L'amore proibito M&J parte 1

775Report
L'amore proibito M&J parte 1

Un giorno, a lezione di scienze, mi sono seduto con le mani in tasca.
Jordan, il ragazzo accanto a me non mi stava prestando attenzione, ed ero piuttosto contento, perché non volevo che notasse il rigonfiamento nella mia cerniera.

Ma l'insegnante mi stava prestando attenzione. "Malik!" gridò. "Stai ascoltando?!" Tutti mi fissavano e io mi innervosivo.

"Uhh..." balbettai, guardando Jordan. Guardò i miei pantaloni e i suoi occhi divennero enormi.

"Ma che cazzo?!" strillò. "Che diavolo stai facendo?!!"

Ero così imbarazzato. Tirai fuori le mani dalle tasche, mi alzai e mi precipitai fuori dalla porta.

CHE DIAVOLO C'È DI SBAGLIATO IN ME? pensai, piangendo silenziosamente sul gabinetto nella stalla. COSA C'È DI SBAGLIATO IN ME?!

Proprio in quel momento, ho sentito la porta del bagno aprirsi. "Ciao?" disse una voce. "Malik!" Mi sono seduto dritto quando ho capito chi fosse.

"Che cosa?" risposi tirando su col naso.

"Stai bene?" chiese Jordan, in piedi fuori dal box.

"NO!" Ho pianto, asciugandomi le lacrime. Il mio cuore batteva molto velocemente. "Lasciami solo."

"La signora Jones mi ha detto di venire a prenderti," informò, aprendo la porta del gabinetto. "Dai."

"NO." gli dissi, chiudendo la porta. "Lasciami in pace!" L'ho sentito sospirare.

"Guarda," disse fermamente, aprendo la porta ed entrando nel box. "Non so quale sia il tuo problema, ma..." Mi alzai e ci guardammo negli occhi. Ero totalmente ipnotizzato dai suoi sexy occhi nocciola e il mio cuore batteva in modo incontrollabile. Senza pensarci, l'ho afferrato per la testa e l'ho baciato appassionatamente.

Si allontanò rapidamente, fissandomi con un sopracciglio alzato. "Tizio!"

"Mi dispiace tanto!" Ho pianto. "Non volevo--" Improvvisamente, mi afferrò per la nuca e mi baciò di nuovo.

Siamo rimasti lì per circa un minuto, finché non abbiamo sentito qualcuno entrare. Poi mi ha spinto via di nuovo, dandomi un pugno in faccia. Sono caduto a terra, sbattendo la testa sul water.

"Che diavolo ti prende?!" esclamò, dandomi un calcio nelle costole. "Fottuto frocio!"

L'ho visto mentre correva fuori dal bagno e l'altro ragazzo è venuto da me ridendo. "Ehi!" ridacchiò. "Sei appena stato KO!" Ha scattato una foto con il suo iPhone e se n'è andato ridendo a crepapelle.

Quando sono tornato a casa, mia madre mi stava aspettando sulla porta. "Oh, Malik!" gridò, afferrandomi. "Quello che è successo?!"

"Niente," mentii, liberandomi dalla sua presa. "Ho solo... ho litigato." Prima che potesse parlare, le passai accanto ed entrai in casa. Lei mi ha seguito.

"Malik!" esclamò. "Cosa diavolo vuoi dire con 'hai litigato'?! Cosa è SUCCESSO?!"

"Non voglio parlarne!" dissi a bassa voce, salendo le scale.

Corsi nella mia stanza, chiudendomi la porta alle spalle. Poi sono saltato sul letto, fissando il soffitto.

COSA C'È DI SBAGLIATO IN ME? pensai, piangendo silenziosamente. Il livido sull'occhio mi stava uccidendo, ma l'imbarazzo faceva mille volte più male.

Qualcuno bussò alla porta. "Uffa!" gemetti. "Chi è?"

"Giordania." Mi misi a sedere, fissando la porta con paura. "Posso... ehm... posso entrare?"

"NO!" risposi con rabbia, alzandomi e camminando verso la porta. "Chi ti ha fatto entrare?" chiesi, aprendo la porta.

"Tua madre", rispose.

"Mi hai seguito?!" strillai, chiudendo la porta dopo che era entrato.

"Sì," disse. "Mi sono sentito male per... quello che ho fatto."

"Allora perché l'hai fatto?" chiesi, incrociando le braccia e sedendomi sul letto.

Sospirò, sedendosi. "Non lo so!" lui pianse. "Sono solo... in preda al panico! Ma mi sento ORRIBILE!"

"Perché mi hai ricambiato?" sussurrai sedendomi accanto a lui.

"Perché..." disse. "...Mi piaci."

Sono arrossito. "Allora... sei gay?" Si alzò in piedi.

"Diavolo, no!" ha difeso. "Certo che no! Solo che... mi piacciono i ragazzi." Il suo sorriso mi ha fatto venire i brividi.

"Allora..." dissi, fissando le sue labbra. "...io ti piaccio?"

"Voglio dire...credo di sì," rispose, sedendosi di nuovo accanto a me, mettendo la sua mano sulla mia. "Ma se lo dici a QUALCUNO...ti fotto...ti...fanno male." Ho riso.

"Non essere duro", ho scherzato. "Perché non mi piace davvero ruvido."

"Zitto," ridacchiò, spingendomi sulla schiena. Poi era sopra di me, con le mani accanto alle mie orecchie.

"Oh, mio ​​fottuto dio!" sussurrò con voce profonda. "Sono così fottutamente eccitato." Si è abbassato per baciarmi le labbra e le guance. "Oh, mio ​​fottuto dio. Ti fotterò così..." Proprio mentre il mio cazzo si stava indurendo, la porta si aprì ed entrambi la guardammo.

"Mamma!"

"Malik! Che diavolo..."

"Posso spiegare, mamma!" Ho pianto, spingendo Jordan via da me.

"NO!" urlò, costringendo Jordan ad alzarsi. "Non so chi tu sia, ma vattene da casa mia."

Andò alla porta. "Ma mamma--"

"NO!" ripeté. "Sei... sei in punizione. E se vedo di nuovo te o quel ragazzo... vi ammazzo entrambi."

"Mamma!" gridai, mettendomi a sedere. "Stai esagerando. Stavamo solo..."

"Se tuo padre fosse qui..." disse, avvicinandosi a me. "...lo farebbe sicuramente..." Poi iniziò a piangere, ma io digrignai i denti con rabbia. "...non come quello che stai facendo."

"Non sto facendo niente!" abbaiai. "Se solo tu chiudessi il becco e ASCOLTA..." Feci una pausa e vidi il dolore negli occhi di mia madre.

Mi schiaffeggiò rapidamente, incutendomi paura e rabbia. "Mamma...."

Continua....

Storie simili

Comprare vestiti con Christy

Ecco, prova questo. Gemendo, alzo con riluttanza le spalle e indosso una canottiera arancione fluorescente che è quanto di più lontano possibile dalla mia idea di moda. Contento? dico, cercando di non pensare alla mia abbronzatura da contadino. È incantevole, dice, sfoggiandomi il suo sorriso vincente, facendomi battere il cuore involontariamente. È stata un'idea di Christy andare a fare shopping. Non stiamo nemmeno uscendo insieme. Normalmente, una richiesta del genere sarebbe motivo di domanda “Cosa stiamo facendo qui?” tipo di conversazione, ma non è proprio lo stile di Christy. Quando decide di fare qualcosa, la fa. Questo, e lei mi ha...

382 I più visti

Likes 0

Potrei aiutarti... Parte I

Io e la mia ragazza siamo sdraiati nel suo letto. Aveva 23 anni in quel momento, il suo nome è Tanya. Io ero nudo, lei indossava un top bianco attillato e una sottoveste di seta, anch'essa bianca. Adoravo il modo in cui i suoi grandi seni le riempivano la maglietta, i suoi capezzoli erano duri e spingevano ulteriormente la mia eccitazione. Come molte volte prima che guardassimo un film porno. Ma qualcosa di molto speciale era diverso quel giorno. Non eravamo soli... Mi chiamo Tomas, sono un ragazzo di 27 anni con i capelli biondi e gli occhi blu verdastri. Sono...

690 I più visti

Likes 0

Momenti divertenti con Romy

Mi chiamo Matteo, ho 18 anni. Sono solo il tuo ragazzo normale con i capelli biondi e gli occhiali. Alcuni potrebbero definirmi un nerd ma non sono d'accordo. Ho appena terminato l'allenamento in palestra e sono andato velocemente negli spogliatoi per rinfrescarmi. Appena aperta la doccia ho sentito un forte inciampo seguito da un urlo. Mi sono messo dei pantaloni e sono andato alla fonte del suono. Sembrava provenire dallo spogliatoio femminile. C'è qualcuno lì dentro? “Sì, per favore aiutami” Quando sono entrato sono rimasto scioccato nel vedere la mia amica di lunga data e compagna di palestra Romy, nuda e...

444 I più visti

Likes 0

Provare qualcosa di nuovo_(1)

Provare qualcosa di nuovo (terza persona) Toni e Justin sono appena tornati nel nuovo appartamento di lei e di sua sorella, Davina, dopo aver passato l'intera giornata a fare shopping al centro commerciale. Justin ha appena parlato a Toni di alcuni nuovi abiti ma non li aveva ancora visti su di lei. È stata una lunga giornata e sono entrambi stanchi. Beh, sembra che Davina non sia più a casa, dice Justin mentre entrano nell'appartamento. A Justin piace quando sono soli perché Davina è sempre ovunque e non permette loro di entrare in intimità. Capisco, esprime sarcastico Toni con un sorriso...

449 I più visti

Likes 0

Harry Potter Adventures: Capitolo 5 - Doppio problema

Questa storia non riflette gli atteggiamenti o i personaggi della serie Harry Potter, né ha alcuna affiliazione con l'autore. Capitolo 5 Novembre scese su Hogwarts e con esso arrivò anche la pioggia e perfino qualche fiocco di neve. Era l'ultima settimana di novembre e mancavano solo due settimane all'inizio delle vacanze di Natale. Ron cominciò a sentire tornare di nuovo il suo malumore. Era passato un mese dal suo divertimento con Lavanda e da allora si frequentavano. Sebbene il sesso fosse incredibile, non avevano molto in comune e Ron aveva iniziato a desiderare il suo vero amore; Hermione ancora una volta...

505 I più visti

Likes 0

Insegnante - 04 Giorno 1 – Pomeriggio a scuola

5----------Pranzo Finalmente arrivò l'ora di pranzo. Non era previsto che nessuno studente fosse nella sua stanza durante il pranzo. In genere, alcuni pranzavano e poi andavano nella sua stanza per fare i compiti. Laura poteva solo sperare in un pranzo tipico, ma finora tipico non era la parola che avrebbe usato per quella giornata. Si sentì sollevata quando all'inizio del ciclo si ritrovò tutta sola nella sua stanza. Appoggiò il panino sul vassoio del podio e notò il timer. Il timer del periodo mostrava 00:23:55 e il conto alla rovescia e il timer del suo footpad mostrava 00:23:55. Il timer della...

381 I più visti

Likes 0

Fidanzata trofeo parte 5

Fidanzata trofeo di Vanessa Evans Parte 5 VENERDÌ Il venerdì sera Caleb uscì con i suoi amici, presumibilmente a casa di uno dei ragazzi. Cora pensava che avrebbero giocato e che Caleb si sarebbe scopato Emily, Lucy o Willow. Non era preoccupata perché sapeva che sarebbe tornato a casa più tardi e avrebbe voluto scoparla. Cora è uscita con le sue amiche e hanno passato una bella serata tra ragazze. Cora ha ripetuto l'invito al barbecue e Wendy, Carol, Liz e Mary hanno detto che stavano ancora bene per la domenica. Quando Cora e Liz andarono in bagno, Liz chiese a...

446 I più visti

Likes 0

Festa dello sguardo

Londra è una bella città in cui vivere, soprattutto se sei uno studente che va all'università e ama le feste Non è una novità e lo sanno tutti. Così fanno tutti i proprietari. Con i loro prezzi folli, chiedono una stanza, a volte è difficile per gli studenti tenere il mento fuori dall'acqua, soprattutto se i loro genitori non sono di Knightsbridge, ad esempio. Ma come sempre ci sono alcune eccezioni. Fuori dal centro città, a poche miglia a nord di Westminster, dove in realtà ci sono diverse case che, diciamo, “fuori dall’ordinario”. Perché? Ebbene, dalle testimonianze di alcune delle cosiddette...

396 I più visti

Likes 0

Abi e la sua amica mi sorprendono. Parte 2

Abi e la sua amica mi sorprendono. Parte 2. La mattina dopo la sera prima. Mi sono svegliato verso le 7 circa con stupore di trovare il braccio di Abi sul mio petto e il suo viso e il suo corpo contro di me. Rachel, che ha 19 anni e un corpo femminile giovane e pieno, era sdraiata sul mio stomaco con la testa a pochi centimetri dal mio cazzo e la sua mano appoggiata sulla mia coscia. Mi sono subito indurito per l'eccitazione e la mia solita gloria mattutina e non ho potuto resistere all'opportunità di fare qualche azione mattutina...

438 I più visti

Likes 0

PMQuest: Capitolo 07 e 08 - Vai sul sicuro o corri dei rischi

Questa storia / fanfiction contiene sesso tra un Ranger umano e tutti i tipi di Pokemon femminili. Questa storia include Femdom, Reverse Rape, Forced, Sex, Female Pokémon x Male Human Ranger. Se ti sei perso l'introduzione completa, fai clic sul mio profilo per avere una panoramica di tutti i capitoli. Questo capitolo fa parte del percorso che hai scelto alla fine del capitolo precedente. Cerca in questa pagina Gioca sul sicuro o Prendi un rischio per continuare la tua avventura. Capitolo 07 - Vai sul sicuro Avevo esaurito le opzioni. Le mie scelte erano di far cadere il cristallo, o provare...

1.7K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.