L'amore proibito M&J parte 1

566Report
L'amore proibito M&J parte 1

Un giorno, a lezione di scienze, mi sono seduto con le mani in tasca.
Jordan, il ragazzo accanto a me non mi stava prestando attenzione, ed ero piuttosto contento, perché non volevo che notasse il rigonfiamento nella mia cerniera.

Ma l'insegnante mi stava prestando attenzione. "Malik!" gridò. "Stai ascoltando?!" Tutti mi fissavano e io mi innervosivo.

"Uhh..." balbettai, guardando Jordan. Guardò i miei pantaloni e i suoi occhi divennero enormi.

"Ma che cazzo?!" strillò. "Che diavolo stai facendo?!!"

Ero così imbarazzato. Tirai fuori le mani dalle tasche, mi alzai e mi precipitai fuori dalla porta.

CHE DIAVOLO C'È DI SBAGLIATO IN ME? pensai, piangendo silenziosamente sul gabinetto nella stalla. COSA C'È DI SBAGLIATO IN ME?!

Proprio in quel momento, ho sentito la porta del bagno aprirsi. "Ciao?" disse una voce. "Malik!" Mi sono seduto dritto quando ho capito chi fosse.

"Che cosa?" risposi tirando su col naso.

"Stai bene?" chiese Jordan, in piedi fuori dal box.

"NO!" Ho pianto, asciugandomi le lacrime. Il mio cuore batteva molto velocemente. "Lasciami solo."

"La signora Jones mi ha detto di venire a prenderti," informò, aprendo la porta del gabinetto. "Dai."

"NO." gli dissi, chiudendo la porta. "Lasciami in pace!" L'ho sentito sospirare.

"Guarda," disse fermamente, aprendo la porta ed entrando nel box. "Non so quale sia il tuo problema, ma..." Mi alzai e ci guardammo negli occhi. Ero totalmente ipnotizzato dai suoi sexy occhi nocciola e il mio cuore batteva in modo incontrollabile. Senza pensarci, l'ho afferrato per la testa e l'ho baciato appassionatamente.

Si allontanò rapidamente, fissandomi con un sopracciglio alzato. "Tizio!"

"Mi dispiace tanto!" Ho pianto. "Non volevo--" Improvvisamente, mi afferrò per la nuca e mi baciò di nuovo.

Siamo rimasti lì per circa un minuto, finché non abbiamo sentito qualcuno entrare. Poi mi ha spinto via di nuovo, dandomi un pugno in faccia. Sono caduto a terra, sbattendo la testa sul water.

"Che diavolo ti prende?!" esclamò, dandomi un calcio nelle costole. "Fottuto frocio!"

L'ho visto mentre correva fuori dal bagno e l'altro ragazzo è venuto da me ridendo. "Ehi!" ridacchiò. "Sei appena stato KO!" Ha scattato una foto con il suo iPhone e se n'è andato ridendo a crepapelle.

Quando sono tornato a casa, mia madre mi stava aspettando sulla porta. "Oh, Malik!" gridò, afferrandomi. "Quello che è successo?!"

"Niente," mentii, liberandomi dalla sua presa. "Ho solo... ho litigato." Prima che potesse parlare, le passai accanto ed entrai in casa. Lei mi ha seguito.

"Malik!" esclamò. "Cosa diavolo vuoi dire con 'hai litigato'?! Cosa è SUCCESSO?!"

"Non voglio parlarne!" dissi a bassa voce, salendo le scale.

Corsi nella mia stanza, chiudendomi la porta alle spalle. Poi sono saltato sul letto, fissando il soffitto.

COSA C'È DI SBAGLIATO IN ME? pensai, piangendo silenziosamente. Il livido sull'occhio mi stava uccidendo, ma l'imbarazzo faceva mille volte più male.

Qualcuno bussò alla porta. "Uffa!" gemetti. "Chi è?"

"Giordania." Mi misi a sedere, fissando la porta con paura. "Posso... ehm... posso entrare?"

"NO!" risposi con rabbia, alzandomi e camminando verso la porta. "Chi ti ha fatto entrare?" chiesi, aprendo la porta.

"Tua madre", rispose.

"Mi hai seguito?!" strillai, chiudendo la porta dopo che era entrato.

"Sì," disse. "Mi sono sentito male per... quello che ho fatto."

"Allora perché l'hai fatto?" chiesi, incrociando le braccia e sedendomi sul letto.

Sospirò, sedendosi. "Non lo so!" lui pianse. "Sono solo... in preda al panico! Ma mi sento ORRIBILE!"

"Perché mi hai ricambiato?" sussurrai sedendomi accanto a lui.

"Perché..." disse. "...Mi piaci."

Sono arrossito. "Allora... sei gay?" Si alzò in piedi.

"Diavolo, no!" ha difeso. "Certo che no! Solo che... mi piacciono i ragazzi." Il suo sorriso mi ha fatto venire i brividi.

"Allora..." dissi, fissando le sue labbra. "...io ti piaccio?"

"Voglio dire...credo di sì," rispose, sedendosi di nuovo accanto a me, mettendo la sua mano sulla mia. "Ma se lo dici a QUALCUNO...ti fotto...ti...fanno male." Ho riso.

"Non essere duro", ho scherzato. "Perché non mi piace davvero ruvido."

"Zitto," ridacchiò, spingendomi sulla schiena. Poi era sopra di me, con le mani accanto alle mie orecchie.

"Oh, mio ​​fottuto dio!" sussurrò con voce profonda. "Sono così fottutamente eccitato." Si è abbassato per baciarmi le labbra e le guance. "Oh, mio ​​fottuto dio. Ti fotterò così..." Proprio mentre il mio cazzo si stava indurendo, la porta si aprì ed entrambi la guardammo.

"Mamma!"

"Malik! Che diavolo..."

"Posso spiegare, mamma!" Ho pianto, spingendo Jordan via da me.

"NO!" urlò, costringendo Jordan ad alzarsi. "Non so chi tu sia, ma vattene da casa mia."

Andò alla porta. "Ma mamma--"

"NO!" ripeté. "Sei... sei in punizione. E se vedo di nuovo te o quel ragazzo... vi ammazzo entrambi."

"Mamma!" gridai, mettendomi a sedere. "Stai esagerando. Stavamo solo..."

"Se tuo padre fosse qui..." disse, avvicinandosi a me. "...lo farebbe sicuramente..." Poi iniziò a piangere, ma io digrignai i denti con rabbia. "...non come quello che stai facendo."

"Non sto facendo niente!" abbaiai. "Se solo tu chiudessi il becco e ASCOLTA..." Feci una pausa e vidi il dolore negli occhi di mia madre.

Mi schiaffeggiò rapidamente, incutendomi paura e rabbia. "Mamma...."

Continua....

Storie simili

diario di una casalinga. prima parte.

Sposarsi ha causato molto stress nelle nostre vite. Rick si rifiuta di lasciarmi lavorare, e anche con una nuova casa in città (in una zona a basso reddito) e le bollette che accumulano si rifiuta di muoversi. Smorza la nostra relazione e ci mette a dura prova emotivamente e sessualmente. È costantemente al lavoro. Lo stress gli rende difficile essere affettuoso. Vedi dove sta andando. Sono una brava ragazza. E una buona moglie. Ho cercato per settimane di soddisfarlo. Ogni mattina lo succhiavo a secco. Quando è tornato a casa tardi, ho messo da parte i miei bisogni e l'ho succhiato...

1.8K I più visti

Likes 1

Incontro il mio nuovo vicino e WOW

La mia famiglia si era appena trasferita in questo quartiere in una nuova casa, ed è molto carina. La nostra nuova casa ha una piscina ed è alta due piani con le camere da letto in cima. Il motivo principale per me è stato quello di frequentare l'università locale, che è molto apprezzata nella materia che sto studiando. Non ci è voluto molto per incontrare i nostri vicini perché erano molto amichevoli. I nostri vicini hanno circa 30 anni. Io ho 18 anni. Sembra un vero fusto e sua moglie è un'assistente di volo, molto attraente ed è spesso fuori casa...

451 I più visti

Likes 0

RD e lo stupro di Mon 2

Torneremo domani, con gli abiti che ti sarà permesso di indossare qui in casa, indosserai quello che ti diciamo, quando te lo diciamo, e non ti lamenterai, vero? Di nuovo, la mamma si limitò ad annuire con la testa per acconsentire. Ora, visto che sta per succedere, tanto vale che tu lo faccia il meglio che puoi. Ha dato alla mamma uno spinello che Chris aveva acceso. La mamma lo prese senza cambiare espressione e cominciò a inspirare. Matt si sedette accanto a lei; Chris dall'altro, e ognuno prese un seno e cominciò a giocarci. Era così intenso, o erotico. Mamma...

483 I più visti

Likes 0

Divertimento in famiglia_(4)

Linc Walker ha parcheggiato il suo maiale davanti alla casa mobile in discesa, ha girato la sigaretta mezza bruciata ed è entrato nell'area disordinata della cucina-soggiorno della roulotte di venticinque anni!!! C'è qualcuno qui, gridò nel silenzio, ehi, Linda, sei già a casa!?! Figa stupida, mormorò tra sé mentre apriva il frigorifero per prendere la birra, se fosse mai puntuale sarebbe un fottuto miracolo, prima di prendere una lunga boccata dalla bottiglia dal collo lungo!!! Era quasi pronto per sdraiarsi davanti alla TV quando ha sentito dei canti provenire dal bagno all'estremità del trailer!!! Si diresse verso la porta del bagno...

1.4K I più visti

Likes 0

Riunione arrapata (parte 5)

(Ecco l'ultima parte scritta finora, posterò il resto quando ci arriverò.) Le mie braccia la avvolsero intorno, tenni il suo corpo vicino al mio mentre entrambi i nostri orgasmi si placavano. Potevo sentire il suo cuore battere lentamente contro il mio petto e il suo respiro contro il mio collo prendere gradualmente un ritmo normale. Si strofinò contro l'incavo del mio collo e mi baciò sulla spalla. Con un braccio che le teneva ancora il corpo, mi pettinai con le dita, gettai i suoi lunghi capelli e le baciai la sommità della testa. Poi ha alzato la testa, baciandomi il collo...

1.4K I più visti

Likes 0

Fottendo mia madre_(0)

Mi chiamo Max, ho 18 anni e non ho mai pensato a mia madre come a un essere sessuale. Voglio dire, lei è mia madre! Lei è sempre stata più di questo, però. Mio padre ci ha lasciato quando avevo 10 anni, quindi per 8 anni siamo stati solo io e lei a rendere più forte il nostro rapporto. Lei è più di mia madre; lei è una delle mie migliori amiche. Non fraintendermi neanche su mio padre. Si scopre che gli piacevano solo i ragazzi: non posso aspettarmi che viva una bugia per il resto della mia vita. Mia madre...

672 I più visti

Likes 1

Tocca - Capitolo 2

Tocca - Capitolo 2 Le cose sono diventate imbarazzanti rapidamente, Kelly e io avevamo appena fatto del sesso bollente insieme senza sapere davvero perché l'avessimo fatto. È stato perché sono venuto su di lei e lei non voleva fermarmi? Ma poi stava partecipando altrettanto... non riuscivo a metterlo insieme. Abbiamo provato a parlarci subito dopo, ma entrambi ci sentivamo strani l'uno con l'altro, ecco perché non ci ho mai provato prima, sapevo che questo avrebbe rovinato la nostra amicizia. Ho cercato di uscire da lì il più velocemente possibile senza cercare di sembrare un completo idiota. Non ero il tipo da...

1.7K I più visti

Likes 0

DOLCE SOFIA!!

Sophie è la figlia unica dei miei vicini, è una dolce ragazzina di 13 anni, ma c'è sempre stato qualcosa in lei che mi ha fatto guardare in modo diverso dalle altre bambine. Forse sono i capelli biondi ricci, il suo bel visino, le sue gambe lisce o il fatto che ha un bel paio di tette in erba. Bene, tutto è iniziato un sabato, mi sono seduto nel mio giardino a godermi il sole e anche i miei vicini erano fuori. Non ho l'abitudine di ascoltare le conversazioni di altre persone, ma non ho potuto fare a meno di sentire...

1.7K I più visti

Likes 0

3- La sorellina del mio fidanzato del liceo- pt. 3 (Obbligo o verità)

---------------------Parte 3  - Obbligo o Verità - --------------------- Molte cose sono cambiate nel tempo che è seguito. La mia ragazza, Chloe, è andata in un altro stato per frequentare il college. Ho scelto un college nella nostra città natale. Ero un po' perso. Chloe ed io eravamo ancora innamorati, almeno ero con lei... ma pensavo che vedesse altri ragazzi nella sua nuova scuola. Senza Chloe, non c'era più un motivo legittimo per me di uscire a casa sua. Di tanto in tanto passavo a salutarla, ma era piuttosto patetico frequentare la sua famiglia quando eravamo separati. Mi mancava Cloe. Mi mancava la sua famiglia...

691 I più visti

Likes 0

Impero perduto 39

0001 - Tempo                                    0403 - Johnathon               in crescita 0003 - Conner                                   0667 - Marco                        -------- 0097 - Ace                                            0778 - Jan                         0098 (Lucy) 0101 - Shelby (nave madre)        0798 - Celeste 0125 - Lars                                           0908 - Tara 0200 - Ellen                                         0999 - Zan 0301 - Rodrick                                    1000 - Sherry Derrick alzò lo sguardo dal pavimento verso Shelby che si strofinava il lato del viso che sembrava reale! Non come un solido ologramma ma vera carne e sangue! Rimettendosi in piedi, indietreggiò lentamente da Shelby che fino a quel momento non si era mosso. Non so chi o cosa tu sia, ma...

652 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.