spinse in modo che il suo serbatoio fosse contro le rocce. All'improvviso si sentì in imbarazzo e mise le mani sul suo cazzo gonfio, ma lei gliele tirò via. Ha detto di no con la testa. Ma lei annuì su e giù un paio di volte. Poi si tirò indietro e affondò in ginocchio nella sabbia; poi si mise le mani sotto le tette e le premette insieme.

Il messaggio era più che ovvio, era il via libera. Voleva vederlo farlo, gli si stava offrendo. Voleva guardarlo. Per un secondo pensò "che troia è", ma questo la rese solo più desiderabile. È stato un sogno diventato realtà.

Non c'era modo di fermarsi adesso. Jack grugniva ancora e ancora mentre si masturbava con Miri. Aveva un aspetto fantastico e lui non poteva trattenersi un altro secondo. Il suo primo getto di sperma si riversò in mare aperto e andò alla deriva nella dolce corrente come fumo.

Miri si avvicinò a lui e si tolse il regolatore dalla bocca. Sparò di nuovo mentre lei inghiottiva il suo cazzo. Poi ha sparato nella sua bocca calda che succhiava altre tre volte. Le tenne ferma la testa finché non si staccò. Poi si tirò su e gli tolse l'erogatore.

Miri premette le labbra su di lui finché lui non aprì la bocca e condivisero un caldo bacio salato. Ma avevano bisogno d'aria e il bacio fu breve. La gamba sinistra di Miri era incastrata tra Jacks e lui finì il suo sperma saltando sulla sua gamba morbida e calda.

Le sue braccia la avvicinarono; il suo uccello puntava verso l'alto e si spingeva sempre più vicino a dove voleva andare. Altri vengono vomitati sulla sua calda parte superiore della coscia. Miri ha raccolto lo sperma sulle sue dita e se lo è infilato nella figa. Jack era sbalordito e, nonostante fosse appena venuto, sentiva ancora il bisogno di scopare la sua bella fica.

Si riposarono solo pochi secondi e mentre risalivano in superficie Craig e la barca sembravano lontani un mondo. Poi sentirono il vento e la pioggia. “Devo trovare il mio bikini” disse Miri come se nulla fosse successo. “Shhh stai zitto. L’eco…Miri, mi dispiace…” iniziò a dire.

“Oh stronzate, mi hai tenuto gli occhi addosso per tutto il viaggio. Sono sorpreso che tu non mi abbia tastato quando ieri ti sono caduto in grembo".

"Non lo farei mai" si offrì Jack.

"Sì, giusto Jack, suppongo che neanche tu volessi venirmi in bocca... Non posso credere che ti stavi masturbando con me nell'acqua. Cosa sei, una specie di degenerato?

Per un momento Jack pensò che potessero esserci dei problemi, ma poi un sorriso imbarazzato si formò sul bel viso di Miri. I suoi occhi brillavano e i suoi denti brillavano come perle e le sue tette sembravano così invitanti mentre galleggiavano nell'acqua limpida. Era facile capire perché Craig l'avesse sposata.

Era diventato notevolmente più freddo e si abbracciarono per riscaldarsi e osservarono l'ingresso della grotta. "Non sono una degenerata Miri, hai le migliori tette che abbia mai visto, Dio, quanto voglio scoparti così tanto".

"Resta nei paraggi, marinaio, potresti realizzare il tuo desiderio", sorrise. "Guarda cosa sta succedendo, devo trovare il mio top." E prima che avessero il tempo di raccontare le loro storie, Jack nuotò verso la tempesta in attesa.

FINE PARTE 1 (TUTTI I COMMENTI SONO BENVENUTI)

Storie simili

Comprare vestiti con Christy

Ecco, prova questo. Gemendo, alzo con riluttanza le spalle e indosso una canottiera arancione fluorescente che è quanto di più lontano possibile dalla mia idea di moda. Contento? dico, cercando di non pensare alla mia abbronzatura da contadino. È incantevole, dice, sfoggiandomi il suo sorriso vincente, facendomi battere il cuore involontariamente. È stata un'idea di Christy andare a fare shopping. Non stiamo nemmeno uscendo insieme. Normalmente, una richiesta del genere sarebbe motivo di domanda “Cosa stiamo facendo qui?” tipo di conversazione, ma non è proprio lo stile di Christy. Quando decide di fare qualcosa, la fa. Questo, e lei mi ha...

382 I più visti

Likes 0

La prima volta che condivido mia moglie

Beh, davvero non so come iniziare questa storia, quindi entriamoci subito dentro. Questa è una vera storia vera che è accaduta e ora la condivido con tutti voi ragazzi. Dopo aver finito di leggere questa storia e sei interessato a foto o video, inviami un'e-mail a [email protected]. Quindi la mia storia è iniziata circa 2 anni dopo essermi sposata. Ma prima di entrare nei dettagli pesanti, lascia che ti spieghi di noi. Mi chiamo Ethan e sono un maschio ispanico di 25 anni e mia moglie Angelina è una femmina ispanica di 22 anni. Siamo usciti insieme dai tempi del liceo...

751 I più visti

Likes 0

Potrei aiutarti... Parte I

Io e la mia ragazza siamo sdraiati nel suo letto. Aveva 23 anni in quel momento, il suo nome è Tanya. Io ero nudo, lei indossava un top bianco attillato e una sottoveste di seta, anch'essa bianca. Adoravo il modo in cui i suoi grandi seni le riempivano la maglietta, i suoi capezzoli erano duri e spingevano ulteriormente la mia eccitazione. Come molte volte prima che guardassimo un film porno. Ma qualcosa di molto speciale era diverso quel giorno. Non eravamo soli... Mi chiamo Tomas, sono un ragazzo di 27 anni con i capelli biondi e gli occhi blu verdastri. Sono...

690 I più visti

Likes 0

Momenti divertenti con Romy

Mi chiamo Matteo, ho 18 anni. Sono solo il tuo ragazzo normale con i capelli biondi e gli occhiali. Alcuni potrebbero definirmi un nerd ma non sono d'accordo. Ho appena terminato l'allenamento in palestra e sono andato velocemente negli spogliatoi per rinfrescarmi. Appena aperta la doccia ho sentito un forte inciampo seguito da un urlo. Mi sono messo dei pantaloni e sono andato alla fonte del suono. Sembrava provenire dallo spogliatoio femminile. C'è qualcuno lì dentro? “Sì, per favore aiutami” Quando sono entrato sono rimasto scioccato nel vedere la mia amica di lunga data e compagna di palestra Romy, nuda e...

444 I più visti

Likes 0

Provare qualcosa di nuovo_(1)

Provare qualcosa di nuovo (terza persona) Toni e Justin sono appena tornati nel nuovo appartamento di lei e di sua sorella, Davina, dopo aver passato l'intera giornata a fare shopping al centro commerciale. Justin ha appena parlato a Toni di alcuni nuovi abiti ma non li aveva ancora visti su di lei. È stata una lunga giornata e sono entrambi stanchi. Beh, sembra che Davina non sia più a casa, dice Justin mentre entrano nell'appartamento. A Justin piace quando sono soli perché Davina è sempre ovunque e non permette loro di entrare in intimità. Capisco, esprime sarcastico Toni con un sorriso...

449 I più visti

Likes 0

Harry Potter Adventures: Capitolo 5 - Doppio problema

Questa storia non riflette gli atteggiamenti o i personaggi della serie Harry Potter, né ha alcuna affiliazione con l'autore. Capitolo 5 Novembre scese su Hogwarts e con esso arrivò anche la pioggia e perfino qualche fiocco di neve. Era l'ultima settimana di novembre e mancavano solo due settimane all'inizio delle vacanze di Natale. Ron cominciò a sentire tornare di nuovo il suo malumore. Era passato un mese dal suo divertimento con Lavanda e da allora si frequentavano. Sebbene il sesso fosse incredibile, non avevano molto in comune e Ron aveva iniziato a desiderare il suo vero amore; Hermione ancora una volta...

505 I più visti

Likes 0

Insegnante - 04 Giorno 1 – Pomeriggio a scuola

5----------Pranzo Finalmente arrivò l'ora di pranzo. Non era previsto che nessuno studente fosse nella sua stanza durante il pranzo. In genere, alcuni pranzavano e poi andavano nella sua stanza per fare i compiti. Laura poteva solo sperare in un pranzo tipico, ma finora tipico non era la parola che avrebbe usato per quella giornata. Si sentì sollevata quando all'inizio del ciclo si ritrovò tutta sola nella sua stanza. Appoggiò il panino sul vassoio del podio e notò il timer. Il timer del periodo mostrava 00:23:55 e il conto alla rovescia e il timer del suo footpad mostrava 00:23:55. Il timer della...

381 I più visti

Likes 0

Fidanzata trofeo parte 5

Fidanzata trofeo di Vanessa Evans Parte 5 VENERDÌ Il venerdì sera Caleb uscì con i suoi amici, presumibilmente a casa di uno dei ragazzi. Cora pensava che avrebbero giocato e che Caleb si sarebbe scopato Emily, Lucy o Willow. Non era preoccupata perché sapeva che sarebbe tornato a casa più tardi e avrebbe voluto scoparla. Cora è uscita con le sue amiche e hanno passato una bella serata tra ragazze. Cora ha ripetuto l'invito al barbecue e Wendy, Carol, Liz e Mary hanno detto che stavano ancora bene per la domenica. Quando Cora e Liz andarono in bagno, Liz chiese a...

446 I più visti

Likes 0

Festa dello sguardo

Londra è una bella città in cui vivere, soprattutto se sei uno studente che va all'università e ama le feste Non è una novità e lo sanno tutti. Così fanno tutti i proprietari. Con i loro prezzi folli, chiedono una stanza, a volte è difficile per gli studenti tenere il mento fuori dall'acqua, soprattutto se i loro genitori non sono di Knightsbridge, ad esempio. Ma come sempre ci sono alcune eccezioni. Fuori dal centro città, a poche miglia a nord di Westminster, dove in realtà ci sono diverse case che, diciamo, “fuori dall’ordinario”. Perché? Ebbene, dalle testimonianze di alcune delle cosiddette...

396 I più visti

Likes 0

Abi e la sua amica mi sorprendono. Parte 2

Abi e la sua amica mi sorprendono. Parte 2. La mattina dopo la sera prima. Mi sono svegliato verso le 7 circa con stupore di trovare il braccio di Abi sul mio petto e il suo viso e il suo corpo contro di me. Rachel, che ha 19 anni e un corpo femminile giovane e pieno, era sdraiata sul mio stomaco con la testa a pochi centimetri dal mio cazzo e la sua mano appoggiata sulla mia coscia. Mi sono subito indurito per l'eccitazione e la mia solita gloria mattutina e non ho potuto resistere all'opportunità di fare qualche azione mattutina...

438 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.